INTER-CESENA: 3-2, ETO'O-MILITO, POI C'È CHIVU

Due gol in due minuti, poi il sigillo del rumeno a fine primo tempo; nerazzurri a -6 dalla capolista

MILANO - Continua a vincere l'Inter e, nella gara valida per il recupero della 16^ giornata della serie A 2010-2011, batte il Cesena per 3-2.

Due gol in due minuti. Eto'o-Milito come due lampi travolgono il Cesena e dopo un quarto d'ora i nerazzurri dominano la gara con un doppio vantaggio. Il Principe però è costretto a uscire e dal 20', al suo posto in campo c'è Biabiany. Bogdani e Giaccherini riaprono le speranze dei bianconeri riportando il risultato in parità in 6', ma allo scadere del primo tempo è Chivu a calare il tris. Dal 29', Cesena in dieci per l'espulsione di Giaccherini per doppia ammonizione.

PRIMO TEMPO - Fuori Thiago Motta, Leonardo per affrontare il Cesena dà spazio a Pandev schierato alle spalle della coppia Milito-Eto'o e, in difesa al posto di Ranocchia ('nessun divieto di far giocare il ragazzo, ma neanche un permesso chiaro', spiega il dt Branca in merito alla problematica dell'utilizzo del calciatore durante il recupero della 16^ giornata di campionato del girone di andata nel quale il difensore era un tesserato del Genoa e il regolamento proibisce ad un giocatore di disputare due partite nello stesso turno), c'è Marco Materazzi che torna titolare dopo il derby dello scorso novembre. Nel Cesena, tridente Jimenez, Bogdani, Giaccherini.
Parolo cerca la porta dopo 3', ma il suo destro in controbalzo termina sul fondo, ma al 5' l'intervento in ritardo di Lauro regala un calcio di punizione ai nerazzurri che Cambiasso potrebbe sfruttare a tu per tu con Antonioli che anticipa però l'argentino. Al 13', Lucio si spinge fino al limite dell'area prima di scaricare su Maicon che con un tiro-cross sul primo palo costringe Antonioli alla presa alta. Ma è un minuto dopo che torna implacabile il tocco micidiale di bomber-Eto'o: scambio con Milito e destro in diagonale del camerunese che fulmina Antonioli. Senza sosta: al 15', Eto'o si libera di due avversari e serve Pandev che scarica su Milito, il Principe con un tocco d'interno sinistro gonfia la porta per il 2-0. Al 20' cambio obbligato nell'Inter: un problema muscolare costringe Milito ad abbandonare il campo, al suo posto c'è Biabiany. Al 23', Bogdani accorcia le distanze: cross dalla destra, stop di petto e destro potente che batte Castellazzi nell'angolino basso. Ma a San Siro non c'è tempo per pensare perchè il Cesena passa ai fatti ed è 2-2. Questa volta punisce l'ex Jimenez, intuendo il giusto cross dalla trequarti per Giaccherini che con un destro al volo riporta il risultato in parità. Al 33', il cross di Biabiany dalla destra per la testa di Lucio, potrebbe ristabilire il vantaggio nerazzurro, ma il brasiliano manda a lato. Al 39' è ancora il francese a ispirare per Pandev che, atterrato al limite dell'area, guadagna un calcio di punizione: Stankovic trova la barriera, poi c'è Cambiasso a provarci di testa, ma Antonioli non sbaglia. Partita veloce e divertente, ma è ancora l'Inter ad avere l'occasione più ghiotta al 40' con Colucci che salva di testa sulla linea di porta il pallonetto di esterno sinistro di Chivu. Ed è proprio il rumeno a calare il tris al 46', intercettando di testa, quella stessa testa che tanto aveva fatto preoccupare nel gennaio 2010, il cross perfetto di Maicon per il 3-0. Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo.

SECONDO TEMPO - Ripresa al via senza cambi e con occasioni in serie targate Eto'o. E' il bomber camerunese a scattare sulla sinistra, a fatica contenuto da Benalouane (11'), e a provare poi il destro dal limite non trovando però lo specchio della porta (15'), fino al 21' quando colpisce in pieno la traversa sul passaggio in area di Cambiasso. La porta trema e la potenza del suo tocco da leone fa rimbalzare la palla quasi fino al centro del campo. Anche Maicon cerca il gol e, dopo aver macinato kilometri e kilometri, ha l'ioccasione di chiudere in modo vincente il triangolo con Pandev, ma il suo sinistro diventa un comodo appoggio per Antonioli. Dal 29', Cesena in dieci per l'espulsione di Giaccherini per doppia ammonizione (la prima per simulazione, la seconda per il tocco in porta nonostante il fischio precedente dell'arbitro). Alla mezz'ora, Leonardo cerca maggior copertura e sostituisce il subentrato Biabiany con Joel Obi. Il Cesena non molla e dal 35' sfiora due volte il pareggio con Budan: prima, il croato - complice il corpo di Chivu - sfrutta un rimpallo favorevole su cross trovando Castellazzi a negargli il gol; poi sull'assist di Parolo, manda all'esterno della rete (36'). Dal 40', Cordoba in campo al posto di Pandev.
Dopo 3' di recupero, termina sul 3-2 il recupero della 16^ giornata tra Inter e Cesena. Con ancora una partita da recuperare, i nerazzurri accorciano le distanze e si portano a 35 punti in classifica, meno sei dal Milan capolista.

 

INTER-CESENA 3-2
Marcatori: 14' Eto'o, 15' Milito, 23' Bogdani, 29' Giaccherini, 46' Chivu

Inter: 12 Castellazzi; 13 Maicon, 6 Lucio, 23 Materazzi, 26 Chivu; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 5 Stankovic; 27 Pandev (40' st 2 Cordoba); 22 Milito (20' 88 Biabiany- 30' st 20 Obi), 9 Eto'o.
A disposizione: 21 Orlandoni, 11 Muntari, 17 Mariga, 39 Santon.
Allenatore: Leonardo.

Cesena: 1 Antonioli; 77 Ceccarelli,, 25 Von Bergen, 6 Lauro (19' st 29 Dellafiore); 18 Parolo, 14 Colucci, 24 Sammarco (24' st 8 Caserta); 10 Jimenez (33' st 11 Budan), 70 Bogdani, 23 Giaccherini.
A disposizione: 33 Calderoni, 3 Pellegrino, 4 Appiah, 17 Malonga.
Allenatore: Massimo Ficcadenti.

Arbitro: Nicola Russo di Nola
Note. Ammoniti: 36' Materazzi, 1' st e 29' st Giaccherini, 41' st 15 Benalouane. Espulsi: 29' st Giaccherini. Spettatori: 52.507
Tempi di recupero: 1'-3'


 English version 

Carica altri risultati