Risultato finale

29 Maggio 2011 21:00

Inter
47' (2t) Milito
31' (2t) Eto'o
26' Eto'o
3 - 1
Palermo
43' (2t) Munoz
arbitro Emidio Morganti / guardalinee Rossomando, Papi / 4° uomo Tagliavento
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
50' Hanno inizio i festeggiamenti, la squadra sotto la curva nerazzurra
50' Hanno inizio i festeggiamenti, la squadra sotto la curva nerazzurra
46' Dopo un minuto di recupero termina 1-0 la prima frazione di gioco tra Inter e Palermo
45' L'arbitro Morganti concede un minuto di recupero
43' Al tiro Hernandez di sinistro, fa suo il pallone Julio Cesar
41' Pericolo con Ilicic in area che si lascia cadere
40' Segnalato il fuorigioco a Pazzini
39' Cross di Nagatomo dalla destra per Pazzini, allontana Balzaretti
35' Fallo di Nocerino su Zanetti ma viene incredibilmente concesso un calcio di punizione a favore del Palermo. Nulla di fatto
33' Stankovic cerca Pazzini davanti alla porta che non ci arriva
32' Julio Cesar salva l'Inter su una mischia in area con deviazione di Chivu su tiro di Hernandez
28' Cross di Ilicic per Balzaretti, che manda sopra la traversa
27' Ammonizione per Acquah
26' GOOOOL INTER: ETO'O realizza. Thiago Motta ruba palla a centrocampo servendo Sneijder, passaggio filtrante per Eto'o che con un diagonale destro beffa Sirigu sul secondo palo
24' Cambio per il Palermo: esce Goian per infortunio, entra Carrozzieri
23' Dopo una serie di finte di Eto'o, palla a Sneijder che di sinistro tira però altissimo sopra la traversa
20' Ancora Pastore che di sinistro va al tiro, alto sopra la traversa
18' Pastore duetta con Ilicic per poi arrivare al tiro da solo di fronte a Julio Cesar, il portiere nerazzurro riesce ad anticipare uscendo
17' Chivu dalla sinistra mette palla in mezzo ma non c'è nessuno dei suoi compagni in area
15' Lancio lungo di Stankovic a cercare Pazzini davanti alla porta, l'attaccante non riesce però a gestire palla davanti a Sirigu che fa suo il pallone
13' Partita molto fallosa, questa volta è Sneijder ad essere atterrato, toccato duro da Acquah
11' Hernandez viene servito da Pastore che prova a restituirgli palla ma c'è Lucio a chiudere
7' Brutto fallo di Goian ai danni di Pazzini
4' Hernandez colto in fuorigioco
1' BENVENUTI ALLO STADIO "OLIMPICO" DI ROMA: è tutto pronto per Inter-Palermo, finale di Tim Cup 2010-2011
1' Contro il Palermo, Leonardo schiera Lucio-Ranocchia coppia di centrali difensivi davanti a Julio Cesar, con Nagatomo e Chivu laterali; centrocampo con Zanetti-Motta-Stankovic e Sneijder a ridosso della coppia di attaccanti Pazzini-Eto'o
1' Stadio "Olimpico" completamente esaurito
1' Squadre in campo, risuona l'inno di Mameli
1' Calcio d'inizio battuto dai nerazzurri
1' Lucio perde palla poco fuori dall'area, Ilicic passa ad Hernandez che tira sull'esterno della rete
Minuti Cronaca
50' Dopo cinque minuti di recupero termina 3-1 Inter-Palermo. E' finita, i nerazzurri conquistano la loro settima Coppa Italia
50' Hanno inizio i festeggiamenti, la squadra sotto la curva nerazzurra
47' GOOOOL INTER: MILITO realizza. Pandev crossa dal fondo e il Principe la mette dentro di destro. Inter-Palermo 3-1
46' Traversa di Eto'o
45' Seconda ammonizione per Munoz
45' Espulso Munoz
45' L'arbitro Morganti concede cinque minuti di recupero
43' GOL PALERMO: MUNOZ realizza. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo inesistente, battuto da Miccoli, arriva il gol di Munoz di testa
42' Cambio per l'Inter: esce Sneijder, entra Milito. Standing ovation per Wesley
41' Tiro a giro di Sneijder ma c'è Sirigu con una grandissima parata
40' Lucio a chiudere su Miccoli
37' Cambio per l'Inter: esce Motta, entra Mariga
32' Cambio per il Palermo: esce Hernandez, entra Pinilla
31' Rapidissimo contropiede di Eto'o che tocca per Sneijder che non trova la deviazione vincente
31' GOOOOL INTER: ETO'O realizza. Sneijder dalla sinistra per il camerunese che la mette dentro di destro sul secondo palo. Inter-Palermo 2-0
28' Traversone di Balzaretti direttamente sul fondo
26' Zanetti a servire Eto'o dalla destra, cerca di inserirsi per la conclusione Nagatomo, ma la palla viene allontanata dalla difesa rosanero
23' Ammonizione per Carrozzieri per una bruttissima entrata su Eto'o
21' Chivu ad anticipare Hernandez
19' Mischia in area, batti e ribatti, Lucio in rovesciata riesce ad allontanare
18' Salvataggio di Stankovic su tiro di Hernandez
16' Cambio per l'Inter: esce Pazzini, entra Pandev
15' Grande occasione per il Palermo: cross dalla destra di Pastore, colpo di testa di Miccoli, grande parata di Julio Cesar
13' Fuorigioco segnalato a Miccoli
10' Cambio per il Palermo: esce Acquah, entra Miccoli
8' Ammonizione per Munoz
7' Julio Cesar in uscita tempestiva su Hernandez lanciato a rete
6' Sulla punizione incredibilmente concessa al Palermo e battuta da Ilicic, Julio Cesar in presa alta
5' Destro dalla distanza di Pastore, palla in tribuna
4' Pastore per Hernandez, chiusura di Chivu in scivolata
2' Riparte aggressivo il Palermo, Julio Cesar si oppone a Balzaretti
1' Ha inizio il secondo tempo di Inter-Palermo
Zanetti
8.48
8.48
Stankovic
6.9
6.9
Julio Cesar
8.66
8.66
Chivu
6.64
6.64
Milito
7.94
7.94
Motta
6.48
6.48
Lucio
8.21
8.21
Eto'o
9.58
9.58
Sneijder
7.67
7.67
Pandev
7.46
7.46
Mariga
6.76
6.76
Ranocchia
6.84
6.84
Pazzini
6.64
6.64
Nagatomo
7.26
7.26
Media squadra 7.54
0 tiri porta 0
0 tiri fuori 0
0 falli fatti 0
0 angoli 0
0 fuorigioco 0
possesso
Leonardo-Rossi: mai pareggio;

Quarta sfida tecnica ufficiale tra Leonardo e Rossi: finora non è mai stato pareggio: il bilancio è di 1 vittoria di Leonardo (Inter-Palermo 3-2, nel girone di ritorno della serie A 2010/11) e 2 successi di Delio Rossi (entrambi nella serie A 2009/10 nel doppio Palermo-Milan), le cui squadre hanno sempre segnato, per 7 marcature complessive. Quando Leonardo era ancora in attività come calciatore - con la maglia del Milan - i due si sono trovati di fronte una sola volta: Salernitana-Milan 1-2 del 20 settembre 1998 in serie A, gara in cui Leonardo andò a segno all’86’, firmando il provvisorio 2-0 rossonero dopo il vantaggio di Bierhoff al 68’; i granata campani accorciarono poi le distanze con Breda, su punzione, al 88’.

Leonardo-Palermo: come nelle sfide contro Rossi

Anche nel caso delle sfide Leonardo-Palermo, i precedenti sono gli stessi del paragrafo Leonardo-Rossi: quindi il bilancio è di 1 vittoria dell’attuale mister nerazzurro e 2 successi di Rossi, senza pareggi.

Rossi-Inter: un solo successo per il tecnico rosanero in 22 precedenti

Ventitreesimo confronto ufficiale tra Delio Rossi e l’Inter: finora in bilancio troviamo 1 solo successo dell’attuale tecnico rosanero (Lecce-Inter 2-1, serie A, in data 2 maggio 2004), 5 pareggi e 16 vittorie nerazzurre.

Situazione disciplinare

INTER: Squalificati: Maicon Diffidati: Chivu, Kharja, Lucio, Sneijder, Thiago Motta Ex di turno: Nessuno PALERMO: Squalificati: Bacinovic, Bovo Diffidati: Balzaretti, Bovo, Cassani, Liverani Ex di turno: Nessuno

Prima finale tra le due squadre; due i precedenti nel torneo

Inter-Palermo - finale inedita nella storia di questo torneo - assegnerà la 63° coppa Italia. La competizione si giocò per la prima volta nel 1922 e vide la vittoria del Vado che in finale superò 1-0 l’Udinese dopo i tempi supplementari. Sono 16 le squadre che almeno una volta hanno vinto il torneo: al comando, per numero di titoli vinti, troviamo Juventus e Roma, con 9 coppe ciascuna; seguono Fiorentina ed Inter a quota 6 a testa; Lazio, Milan e Torino con 5 ciascuna; Sampdoria con 4 a testa; Napoli e Parma a 3 titoli ciascuno; Bologna a quota 2; Atalanta, Genoa, Vado, Venezia, Vicenza con 1 coppa a testa. Inter e Palermo si affrontano per la terza volta nella storia in coppa Italia e finora lo score è di una vittoria per parte, con gare entrambe disputate a Milano. I precedenti sono riferiti ambedue alla fase eliminatoria a gironi: l’1 settembre 1976 l’Inter si impose per 1-0 con rete di Mazzola su rigore al 31’; il 31 agosto 1980 il Palermo si prese la rivincita, espugnando San Siro per 2-1 con reti di Calloni al 25’ e De Stefanis al 60’, dopo momentaneo pareggio nerazzurro con Muraro al 56’.

17° finale unica a Roma: per l’Inter tre titoli, per i rosanero una beffa

Lo stadio di Roma vede assegnare per la 17° volta nella storia la coppa Italia, dopo una finale unica: in precedenza è già accaduto nelle edizioni: 1938/39 (Inter-Novara 2-1), 1958 (Lazio-Fiorentina 1-0), 1961/62 (Napoli-Spal 2-1), 1964/65 (Juventus-Inter 1-0), 1965/66 (Fiorentina-Catanzaro 2-1 dopo tempi supplementari, 1-1 al 90’), 1966/67 (Milan-Padova 1-0), 1971/72 (Milan-Napoli 2-0), 1972/73 (Milan-Juventus 4-1 nella serie dei rigori, dopo l’1-1 al 90’ ed al 120’), 1973/74 (Bologna-Palermo 4-3 nella serie dei rigori, dopo l’1-1 al 90’ ed al 120’) 1974/75 (Fiorentina-Milan 3-2), 1975/76 (Napoli-Verona 4-0), 1977/78 (Inter-Napoli 2-1), 1979/80 (Roma-Torino 3-2 nella serie dei rigori, dopo lo 0-0 al 90’ ed al 120’), 2007/08 (Roma-Inter 2-1), 2008/09 (Lazio-Sampdoria 1-1 al 90’ e al 120’, 6-5 per i biancocelesti ai rigori); 2009/10 (Inter-Roma 1-0). L’Inter ha conquistato per 3 volte la coppa Italia in finali secche disputate a Roma: nel 1938/39 superando il Novara 2-1; nel 1977/78 sconfiggendo il Napoli, sempre per 2-1; nel 2009/10 avendo la meglio sulla Roma per 1-0. In due occasioni, però, i nerazzurri sono stati sconfitti nella sfida decisiva disputata nella Capitale: nel 1964/65 k.o. per 0-1 contro la Juventus; nel 2007/08 sconfitta per 1-2 contro la Roma. Il Palermo, invece, ha disputato finora una sola finale di coppa Italia a Roma: nel 1973/74 i rosanero furono sconfitti dal Bologna ai rigori (4-3 per gli emiliani la serie dal dischetto, dopo l’1-1 al 90’ ed al 120’).

Il 29 maggio la coppa è vinta da squadre inedite

Quella odierna sarà la seconda finale disputata in data 29 maggio: nel 1997 il Vicenza si aggiudicò la prima, e finora unica, coppa Italia della propria storia superando nella finale di ritorno il Napoli per 3-0 dopo i tempi supplementari (reti di Maini al 21’, Maurizio Rossi al 118’ e Iannuzzi al 120’); all’andata il Napoli si era imposto in casa per 1-0 (Pecchia al 21’). Se il titolo andasse questa sera al Palermo, il 29 maggio diventerebbe la data-principe per vincitrici inedite della coppa Italia, essendo ancora i rosanero senza titoli in questa competizione.

Leonardo, da tecnico, alla sua prima finale di Tim Cup

Per Leonardo si tratta della prima finale di coppa Italia, da tecnico; in qualità di calciatore, invece, il brasiliano ha disputato la finale di andata dell’edizione 1997/98, quando il suo Milan perse la coppa Italia dalla Lazio: nel match giocato a San Siro da Leonardo i rossoneri si imposero 1-0, ma nel ritorno a Roma, con il brasiliano assente, fu 3-1 per la Lazio. Delio Rossi è invece alla sua seconda finale da allenatore in coppa Italia. Ha vinto l’unica edizione della coppa Italia in cui era approdato alla gara decisiva, quella del 2008/09, quando era alla guida della Lazio, che in finale contro la Sampdoria si impose 6-5 ai calci di rigore a Roma, sede designata a inizio stagione dalla Lega Calcio, dopo l’1-1 al 90’ ed al 120’.

Tredicesima finale nerazzurra: 6 i titoli vinti

L’Inter chiude questa sera la sua 62° edizione di coppa Italia, torneo che ha vinto in 6 occasioni: nel 1938/39 battendo nella finalissima di Roma per 2-1 il Novara, nel 1977/78 superando nell’epilogo di Roma il Napoli per 2-1, nel 1981/82 superando il Torino (1-0 a San Siro all’andata, 1-1 nel ritorno a Torino), quindi nel 2004/05, 2005/06 e 2009/10 avendo la meglio sempre sulla Roma: nel primo caso doppia vittoria, 2-0 in trasferta nella gara d’andata ed 1-0 in quella di ritorno in casa, nel secondo caso pareggio per 1-1 all’andata a Roma e vittoria per 3-1 in casa al ritorno, infine vittoria per 1-0 all’Olimpico in finale secca, da considerare in campo neutro. In altre 6 edizioni l’Inter è approdata alla finale, arrendendosi nella gara decisiva: nel 1958/59 conto la Juventus (1-4, nella finale secca di Milano), stessa storia nel 1964/65 (0-1 ancora contro i bianconeri, nella finale secca di Roma), perse il derby contro il Milan nel 1976/77 (0-2 a San Siro), alzò bandiera bianca con la Lazio nel 1999/00 (1-2 a Roma all’andata, 0-0 nel ritorno a Milano), infine doppio k.o. contro la Roma nelle edizioni 2006/07 (sconfitta per 2-6 nell’andata all’Olimpico, inutile vittoria per 2-1 nel ritorno in casa) e 2007/08 (vittoria giallorossa per 2-1 nella finale secca disputata a Roma, da considerarsi in campo neutro per la Lega Calcio). Da ricordare anche la partecipazione dei nerazzurri al girone finale che chiuse l’ edizione 1967/68.

Palermo: terza finale e finora sconfitte incredibili solo in extremis

Il Palermo ha finora disputato, nella propria storia, 2 volte la finale di coppa Italia, venendo sempre sconfitto nell’appuntamento decisivo: nell’edizione 1973/74 i rosanero vennero battuti dal Bologna nell’epilogo giocato a Roma (4-5 dopo calci di rigore, 1-1 al 90’ ed al 120’): i rosa erano andati in vantaggio con Magherini al 32’, ma il pareggio al 90’ di Savoldi costrinse i siciliani all’over-time; si va ai rigori, il Palermo segna i primi 3, per il Bologna aveva già fallito Cresci; poi gira la ruota, i rossoblu infilano i due rigori finali, Vullo prima e Favalli poi sbagliano per i rosanero che alzano bandiera bianca. Nell’edizione 1978/79 i siciliani vennero superati nella finale secca di Napoli dalla Juventus: 1-2 al 120’, 1-1 al 90’, con gol di Chimenti per il Palermo dopo appena 1’, pareggio bianconero di Brio al 83’ e al 117’ rete decisiva di Causio.

Nerazzurri imbattuti contro i rosanero dal 2005

L’ultima sconfitta subita in assoluto dall’Inter contro il Palermo – considerando sia le gare giocate a Milano, sia quella disputate a Palermo – risale al 10 settembre 2005 quando, in serie A, i rosanero si imposero al “Barbera” per 3-2. Il bilancio dei successivi 11 incontri ufficiali, tutti di campionato, è di 7 successi nerazzurri e 4 pareggi.

Inter in coppa imbattuta da 10 partite di fila

L’ultimo k.o. subito in assoluto in coppa Italia dall’Inter risale al 4 marzo 2009, quando venne superata per 0-3 a Marassi dalla Sampdoria: nelle successive 10 partite disputate nella competizione lo score nerazzurro è di 8 vittorie e 2 pareggi.

Eto’o, Sirigu ed una valanga di gol

Samuel Eto’o ha in Sirigu il portiere contro cui ha finora realizzato il maggior numero di gol ufficiali da quando gioca in Italia: sono 5 sui 51 totali i centri realizzati dall’attaccante camerunense contro il portiere del Palermo. I rosanero sono invece il secondo bersaglio preferito tra le squadre, 5 reti appunto: meglio l’africano ha fatto contro la Roma, cui ha rifilato 6 palloni. Salvatore Sirigu ha in Samuel Eto’o un vero e proprio incubo: su 166 reti totali ufficiali incassate in carriera professionistica dal portiere rosanero, ben 5 portano la firma dell’attaccante camerunense. L’Inter, invece, è la seconda squadra da cui il portiere siciliano ha incassato il maggior numero di gol: sono 11, contro i 12 dell’Udinese, leader della classifica.

Palermo sempre in gol e a porta aperta nelle ultime 9 gare ufficiali

Non ci si annoia certamente nelle partite del Palermo, che nelle ultime 9 gare ufficiali ha sempre finito in “over” ovvero con almeno 3 gol segnati tra rosanero e squadre avversarie, entrambe sempre andate in rete. I rosanero in queste 9 partite hanno segnato un totale di 17 marcature, ma hanno anche sempre subito gol, per un totale di 16 al passivo.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(2) pareggi(0) sconfitte(1)

ROMA - L'Inter torna a essere campione e conquista la Tim Cup 2010-2011 battendo per 3-1 il Palermo.

Lo spettacolo inizia con uno stadio "Olimpico" tutto esaurito per una finale inedita nella storia di questo torneo che ha assegnato la 63^ edizione della Coppa Italia. E' un bellissimo gol di Eto'o, dopo un altrettanto efficace assist di Sneijder, a portare in vantaggio l'Inter al 26'. Il bis arriva al 31' e i protagonisti sono ancora loro: Wesley e Samuel incendiano la curva nerazzurra, prima di un finale che sarà da brividi. Il Palermo accorcia le distanze con Munoz (88'), ma è un super Milito a calare il tris che mette il sigillo sul risultato (92').
Nella sua prima finale nella carriera di allenatore, Leonardo conquista il suo primo titolo con l'Inter, che mette così in bacheca la sua settima Coppa Italia: salgono a 15 i trofei conquistati in 7 anni.

PRIMO TEMPO - Senza Maicon (squalificato) e Cambiasso (infortunato), Leonardo recupera Ranocchia, schierato al centro della difesa con Lucio, e Sneijder, trequartista alle spalle del tandem d'attacco Pazzini-Eto'o. Partono dalla panchina Kharja e Milito. Dopo l'inno di Mameli, Morganti fischia l'inizio del match che vede i rosanero subito pericolosi con l'assist di Ilicic per Hernandez, che manda palla all'esterno della rete (2'). Si prosegue tra una gomitata di Hernandez su Sneijder (6'), un fallo da dietro di Goian su Pazzini (7') e uno al limite dell'area di Balzaretti su Lucio (12'). La risposta dell'Inter arriva al 15' con il lancio lungo di Stankovic a cercare Pazzini che, tra Goian e Munoz, prova a gestire palla, ma Sirigu lo anticipa e blocca. Al 19' è decisivo l'intervento di Julio Cesar su Pastore che, dopo l'uno-due con Ilicic, deve arrendersi alla parata in due tempi del portiere brasiliano. L'argentino si ripete un minuto dopo, quando scambiando ancora con Ilicic, cerca la porta con un sinistro a giro dalla distanza che termina alto sulla traversa. Goian chiede il cambio al 24': al suo posto in campo c'è Carrozzieri, all'esordio stagionale dopo due anni di squalifica. Esplode l'Olimpico al 26' quando Sneijder riceve il passaggio di Thiago Motta, nel frattempo atterrato da Hernandez, e offre un bellissima passaggio filtrante a Eto'o, che si lancia verso la porta e d'interno destro batte Sirigu per l'1-0. Mano sul petto per il camerunese che festeggia il suo gol numero 36 con Materazzi, con lo stesso balletto con i sacchetti visto nella finale del Mondiale per Club ad Abu Dhabi. Il Palermo va vicinissimo al vantaggio al 32' quando il cross di Hernandez trova Balzaretti a ricevere dall'altra parte: serie di rimpalli, mischia, ancora un tiro dell'uruguaiano, ma un miracolo di Julio Cesar salva il risultato. Ilicic crea pericolo in area nerazzurra al 41', prima di lasciarsi cadere reclamando un fallo di Ranocchia che in realtà non c'è, ma è un tiro di Hernandez al 44' a chiamare in causa Julio Cesar, che blocca centralmente.
Al 46', squadre a riposo sul risultato di 1-0 per i nerazzurri.

SECONDO TEMPO - Ripresa al via con un tiro di Balzaretti che Julio Cesar blocca senza affanni (1'), mentre è Chivu a chiudere Hernandez lanciato a rete (4'). Al 5', calcio di punizione per il Palermo: c'è Ilicic sul pallone, ma Julio Cesar in uscita anticipa tutti e para in presa alta. La stessa tempestività il portiere brasiliano la usa per togliere la palla a Hernandez, con Lucio attento sulla linea di porta (7'). Dal 10' c'è Miccoli in campo al posto di Acquah. Al 15' è ancora Julio Cesar a salvare il risultato: sul colpo di testa di Miccoli dopo il cross di Pastore, una grande parata del brasiliano mette in corner. Fuori Pazzini, dentro Pandev: è la scelta di Leonardo dal 16', che porta Eto'o a fare la prima punta. Al 20' un'altra mischia in area nerazzurra avvicina nuovamente i rosanero al pareggio, ma dopo un batti e ribatti, è Lucio in rovesciata a liberare l'area, spegnendo l'azione del Palermo. Un contratto in area tra Chivu e Hernandez fa scattare altre proteste avversarie, ma l'entrata del rumeno è netta sul pallone (22'). Alla mezz'ora Eto'o ha tra i piedi la palla del raddoppio, ma Sneijder non aggancia palla nel passaggio arretrato. Va meglio, molto meglio un minuto dopo (31'): un rimpallo favorisce Pandev, che riconquista palla e serve Sneijder, assist dell'olandese per bomber Eto'o, che con un diagonale rasoterra batte per la seconda volta Sirigu. Esplode l'Olimpico, la Tim Cup è a un passo. Al 41', l'Inter cerca il tris con un tiro a giro di Sneijder, neutralizzato da una grande parata di Sirigu, ma è il Palermo ad accorciare le distanze con Munoz, che di testa batte Julio Cesar per il 2-1 dopo il calcio d'angolo di Miccoli, in realtà inesistente perchè concesso da Morganti su una palla che aveva già superato la linea di fondo. Munoz porta in vantaggio i rosanero, ma viene poi espulso per il fallo su Mariga. E' Eto'o a battere il calcio di punizione che colpisce clamorosamente la traversa (46'), prima che sia il Principe Milito, subentrato a Sneijder, a calare il tris: dopo l'assist rasoterra di Pandev, l'argentino tocca di destro a due passi dalla porta per il 3-1.
Dopo 5' di recupero, Morganti fischia la fine del match: l'Inter si aggiudica la Coppa Italia 2010-2011.
Il presidente del Senato, Renato Schifani consegna i due trofei: la Coppa Italia nella mani di capitan Zanetti e la Coppa che celebra i 150 anni dell'Unità d'Italia in quelle di Marco Materazzi.


INTER-PALERMO 3-1
Marcatori: 26' e 31' st Eto'o, 43' st Munoz, 47' st Milito.

Inter: 1 Julio Cesar; 55 Nagatomo, 6 Lucio, 15 Ranocchia, 26 Chivu; 4 Zanetti, 8 Thiago Motta (37' st 17 Mariga), 5 Stankovic; 10 Sneijder (42' st 22 Milito); 7 Pazzini (16' 27 Pandev), 9 Eto'o.
A disposizione: 12 Castellazzi, 14 Kharja, 23 Materazzi, 25 Samuel.
Allenatore: Leonardo

Palermo: 46 Sirigu; 16 Cassani, 6 Munoz, 3 Goian (24' st 80 Carrozzieri), 42 Balzaretti; 8 Migliaccio, 94 Acquah (10' st 10 Miccoli), 23 Nocerino; 72 Ilicic, 27 Pastore; 9 Hernandez (32' st 51 Pinilla).
A disposizione: 99 Benussi, 4 Kasami, 11 Liverani, 36 Darmian.
Allenatore: Delio Rossi

Arbitro: Emidio Morganti (sez. arb. di Ascoli Piceno)
Note. Ammoniti: 27' Acquah, 8' st Munoz, 23' st Carrozzieri. Espulsi: 44' st Rossi, 45' st Munoz. Tempi di recupero: 1'-5'

in campo

Julio Cesar 1 Sirigu
Nagatomo 55 Cassani
Ranocchia 15 Munoz
Lucio 6 Goian
Chivu 26 Balzaretti
Zanetti 4 Migliaccio
Motta 8 Acquah
Stankovic 5 Nocerino
Sneijder 10 Ilicic
Pazzini 7 Pastore
Eto'o 9 Hernandez

panchina

Castellazzi 12 Benussi
Kharja 14 Kasami
Mariga 17 Miccoli
Milito 22 Liverani
Materazzi 23 Darmian
Samuel 25 Pinilla
Pandev 27 Carrozzieri