CASTELLAZZI: "ORGOGLIOSO DI ESSERE QUI"

"Sono stato scelto tra tantissimi giocatori, mi godo questa soddisfazione pronto a dare il massimo"

APPIANO GENTILE - "Un giocatore di esperienza che ha saputo distinguersi nel corso degli anni grazie al suo lavoro. Credo che l'Inter abbia bisogno di un professionista di qualità anche in questo ruolo. Mi aspetto che dia il meglio per guadagnare un posto in squadra". Con queste parole Rafael Benitez accoglie nell'Inter, il portiere Luca Castellazzi che sorride al pensiero che, probabilmente, un'esperienza in nerazzurro fosse scritta da tempo nel suo destino: "Nella mia prima esperienza nel calcio professionistico, in serie B, al Padova ero il secondo di Zenga...".

Un percorso importante che oggi prosegue con un sogno, quello nerazzurro: "Arrivo qui a 35 anni, dopo una carriera lunga con due ricordi ottimi legati alle esperienze con il Brescia e la Sampdoria. Ieri ero davvero emozionato per l'inizio della mia avventura all'Inter, non pensavo di poterlo essere a tal punto. Per me, è un vero motivo di orgoglio essere stato scelto tra tantissimi giocatori per unirmi a un gruppo di grandi campioni".

Fu Julio Cesar, per primo, a spendere parole di apprezzamento per colui che era il portiere della Sampdoria e che ora diventerà il suo vice: "E' inevitabile che la situazione cambi un po': da secondo portiere, si diventa consapevoli che le possibilità di giocare ogni domenica sono molto inferiori rispetto al normale, invece durante la settimana di allenamento l'atteggiamento deve essere sempre lo stesso: lavorare duro per essere sempre pronti, essere sempre al top, perchè in qualsiasi momento, occorre dimostrarsi all'altezza e in grado di non far rimpiangere il titolare tra i pali".

E parlando di porta, il pensiero di Castellazzi non può che andare a chi di quella nerazzurra ne è stato per anni protagonista, Francesco Toldo: "Bisogna rendere onore a un grande giocatore come lui che ha lasciato un marchio indelebile nell'Inter e nel calcio italiano. Quale sarà la mia maglia? Se la numero 1 dovesse rimanere inutilizzata, un pensierino ce lo farei, anche perchè credo che il numero 12 a Julio porti molta fortuna".


Carica altri risultati