ACLI MILANO E IPSIA: RICORDANDO ARPAD WEISZ

Domenica 30/1, a Noverasco-Opera, memorial per il tecnico che vinse lo scudetto con l'Ambrosiana

MILANO - In occasione delle iniziative promosse per la Giornata della Memoria, l'Unione Sportiva Acli di Milano e IPSIA, con il sostegno del Centro Documentazione Ebraica e i giovani della Comunità ebraica di Milano, organizzano un Torneo di calcio giovanile a 7 patrocinato dall'Assessorato allo Sport del Comune di Milano, dedicato alla memoria di Arpad Weisz.

Arpad Weisz fu allenatore dell'Ambrosiana Inter e del Bologna. Nato a Solt, calciatore della nazionale ungherese nel 1923-1924, proseguì all'estero la carriera di allenatore. Allenatore nerazzurro dal 1926 al 1933, scopritore di Giuseppe Meazza (nella foto), raggiunse la fama portando allo scudetto l'Inter nella stagione 29/30 e il Bologna nelle stagioni dal 1935 al 1937. Costretto a lasciare l'Italia nel 1938 dopo la promulgazione delle leggi razziali, riparò in Olanda dove a seguito dell'occupazione nazista venne arrestato e deportato nel campo di concentramento di Auschwitz dove mori con tutta la sua famiglia.

Alla storia dell'uomo e dell'allenatore è stato dedicato anche un bellissimo libro: "Dallo scudetto ad Auschwitz. Vita e morte di Arpad Weisz", scritto dal giornalista Marani Matteo, direttore de "Il Guerin Sportivo" (prezzo: 14 euro; editore Aliberti, collana 'I lunatici')

Lo scopo dell'iniziativa promossa dall'Unione Sportiva Acli di Milano e IPSIA è quello di favorire presso le giovani generazioni la cultura della memoria della Shoah, anche attraverso la diffusione di una sensibilità sportiva e civile di rispetto per le altre culture e religioni, fornendo così una risposta costruttiva agli episodi di razzismo e antisemitismo che si verificano con sempre maggior frequenza all'interno degli stadi italiani.

Il torneo memorial si svolgerà domenica 30 gennaio 2011, dalle h 14.30, presso il Centro Sportivo Sporting Mirasole di Noverasco-Opera, in provincia di Milano.


 English version 

Carica altri risultati