Risultato finale

3 Novembre 2020 21:00

Real Madrid
36' (2t) Rodrygo
33' Sergio Ramos
26' Benzema
3 - 2
Inter
24' (2t) Perisic
36' Martínez
arbitro Clément Turpin / guardalinee N. Danos, C. Gringore / 4° uomo F. Schneider / assistenti F. Letexier, J. Brisard
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
45' Si chiude la prima frazione di gioco a Madrid: Real in vantaggio 2-1 grazie ai gol di Benzema e Sergio Ramos. L'Inter accorcia le distanze con Lautaro Martinez
43' Cartellino giallo per Vidal dopo un intervento in ritardo su Lucas Vazquez
38' Lautaro lavora il pallone nella metà campo nerazzurra poi cerca di innescare Hakimi, che brucia sullo scatto Mendy ma viene anticipato dall'uscita di Courtois sulla linea dei venti metri
36' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOL! Lautaroooooo! Spettacolare assist di Barella con il tacco per il "Toro" che di prima intenzione batte Courtois. L'Inter accorcia le distanze!!!
33' Sergio Ramos raddoppia con un preciso colpo di testa su corner battuto dalla destra
33' Ripartenza del Real Madrid, Hazard penetra in area ma viene chiuso in corner dall'uscita bassa di Handanovic
26' Retropassaggio corto di Hakimi, disturbato da Mendy, Benzema legge la traiettoria, salta Handanovic e deposita in rete
23' Sponda aerea di Benzema per Valverde che cerca di battere Handanovic con una volée che sbatte sul terreno e termina alta sopra la traversa
22' Perisic per Hakimi, che si invola verso l'area e viene atterrato da Mendy. Il direttore di gara lascia correre
19' Barella in profondità per sfruttare la velocità di Hakimi. Courtois esce al limite dell'area e blocca il pallone protetto da Mendy
14' Grande giocata di Lautaro, che vince il duello con Sergio Ramos: assist per l'incursione di Vidal che calcia di prima intenzione sfiorando il palo alla destra di Courtois. Inter ancora vicina al vantaggio!
13' Vazquez appoggia al limite per il tentativo di Valverde: blocca facile Handanovic
10' Altra chance per Lautaro, che conclude con il destro ma viene fermato dal grande intervento di Courtois
10' Traversa di Barella! Occasione clamorosa per l'Inter: Perisic per Barella che di testa batte Courtois ma trova il legno a negargli due volte il gol
8' Verticale di Brozovic per Lautaro, ma c'è Varane a leggere la traiettoria
7' Tentativo da fuori di Valverde, Handanovic controlla il pallone che termina alto di mezzo metro
4' Conclusione di Asensio su assist di Kroos: para Handanovic, che alza il pallone sopra la traversa
1' Tutto pronto per il calcio d'inizio del match: primo pallone giocato dalla formazione di casa. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Allo stadio Alfredo Di Stefano di Madrid, l'Inter scende in campo per sfidare le Merengues nel Matchday 3 della UEFA Champions League 2020-2021
Minuti Cronaca
48' Si chiude il match di Madrid: non bastano all'Inter i gol di Lautaro e Perisic, che rimontano il doppio svantaggio firmato da Benzema e Ramos. Decide il gol di Rodrygo a dieci minuti dal 90'
48' Destro di Benzema, Handanovic si salva con i piedi
47' Ammonito Courtois per perdita di tempo
45' Segnalati tre minuti di recupero
42' Nainggolan prende il posto di Vidal per gli ultimi minuti del match
40' Lautaro stende Casemiro poco prima dell'ingresso in area: punizione da posizione interessante per l'Inter e giallo per il centrocampista delle Merengues
36' Il Real torna in vantaggio con Rodrygo che, servito da Vinicius, batte Handanovic dall'interno dell'area
34' Sostituzione anche nel Real: Modric per Kroos
33' Dentro anche Sanchez, che rileva Perisic
33' Doppio cambio per l'Inter: Gagliardini prende il posto di Barella
32' Ancora Inter pericolosa: Lautaro per Perisic che incrocia con il mancino ma non trova la porta questa volta
30' Lautaro a un soffio dal 3-2: ripartenza nerazzurra e destro a giro dal limite del "Toro", con palla che sfiora l'incrocio e termina sul fondo
27' Ammonito Barella per proteste dopo una rimessa invertita dal direttore di gara, non aiutato dal Quarto Uomo che era a due passi
26' Inter a un passo dal 3-2: chiusura decisiva di Mendy che salva alla disperata su Hakimi cercato dal traversone di Young
24' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Perisiiiiiiic! L'Inter trova il pareggio con l'assist di Lautaro per il numero 14 nerazzurro, che incrocia battendo Courtois: 2-2!!!
22' Tentativo di punta di Vazquez sull'assist di Benzema. Palla fuori di un mezzo metro alla destra di Handanovic
19' Doppio cambio nel Real Madrid: dentro Vinicius e Rodrygo per Asensio e Hazard
18' Affondo e cross di Perisic per Lautaro, murato in corner dal grande intervento di Ramos
17' Barella steso da Valverde: secondo cartellino giallo anche per il Real
14' Filtrante di Barella per Hakimi, che viene anticipato ancora una volta dall'uscita bassa puntuale di Courtois
10' Lancio di Handanovic per Hakimi che prova a scambiare con Lautaro ma Varane chiude e fa ripartire l'azione del Real
6' Ammonito Brozovic dopo un fallo su Hazard
4' Mischia pericolosa nell'area del Real sulla punizione tagliata battuta da Brozovic. Si salva in qualche modo la retroguardia dei Blancos
3' Fallo di Mendy su Hakimi: cartellino giallo per il terzino del Real Madrid
1' Si riparte, nessuna novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
5.21
5.21
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
4.15
4.15
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
4.86
4.86
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
5.72
5.72
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
4.44
4.44
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Nainggolan
3.74
3.74
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
6.36
6.36
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
4.22
4.22
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
7.01
7.01
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
5.56
5.56
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
4.38
4.38
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
4.52
4.52
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
3.34
3.34
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
2.99
2.99
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 4.75 INVIA VOTI
7 tiri porta 3
3 tiri fuori 5
13 falli fatti 14
6 angoli 2
0 fuorigioco 0
55% possesso 45%

Il Real Madrid non vince in Champions League da quattro partite (1N, 3P), la striscia peggiore dal settembre 2006 quando rimase senza successi per cinque sfide che comportò anche l’ultima presenza nella competizione di Zinedine Zidane.

L’attaccante del Real Madrid Karim Benzema ha trovato il gol nella sfida contro il Borussia Mönchengladbach. Per la 16a stagione diversa il francese ha segnato in Champions League, un record condiviso con Ryan Giggs e Lionel Messi.

Il centrocampista dell’Inter Arturo Vidal ha già segnato contro il Real Madrid in Champions League con due squadre diverse, Juventus e Bayern Monaco. Nessun giocatore nella competizione ha mai trovato la rete contro il Real con tre maglie diverse.

Il Real Madrid ha vinto sei delle sette sfide interne europee contro l’Inter (1P), ma ospita i nerazzurri per la prima volta dal settembre 1998 – 2-0 per il Real in quella che è stata la partita d’esordio dell’Inter in Champions League.

Nelle ultime 10 sfide europee tra Real Madrid e Inter, la squadra di casa ha vinto in nove occasioni (1N). L’ultimo successo esterno risale al marzo 1967, 2-0 per l’Inter in Coppa Campioni.

In Coppa Campioni/Champions League, solo contro il Lione (30%) il Real Madrid ha una percentuale di vittorie più bassa rispetto a contro l’Inter (33%, tre successi in 9 partite) tra le squadre affrontate almeno cinque volte.

Sergio Ramos ha segnato il suo centesimo gol con la maglia del Real Madrid in tutte le competizioni, il 55º di testa.

L’Inter ha pareggiato le prime due sfide in questa Champions League – cosa che non accadeva dalla stagione 2009/10 quando vinse il trofeo con José Mourinho in panchina.

Nella maggiori competizioni UEFA, l’Inter ha perso 15 delle 20 trasferte in Spagna (3V, 2N), perdendo otto delle 10 disputate in Champions League (1V, 1N).

Questa sarà invece la presenza numero 50 per Nicolò Barella con l'Inter in tutte le competizioni.

Cinque delle sei reti di Lautaro Martínez in Champions League sono arrivate in trasferta.

Solo Robert Lewandowski (10 reti) e Serge Gnabry (sei) hanno segnato più gol in trasferta di Lautaro Martínez (cinque) in Champions League nelle ultime due stagioni.

L'Inter è la terza squadra con cui Ivan Perisic ha trovato il gol in Champions League, dopo aver segnato nella competizione un gol con il Borussia Dortmund e tre reti con il Bayern Monaco.

L’Inter ha ottenuto solo tre successi nelle prime nove gare stagionali considerando tutte le competizioni: i nerazzurri non registravano così poche vittorie a questo punto della stagione dal 2016/17 con Frank de Boer in panchina (tre anche in quel caso).

vittorie(1) pareggi(0) sconfitte(4)

MADRID - E adesso è dura. Nulla è perduto, ma la faccenda si fa complicata. L'Inter cade a Madrid e resta a quota 2 nel Gruppo B, dove il Borussia sale a quota 5, davanti a Shakhtar e Real a quota 4. Nulla è perduto perché ancora una volta i nerazzurri dimostrano di non avere niente di meno anche di avversari come il Real Madrid. Però l'Inter disfa, fa, e poi ridisfa, trovandosi con un 3-2 che prima era un 2-0, poi un 2-2 e che ha rischiato di diventare, seriamente, un 2-3. Una rimonta sacrosanta, dopo i gol di Benzema e Ramos, con le perle di Lautaro e Perisic. Poi la mazzata, all'80', del neo entrato Rodrygo. Un colpo duro, forse immeritato, ma che di fatto lascia l'Inter a mani vuote. Con qualche rammarico di troppo, per gli errori che ancora una volta hanno spalancato la strada per i gol avversari, e per la consapevolezza che l'Inter è determinata e può giocarsela con tutti.

Non c'è il 'miedo escenico' del Santiago Bernabeu ma sfidare il Real Madrid non è mai una partita normale. Il carico da novanta sul match disputato all'Estadio Alfredi di Stéfano di Valdebebas ce lo mette nientemeno che il Borussia Mönchengladbach, che con i sei gol rifilati allo Shakhtar si issa al primo posto del girone e si mette a osservare il match di Madrid. Vincere diventa quasi obbligatorio per entrambe le squadre e il match infatti non langue, ma parte con un ritmo spedito, soprattutto per merito di un Real aggressivo e disposto a pressare molto alto. Iniziano da lì i primi problemi per l'Inter: Asensio al 4' saggia l'ottima reattività di Handanovic.

I nerazzurri però, proprio come spiegato da Conte alla vigilia, non sono remissivi e vanno dritti con la propria proposta di gioco, fatto di palleggio e traiettorie a cercare Hakimi a destra e i movimenti di Lautaro e Perisic. In un minuto, tra il 9' e il 10', doppia incredibile chance: prima un'azione alla mano con Perisic che rifinisce per Barella, ma il suo colpo di testa va sulla traversa. Poi un uno contro uno di Lautaro in area, con il suo destro parato da Courtois. La mobilità di Lautaro è l'arma in più dell'Inter e proprio da una fuga sulla sinistra del Toro nasce l'occasione del gran tiro da fuori di Vidal, a fil di palo. 

L'Inter gestisce il ritmo del match, ma il Real ha esperienza e le azioni offensive sono tutte orchestrate dalla maestria di Benzema, abile con movimenti e sponde a liberare i compagni. Ed è proprio il francese ad aprire le danze del match, raccogliendo un corto e sbagliato retropassaggio di Hakimi: per il 9 del Real Madrid è semplice saltare Handanovic e depositare in rete. La botta è tosta, perché il Real 8 minuti più tadi raddoppia con il più classico dei gol di Sergio Ramos, che svetta di testa e segna il suo 100esimo gol con la maglia del Real. 

C'è un solo modo per restare aggrappati al match: segnare subito. Lo fa Lautaro, con un destro meraviglioso in anticipo su Varane, innescato da un meraviglioso tacco di Barella. Sono le armi che l'Inter sa di avere per pungere il Real, non perfetto in fase arretrata. E se il secondo tempo comincia ad un ritmo più basso rispetto alla prima frazione, il match esplode definitivamente dopo il 20'. Lo accende Vazquez, che sfiora il 3-1, lo innesca definitivamente la coppia d'attacco nerazzurra. Al 68' l'Inter pareggia con Perisic, bravissimo di sinistro a rifinire l'assist di testa di Lautaro. I due passano 10 minuti di trance agonistica nei quali costruiscono altre due azioni pericolosissime. Il destro dell'argentino sfiora l'incrocio, il sinistro di Perisic in contropiede va largo. Proprio quando l'Inter sente addirittura di poter vincere il match, arriva la doccia gelata: i nerazzurri sbagliano le uscite in fase difensiva e si fanno infilare sulla sinistra, il pallone al centro trova Rodrygo che fulmina Handanovic. Il 3-2 è una mazzata troppo pesante. La stanchezza si fa sentire, i cambi di Conte danno nuova linfa ma non è sufficiente. Il Real, nel finale, sfiora due volte il colpo del 4-2 con Benzema. Finisce così, con una sconfitta e una qualificazione tutta da guadagnare.

GRUPPO B
Borussia Mönchengladbach 5
Shakhtar Donetsk 4
Real Madrid 4
Inter 2

Prossimo turno - 25 novembre

18:55 Borussia Mönchengladbach-Shakhtar Donetsk

21:00 Inter-Real Madrid

IL TABELLINO

REAL MADRID (4-3-3): 1 Courtois; 17 Vazquez, 5 Varane, 4 Sergio Ramos, 23 Mendy; 15 Valverde, 14 Casemiro, 8 Kroos (10 Modric 78'); 11 Asensio (25 Rodrygo 64'), 9 Benzema, 7 Hazard (20 Vinicius 64').
A disposizione: 13 Lunin, 26 Altube, 12 Marcelo, 18 Jovic, 22 Isco, 24 Mariano Diaz, 40 Santos.
Allenatore: Zinedine Zidane.

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 77 Brozovic, 22 Vidal (44 Nainggolan 87'), 15 Young; 23 Barella (5 Gagliardini 78'); 10 Lautaro, 14 Perisic (7 Sanchez 78').
A disposizione: 27 Padelli, 35 Stankovic, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 24 Eriksen, 36 Darmian, 37 Skriniar, 99 Pinamonti.  
Allenatore: Antonio Conte.

Marcatori: 25' Benzema (RM). 33' Sergio Ramos (RM), 35' Lautaro (I), 68' Perisic (I), 80' Rodrygo (RM)
Ammoniti: Vidal (I), Mendy (RM), Brozovic (I), Valverde (RM), Barella (I), Casemiro (RM), Courtois (RM)
Recupero: 0' - 3'

Arbitro: Clément TURPIN (France)
Assistenti: Nicolas DANOS (France), Cyril GRINGORE (France)
Quarto Uomo: Frank SCHNEIDER (France)
VAR: François LETEXIER (France)
Assistente VAR: Jérôme BRISARD (France)

in campo

Courtois 1 1 Handanovic
Vazquez 17 33 D'Ambrosio
Varane 5 6 de Vrij
Sergio Ramos 4 95 Bastoni
Mendy 23 2 Hakimi
Valverde 15 77 Brozovic
Casemiro 14 22 Vidal
Kroos 8 15 Young
Asensio 11 23 Barella
Benzema 9 10 Martínez
Hazard 7 14 Perisic

panchina

Lunin 13 27 Padelli
Altube 26 35 Stankovic
Modric 10 5 Gagliardini
Marcelo 12 7 Sanchez
Jovic 18 11 Kolarov
Vinicius 20 13 Ranocchia
Isco 22 24 Eriksen
Mariano Diaz 24 36 Darmian
Rodrygo 25 37 Skriniar
Santos 40 44 Nainggolan
99 Pinamonti

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.