UCL, BAYERN M.-INTER: 2-3, NERAZZURRI AI QUARTI

Eto'o, Sneijder e un super-gol di Pandev all'86': la squadra di Leonardo unica italiana qualificata

MONACO - Termina sul risultato di 2-3 e porta i nerazzurri ai quarti di finale, Bayern Monaco-Inter, gara valida per il ritorno degli ottavi di finale della Uefa Champions League 2010-2011.

L'Allianz Arena dà spettacolo: tutto esaurito e più di 3000 tifosi nerazzurri uniti per dare forza alla rimonta della squadra di Leonardo dopo lo 0-1 subito all'andata. E la rimonta parte subito, dopo appena 3', grazie al tocco di Pandev che lancia Eto'o al vantaggio nerazzurro, a passare tra le gambe di Kraft. Julio Cesar avrebbe voglia di tornare a casa a piedi anche oggi, ripensando al pareggio di Gomez, simil copia di quello della gara al 'Meazza', dopo il tiro dalla distanza di Robben (21'). Dieci minuti appena, arriva il raddoppio di Muller che manda l'Inter all'intervallo sotto di un gol, sventato il terzo grazie al salvataggio sulla linea di super Ranocchia. Nella ripresa, è una prodezza di Sneijder a riaprire ogni speranza nerazzurra con un destro fulminante che batte Kraft per il 2-2. E la speranza non muore, anzi, la riaccende ancora una volta un gol bellissimo di Goran Pandev che qualifica l'Inter ai quarti di finale. Una rimonta che mancava dal 1996, una rimonta impossibile, dicevano. Con l'Inter tutto è possibile.

PRIMO TEMPO - Un'assenza improvvisa quella di Javier Zanetti, indisponibile per febbre, che costringe l'allenatore nerazzurro a schierare dal primo minuto, sia Thiago Motta che Cambiasso a formare la linea di centrocampo con Stankovic, questa sera capitano dell'Inter. Lucio titolare, Milito in tribuna. Squadre in campo con il lutto al braccio per le vittime del terremoto in Giappone, alle quali è dedicato anche il grande striscione ('Siamo con voi Giappone') che accompagna il minuto di silenzio ad apertura di gara.
Bavaresi subito pericolosi sul calcio di punizione di Robben, raccolto sotto porta da Gomez, Julio Cesar blocca senza indugi (1') e dopo di lui è tutta l'Inter a fare meglio e a passare in vantaggio con super Eto'o: Stankovic per Pandev e grande verticalizzazione per il camerunese, che sul filo del fuorigioco beffa Kraft facendogli passare palla tra le gambe (3'). E' lo 0-1 nerazzurro grazie all'ottava rete del bomber in Champions League, la 32esima stagionale che dedica anche oggi a Nagatomo. Reagisce il Bayern con il lancio di Ribery per Gomez che arriva a caricare il destro sotto porta (10'), ma Ranocchia in scivolata manda in corner. L'Inter è una furia, attacca con Eto'o, Sneijder, ma come all'andata è ancora un'incertezza di Julio Cesar a condannare i nerazzurri al pareggio: tiro di Robben dalla distanza, il portiere respinge ma non trattiene e, come una maledizione, ancora Gomez con un pallonetto all'indietro gonfia la rete per l'1-1. Un gol che riaccende la squadra di Van Gaal che infatti centra il bis dopo appena 10': Robben cerca Gomez, Thiago Motta tocca e perde palla al limite dell'area favorendo Muller che, con un tocco di esterno destro, scavalca Julio Cesar per il 2-1. Al 35', Julio Cesar questa volta salva l'Inter con una grandissima parata su Ribery, che manda il pallone appena sopra la traversa. Sul calcio di punizione di Thiago Motta (39'), Stankovic ha la palla del pareggio, ma perde l'attimo utile e Kraft salva tutto. Ma un minuto dopo è semplicemente miracoloso il salvataggio sulla linea di Ranocchia: Ribery lancia per Muller che in scivolata supera Julio Cesar, la palla resta lì, attimi interminabili e il piede del difensore nerazzurro che manda palla sul palo, prima che la riprenda Julio Cesar ridando fiato a tutti i tifosi dell'Inter. Fiato che viene però nuovamente meno, quando Lucio si complica la vita, aspettando a liberare l'area dopo l'ennesimo attacco bavarese. Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo sul 2-1.
Inter, ora tocca a te e noi siamo con te.

SECONDO TEMPO - Ripresa al via con gli stessi ventidue in campo e con il Bayern in avanti, prima con Gomez, chiuso dall'uscita di Julio Cesar (2'), poi con il tiro dalla distanza troppo debole di Schweinsteiger (3'). Al 6', primo cambio per Leonardo: fuori Stankovic, leggermente infortunato, dentro Coutinho. Al 13', l'occasione è per l'Inter: sul calcio di punizione rasoterra di Sneijder, cross di Ranocchia per Lucio, anticipato di pochissimo dall'uscita di Kraft. Eto'o serve, involontariamente, un assist a Pandev  il cui tiro è però ribattuto (16'); con molta più decisione il Re Leone serve invece Sneijder, che con un destro magnifico neutralizza Kraft per il 2-2. Le speranze si riaccendono e Pandev sfiora il 2-3 (22'), stoppando di petto il lancio di Sneijder, ma lanciando in girata di poco alto sulla traversa. Sull'assist di Eto'o, Sneijder sfiora il gol al 35' con un gran destro dal limite, ma il pallone viene ribattuto. La speranza non muore mai e al 43' Pandev fa impazzire tutti i tifosi nerazzurri del mondo raccogliendo il passaggio di Eto'o e fulminando Kraft all'incrocio dei pali con un sinistro al volo. La gioia nerazzurra esplode all'Allianz Arena per la rete del macedone che qualifica i nerazzurri ai quarti di finale, chiudendo il match sul risultato di 2-3. Solo una volta nella storia della Champions League una squadra aveva rimontato un risultato negativo dell'andata.
L'Inter oggi ha scritto la storia.


U.C.L. BAYERN MONACO-INTER 2-3
Marcatori: 3' Eto'o, 21' Gomez, 31' Muller, 18' st Sneijder, 43' st Pandev

Bayern Monaco: 35 Kraft; 2 Breno (45' st 39 Kroos), 30 Gustavo, 5 Van Buyten (25' st 28 Badstuber), 21 Lahm; 31 Schweinsteiger, 23 Pranjic; 7 Ribery, 25 Muller,10 Robben (23' st 8 Altintop); 33 Gomez.
A disposizione: 1 Butt, 16 Ottl, 18 Klose, 44 Tymoshchuk.
Allenatore: Louis Van Gaal

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 15 Ranocchia, 26 Chivu (42' st 55 Nagatomo); 5 Stankovic (6' st 29 Coutinho), 8 Thiago Motta, 19 Cambiasso; 10 Sneijder; 27 Pandev (45' st 14 Kharja), 9 Eto'o.
A disposizione: 12 Castellazzi, 2 Cordoba, 17 Mariga, 23 Materazzi.
Allenatore: Leonardo

Arbitro: Pedro Proenca (Portogallo).
Note. Ammoniti: 38' Gustavo, 12' st Breno, 14' st Lucio, 43' st Pandev, 46' st Kharja, 49' st Thiago Motta. Tempi di recupero: 1' - 4'


 English version 

Carica altri risultati