Risultato finale

21 Giugno 2020 21:45

Inter
33' Martínez
10' Lukaku
2 - 1
Sampdoria
7' (2t) Thorsby
arbitro Maurizio Mariani / guardalinee Colarossi, Di Iorio / 4° uomo Pairetto / assistenti Mazzoleni, Preti
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
45' Si chiude senza recupero la prima frazione di gioco a San Siro: Inter in vantaggio 2-0 sulla Sampdoria grazie ai gol di Lukaku e Lautaro
45' Errore di Gagliardini in uscita, Ramirez recupera palla ma calcia alto da buona posizione
42' Palla da sinistra a destra, traversone pericoloso di Candreva rimpallato in corner. Eriksen dalla bandierina: Skriniar sale in cielo ma non inquadra la porta di testa
38' Continua ad attaccare l'Inter, che vuole chiudere il match già prima dell'intervallo
33' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOL! Lautaroooooo! Altro fraseggio spettacolare dei nerazzurri: filtrante di Lukaku per Candreva e palla al centro per il Toro, che non può sbagliare: 2-0!!!
28' Ennesima bella azione nello stretto dei nerazzurri: Skriniar libera al tiro Lukaku, che dal dischetto calcia alto sfiorando la doppietta personale
26' Candreva vicinissimo al raddoppio: destro potente dal limite per l'esterno nerazzurro che sfiora l'eurogol
22' Durissimo intervento di Bertolacci su Barella: cartellino giallo per il centrocampista doriano
21' Palla tagliata di Eriksen per Lukaku, che cerca poi il filtrante per Lautaro. Si salva la difesa della Samp, che intercetta
17' Altra grande azione avviata da Lautaro ma manca l'ultimo guizzo ai nerazzurri con Lukaku che anticipa involontariamente Gagliardini sul cross dalla destra di Barella
12' Insiste l'Inter: il pressing di Barella fa finire il pallone tra i piedi di Candreva, che da posizione favorevole non trova la giusta coordinazione
10' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOL! Lukakuuuuuu! Splendida azione dei nerazzurri: tacco di Lautaro, Big Rom scambia con Erisken e dall'interno dell'area batte Audero: 1-0!!!
9' Cross di Eriksen per Lautaro, Audero esce e fa suo il pallone in presa alta
7' Doppia chance per i nerazzurri su palla messa al centro da Bastoni: prima Lukaku poi Erisken vengono murati dalla retroguardia blucerchiata
5' Destro di Erisken dal limite, Audero blocca a terra
2' Inter subito in vantaggio con Eriksen che mette dentro su assist di Candreva ma Mariani annulla per posizione di fuorigioco di partenza del numero 87 nerazzurro
1' Si parte, comincia il match! Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Prima del calcio d'inizio un minuto di silenzio per ricordare tutte le vittime del COVID-19 e per onorare la memoria di Mario Corso, eterno campione nerazzurro scomparso sabato a 78 anni
1' Riparte il campionato dell'Inter, che torna in campo a San Siro per il recupero della 25^ giornata di Serie A contro la Sampdoria
Minuti Cronaca
49' Triplice fischio al "Meazza"! L'Inter riparte con una vittoria e si prende i tre punti nel recupero della 25^ giornata battendo 2-1 la Sampdoria grazie ai gol di Lukaku e Latuaro
48' Vieira in ritardo su Barella. Ammonizione per il numero 4 doriano e punizione per l'Inter
45' Saranno quattro i minuti di recupero
44' Gagliardini ammonito per simulazione
43' Lukaku allarga per Moses, che dal vertice dell'area calcia alto
42' Chance in contropiede, Barella innesca Moses, che entra in area ma sbaglia l'assist per Sanchez
42' Punizione a giro di Leris, Handanovic respinge in tuffo
40' Fallo di Borja Valero su Bereszynski. Cartellino giallo per il centrocampista nerazzurro
38' Nell'Inter dentro Sanchez per Lautaro Martinez
36' Nella Sampdoria entrano Vieira e Askildsen per Linetty e Bertolacci
35' Lukaku difende palla e cerca di servire l'inserimento di Biraghi. Palla leggermente troppo lunga
33' Nell'Inter dentro Borja Valero per Eriksen
32' Sinistro di Murru da fuori, palla lontana dalla porta di Handanovic
31' Nella Sampdoria Bonazzoli prende il posto di La Gumina
30' Audero si salva in qualche modo sul tiro di Eriksen da posizione defilata
28' Dentro anche Biraghi per Young
28' Due sostituzioni anche per Antonio Conte: cambiano gli esterni. Moses prende il posto di Candreva
24' Doppio cambio nella Sampdoria: Leris e De Paoli per Ramirez e Jankto
19' Thorsby allarga il braccio nel duello aereo con Bastoni, che resta a terra. Giallo inevitabile per il numero 18 blucerchiato
18' Lancio di Candreva per l'inserimento di Eriksen, anticipato dall'uscita di Audero
14' Traversone di Candreva che pesca Young sul secondo palo. Stop complicato ma perfetto per l'esterno inglese, che poi si trascina però il pallone sul fondo
7' Alla prima vera occasione la Sampdoria accorcia le distanze: corner dalla sinistra, Colley colpisce la traversa poi Thorsby ribadisce in rete
5' Eriksen vince un rimpallo al limite e calcia con il sinistro. Blocca Audero
4' Grande giocata di Erisken che manda al tiro Lukaku a porta spalancata, ma Big Rom non trova il giusto impatto con il pallone e fallisce il 3-0!
3' Ammonizione per Lautaro dopo uno scontro di gioco con Bertolacci a centrocampo
1' Si riparte senza novità e c'è subito un'occasione per Eriksen, murato dal limite!

Biraghi
5.7
5.7
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Handanovic
5.92
5.92
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Candreva
6.58
6.58
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
5.79
5.79
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.42
6.42
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Valero
6.2
6.2
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
6.85
6.85
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
5.72
5.72
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.54
6.54
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.34
6.34
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
6.32
6.32
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
6.05
6.05
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
6.25
6.25
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Moses
5.38
5.38
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
7.72
7.72
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6.25 INVIA VOTI
4 tiri porta 2
6 tiri fuori 5
17 falli fatti 20
5 angoli 1
3 fuorigioco 0
65% possesso 35%

 

  • Le ultime quattro partite della Sampdoria hanno visto un totale di 19 reti (otto fatte, 11 subite), una media di 4.8 a incontro.
  • Dopo il successo sul Verona nell'ultima gara disputata in campionato, la Sampdoria potrebbe ottenere due vittorie di fila in Serie A per la prima volta dal marzo 2019.
  • Questa sfida vede affrontarsi la squadra che è rimasta più minuti in vantaggio in questa Serie A (Inter, 1024) e quella che ci è rimasta meno (Sampdoria, 156).
  • Antonio Conte ha perso le ultime due partite di Serie A, contro Lazio e Juventus: solo una volta il tecnico leccese ha registrato tre sconfitte di fila nella competizione, sulla panchina dell'Atalanta nel 2009.
  • Il difensore dell’Inter, Milan Skriniar, ha esordito in Serie A con la maglia della Sampdoria collezionando 38 presenze tra il 2016 e il 2017; tre delle quattro reti dello slovacco nella competizione sono arrivate a San Siro, la prima in questo stadio proprio contro i blucerchiati a ottobre 2017.
  • Fabio Quagliarella ha segnato cinque gol contro l'Inter in Serie A, l'ultimo nel 2017 - con una rete, l'attaccante della Sampdoria raggiungerebbe Roberto Boninsegna al 17° posto nella classifica dei migliori marcatori nella storia della Serie A, a quota 163.
  • L’attaccante della Sampdoria, Manolo Gabbiadini, ha segnato un solo gol in 10 sfide di campionato contro l’Inter, proprio nell’ultima trasferta a febbraio 2019.

 

 

  • L’Inter ha vinto le ultime cinque partite di campionato contro la Sampdoria; si tratta della striscia di successi in corso più lunga dei nerazzurri contro una squadra attualmente in Serie A.
  • La Sampdoria ha vinto solo una delle ultime 17 trasferte in casa dell'Inter in Serie A (2-1 nell'aprile 2017) - completano il parziale 11 successi nerazzurri e cinque pareggi.
  • L'Inter ha perso le ultime due sfide di Serie A e potrebbe arrivare a tre sconfitte di fila nella competizione per la prima volta da maggio 2017 (quattro in quell'occasione).

 

Primo assist per Eriksen in Serie A, con questa che é stata la quinta occasione creata per un compagno.

Negli ultimi 25 anni sono 7 giocatori hanno segnato almeno 18 gol in un singolo campionato di Serie A con l'Inter: Lukaku, Icardi, Eto'o, Milito, Ibrahimovic, Vieri e Ronaldo.

Lautaro Martínez é il primo giocatore dell’Inter a trovare il gol in almeno tre gare casalinghe di fila in Serie A da Mauro Icardi, ad aprile 2018

Lukaku é il QUARTO giocatore dell'Inter che negli ultimi 30 anni riesce a segnare almeno 18 gol nel suo primo campionato di A in nerazzurro, dopo Milito nel 2009/10, Ronaldo nel 1997/98 e Ruben Sosa nel 1992/93.

Era dal 2009/10 (58 in quel caso) che l’Inter non raccoglieva almeno 57 punti nelle prime 26 giornate di Serie A.

Prima di Lautaro e Lukaku quest'anno, l'ultima volta che l'Inter poteva vantare 2 giocatori con almeno 12 gol segnati in Serie A risaliva al 2009/10 (Milito ed Eto'o).

vittorie(39) pareggi(16) sconfitte(8)

MILANO 115 giorni dopo. Il San Siro che aveva ospitato l'ultima partita dell'Inter, il 27 febbraio contro il Ludogorets, era già a porte chiuse. Ma quello che sarebbe successo da lì a qualche giorno proprio nessuno se lo sarebbe immaginato. Sono stati giorni di straordinaria emergenza, momenti che hanno cambiato tante cose. Immutata, la nostra voglia di Inter, la nostra passione per il calcio giocato. Abbiamo atteso questa partita, la ripartenza della Serie A, con attesa e trepidazione, forse anche un pizzico di diffidenza: il campionato d'estate, alle 21:45, senza spettatori. Ma i tifosi nerazzurri erano lì, al fianco dei giocatori: presenza virtuale, sugli schermi LED grazie al Social Wall, ma non solo. Un match particolare, nel quale il primo pensiero è andato a Mario Corso, leggenda nerazzurra mancata sabato. 90 minuti dolci e sofferti, vittoriosi. Perché l'Inter è ripartita con una vittoria, un 2-1 alla Sampdoria con le firme classiche, quelle di Lukaku e Lautaro. Un primo tempo ai limiti della perfezione, una ripresa più complicata: ma adesso le partite giocate sono 26, i punti 57, la vetta è lontana 6 punti. Siamo ripartiti. E la prossima tappa è dietro l'angolo: mercoledì, Inter-Sassuolo.

Pronti, via, gol di Eriksen: annullato per fuorigioco di Candreva, ma indicativo dell'inizio di gara dell'Inter. Il danese dominante, per visione, tempi e inserimento. Candreva come sempre ruggente in avvio, la Sampdoria timida e senza capacità di pressing, remissiva. Fraseggio di qualità, combinazioni di alto livello. Il gol, vero, arriva al 10': Lautaro in campo aperto ispirato da Skriniar, tacco per Lukaku, appoggio a Eriksen, tocco di ritorno di prima quasi elementare ma illuminante, sinistro letale del belga. L'esultanza di Lukaku è simbolica e significativa: in ginocchio, il pugno verso il cielo. Black Lives Matters si unisce alla filosofia del nostro club, quel BUU - Brothers Universally United che ci accompagna sempre. Un no alla discriminazione totale.

Dal vantaggio al raddoppio è un percorso fatto di buone trame, ispirate quasi sempre da Eriksen, fulcro del gioco, svelto di piede e di pensiero. Il gol di Lautaro, alla mezz'ora, è un altro piccolo capolavoro di squadra: la palla lavorata da Lukaku sulla destra, il filtrante per Candreva, la palla al centro per il destro comodo di Lautaro Martinez. Un gol bello con un'altra dedica speciale: quella per il papà, nel giorno della festa dei papà in Argentina. "Feliz dia, papà", un altro messaggio trasversale. 

Candreva e Lukaku si iscrivono al tabellino anche per le occasioni da gol sfiorate in un primo tempo in cui l'unico sussulto della Sampdoria arriva al 45' con Ramirez dopo un errore in disimpegno di Gagliardini: un sinistro alto che non spaventa Handanovic ma che di fatto dà il là alla ripresa della Sampdoria, che rientra dagli spogliatoi con piglio deciso. E infatti dopo pochi minuti riapre il match: calcio d'angolo, colpo di testa di Colley, traversa ad Handanovic battuto. Thorsby è il più lesto a mettere il piede sulla ribattuta, la spaccata disperata di Samir non è sufficiente ad evitare il gol. Il 2-1 incanala il match in un binario un po' sconnesso. Partita a singhiozzo, su ritmi più blandi e con minor piglio da parte dell'Inter. Le occasioni per i nerazzurri non arrivano, la Samp si trova a pochi minuti dal novantesimo con la possibilità di strappare un pareggio insperato. Nel finale Leris su punizione impegna Handanovic, ma il finale è gestito con grande maturità dalla squadra di Conte, anche grazie all'innesto dei giocatori a gara in corso.

Tre punti pesantissimi, una vittoria dalla quale ripartire per iniziare questa lunga volata finale. Mancano 12 partite, sarà un'estate bollente. 

IL TABELLINO
INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 87 Candreva (11 Moses 73'), 5 Gagliardini, 23 Barella, 15 Young (34 Biraghi 73'); 24 Eriksen (20 Borja Valero 78'); 9 Lukaku, 10 Lautaro (7 Sanchez 83').
A disposizione: 46 Berni, 2 Godin, 13 Ranocchia, 18 Asamoah, 30 Esposito, 31 Pirola, 32 Agoumé, 33 D'Ambrosio.
Allenatore: Antonio Conte.

SAMPDORIA (3-5-2): 1 Audero; 24 Bereszynski, 34 Yoshida, 15 Colley;  18 Thorsby, 7 Linetty (4 Vieira 82'), 91 Bertolacci (16 Askildsen 82'), 14 Jankto (26 Leris 70'), 29 Murru; 11 Ramirez (12 De Paoli 70'); 17 La Gumina (9 Bonazzoli 76').
A disposizione: 30 Falcone, 3 Augello, 5 Chabot, 6 Ekdal, 21 Tonelli, 23 Gabbiadini, 33 Rocha.
Allenatore: Claudio Ranieri.

Arbitro: Mariani.
Assistenti: Mondin, Galetto.
Quarto Uomo: Piccinini.
VAR e Assistente VAR: Aureliano, Passeri.

Marcatori: 10' Lukaku (i), 32' Lautaro (I), 52' Thorsby (S)
Ammoniti: Bertolacci (S), Lautaro (I), Thorsby (S), Borja Valero (I), Gagliardini (I).
Recupero: -, 4'.

in campo

Handanovic 1 1 Audero
Skriniar 37 24 Bereszynski
de Vrij 6 15 Colley
Bastoni 95 34 Yoshida
Candreva 87 29 Murru
Gagliardini 5 18 Thorsby
Barella 23 7 Linetty
Young 15 91 Bertolacci
Eriksen 24 14 Jankto
Martínez 10 11 Ramirez
Lukaku 9 17 La Gumina

panchina

Berni 46 30 Falcone
Godin 2 3 Augello
Sanchez 7 4 Vieira
Moses 11 5 Chabot
Ranocchia 13 6 Ekdal
Asamoah 18 9 Bonazzoli
Valero 20 12 De Paoli
Esposito 30 16 Askildsen
Pirola 31 21 Tonelli
Agoume 32 23 Gabbiadini
D'Ambrosio 33 26 Leris
Biraghi 34 33 Rocha

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.