Risultato finale

27 Agosto 2010 20:45

Inter
0 - 2
Atletico Madrid
38' (2t) Aguero
16' (2t) Reyes
arbitro Massimo Busacca / guardalinee Matthias Arnet, Manuel Navarro / 4° uomo Sascha Kever / assistenti Stephan Studer, Cyrill Zinnerman
Guarda gli highlights
MinutiCronaca
45'Appena prima del fischio che mette fine ai primi 45 minuti di Inter-Atletico Madrid, Reyes prova il sinistro da fuori area, ma non trova lo specchio della porta. Squadre a riposo sullo 0-0.
43'Brivido in area nerazzurra. L'uno due tra Simao e Aguero porta il Kun a provare il destro in velocità, la palla termina alta sopra la traversa.
34'Reyes appoggia per Aguero che d'istinto indirizza verso Julio Cesar un tiro potente che accarezza il palo.
32'Eto'o si libera di tre avversari e tenta la conclusione di destro al limite dell'area, palla di pochissimo fuori.
29'Ancora un calcio d'angolo per l'Inter, Samuel svetta di testa nel mucchio, ma la palla si alza sopra la traversa.
27'Tiro di Assunçao dalla distanza, palla a lato di Julio cesar.
21'Maicon guadagna un corner affidandolo poi al piede di Sneijder, l'olandese sul primo palo, trova Reyes a liberare la propria area.
19'La partita di stasera fra Inter e Atletico Madrid è inoltre un primo banco di prova per il mondo arbitrale. Quello in palio stasera, infatti, sarà il primo trofeo calcistico che verrà assegnato in presenza di sei arbitri: oltre alla classica terna e al quarto uomo, ci saranno infatti i due giudici di porta.
15'Il fallo di Stankovic su Ujalusi regala un calcio di punizione all'Atletico battuto da Simao. I nerazzurri liberano la propria area.
11'Calcio di puniziine affidato a Snejider, Milito non ci arriva e la difesa spagnola libera l'area. Subito dopo bello spunto dell'olandese per Eto'o lanciato in profondià, la palla prende però velocità e il camerunese lascia sfilare.
6'Atletico pericoloso con Simao che mette palla al centro, Aguero si tuffa in anticipo e reclama una spinta da parte di Chivu. Per Busacca è tutto regolare.
4'Ancora Sneijder dalla bandierina, Cambiasso raccoglie palla e calcia di destro dalla distanza. Conclusione alta.
3'Corner per i nerazzurri, batte Sneijder. Ujfalusi mette nuovamente in angolo dalla parte opposta.
1'BENVENUTI ALLO STADIO “LOUIS II” DI MONTECARLO per Inter-Atletico Madrid, gara valida per la Uefa Super Cup torneo giunto alla 26^ edizione e che mette di fronte le due squadre vincitrici dell’ultima edizione della Champions League e della Europa League.
1'Nelle 35 edizioni finora disputate della Supercoppa Europea a vincere il trofeo è stata per 18 volte la squadra che la stagione precedente si era aggiudicata Champions League. Rafa Benitez potrebbe diventare da stasera il sesto tecnico vittorioso per due volte, visto che ha già trionfato nel 2005 alla guida del Liverpool (3-1 dopo i tempi supplementari contro il Cska Mosca).
1'Rispetto alla formazione che ha sconfitto la Roma lo scorso sabato allo stadio "Meazza", Rafael Benitez cambia un solo giocatore preferendo Dejan Stankovic a Goran Pandev. L'Atletico di Sanchez Flores si affiderà come previsto alla coppia d'attacco composta da Diego Forlan e Sergio Aguero.
1'E' il tocco dei nerazzurri a dare il via a Inter-Atletico Madrid- E' iniziata la 36^ edizione della Supercoppa europea.
1'Dalla rimessa laterale di Maicon, ci prova subito Sneijder che, da posizione angolata cerca la porta, ma la palla è fuori.
MinutiCronaca
47'Altra sostituzione nella squadra spagnola: Ignacio Camacho al posto di Simao.
47'Samuel ammonito per il fallo su Judado.
47'Il triplice fischio di Busacca consegna la Uefa Super Cup 2010 nelle mani dell'Atletico Madrid.
45'MILITO DAL DISCHETTO si vede parare il calcio di rigore da De Gea.
45'Si giocherà per altri due minuti.
44'Ammonito Raul Garcia per il fallo in area su Pandev. Calcio di rigore per l'Inter.
39'Cartellino giallo per Simao dopo il fallo commesso su Lucio. Il portoghese è il primo ammonito del match.
38'RADDOPPIO DELL'ATLETICO. Difesa nerazzurra sorpresa dal taglio di Simao per Aguero che con un tocco morbido insacca per lo 0-2.
37'Secondo cambio nell'Atletico: Jurado in campo al posto di Forlan.
36'Fallo aereo di Perea su Milito. Calcio di punizione affidato a Lucio che sbaglia tutto e calcia in curva.
35'Calcio di punizione per l'Atletico: Forlan va col destro, ma il tiro è troppo centrale, nessun problema per Julio Cesar.
34'Benitez sostituisce Sneijder con Coutinho.
33'Botta di Aguero dalla distanza, Julio Cesar para a terra.
30'Sugli sviluppi del calcio d'angolo, cross di Sneijder sul secondo palo, Eto'o stacca di testa ma la palla è alta.
27'Militi arpiona al volo il passaggio di Cambiasso costringendo De Gea a usare i piedi per chiudere l'area, il portiere spagnolo consegna palla a Pandev che colpisce la traversa mentre l'assistente di Busacca aveva già fischiato il fuorigioco.
24'L'Atletico risponde dando spazio a Merida al posto di Reyes.
23'Primo cambio nell'Inter: fuori Stankovic, dentro Pandev.
20'Il pressing di Samuel costringe Aguero ad arrivare sul fondo prima di provare a rimettere in mezzo per Forlan. La palla vaga in area, ma la difesa nerazzurra riesce a liberare.
16'ATLETICO IN VANTAGGIO. Reyes sigla lo 0-1: uno-due con Aguero e conclusione sul primo palo che beffa Julio Cesar
15'Grande parata di Julio Cesar: Reyes rientra di sinistro e indirizza con lo stesso piede verso la porta avversaria, costringendo il portiere nerazzurro a chiudere in corner. Sugli sviluppi dell'angolo, ancora il brasiliano s'impossessa del pallone dopo il destro in porta di Aguero.
12'Intervento tempestivo di Perea che trova il tempo giusto per rubar palla a Eto'o, lanciato a rete dopo l'assist di Sneijder.
9'Primo corner della ripresa per l'Inter: Sneijder dà troppa profondità alla palla che esce dall'altra parte.
8'Reyes appoggia in area per Aguero, ma Stankovic è abilissimo a liberare la propria area.
3'Dopo aver trovato il varco tra Perea e Assunçao, Milito prova due volte il destro in area, ma il pallone termina in fallo laterale.
1'Si riparte dallo 0-0. Il fischio di Busacca dà inizio alla ripresa di Inter-Atletico Madrid.
Zanetti
5.3
5.3
Stankovic
4.29
4.29
Cambiasso
5.22
5.22
Julio Cesar
5.29
5.29
Samuel
5.67
5.67
Maicon
4.59
4.59
Chivu
3.79
3.79
Milito
3.62
3.62
Lucio
4.89
4.89
Eto'o
5.81
5.81
Sneijder
4.65
4.65
Pandev
4.81
4.81
Coutinho
6.42
6.42
Media squadra4.95
1tiri porta7
3tiri fuori4
12falli fatti21
9angoli4
5fuorigioco1
possesso
Le sfide tecniche: in semifinale di Europa League 2009/10 trionfo di Sanchez Flores

Benitez e Sanchez Flores si affrontano per la terza volta in carriera e finora non è mai stato pareggio: score di 1 successo casalingo per parte. Nella scorsa stagione, il Liverpool di Benitez venne eliminato nella semifinale di Europa League proprio dall’Atletico Madrid di Sanchez Flores: vittoria spagnola per 1-0 nell’andata in casa e successo inglese per 2-1 dopo i tempi supplementari nel ritorno. L’Atletico Madrid andò poi a conquistare il trofeo superando nella finalissima di Amburgo il Fulham per 2-1, dopo tempi supplementari.

il dettaglio:
2009/10 Europa League Liverpool-Atletico Madrid 2-1 dts 0-1

Le sfide Inter-Atletico Madrid

Primo confronto ufficiale assoluto tra Inter ed Atletico Madrid.

I precedenti Inter-Spagna

Sono 44 i precedenti ufficiali tra Inter e rivali spagnole con bilancio che vede 15 successi nerazzurri (tra cui la finale della Coppa Campioni 1963/64 vinta a Vienna contro il Real Madrid, 3-1), 12 pareggi e 17 affermazioni dei club iberici.

il dettaglio:
1958/60 Coppa Fiere Inter-Barcellona 2-4 0-4
1961/62 Coppa Fiere Inter-Valencia 3-3 0-2
1963/64 Coppa Campioni Inter-Real Madrid ---- ---- 3-1 (a Vienna)
1965/66 Coppa Campioni Inter-Real Madrid 1-1 0-1
1966/67 Coppa Campioni Inter-Real Madrid 1-0 2-0
1969/70 Coppa Fiere Inter-Barcellona 1-1 2-1
1979/80 Coppa Uefa Inter-Real Sociedad 3-0 0-2
1980/81 Coppa Campioni Inter-Real Madrid 1-0 0-2
1982/83 Coppa Coppe Inter-Real Madrid 1-1 1-2
1984/85 Coppa Uefa Inter-Real Madrid 2-0 0-3
1985/86 Coppa Uefa Inter-Real Madrid 3-1 1-5 dts
1987 Mundialito Clubs Inter-Barcellona 3-1 ----
1987/88 Coppa Uefa Inter-Espanol 1-1 0-1
1998/99 Champions League Inter-Real Madrid 3-1 0-2
2000/01 Coppa Uefa Inter-Alaves 0-2 3-3
2001/02 Coppa Uefa Inter-Valencia 1-1 1-0
2002/03 Champions League Inter-Barcellona 0-0 0-3
2002/03 Champions League Inter-Valencia 1-0 1-2
2004/05 Champions League Inter-Valencia 0-0 5-1
2005/06 Champions League Inter-Villarreal 2-1 0-1
2006/07 Champions League Inter-Valencia 2-2 0-0
2009/10 Champions League Inter-Barcellona 0-0 0-2
2009/10 Champions League Inter-Barcellona 3-1 0-1

I precedenti Atletico Madrid-Italia

Sono 23 i precedenti ufficiali tra Atletico Madrid e rivali italiane con bilancio di 9 successi madrileni, 2 pareggi e 12 vittorie dei team italiani. Nel computo fanno parte anche due gare valide per la finalissima della Coppa Coppe 1961/62 contro la Fiorentina: la prima gara, disputata il 10 maggio 1962 a Glasgow, si concluse con un pareggio per 1-1 al 120’. Non essendo previsto il ricorso ai calci di rigore, la ripetizione venne disputata a Stoccarda il 5 settembre 1962 e si concluse con l’affermazione spagnola per 3-0.

il dettaglio:
1950 Coppa Latina Atletico Madrid-Lazio ---- ---- 2-1 (a Lisbona)
1951 Coppa Latina Atletico Madrid-Milan ---- 1-4
1961/62 Coppa Coppe Atletico Madrid-Fiorentina ---- ---- 1-1 dts (a Glasgow)
1961/62 Coppa Coppe Atletico Madrid-Fiorentina ---- ---- 3-0 (a Stoccarda)
1963/64 Coppa Fiere Atletico Madrid-Juventus 1-2 0-1
1964/65 Coppa Fiere Atletico Madrid-Juventus 3-1 1-3 1-3 (a Torino)
1967/68 Coppa Piano Rappan Atletico Madrid-Torino 2-1 2-5
1970/71 Coppa Campioni Atletico Madrid-Cagliari 3-0 1-2
1989/90 Coppa Uefa Atletico Madrid-Fiorentina 1-0 0-1 dts (2-4 dcr)
1992/93 Coppa Coppe Atletico Madrid-Parma 1-2 1-0
1997/98 Coppa Uefa Atletico Madrid-Lazio 0-1 0-0
1998/99 Coppa Uefa Atletico Madrid-Roma 2-1 2-1
1998/99 Coppa Uefa Atletico Madrid-Parma 1-3 1-2

Albo d'Oro Supercoppa Europea

Sono 22 le squadre ad aver iscritto il proprio nome almeno una volta nell’albo d’oro della Supercoppa Europea: leader delle squadre vincitrici è il Milan con 5 trionfi. Al secondo posto, con 3 titoli ciascuna, troviamo Ajax, Barcellona e Liverpool. Quindi a seguire troviamo Anderlecht, Juventus e Valencia (2 a testa), Aberdeen, Aston Villa, Chelsea, Dinamo Kiev, Galatasaray, Lazio, Malines, Manchester United, Nottingham Forest, Parma, Porto, Real Madrid, Siviglia, Steaua Bucarest e Zenit San Pietroburgo (1 ciascuno). Solo due squadre sono state capaci di aggiudicarsi due edizioni consecutive del trofeo: l’Ajax nel 1972 e nel 1973, il Milan nel 1989 e nel 1990. Questa sera, essendo Inter ed Atletico Madrid debuttanti assolute nella manifestazioni, uscirà in qualsiasi caso la 23° squadra vincitrice.

1972 Ajax Ajax-Glasgow Rangers 3-2 3-1
1973 Ajax Ajax-Milan 6-0 0-1
1975 Dinamo Kiev Dinamo Kiev-Bayern Monaco 2-0 1-0
1976 Anderlecht Anderlecht-Bayern Monaco 4-1 1-2
1977 Liverpool Liverpool-Amburgo 6-0 1-1
1978 Anderlecht Anderlecht-Liverpool 3-1 1-2
1979 Nottingham Forest Nottingham Forest-Barcellona 1-0 1-1
1980 Valencia Valencia-Nottingham Forest 1-0 1-2
1982 Aston Villa Aston Villa-Barcellona 3-0 dts 0-1
1983 Aberdeen Aberdeen-Amburgo 2-0 0-0
1985 Juventus Juventus-Liverpool 2-0 ----
1986 Steaua Bucarest Steaua Bucarest-Dinamo Kiev ---- ---- 1-0 (a Montecarlo)
1987 Porto Porto-Ajax 1-0 1-0
1988 Malines Malines-Psv Eindhoven 3-0 0-1
1989 Milan Milan-Barcellona 1-0 1-1
1990 Milan Milan-Sampdoria 2-0 1-1
1991 Manchester United Manchester Utd-Stella Rossa 1-0 ----
1992 Barcellona Barcellona-Werder Brema 2-1 1-1
1993 Parma Parma-Milan 0-1 2-0 dts
1994 Milan Milan-Arsenal 2-0 0-0
1995 Ajax Ajax-Real Saragozza 4-0 1-1
1996 Juventus Juventus-Paris St Germain 3-1 6-1
1997 Barcellona Barcellona-Borussia Dortmund 2-0 1-1
1998 Chelsea Chelsea-Real Madrid ---- ---- 1-0 (a Montecarlo)
1999 Lazio Lazio-Manchester Utd ---- ---- 1-0 (a Montecarlo)
2000 Galatasaray Galatasaray-Real Madrid ---- ---- 2-1 dts (a Montecarlo)
2001 Liverpool Liverpool-Bayern Monaco ---- ---- 3-2 (a Montecarlo)
2002 Real Madrid Real Madrid-Feyenoord ---- ---- 3-1 (a Montecarlo)
2003 Milan Milan-Porto ---- ---- 1-0 (a Montecarlo)
2004 Valencia Valencia-Porto ---- ---- 2-1 (a Montecarlo)
2005 Liverpool Liverpool-Cska Mosca ---- ---- 3-1 dts (a Montecarlo)
2006 Siviglia Siviglia-Barcellona ---- ---- 3-0 (a Montecarlo)
2007 Milan Milan-Siviglia ---- ---- 3-1 (a Montecarlo)
2008 Zenit San Pietroburgo Zenit St P.-Manchester Utd ---- ---- 2-1 (a Montecarlo)
2009 Barcellona Barcellona-Shakhtar Donetsk ---- ---- 1-0 dts (a Montecarlo)

Supercoppa mai decisa ai rigori; 5 volte sono serviti i supplementari

Sono complessivamente 55 le partite disputate nell’ambito della Supercoppa Europea: in bilancio 46 vittorie e 9 pareggi, con 136 reti realizzate. Mai il titolo è stato assegnato ai calci di rigore, 5 volte invece sono stati necessari i tempi supplementari (1982 Aston Villa-Barcellona 3-0 d.t.s dopo l’1-0 catalano all’andata; 1993 Milan-Parma 0-2 d.t.s. dopo l’1-0 rossonero al “Tardini”; 2000 Galatasaray-Real Madrid 2-1 d.t.s., prima volta con il golden goal in questa competizione; 2005 Liverpool-Cska Mosca 3-1 d.t.s.; 2009 Barcellona-Shakhtar Donetsk 1-0 d.t.s.).

18 volte su 35 vince la squadra detentrice di coppa Campioni / Champions League

Nelle 35 edizioni finora disputate della Supercoppa Europea a vincere il trofeo è stata per 18 volte la squadra che la stagione precedente si era aggiudicata la coppa Campioni/Champions League (51,4% dei casi, ultima il Barcellona nel 2009, 1-0 dopo i tempi supplementari ai danni dello Shakhtar Donetsk). Nelle altre 17 occasioni hanno vinto il titolo per 12 volte la squadra detentrice della coppa Coppe (ultima la Lazio nel 1999, 1-0 in finale sul Manchester United) ed in 5 occasioni il club detentore della oramai ex coppa Uefa, oggi Europa League (ultima lo Zenit San Pietroburgo nel 2008, 2-1 in finale sul Manchester United).

Benitez: una vittoria per entrare nella storia del torneo

Tra i 30 tecnici che almeno una volta hanno vinto in carriera la Supercoppa europea, i re del torneo, con 2 successi ciascuno, sono 5. In ordine cronologico, ricordiamo: Raymond Goethals (Anderlecht 1976 e 1978) Arrigo Sacchi (Milan 1989 e 1990), Alex Ferguson (Aberdeen 1983 e Manchester United 1991), Louis Van Gaal (Ajax 1995 e Barcellona 1997), Carlo Ancelotti (Milan 2003 e 2007). Rafa Benitez potrebbe diventare da stasera il sesto tecnico vittorioso per due volte, visto che ha già trionfato nel 2005 alla guida del Liverpool (3-1 dopo i tempi supplementari contro il Cska Mosca).

C’è sempre un timbro italiano nelle finali di supercoppa datate 27 agosto

Per la terza volta nella storia della competizione la Supercoppa Europea viene giocata in data 27 agosto, con entrambi i precedenti riferiti a finali secche a Montecarlo. Curiosamente, si registrano una vittoria di un club italiano e di uno spagnolo, anche se in entrambi i casi c’è il timbro del nostro calcio. Nell’edizione 1999 la Lazio di Eriksson (vincitrice dell’ultima Coppa Coppe della storia) sconfisse per 1-0 il Manchester United di Fergusson (campione d’Europa in carica) grazie ad un gol di Salas al 35’. Nell’edizione 2004 il Valencia di Claudio Ranieri (vincitore della Coppa Uefa) superò per 2-1 il Porto (campione d’Europa in carica) con i gol di Baraja al 31’ e Di Vaio (oggi al Bologna) al 67’, a fronte del centro lusitano di Quaresma al 77’.

Inter alla 13° finale internazionale: vinti finora 8 titoli su 12

Nel corso della propria storia l’Inter ha finora disputato 12 finali internazionali, ottenendo un bilancio di 8 trofei conquistati e 4 perduti. Le finali di coppa Campioni/Champions League sono 5 con bilancio di 3 trofei vinti e 2 perduti. Le 3 edizioni vinte sono quelle del 1963/64 contro il Real Madrid (a Vienna: 3-1, con doppietta di Mazzola al 43’ e 76’, gol di Milani al 62’, rete spagnola di Felo al 70’), del 1964/65 contro il Benfica (a Milano: 1-0, con gol decisivo di Da Costa al 42’) e del 2009/10 contro il Bayern Monaco (a Madrid: 2-0, con doppietta di Milito al 34’ ed al 70’). Le 2 edizioni perdute sono quelle del 1966/67 contro il Celtic Glasgow (a Lisbona: 1-2, con reti di Mazzola su rigore al 6’, rimonta e sorpasso scozzese firmati da Gemmel al 63’ e Chalmers all’83’) e del 1971/72 contro l’Ajax (a Rotterdam: 0-2, con doppietta di Cruijff al 48’ e 77’). Le altre 7 finali sono state disputate dall’Inter in Coppa Intercontinentale (2 edizioni), in coppa Uefa (4) ed in Mitropa Cup (1). Le 2 coppe Intercontinentali sono state entrambe vinte, sempre contro gli argentini dell’Indipendiente: nel 1964 l’Inter fu sconfitta per 0-1 all’andata in Sudamerica, si impose per 2-0 nel ritorno in casa, quindi nel decisivo spareggio disputato a Madrid si impose per 1-0 dopo i tempi supplementari; nel 1965 i nerazzurri si imposero in casa per 3-0 all’andata ed impattarono il ritorno in Argentina per 0-0. I nerazzurri hanno anche disputato 4 finali di coppa Uefa, di cui 3 con la formula della doppia sfida su andata e ritorno ed 1 in gara secca, con bilancio di 3 trofei vinti ed 1 perduto. Le 3 vittorie sono state ottenute nell’edizione 1990/91 contro la Roma (vittoria interna per 2-0 all’andata, k.o. esterno nel ritorno per 0-1), nell’edizione 1993/94 contro il Salisburgo (doppia vittoria per 1-0, prima in trasferta, poi in casa) e nell’edizione 1997/98 contro la Lazio (vittoria per 3-0 nella finale secca di Parigi). La sconfitta è stata subita nell’edizione 1996/97 dallo Schalke 04, che vinse in casa per 1-0 all’andata, nel ritorno l’Inter si impose con lo stesso punteggio al termine dei supplementari, ma capitolò nella serie dei rigori per 1-4. Da ricordare anche la Mitropa Cup del 1932/33, con l’allora Ambrosiana Inter che venne superata nella doppia sfida finale dall’Austria Vienna: vittoria nerazzurra per 2-1 nell’andata in casa e sconfitta esterna per 1-3 nel ritorno in trasferta.

Il 27 agosto fortunato dell’Inter

L’Inter gioca per la ottava volta nella propria storia una gara ufficiale in data 27 agosto e finora ha sempre vinto. Nel 1961 fu 6-0 a San Siro sull’Atalanta alla prima di serie A, nel 1972 1-0 casalingo al Catanzaro in coppa Italia, nel 1975 2-0 a Terni in coppa Italia sui rossoverdi di casa, nel 1986 4-1 a Catania sugli etnei in coppa Italia, nel 1989 2-1 alla Cremonese a Milano alla prima di campionato, nel 1995 1-0 casalingo al Vicenza alla prima di A, infine nel 2002 2-0 casalingo allo Sporting Lisbona nel preliminare di Champions League.

Settima finale internazionale per l’Atletico: nel 50% dei casi alzata la coppa

L’Atletico Madrid ha disputato finora 6 finali internazionali con bilancio di 3 trofei conquistati e 3 titoli perduti. Le 3 affermazioni sono state ottenute: nella Coppa Coppe 1961/62 con vittoria per 3-0 sulla Fiorentina (il 5 settembre 1962 a Stoccarda, con reti di Jones all’8’, Mendonça al 27’ e Peiro al 59’) nella ripetizione della gara secca resasi necessaria dopo il pareggio per 1-1 dopo i tempi supplementari nella prima finale (il 10 maggio 1962 a Glasgow, con gol spagnolo di Peiro all’11’ e pareggio viola di Hamrin al 27’); nella coppa Intercontinentale 1975 contro l’Independiente (sconfitta per 0-1 all’andata in Argentina, rete di Balbuena al 13’; vittoria casalinga per 2-0 nel ritorno in Spagna, centri di Irureta al 21’ e Ayala all’86’); infine nella prima edizione dell’Europa League 2009/10 contro il Fulham (ad Amburgo, successo per 2-1 dopo i tempi supplementari, firmato da una doppietta di Forlan al 32’ e al 116’ dopo temporaneo pareggio inglese di Davies al 37’. I 3 titoli perduti sono riferiti: alla Coppa Coppe 1962/63 (k.o. per 1-5 a Rotterdam contro il Tottenham), alla Coppa Campioni 1973/74 (sconfitta per 0-4 a Bruxelles nella ripetizione contro il Bayern Monaco, dopo l’1-1 ai tempi supplementari della prima finale) ed alla Coppa Coppe 1985/86 (battuta d’arresto per 0-3 a Lione contro la Dinamo Kiev).

Inflitta da Benitez l’unica sconfitta nelle ultime 9 euro-gare dell’Atletico Madrid

L’Atletico Madrid ha perduto solo una delle ultime 9 euro-gare disputate in assoluto: è accaduto il 29 aprile 2009 quando, in Europa League, venne sconfitto per 1-2 dopo i tempi supplementari in casa del Liverpool, allora guidato da Rafa Benitez, oggi avversario in finale di supercoppa con l’Inter. Nelle altre 8 partite prese in esame lo score spagnolo è stato di 3 successi e 5 pareggi.

Arbitra lo svizzero Busacca

Massimo Busacca è nato a Bellinzona (Svizzera) il 2 giugno 1969 ed è internazionale dal 1999, è commerciante nella vita di tutti i giorni. E’ alla seconda direzione stagionale in Europa dopo la gara d’andata del play-off di Champions League: Dinamo Kiev-Ajax 1-1. L’Inter vanta un solo precedente ufficiale con Busacca: nella fase a gironi della Champions League 2009/10 venne sconfitta per 0-2 in casa del Barcellona (24 novembre 2009). Una sola direzione ufficiale anche per l’Atletico Madrid che, nella fase a gironi della Champions League 2008/09, si impose in casa per 2-1 contro il Psv Eindhoven (26 novembre 2008). Busacca, considerando anche il precedente citato con l’Inter, sarà stasera alla 7° direzione complessiva con club italiani nelle eurocoppe e questi finora non hanno mai vinto: 1 pareggio (Parma-Cska Mosca 0-0, coppa Uefa 2004/05) e 5 sconfitte (Fulham-Bologna 3-1, Intertoto 2002/03; Real Madrid-Lazio 3-1, Champions League 2007/08, Barcellona-Inter 2-0, Champions League 2009/10; Juventus-Bayern Monaco 1-4, Champions League 2009/10; Manchester United-Milan 4-0, Champions League 2009/10), il bilancio. Sono invece ben 20 in totale le precedenti direzioni ufficiali di Busacca con club spagnoli (comprendendo anche quello citato con l’Atletico Madrid) che con il fischietto svizzero non hanno addirittura mai perduto: 13 successi e 7 pareggi, il bilancio a loro favore.

Il profilo di Benitez

Rafael Maudes Benitez è nato il 16 aprile 1960 a Madrid (Spagna). Terminata la carriera da calciatore, spesa quasi interamente in categorie minori ed in special modo nel Real Madrid “B”, Benitez intraprende quella tecnica a partire dal 1986, quando comincia a lavorare nel settore giovanile del Castilla, prima di passare a quello del Real Madrid dove, nel 1993/94, arriva anche ad essere assistente di Vicente Del Bosque. Nel 1995/96 allena il Valladolid e poi, via via, Osasuna, Extremadura e Tenerife. Nel 2001/02 approda al Valencia che, dopo tre stagioni ricche di successi, lascia per trasferirsi, è l’estate del 2004, al Liverpool. Dall’estate 2010 siede sulla panchina dell’Inter che ha già condotto alla conquista della supercoppa di Lega Italiana. Nella carriera di Benitez troviamo i seguenti risultati: 2 promozioni nella serie A spagnola (Extremadura, 1997/98; Tenerife, 2000/01), 1 retrocessione nella serie B spagnola (Extremadura, 1998/99),2 campionati spagnoli (Valencia, 2001/02 e 2003/04), 1 coppa Uefa (Valencia, 2003/04), 1 Champions League (Liverpool, 2004/05), 1 supercoppa Europea (Liverpool, 2005), 1 coppa d’Inghilterra (Liverpool, 2005/06), 1 supercoppa d’Inghilterra (Liverpool, 2006) ed 1 supercoppa di Lega italiana (Inter, 2010).

Il profilo di Sanchez Flores

Enrique “Quique” Sanchez Flores è nato a Madrid (Spagna) il 2 febbraio 1965. Dopo un’ottima carriera da calciatore professionista, iniziata nel 1984 e terminata nel 1997, e in cui ha vestito le maglie di Valencia (dal 1986 al 1994), Real Madrid (con cui ha vinto una Liga) e Real Saragozza e per 15 volte quella della nazionale maggiore, Quique Sanchez Flores ha intrapreso quella da tecnico a partire dal 2001, quando entra a far parte del settore giovanile del Real Madrid. Il debutto da tecnico professionista è nella terza squadra di Madrid, il Getafe ed avviene nella stagione 2003/04, quindi l’arrivo sulla panchina del Valencia nell’estate del 2005, dove è rimasto fino all’ottobre 2007 quando venne allontanato per gli scarsi risultati ottenuti dalla squadra in campionato ed il Champions League. Nel maggio 2008 viene ingaggiato dal Benfica e nel club portoghese resta fino al giugno 2009. Dall’ottobre 2009 ha preso il posto di Resino sulla panchina dell’Atletico Madrid non riuscendo ad evitare la prematura eliminazione del club spagnolo dalla Champions League, ma conducendolo alla conquista dell’Europa League 2009/10 (finale vinta contro il Fulham per 2-1 dopo i tempi supplementari, ad Amburgo). Una curiosità legata al mondo dei “gossip”: Quique Sanchez Flores è fratello maggiore di Rosario e Lolita Flores, due delle stelle di punta del pop e rock spagnolo.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(0)pareggi(0)sconfitte(1)

MONTECARLO - Allo stadio 'Louis II' di Montecarlo, termina 0-2 il confronto tra Inter e Atletico Madrid, match di Uefa Super Cup 2010. La squadra di Quique Sanchez Flores si aggiudica la 36esima edizione della Supercoppa europea. Reti inviolate nel primo tempo. Al 16' del secondo tempo arriva il gol dell'Atletico, è Reyes ad andare a segno di sinistro, dopo un uno-due con Aguero. Al 38' della ripresa arriva il raddoppio di Aguero, servito da Simao. Al 44' viene concesso un calcio di rigore per fallo in area di Raul Garcia su Pandev: è il 45' quando tira Milito ma De Gea fa un miracolo e para.


PRIMO TEMPO - Contro l'Atletico Madrid, Rafa Benitez cambia un solo giocatore rispetto alla formazione con cui ha affrontato la Roma in Supercoppa Tim: Dejan Stankovic al posto di Goran Pandev. Per capitan Zanetti, schierato a centrocampo, si consuma oggi un anniversario importante: 15 anni esatti dalla prima gara in nerazzurro, contro il Vicenza, il 27 agosto 1995. Questa è anche la prima finale di Supercoppa con sei arbitri: ad arbitro, guardalinee e quarto uomo si aggiungono i due arbitri d'area.
In uno stadio 'Louis II' completamente esaurito, parte subito aggressiva l'Inter, con Sneijder, già al primo minuto, ma il tiro è alto. Importante è però il piglio dei nerazzurri, che porta Cambiasso a provarci subito dopo. Al 6' arriva la prima vera occasione pericolosa dell'Atletico, con Simao che dalla sinistra serve Aguero: in contrasto Chivu. Al 27' ci prova Assunçao dalla distanza, ma il tiro termina a lato. Dopo due minuti, ribaltamento di fronte, con Samuel che va di testa nel mucchio, ma la palla termina alta sopra la traversa. Al 32', dalla sinistra, prova la conclusione di destro di potenza Eto'o, ma non riesce a inquadrare la porta. Un minuto dopo, di sinistro, Aguero ci prova con un tiro all'altezza del primo palo, di pochissimo la palla termina fuori. Al 42' altra azione pericolosa, uno-due Simao-Aguero: conclusione alta sopra la traversa. Due minuti dopo è Reyes ad andare al tiro, di sinistro, la palla finisce nuovamente alta sopra la traversa. L'arbitro Busacca non concede recupero: termina quindi 0-0 la prima frazione di gioco tra Inter e Atletico Madrid.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza cambi. Qualche lampo in più, in questo inizio di secondo tempo, da parte dei nerazzurri, con Sneijder ed Eto'o, ma non abbastanza per trovare il gol. Al quarto d'ora pericoloso l'Atletico, con un tiro di sinistro di Reyes: gran parata di Julio Cesar, che si ripete pochi secondi dopo su Aguero. Al 16' arriva il gol che porta in vantaggio l'Atletico, con Reyes a segno di sinistro, dopo un uno-due con Aguero. Dopo due minuti di nuovo gli spagnoli pericolosi, ma Samuel riesce a chiudere. Prova a rispondere l'Inter al 27', con Cambiasso che serve Milito, il tiro dell'attaccante argentino viene respinto da De Gea, sul rimpallo ci prova Pandev, colpisce la traversa. In ogni caso era stato segnalato il fuorigioco. Al 33' un'altra parata di Julio Cesar su Aguero. Un minuto dopo punizione di Forlan, che finisce diretta tra le braccia del portiere brasiliano. Al 38' arriva il raddoppio di Aguero, servito da Simao. Al 44' viene concesso un calcio di rigore per fallo in area di Raul Garcia su Pandev: tira Milito ma De Gea fa un miracolo e para. Dopo due minuti di recupero termina 0-2 la seconda frazione di gioco tra Inter e Atletico Madrid.


INTER-ATLETICO MADRID 0-2

Marcatori: 16' st Reyes, 38' st Aguero

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 19 Cambiasso, 4 Zanetti, 5 Stankovic (23' st Pandev); 10 Sneijder (34' st Coutinho), 9 Eto'o; 22 Milito
A disposizione: 12 Castellazzi, 2 Cordoba, 17 Mariga, 23 Materazzi, 88 Biabiany
Allenatore: Rafael Benitez

Atletico Madrid: 13 De Gea; 17 Ujfalusi, 15 Godin, 21 Perea, 18 Dominguez; 19 Reyes (24' st Merida), 12 Assunçao, 8 Raul Garcia, 20 Simao (47' st Camacho); 7 Forlan (37' Jurado), 10 Aguero
A disposizione: 38 Robles, 3 A. Lopez, 4 Suarez, 22 Diego Costa
Allenatore: Quique Sanchez Flores

Arbitro: Massimo Busacca (Svizzera)

Note. Ammoniti: 40' st Simao, 44' st Raul Garcia, 47' st Samuel. Recupero: pt 0, st 2. Spettatori: 18.500 ca.

in campo

Julio Cesar 1De Gea
Maicon 13Ujfalusi
Lucio 6Godin
Samuel 25Perea
Chivu 26Dominguez
Zanetti 4Reyes
Cambiasso 19Asuncao
Stankovic 5Raul Garcia
Sneijder 10Simao
Eto'o 9Forlan
Milito 22Aguero

panchina

Castellazzi 12Robles
Cordoba 2A.Lopez
Mariga 17Suarez
Materazzi 23Camacho
Pandev 27Jurado
Coutinho 29Merida
Biabiany 88Diego Costa