CATANIA-INTER: 3-1, SCONFITTA AL 'MASSIMINO'

Nerazzurri in vantaggio con Milito e raggiunti da Maxi Lopez, Mascara e Martinez. Espulso Muntari

CATANIA - Catania-Inter 3-1. Sono serviti 44 anni agli etnei (ultima vittoria il 20 febbraio del 1966) per battere la squadra nerazzurra che esce sconfitta dal confronto esterno con la squadra allenata da Sinisa Mihajlovic, valido per l'anticipo della 28^ giornata della Serie A Tim.
Pioggia e terreno pesante accolgono i nerazzurri al 'Massimino', ma è un ritmo intenso quello che scandisce un primo tempo ricco di occasioni da entrambe le parti, chiuso però sullo 0-0. Nella ripresa, Quaresma rileva Mariga e il match cambia volto: l'Inter acquista sicurezza nell'azione offensiva e al 9' Eto'o manda in rete Milito per lo 0-1. Maxi Lopez ristabilisce la parità 20' più tardi, ma è l'ingresso di Muntari a cambiare nuovamente la gara: il ghanese rimedia una doppia ammonizione nei 2 minuti successivi al suo ingresso in campo, la seconda per un fallo di mano in area che regala il 2-1 ai siciliani targato Mascara. Martinez cala il tris negli ultimi minuti di gara.

PRIMO TEMPO - Come un anno fa al 'Massimino', anche oggi Josè Mourinho assiste al match in tribuna per scontare il terzo turno di squalifica e deve rinunciare a Balotelli, infortunatosi ieri durante la seduta di rifinitura, a Thiago Motta, colpito da un attacco influenzale, e a Santon ancora alle prese con qualche fastidio al ginocchio. L'Inter ritrova invece Cambiasso che compone il centrocampo nerazzurro con Stankovic e Mariga alla seconda da titolare dopo la gara a Udine. Niente riposo per Lucio, il brasiliano è ancora protagonista della difesa nerazzurra in coppia con Materazzi, mentre sulle fasce spazio a Maicon e Zanetti. In porta Julio Cesar, in attacco il tandem da 23 reti complessive, Milito-Eto'o, avanzato rispetto a Sneijder.

Il Catania parte forte ed è Martinez a guadagnare il primo calcio d'angolo del match al minuto 3: Terlizzi colpisce di testa in anticipo su Maicon, ma la palla termina alta. Sneijder risponde dall'altra parte tentando un tiro di prima intensione, spalle alla porta: Andujar para senza problemi. Izco prima e Martinez poi cercano senza successo la porta nerazzurra all'8' e all'11, ma è Ricchiuti ad avere la palla del vantaggio rossoazzurro tra i piedi (12'): Julio Cesar sfrutta l'ultimo istante utile, prima che la mischia in area provi un'azione insistita conclusa con la parata del portiere brasiliano sul tiro di Carboni. Al 19' l'azione costruita sull'asse Cambiasso-Milito manda al tiro il Principe anticipato però da Silvestre, mentre 60 secondi dopo, il destro di Eto'o dalla distanza ad accarezzare il palo certifica un ritrovato assetto offensivo per l'Inter dopo il forcing siciliano. Il Catania torna però a spingere dal 26', ma l'anticipo perfetto di Materazzi su Izco, pronto a raccogliere sotto porta, e la chiusura di Zanetti su Martinez allontanano i problemi. La velocità di Mariga avvantaggia Eto'o che, al 31', trova lo spazio per calciare, ma Silvestre chiude in corner. Stessa sorte tocca ad Andujar costretto, al 34', a rifugiare in calcio d'angolo il destro a giro di Sneijder dopo l'uno-due con Milito. Lucio è decisivo al 37' intercettando in spaccata, e salvando dalla rete, il cross perfetto di Izco per Ricchiuti che, smarcato, è pronto al tiro verso Julio Cesar.
Si gioca per un minuto in più dopo il 45', ma il primo tempo di Catania-Inter si chiude comunque sullo 0-0. bugiardo in fatto di emozioni.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa, Mariga lascia il posto in campo a Quaresma che dà avvio alla prima proiezione offensiva nerazzurra dalla fascia sinistra, con un cross sul secondo palo deviato dalla difesa siciliana prima che Eto'o raccolga. Il portoghese si ripete al 5' mettendo in difficoltà Alvarez e scaricando all'indietro su Sneijder, l'olandese ci prova dalla distanza, Terlizzi devia fuori. L'ingresso di Quaresma ha alzato il pressing dell'Inter dando più sicurezza e spunti alla spinta d'attacco. Arriva al minuto 9 il vantaggio nerazzurro ed è una perla di Samuel Eto'o: pescato da Sneijder sul filo del fuorigioco, il camerunese crossa basso per Milito che a tu per tu con Andujar non sbaglia portando il risultato sullo 0-1. L'Inter cresce e lo fa anche con Sneijder che all'11' usa il sinistro per concludere sul primo palo, ma la palla termina all'esterno della rete. E' il piede di Materazzi ad opporsi al tiro di Ricchiuti dopo lo scambio con Martinez a Julio Cesar battuto e a salvare il risultato, ma è ancora l'Inter ad attaccare con Maicon che ci prova con un rasoterra potente ma di un soffio a lato (19'). Il Catania ristabilisce la parità al 29' con Maxi Lopez, l'argentino raccoglie il cross dalla destra di Alvarez e con l'esterno del piede batte l'incolpevole Julio Cesar. Al 31', Baresi sostituisce Stankovic con Pandev, mentre 3 minuti più tardi Muntari rileva Cambiasso: il ghanese viene ammonito appena entrato per un fallo su Martinez, sul successivo calcio di punzione intercetta di mano il tiro di Mascara guadagnandosi l'espulsione e regalando il rigore che ancora Mascara trasforma nel 2-1 battendo Julio Cesar con un cucchiaio. Al 44' un tiro strozzato del neo entrato Pandev, finito tra le braccia di Andujar, precede il tris del Catania: Martinez ubriaca la difesa nerazzurra, si beve Lucio e batte Julio Cesar.
Dopo 4' minuti di recupero termina sul 3-1 il match tra Catania e Inter.

 

CATANIA-INTER 3-1
Marcatori: 9' st Milito, 29' st Maxi Lopez, 36' st rig. Mascara, 45' st Martinez

Catania: 21 Andujar; 22 Alvarez, 23 Terlizzi, 6 Silvestre, 33 Capuano (43' st 2 Potenza); 19 Ricchiuti (31' st 4 Delvecchio), 27 Biagianti, 13 Izco; 25 Martinez, 11 Maxi Lopez (5 Carboni), 7 Mascara.

A disposizione: 30 Campagnolo, 8 Ledesma, 15 Morimoto, 18 Augustyn;

Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 23 Materazzi, 4 Zanetti; 5 Stankovic (32' st 27 Pandev), 19 Cambiasso (34' st 11 Muntari), 17 Mariga (1' st 7 Quaresma); 10 Sneijder; 22 Milito, 9 Eto'o.

A disposizione: 1 Toldo, 21 Orlandoni, 2 Cordoba, 15 Krhin.

Allenatore: José Mourinho.

Arbitro: Paolo Valeri (sez.arbitrale di Roma).
Note. Ammoniti: 24' Biagianti, 45' Zanetti, 6' Stankovic, 31' st Martinez, 34' e 36' st Muntari. Espulsi: 36' Muntari. Tempi supplementari: 1'-4'


Carica altri risultati