UCL SCHALKE 04-INTER: 2-1, GRAZIE LO STESSO CAMPIONI

Thiago Motta rimonta la rete di Raul, ma c'è il bis di Howedes: nerazzurri eliminati dal torneo

GELSENKIRCHEN - Al "Veltins Arena" di Gelsenkirchen, termina 2-1 il match tra Schalke 04 e Inter, valido per il ritorno dei quarti di finale della Uefa Champions League 2010-2011.
La rimonta nerazzurra non si compie e arriva sul finale del primo tempo l'ulteriore beffa: è il gol di Raul a chiudere i primi 45' che vedono però un netto predominio in campo della squadra di Leonardo. Una speranza la riaccende Thiago Motta, che ha la meglio nella mischia ad inizio ripresa (49'), toccando in rete dopo la sponda di testa di Lucio per l'1-1. All'81' raddoppia lo Schalke, questa volta è Howedes a battere Julio Cesar e i sogni di rimonta. Finisce così l'avventura dell'Inter in Europa, tra maglie sudate, sguardi smarriti e l'applauso, incessante, di tutti i tifosi presenti a Gelsenkirchen.

PRIMO TEMPO - Inter in semifinale segnando quattro o più reti di scarto: toccherà innanzitutto a Sneijder, Milito ed Eto'o impensierire sin dal primo minuto di gioco lo Schalke. Leonardo conferma Nagatomo terzino sinistro, con Zanetti a centrocampo e Thiago Motta preferito a Cambiasso davanti alla difesa che ritrova Lucio.
Il primo corner è per i tedeschi, lo guadagna Jurado, lo batte Raul (3'), ma è dei nerazzurri la prima conclusione in porta: ci prova Sneijder di destro, ma trova la risposta di Neuer a bloccare centralmente (5'). Un inedito duello tutto giapponese tra Nagatomo e Uchida dà ragione al terzino nerazzurro (7'), che poco dopo viaggia sulla fascia costruendo con Eto'o, prima che il corner numero uno a favore dell'Inter si chiuda con il colpo di testa di Thiago Motta, alto sopra la traversa (11'). Dal 17', lo Schalke si affaccia in zona d'attacco: ci prova prima Jurado, sul suo cross è Raul a prolungare di testa verso la porta nerazzurra che Julio Cesar protegge in tuffo; poi, ancora lo spagnolo prova a sfondare in area, ma è ottima la chiusura di Nagatomo; Edu ci prova invece su calcio di punizio, trova Thiago Motta a rilanciare fuori dall'area (20'). Corner in serie per i nerazzurri, dal 23', ma tutti si concludono con un nulla di fatto o meglio con un fallo di Eto'o su Neuer, chiamato poi a bloccare il cross dalla sinistra di Nagatomo, anticipando Milito (28'). È proprio il Principe a scattare sul lancio verticale di Lucio, controllo perfetto dell'argentino, come perfetto è l'intervento di Howedes a chiudere (32'). Eletto dall'Uefa come il miglior gesto tecnico dei quarti di Champions, è il gol che Stankovic ha realizzato nella gara di andata contro i tedeschi e che stasera servirebbe in copia, il Drago ci prova crea ancora pericoli con un bel destro dalla distanza, che Neuer è costretto a deviare in angolo con una mano. È ancora Inter, è ancora Stankovic, al 39', a verticalizzare per Maicon: il brasiliano, a tu per tu con il portiere, tocca di piatto destro, ma non riesce nel controllo e la palla termina a lato. Il momento è tutto dell'Inter, ma a segnare è lo Schalke con Raul (45'): verticalizzazione improvvisa e tocco di Baumjohann per l'inserimento perfetto dell'attaccante spagnolo, che dribbla Julio Cesar e di destro mette in rete per l'1-0.
Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo: possesso palla tutto ai nerazzurri, vantaggio ai tedeschi.

SECONDO TEMPO - La situazione si complica, Leonardo manda in campo Pandev al posto di Stankovic, schierando i nerazzurri sul 4-2-3-1. Il pari dell'Inter arriva con Thiago Motta: dal corner di Sneijder, stacco di testa di Lucio e tocco di sinistro dell'italo-brasiliano che, in mischia, mette in rete per l'1-1. Julio Cesar rimedia autonomamente all'incertezza in area sull'attacco di Baumjohann, intercettandone in tuffo il successivo cross (9'); è annullata invece per fuorigioco la rete che Howedes realizza sul cross di Jurado e la sponda a seguire di Edu (14'). L'Inter non si arrende e, al 17' va nuovamente vicina al gol, con il cross di Sneijder raccolto da Eto'o, colpo di testa del camerunese alto sulla traversa. Lancia Eto'o, si esibisce Milito, in una girata al volo che oltrepassa la porta di Neuer (23'), mentre accarezza il palo il bel destro di Sneijder su calcio di punizione al 30'. Lo Schalke non si ferma: il pallonetto di Raul aziona il contropiede che lancia Howedes in area nerazzurra, destro secco e Julio Cesar battuto per il 2-1. Dopo un minuto di recupero, Skomina fischia la fine del match.
Era un'impresa impossibile e tale si è confermata. Impossibile, allo stesso modo, è dimenticare tutto quello che i campioni d'Europa uscenti hanno saputo regalarci, conquistando un trofeo atteso per anni.

SCHALKE 04-INTER 2-1
Marcatori: 45' Raul, 4' st Thiago Motta, 36' st Howedes.

Schalke 04: 1 Neuer; 22 Uchida, 21 Metzelder,  4 Howedes, 2 Sarpei; 11 Baumjohann (28' st 31 Draxler), 32 Matip, 14 Papadopoulos, 18 Jurado (42' st 13 Schmitz); 7 Raul, 9 Edu (32' st 15 Charisteas)
A disposizione: 33 Schober, 5 Plestan, 8 Hao, 16 Karimi.
Allenatore: Ralf Rangnick

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 15 Ranocchia, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 8 Thiago Motta, 5 Stankovic (1' st 27 Pandev); 10 Sneijder (35' st 29 Coutinho), 22 Milito, 9 Eto'o.
A disposizione: 12 Castellazzi, 2 Cordoba, 14 Kharja, 19 Cambiasso, 23 Materazzi, 29 Coutinho.
Allenatore: Leonardo

Arbitro: Damir Skomina (Slo)
Note. Ammoniti: 30' Lucio, 43' Raul, 13' st Thiago Motta, 21' st Papadopoulos, 42' st Schmitz, 45' st Ranocchia. Tempi di recupero: 1'-1'

 


 English version  日本語版 

Carica altri risultati