Risultato finale

12 Dicembre 2021 20:45

Inter
23' (2t) Martínez
21' (2t) Calhanoglu
6' (2t) Sanchez
29' Martínez
4 - 0
Cagliari
arbitro Matteo Marchetti / guardalinee Scatragli, Della Croce / 4° uomo Minelli / assistenti Pairetto, Ranghetti
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Si chiude il primo tempo al "Meazza": Inter in vantaggio 1-0 grazie al gol di Lautaro, ipnotizzato poi da Cragno dal dischetto. Dominio nerazzurro nei primi 45 minuti
45' Bordata di Brozovic, volée spettacolare ma centrale. Cragno respinge
44' Cragno intuisce il rigore di Lautaro poi Calhanoglu sulla respinta non riesce a ribattere in rete
43' Ammonizione inevitabile per l'estremo difensore del Cagliari
43' Cragno stende Dumfries lanciato a rete: è calcio di rigore per l'Inter!
42' Doppia grande chance per l'Inter, prima con il miracolo di Cragno sul tiro ravvicinato di Sanchez, poi con l'affondo di Dumfries che non trova per un soffio Lautaro grazie al tocco fortunoso di Godin
40' Barella prova a innescare la corsa di Dumfries, ma Dalbert in scivolata ci arriva e mette out il pallone
36' Sanchez prova a scodellare un pallone al centro per l'inserimento di Perisic, ma la traiettoria è troppo lunga. Si salva la difesa del Cagliari
33' Ammonizione per un Lautaro incredulo, che aveva contrastato in scivolata il rinvio di Dalbert
31' Tentativo di Deiola da fuori, palla centrale, para in due tempi Handanovic
29' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOOL! Lautarooooooo! Pennellata impeccabile dalla bandierina di Calhanoglu e il "Toro" di testa anticipa tutti sul primo palo battendo Cragno: 1-0!!!
27' Pennellata di Calhanoglu dalla bandierina, de Vrij sale in cielo ma disturbato da un avversario non riesce a indirizzare di testa verso la porta
25' Sinistro di Marin che cerca di alleggerire la pressione per il Cagliari. Palla lontana dalla porta di Handanovic
21' Affondo di Dumfries e assist al centro per Lautaro, che cerca di accomodare il pallone per Sanchez ma Caceres intercetta, poi Calhanoglu anticipa tutti al limite ma conclude alto
18' Lautaro per Sanchez, che controlla e calcia: respinge ancora il muro rossoblu
16' Splendido filtrante di Brozovic per Perisic, che cerca l'assist all'altezza del dischetto per Sanchez, ma Deiola chiude e mura in corner
14' Sinistro di Lautaro dall'interno dell'area, Cragno blocca a terra
12' Bordata di Skriniar dal limite, Cragno respinge poi Dumfries cerca il cross ma la difesa del Cagliari si salva in qualche modo
9' Sugli sviluppi del corner battuto da Calhanoglu, nuovo tentativo con il destro di Barella dal limite: deviazione e parata facile per Cragno
8' Manovra avvolgente dei nerazzurri: Bastoni cerca il cross dalla sinistra ma Bellanova devia in corner con il corpo
4' Accelerazione di Bellanova sulla destra e conclusione da posizione defilata: Handanovic respinge senza difficoltà
3' Altro tentativo di Barella sugli sviluppi di un corner: Calhanoglu per Sanchez, che manda al tiro Barella, palla che sorvola di poco l'incrocio
2' Destro da fuori area di Barella: c'è la potenza ma non la precisione, palla leggermente alta sopra la traversa
1' Si parte! Comincia il match al "Meazza": forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Nerazzurri a caccia della quinta vittoria consecutiva in campionato, che vorrebbe dire primato in classifica dopo una lunga rincorsa su Napoli e Milan
1' Posticipo domenicale della 17^ giornata di Serie A per l'Inter di Simone Inzaghi che ospita il Cagliari al "Meazza"
Minuti Cronaca
45' Tripliceee fischiooo al "Meazza"! Un'Inter spettacolare travolge il Cagliari con un poker da applausi: doppietta di Lautaro e gol di Sanchez e Calhanoglu per la 5^ vittoria consecutiva in campionato che vale il primato!
44' Non cala il ritmo delle giocate dei nerazzurri, che continuano a prendere i meritati applausi di San Siro quando mancano pochi secondi al novantesimo!
41' TRAVERSA DI SANCHEZ! Altra grande giocata del Nino Maravilla, che spacca la traversa con un destro a giro dal limite
38' Ultimo cambio per Inzaghi: debutto in Prima Squadra per il classe 2003 Mattia Zanotti, che prende il posto di Ivan Perisic
37' Doppio cambio nel Cagliari: Oliva e Obert per Deiola e Carboni
34' Doppio miracolo di Cragno, prima sulla deviazione di Skriniar, poi sul destro di controbalzo di Vidal
33' Miracolo di Cragno, che vola per togliere dall'angolino il destro a giro di Barella. Non si ferma l'Inter, che continua a macinare gioco nonostante il 4-0!
31' Ammonito Deiola per una trattenuta a centrocampo
30' Quarta sostituzione per i nerazzurri: Sensi rileva un applauditissimo Calhanoglu
27' La terza sostituzione vede l'ingresso di Dimarco al posto di Dumfries
27' Dentro anche Vidal per Brozovic
27' Triplo cambio per l'Inter: Inzaghi inserisce Satriano per Lautaro
25' Doppio cambio nel Cagliari: Zappa e Pavoletti per Caceres e Keita
23' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOL! Ancora il Torooooooo! Lancio millimetrico di Barella, controllo con il petto di Lautaro, che poi batte Cragno in uscita: poker di un'Inter straripante!!!
21' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOOL! Calhanogluuuuuuuu! Altra perla nerazzurra: Hakan prende palla da sinistra, si accentra e fa partire un destro clamoroso che si insacca nel sette: 3-0!!!
16' Ancora Inter pericolosa: Sanchez controlla in area su assist di Lautaro e conclude con il sinistro. Para ancora Cragno!
14' Primo cambio nel Cagliari: Lykogiannis prende il posto di Grassi
11' Tacco spettacolare di Barella per l'inserimento di Brozovic, che cerca il passaggio al centro anziché calciare davanti a Cragno. Si salva in qualche modo la difesa dei sardi
9' Inter a un passo dal 3-0! Filtrante meraviglioso di Skriniar per la corsa di Dumfries, che conclude a botta sicura con il destro. Cragno si salva con il piede e devia in corner
6' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Sancheeeeeeeez! Eurogol del Nino Maravilla, che gira al volo con il piatto il cross in palleggio di Barella: 2-0!!!
2' Grandissima giocata di Bastoni sul lato corto dell'area: tunnel ai danni di Caceres poi tentativo di serpentina in area, fermato sul più bello
1' Si riparte dall'1-0 senza novità nelle due formazioni. Inizia il secondo tempo di Inter-Cagliari.Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
6.45
6.45
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dimarco
6.23
6.23
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
7.66
7.66
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
6.73
6.73
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
7.32
7.32
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.54
7.54
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
6.88
6.88
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sensi
6.15
6.15
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
8.12
8.12
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
7.64
7.64
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
7.7
7.7
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
5.87
5.87
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Satriano
6.18
6.18
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Calhanoglu
8.22
8.22
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dumfries
7.55
7.55
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Zanotti
6.69
6.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 7.06 INVIA VOTI
15 tiri porta 2
7 tiri fuori 2
9 falli fatti 13
9 angoli 0
2 fuorigioco 2
60% possesso 40%

Il Cagliari ha pareggiato 28 partite contro l’Inter in Serie A (14V, 40P), i sardi contano più pareggi solamente contro la Sampdoria (31) nel massimo campionato.

L’Inter ha vinto sette delle ultime nove sfide contro il Cagliari in Serie A (1N, 1P), segnando 2.4 reti di media nel periodo (22 gol complessivi).

Tra le avversarie contro cui l’Inter ha sempre segnato in casa nell’era dei tre punti a vittoria, quella sarda è la squadra che i nerazzurri hanno affrontato più volte nel periodo (21): l’ultimo clean sheet esterno del Cagliari contro i nerazzurri risale al marzo 1992.

Nel 2021 l’Inter è la squadra che ha vinto il maggior numero di partite casalinghe nei maggiori 5 campionati europei: 17 su 19 (2N).

Nella sua storia in Serie A solo nel 1989 ha registrato più successi interni (18) in un singolo anno solare. Sfida tra la formazione che ha guadagnato più punti in media in gare casalinghe in questo campionato (Inter, 2.4) e quella che ne ha raccolti di meno in trasferta (Cagliari, 0.4 in media).

Il Cagliari arriva da quattro pareggi consecutivi in Serie A: i sardi non registrano cinque pareggi di fila nella competizione dall'ottobre 2006, sotto la guida di Marco Giampaolo (sei in quel caso).

L’Inter ha segnato 94 reti in Serie A nel 2021, solo nel 1950 i nerazzurri hanno realizzato più gol (99) in un singolo anno solare nel torneo.

Sfida tra la squadra che ha segnato il maggior numero di gol da palla inattiva in questo campionato (Inter, 13) e quella che ne ha subiti di più su calcio da fermo (Cagliari, 12).

La prima rete di Lautaro Martínez in Serie A è stata proprio contro il Cagliari nel settembre 2018; l’attaccante dell’Inter ha segnato quattro gol in sei sfide contro i sardi nel massimo campionato italiano, contro nessuna squadra ha fatto meglio.

Le tre reti di Keita Baldé contro l’Inter in Serie A sono tutte arrivate nelle ultime tre sfide in ordine di tempo; l’attaccante classe ‘95 ha collezionato 24 presenze e cinque gol con la maglia nerazzurra nel campionato 2018/19.

Hakan Calhanoglu diventa oggi il primo degli 11 giocatori turchi che hanno giocato in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria a toccare la soglia delle 150 presenze nella competizione.

Lautaro Martinez ha trovato il gol in quattro gare consecutive di campionato in una singola stagione per la prima volta da quando gioca in Serie A.

Il Cagliari è la vittima preferita in Serie A per Lautaro Martinez (cinque gol).

Lautaro Martinez ha sbagliato due degli ultimi quattro rigori calciati in Serie A, mentre ne aveva fallito solo uno dei precedenti sette.

Alessio Cragno non parava un rigore in Serie A dall'agosto 2020, sempre a San Siro, ma contro il Milan.

Con Alexis Sanchez arrivano a 15 i marcatori dell'Inter, più di ogni altra squadra in questo campionato.

N. Barella ha fornito il suo settimo assist in questa stagione, più di qualsiasi altro giocatore in Serie A.

Nelle ultime sei partite di campionato Hakan Calhanoglu ha partecipato a otto gol (cinque reti e tre assist).

vittorie(25) pareggi(10) sconfitte(7)

MILANO - Quanto si sarebbe divertito, Peppino. A vedere tutta San Siro cantare per lui, chiedendogli di fare un gol. Avrebbe sicuramente trovato una battuta, ricordando i suoi trascorsi nella Scarioni, squadra in cui militava da ragazzo., ammirando la coreografia tutta per lui. Facci un gol, Peppino Prisco. L'Inter ne ha fatti 4, anche per lui. Nel giorno del ventennale dalla scomparsa dell'avvocato, proprio come in quella triste circostanza, la squadra nerazzurra balza in vetta al campionato. Lo fa sulle note di un San Siro carico di gioia per una squadra che illumina, che diverte, che piace da pazzi. 

4-0 al Cagliari, una partita a senso unico, gol e giocate bellissime, il debutto di un ragazzo classe 2003, un primo posto solitario in classifica. Eccola, l'Inter di Inzaghi. Schiacciasassi, ma con lo smoking. Calcio di classe e solidità mentale, anche dopo il rigore del possibile 2-0 fallito sul finire del primo tempo. Nessun cedimento, nessuna occasione lasciata al Cagliari.

Il dominio del gioco, le occasioni da gol, le statistiche. I numeri non sempre si allineano in maniera scientifica, nel calcio. La somma dei tiri in porta e delle chance per segnare non dà il risultato esatto. Inter-Cagliari è un lungo compito in classe che la squadra di Inzaghi esegue alla perfezione, praticamente mandando a memoria ogni meccanismo di gioco. C'è tutto, compreso il gol. Il difetto resta solo nel risultato: 1-0 al 45' dopo una frazione col 77% di possesso palla e 13 conclusioni. 

Questa è l'Inter di Inzaghi, che ritrova De Vrij al centro della difesa e lancia Sanchez in avanti assieme a Lautaro. Funziona alla perfezione la macchina nerazzurra, fin dai primi minuti tutta in avanti a schiacciare la squadra di Mazzarri nella propria metà campo. Un film già visto, nel quale - come nella passata stagione - il portiere rossoblù (allora Vicario, questa volta Cragno) diventa il più grande protagonista.

Arrembante. L'Inter attacca con tutti gli uomini possibili. Barella conclude due volte nei primi minuti, poi anche Skriniar aggiunge la sua potenza di fuoco all'assalto nerazzurro. Tutti contro Cragno, una conclusione dopo l'altra. A stappare il match ci pensa Lautaro, in un'azione classica dell'Inter in questa stagione, ovvero il corner esaltante di Hakan Calhanoglu. Il destro del turco innesca Lautaro che di testa anticipa tutti e batte Cragno di testa. Proprio come nel 2018, quando in quella porta, di testa e contro il Cagliari, l'argentino aveva timbrato il suo primo gol in nerazzurro.

L'1-0 non appaga i ragazzi di Inzaghi e non stimola nemmeno il Cagliari a scoprirsi. I sardi restano abbottonati e cercano solamente di contenere l'avanzata nerazzurra. Cragno aumenta i suoi voti in pagella parando in maniera istintiva su Sanchez da due passi, prima di negare il raddoppio su rigore a Lautaro.

Dumfries, liberato in area, salta il portiere e viene steso. Dal dischetto va Lautaro ma Cragno intuisce e respinge. Andare al riposo solo sull'1-0 è il vero difetto del primo tempo dell'Inter, che però esce dagli spogliatoi, se possibile, con ancora più fame rispetto alla prima frazione. Il conto alla rovescia verso il raddoppio scocca con l'inizio del secondo tempo e passano meno di sei giri di orologio prima della seconda esplosione di gioia di San Siro: dalla linea di fondo, dopo un palleggio, Barella si inventa un assist volante. Sempre al volo Sanchez sfonda la rete: un gol bellissimo per il cileno, 15° differente marcatore nerazzurro in campionato.

L'argine è  rotto, la piena nerazzurra passa e travolge, con un gioco incantevole, che fa spellare le mani dei tifosi, che tolgono i guanti per manifestare l'apprezzamento per una squadra che domina e fa divertire. 

Cragno viaggia verso il record di parate in una singola partita di Serie A negando il gol a Dumfries e Alexis, ma non può nulla sulla freccia scoccata da Hakan Calhanoglu, meraviglioso nell'esecuzione da fuori area, con il pallone che va all'incrocio. Inter incontenibile e ricchissima di spunti di qualità: due minuti dopo il 3-0 arriva il poker, su un'altra invenzione di Barella. Palla volante per Lautaro che dopo la fuga sul filo del fuorigioco controlla di petto e batte Cragno  in uscita.

Un 4-0 che non sazia. E se il finale di gara vede anche il debutto in nerazzurro di Mattia Zanotti, giovane classe 2003, ecco che Cragno si conquista altri applausi con parate in serie su Barella, Skriniar e Vidal. Il marchio finale sul match è il rimbombo della traversa colpita da Sanchez, nel finale. Giusto per ribadire la straordinaria superiorità interista. Una squadra che ora guarda tutti dall'alto al basso.

LA CLASSIFICA DI SERIE A

IL TABELLINO 

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 2 Dumfries (32 Dimarco 72'), 23 Barella, 77 Brozovic (22 Vidal 72'), 20 Calhanoglu (12 Sensi 76'), 14 Perisic (46 Zanotti 82'); 10 Lautaro (48 Satriano 72'), 7 Sanchez.
A disposizione: 97 Radu, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 9 Dzeko, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 33 D'Ambrosio.
Allenatore: Simone Inzaghi.

CAGLIARI (3-5-2): 28 Cragno; 4 Caceres (25 Zappa 69'), 2 Godin, 44 Carboni (33 Obert 82'); 12 Bellanova, 27 Grassi (22 Lykogiannis 59'), 8 Marin, 14 Deiola (21 Oliva 82'), 29 Dalbert; 10 Joao Pedro, 9 Keita (30 Pavoletti 69').
A disposizione: 1 Aresti, 31 Radunovic, 15 Altare, 20 Pereiro, 32 Ceter.
Allenatore: Walter Mazzari.

Marcatori: 19' Lautaro (I), 51' Sanchez (I), 66' Calhanoglu (I), 68' Lautaro (I)
Ammoniti: Lautaro (I), Cragno (C), Deiola (C)
Note: Cragno (C) al 44' para un rigore a Lautaro (I).
Recupero: 1' - 0'.

Arbitro: Marchetti.
Assistenti: Scatragli, Della Croce.
Quarto Uomo: Minelli.
VAR: Pairetto
Assistente VAR: Ranghetti.

inter  cagliari 0-0

in campo

Handanovic 1 28 Cragno
Skriniar 37 4 Caceres
de Vrij 6 2 Godin
Bastoni 95 44 Carboni
Dumfries 2 12 Bellanova
Barella 23 27 Grassi
Brozovic 77 8 Marin
Calhanoglu 20 14 Deiola
Perisic 14 29 Dalbert
Martínez 10 10 Joao Pedro
Sanchez 7 9 Keita

panchina

Radu 97 1 Aresti
Gagliardini 5 31 Radunovic
Vecino 8 15 Altare
Dzeko 9 20 Pereiro
Kolarov 11 21 Oliva
Sensi 12 22 Lykogiannis
Ranocchia 13 25 Zappa
Vidal 22 30 Pavoletti
Dimarco 32 32 Ceter
D'Ambrosio 33 33 Obert
Zanotti 46
Satriano 48

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.