18° SCUDETTO: TUTTI I RECORD DELL'INTER

23 agosto '09 - 16 maggio '10: il cammino nerazzurro nella Serie A fino al 5° tricolore consecutivo

MILANO -  Con quello conquistato ieri sul campo di Siena, per la prima volta nella sua storia, l'Inter vince cinque scudetti consecutivi: è la seconda volta che accade un simile filotto nella storia della serie A su girone unico, iniziata con questa formula a partire dal 1929/30. In precedenza l'impresa era riuscita solo alla Juventus, che si era aggiudicata 5 scudetti consecutivi dal 1930/31 al 1934/35. In pratica un record che resisteva da 75 anni. Nell'era pre-girone unico nessuna squadra era mai stata capace di conquistare cinque titoli consecutivi.
Quello vinto ieri dalla squadra di Josè Mourinho è il terzo scudetto, nella storia della serie A su girone unico, che viene assegnato in data 16 maggio e il secondo deciso in una gara che vede come avversario dei neo-campioni d'Italia il Siena.

Mourinho ha conquistato il secondo campionato italiano della sua carriera tecnica - per altro consecutivo - dopo quello della stagione 2008/09. Per l'allenatore portoghese, però, si tratta del sesto campionato vinto in assoluto: i due scudetti vinti con l'Inter vanno infatti ad aggiungersi ai due titoli conquistati alla guida del Porto (2002/03 e 2003/04) e ai due vinti con il Chelsea (2004/05 e 2005/06). L'allenatore nerazzurro, inoltre, ha terminato il campionato ancora una volta senza perdere in casa. Lo scorso anno la sua Inter chiuse le 19 gare interne di serie A con un bilancio di 14 vittorie e 5 pareggi; nelle 19 disputate nella stagione 2009/10 lo score nerazzurro è stato di 15 successi e 4 pareggi. Il bilancio complessivo di Mourinho in gare interne di campionato italiano è dunque di 29 successi e 9 pareggi in 38 incontri. In precedenza, solo una volta nella sua storia l'Inter aveva concluso due campionati consecutivi senza sconfitte casalinghe: è accaduto nel 1964/65 (13 vittorie e 4 pareggi) e nel 1965/66 (11 affermazioni e 6 pareggi), quando vinse in entrambi i casi il campionato.

L'Inter ha preso la guida solitaria della classifica di serie A 2009/10 per la prima volta all'8° giornata, quando in anticipo vinse 5-0 a Marassi sul Genoa e profittò del mezzo passo falso della Sampdoria, bloccata sull'1-1 a Roma dalla Lazio. Al 7° turno, infatti, blucerchiati e nerazzurri erano appaiati a quota 16, come invece alla 5° giornata i nerazzurri erano capolisti a quota 13, ma a braccetto con la Juventus. L'Inter è rimasta in testa solitaria consecutivamente fino alla 32° giornata, poi relativo temporaneo sorpasso da parte della Roma alla 33° giornata e giallorossi in vetta solitaria anche alla 34°; quindi il contro-sorpasso nerazzurro, decisivo, al 35° turno. Il vantaggio stagionale nerazzurro sulla seconda classificata è salito fino ad un massimo di +8, dopo la 23° giornata, quando al secondo posto c'era il Milan.

L'Inter è anche la squadra che, in questo campionato, ha vinto il maggior numero di partite (24, in coabitazione con la Roma, avversaria fino all'ultimo minuto) e perso meno gare in assoluto, ovvero 4: (tutte fuori casa, 0-1 contro la Sampdoria il 26 settembre 2009, 1-2 contro la Juventus il 5 dicembre 2009, 1-3 contro il Catania il 12 marzo scorso ed 1-2 contro la Roma il 27 marzo scorso); sempre l'Inter ha il miglior attacco del torneo (75 reti segnate). In casa l'Inter è una delle 3 squadre dell'attuale campionato di serie A, assieme a Sampdoria e Palermo, a non aver mai perduto in casa (15 vittorie e 4 pareggi nelle 19 gare disputate), è la squadra che ha vinto più gare in casa assieme alla Roma (15 a testa) ed ha anche il miglior attacco interno con 42 centri (come il Genoa). Considerando le 19 trasferte l'Inter è uno dei due club ad aver vinto di più (9 volte, come la Roma), e quella che, sempre in trasferta, ha segnato di più (33). L'Inter, inoltre, vanta la miglior difesa assoluta del campionato 2009/10, grazie alle sue sole 34 reti al passivo: dall'avvento dei 3 punti a vittoria (dal 1994/95 ad oggi) era accaduto soltanto 6 volte, prima di quella odierna, che vincesse il titolo tricolore la miglior difesa del torneo: i precedenti erano riferiti al Milan 1995/96, alla Juventus 1996/97, 2001/02, 2002/03 ed all'Inter 2007/08 e 2008/09.

L'Inter, fin qui autrice di 75 reti, ne ha segnate 40 nel corso dei primi tempi e 35 nei secondi. Quanto ai gol subiti, che in totale sono 31, 14 sono stati incassati nella prima frazione di gara, 20 nella seconda. Dividendo la ripartizione dei gol in intervalli di 15 minuti, vediamo che nel primo (dal 1' al 15' del primo tempo) l'Inter ha segnato 13 gol e ne ha subiti 5, nel secondo (dal 16' al 30') 9 contro 7, nel terzo (dal 31' al 45', inclusi recuperi) 18 contro 2, nel quarto (dal 46' al 60') 11 contro 6, nel quinto (dal 61' al 75') 13 contro 9, nel sesto (dal 76' al 90', recuperi inclusi) 11 contro 5.

L'Inter è la squadra della serie A 2009/10 ad aver finora segnato di più nel quarto d'ora iniziale di gara: dal 1' al 15' sono 13 i gol all'attivo. Quella nerazzurra è anche la squadra più prolifica nel quarto d'ora precedente l'intervallo: dal 31' al 45', recuperi inclusi, sono 18 i gol all'attivo. I nerazzurri hanno ricevuto in questo campionato 6 rigori a favore, tutti realizzati, di cui 2 da Eto'o (1 ciascuno contro Bari e Palermo) e 4 da Milito (1 a testa contro Bari, Fiorentina, Milan e Palermo), 7 sono stati invece i rigori assegnati contro.

Samuel Eto'o e Diego Milito sono stati i giocatori nerazzurri più decisivi nel vittorioso campionato 2009/10, con 18 punti portati alla causa nerazzurra per ciascuno. Gli altri punti sono stati portati, rispettivamente, da Balotelli (7), Cambiasso, Maicon, Muntari, Samuel e Thiago Motta (6 ciascuno), Pandev e Sneijder (3 a testa). Da conteggiare anche 3 punti derivanti da altrettanti pareggi per 0-0.

Sono innvece 14 in totale i giocatori nerazzurri andati in gol: in ordine decrescente di segnature ricordiamo Milito (22), Eto'o (12), Balotelli (9), Maicon (6 che stabiliscono il suo record personale in stagione, superando le 4 reti realizzate con Monaco 2004/05 e Inter 2008/09), Thiago Motta e Sneijder (4 a testa), Cambiasso, Pandev, Samuel e Stankovic (3 ciascuno), Muntari (2), Chivu, Lucio e Vieira (1 ciascuno). Al conteggio deve essere aggiunta anche un'autorete a favore realizzata da Mantovani (Chievo Verona).

(a cura della Redazione Football Data)


Carica altri risultati