UCL, TOTTENHAM-INTER: 3-1, ETO'O NON BASTA

Spurs in vantaggio con Van der Vaart e Crouch, gol del camerunese prima del tris di Pavlyuchenko

LONDRA - Dopo il 4-3 del "Meazza", termina sul 3-1 Tottenham-Inter, Matchday 4 della Uefa Champions League 2010-2011 giocato al "White Hart Lane" di Londra.

Primo vantaggio Spurs e bella reazione nerazzurra sono gli ingredienti di un primo tempo giocato a ritmi veloci, senza soste e con contropiedi fulminei da entrambe le parti del campo. Castellazzi contro Cudicini, da secondi a primi protagonisti con le loro parate sulla furia-Bale (12'), il nerazzurro, e sul compasso-Sneijder, l'inglese di adozione (43'). Van der Vaart realizza (18'), Crouch lo imita (61'), Lucio sfiora il gol (30') e mentre anche Muntari si infortuna (53'), Benitez cerca la rimonta, ma ci riesce solo in parte grazie alla rete di Eto'o (81'), solo un anticipo del tris del Tottenham che arriva con Pavlyuchenko all'89.

PRIMO TEMPO - Con Julio Cesar e Cambiasso infortunati nell'ultima gara di campionato in casa del Genoa, Benitez affida la porta nerazzurra a Castellazzi, all'esordio in Champions League, scegliendo Muntari come compagno di capitan Zanetti in mediana, davanti alla linea difensiva che ritrova Chivu come terzino sinistro e dietro al tris di centrocampo nel quale, dal 1', torna Pandev. Il Tottenham parte subito forte, ma sono Sneijder prima (4') ed Eto'o poi (7') a puntare pericolosamente la porta di Cudicini con due tiri da fuori area e il destro del camerunese di pochissimo fuori dal primo palo. E' la sua prima volta in uno stadio inglese, ma Castellazzi gioca da campione d'Europa allungandosi in massima estensione per bloccare, al 9', il rasoterra di Modric e tre minuti dopo, il tiro-cross di Bale. Il terzino gallese, è ancora lui, al 15', a cavalcare la fascia destra per puntare Castellazzi, saltato Maicon, c'è Lucio a chiudere in corner. La rete degli Spurs arriva al 18' con Van der Vaart: Muntari non basta, Modric tocca per l'olandese che, sul filo del fuorigioco, batte di sinistro Castellazzi per l'1-0. L'Inter reagisce con Biabiany, il francese raccoglie il lancio lungo e, sotto il pressing di Kaboul, arriva a tu per tu con Cudicini che però indovina il tempo dell'uscita e ruba palla. Maicon contro Bale, atto III: il gallese è una furia anche al 25' quando crossa per Crouch, diagonale destro dell'inglese ad attraversare tutto lo specchio della porta e palla fuori dal secondo palo. Partita veloce e senza soste, in avanti arriva anche Lucio quando di destro punta la porta avversaria costringendo Cudicini a salvare in corner (30'). Costa un giallo, l'intervento di Samuel su Huddlestone lanciato a rete, e un calcio di punizione affidato a Van der Vaart che Muntari devia in angolo (36'). Al 42', il fallo di Modric su Eto'o al limite dell'area regala una buona opportunità ai nerazzurri: calcia Sneijder dai 23 metri, ma Cudicini si supera e devia in calcio d'angolo il destro a giro perfetto dell'olandese.
Dopo un minuto di recupero, si chiude sull'1-0 il primo tempo di Tottenham-Inter. Spurs in vantaggio, ma la reazione nerazzurra non si è fatta attendere.

SECONDO TEMPO - Problemi al flessore per Van der Vaart e la novità nel Tottenham si chiama Jenas. Inter in campo con lo stesso undici di partenza. Al 6', Chivu è ammonito per il la trattenuta su Lennon, dal successivo calcio di punizione è ancora Bale a sfiorare il gol in rovesciata dopo l'uscita con i pugni di Castellazzi. Inter fortunata o forse no, visto che si fa male anche Muntari e dall'8' il campo chiama Nwankwo, mentre sul cross di Hutton, spunto per la testa di Crouch, Castellazzi deve allungare la mano per mandare palla sopra la traversa (10'). Il raddoppio del Tottenham non tarda ad arrivare e nasce ancora dallo spunto di Bale per la zampata vincente di Crouch che batte Castellazzi per il 2-0. Biabiany per Coutinho, così risponde Benitez dopo che solo la linea di fondo, sorpassata da Bale, aveva impedito la regolarità della terza rete degli Spurs. Pandev fa posto a Milito (26') che si presenta con un diagonale di pochissimo alla destra di Cudicini. L'Inter accorcia le distanze al 36': Sneijder tocca corto per Eto'o che, messi ai margini prima Hutton poi Gallas, con un rasoterra sul secondo palo spedisce palla nell'angolino basso dove Cudicini non può arrivare. E' 2-1, ma solo per poco. Al 44', infatti, ancora da un cross rasoterra di Bale nasce il 3-1 firmato Pavlyuchenko. L'Inter non si arrende, Milito non può farlo e colpisce la traversa un minuto dopo con un destro da fuori area.
Dopo 3' di recupero, termina sul 3-1 Tottenham-Inter. La squadra di Redknapp raggiunge così i nerazzurri a quota 7 punti nel gruppo A, inseguono Twente a 5 punti e Werder Brema, ultimo a 2.

U.C.L. TOTTENHAM-INTER 3-1
Marcatori: 18' Van der Vaart, 16' st Crouch, 35' st Eto'o, 44' st Pavlyuchenko.

Tottenham: 23 Cudicini; 2 Hutton, 4 Kaboul, 13 Gallas, 32 Assou-Ekotto; 7 Lennon (40' st 12 Palacios), 6 Huddlestone, 14 Modric, 3 Bale; 11 Van Der Vaart (1' st 8 Jenas); 15 Crouch (31' st 9 Pavlyuchenko).
A disposizione: 37 Pletikosa, 10 Keane, 19 Bassong, 21 Kranicar.
Allenatore: Harry Redknapp.

Inter: 12 Castellazzi; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 11 Muntari (8' st 40 Nwankwo); 88 Biabiany (19' st 29 Coutinho), 10 Sneijder, 27 Pandev (26' st 22 Milito); 9 Eto'o.
A disposizione: 21 Orlandoni, 2 Cordoba, 23 Materazzi, 39 Santon.
Allenatore: Rafael Benitez.

Arbitro: Viktor Kassai (Ung).
Note. Ammoniti 36' Samuel, 39' Hutton, 6' st Chivu, 27' st Jenas, 41' st Lucio, 47' st Modric. Recupero: 1'-3'


Carica altri risultati