Risultato finale

18 Ottobre 2001 21:00

Inter
19' (2t) Kallon
16' (2t) Kallon
Wisla Cracovia
arbitro Leslie Irvine / guardalinee Tenney, Kane / 4° uomo Malcom
MinutiCronaca
45'Il quarto uomo indica il recupero. Fissato dall'arbitro in un minuto.
42'Corner per i nerazzurri. Nulla di fatto.
37'Assist di Kallon per Adriano che salta due avversari al limite dell'area del Wisla e tira di poco a lato.
35'Georgatos perde pericolosamente un pallone a centrocampo lanciando il contropiede avversario. Con un po' di fortuna recupera interrompendo l'azione avversaria.
33'Pater sulla destra aggira Simic,poi tira male alla sinistra di Toldo.
31'Zkymkoviak tira da fuori area e impegna severamente Toldo.
30'Gran colpo di testa di Kallon sul cross di Okan. Il portiere avversario para a terra.
29'Kallon tira dal vertice dell'area piccola. Pallone respinto dalla difesa avversaria
27'Bel dribbling al limite dell'area avversaria di Seedorf che poi tira a lato.
24'Cross dalla sinistra di Guly, Adriano colpisce debolmente di testa.
18'Adriano fermato irregolarmente al limite dell'area. La punizione per i nerazzurri non produce effetti.
14'Okan recupera un gran pallone a centrocampo e interrompe un contropiede del Wisla.
12'Taglio di Kallon a sfruttare un assist di Adriano. Il portiere avversario anticipa l'attaccante nerazzurro.
5'Adriano va sul fondo, punta l'avversario, fa tunnel e viene fermato fallosamente. Ma l'arbitro non rileva l'irregolarità.
MinutiCronaca
48'L'arbitro decreta la fine delle ostilità. I nerazzurri si impongono meritatamente per 2-0.
47'Cartellino giallo anche per Cristiano Zanetti.
46'Ammonito Kaliciak
45'Tre minuti di recupero assegnati dall'arbitro Irvine
44'Fallo di Czrewec su Okan l'arbitro interviene ed ammonisce il giocatoredel Wisla.
40'Bomba dal limite dell'area di Adriano il portiere si salva d'istinto. Sugli sviluppi dell'azione cross di Dalmat Adriano manca la correzione per pochi centimetri.
36'Dentro Nicinski fuori Frankowski.
35'Leggero infortunio per Kallon che fortunatamente può rientrare in campo.
33'Cross di Gresko dalla sinistra, Adriano non raggiunge la sfera per un pelo.
31'Emre al posto di Guly
26'Dalmat inizia l'azione rubando palla a centrocampo, passa a Kallon che triangola con Adriano e tira in porta ma la difesa polacca respinge.
20'Dalmat sostituisce Seedorf.
19'Cross di Okan dalla destra e spettacolare rovesciata acrobatica di Kallon che raddoppia.
16'Sul rimpallo dal tiro di Adriano si avventa Kallon che insacca.
16'Assist di Seedorf per Adriano che dal limite dell'area lascia partire un missile che scuote la traversa.
14'Intelligente punizione di Seedorf che libera al tiro Okan.La difesa del Wisla respinge.
10'Azione d'attacco di Adriano che giunge sino al limite dell'area avversaria poi non conclude ma serve a Okan che tira a lato.
7'Azione sulla sinistra del Wisla, corner guadagnato. La difesa respinge.
3'Punizione dalla sinistra del fronte d'attacco del Wisla, palla a fil di palo, Toldo sorveglia.
1'Si chiude il primo tempo sul risultato di 0-0.
1'Fuori Georgatos dentro Gresko.
Georgatos
4.75
4.75
Simic
6.63
6.63
Zanetti
6.63
6.63
Cordoba
5.38
5.38
Seedorf
5.23
5.23
Gresko
6.85
6.85
Dalmat
6.94
6.94
Guglielminpietro
6.09
6.09
Vivas
5.36
5.36
Emre
7.22
7.22
Okan
6.95
6.95
Toldo
6.3
6.3
Kallon
7.19
7.19
Adriano
6.69
6.69
Media squadra6.3
5tiri porta2
9tiri fuori4
15falli fatti15
4angoli6
1fuorigioco0
00possesso00
I precedenti Inter - Wisla

Le prime squadre di Inter e Wisla Cracovia si affrontano per la prima volta in assoluto in un confronto ufficiale.

I precedenti Inter - Polonia

Sono tre i doppi confronti ufficiali per l’Inter contro formazioni polacche ed i nerazzurri si sono sempre qualificati al turno successivo. Nella coppa Uefa 1985/86, contro il Legia Varsavia, pareggio 0-0 a Milano e poi vittoria 1- 0 a Varsavia dopo i tempi supplementari. L’anno seguente, sempre in coppa Uefa e ancora contro il Legia, sconfitta 3-2 a Varsavia, successo 1-0 nel ritorno a San Siro. Poi il confronto dello scorso anno contro il Ruch Chorzow, ancora una volta in coppa Uefa, con l’Inter che ottenne una vittoria per 3-0 in trasferta nella gara d’andata, successo poi bissato nel ritorno in casa col risultato di 4-1. Il bilancio dei 6 singoli incontri è dunque di 4 vittorie nerazzurre, 1 pareggio ed 1 sconfitta.

I precedenti Wisla - Italia

Esiste un solo precedente doppio confronto per il Wisla Cracovia contro formazioni italiane. La sfida risale alla coppa Uefa 1998/99 quando la squadra polacca affrontò il Parma pareggiando 1-1 in casa l’andata e perdendo poi 1-2 a Parma la partita di ritorno. Ricordiamo il grave episodio della gara di andata quando il calciatore Dino Baggio venne sfiorato da un coltello lanciato dalle tribune.

Quel gol di De Biasi al Wisla

Se Inter-Wisla e’ un incontro inedito per quanto riguarda le prime squadre, esiste invece un precedente ufficiale tra le formazioni “primavera” riferito al Torneo di Viareggio, datato 19 febbraio 1976: i nerazzurri si imposero 1-0 ai polacchi con rete di Gianni De Biasi, oggi allenatore del Modena capolista a sorpresa del campionato di serie B.

Inter sempre vittoriosa quando gioca in campo neutro italiano

Per la sesta volta nella propria storia l’Inter gioca in campo neutro un incontro di coppe europee che avrebbe dovuto disputare a San Siro. I precedenti si riferiscono al 30 settembre 1981 in coppa Uefa (Inter-Adanaspor 4-1 a Cesena), al 28 settembre 1983 in coppa Uefa (Inter- Trabzonspor 2-0 a Cesena), al 2 novembre 1983 ancora in coppa Uefa (Inter-Groningen 5-1 a Bari), al 3 ottobre 1990, sempre in coppa Uefa (Inter-Rapid Vienna 3-1 a Verona) ed infine al 20 settembre scorso ancora in coppa Uefa (Inter- Brasov 3-0 a Trieste). Si tratta quasi di un portafortuna per i colori nerazzurri, sempre usciti vittoriosi da questi esili forzati.

Cuper imbattutto nelle gare europee casalinghe

Hector Cuper vanta un invidiabile primato: da allenatore, prima al Real Mallorca, poi al Valencia e adesso all’Inter, non ha mai perduto un incontro casalingo nelle coppe europee. Sono 23 le gare interne disputate del tecnico argentino che ha un clamoroso score di 17 vittorie e 6 pareggi.

Le polacche non ci eliminano dal 1991. Sul suolo italiano non hanno mai vinto su 24 partite

Negli ultimi 10 doppi confronti i club italiani hanno sempre superato il turno quando sono stati accoppiati a formazioni polacche. Una squadra polacca non esce qualificata da un doppio confronto con il calcio italiano dalla stagione 1990/91 quando il Legia Varsavia eliminò la Sampdoria in coppa delle Coppe: 1-0 a Varsavia per i polacchi, 2-2 a Marassi. Su 24 precedenti disputati in Italia fra squadre dei due paesi nell’ambito delle coppe europee le formazioni polacche non sono mai uscite vittoriose: 3 appena i pareggi, 21 i successi italiani. Quello del Legia, menzionato poco sopra, è anche l’ultimo risultato utile di un club polacco in Italia: da allora sul nostro territorio si sono disputati 10 incontri con altrettante vittorie delle squadre italiane, nelle quali i nostri club hanno subito la miseria di 3 reti.

Auguri, Vivas

Il 18 ottobre 1969 nasceva a San Nicolas (Argentina) il difensore nerazzurro Nelson Vivas, che dunque oggi compie 32 anni.

Arbitro: Irvine

Dirige il confronto il nord-irlandese Leslie Irvine, 43 enne (nato il 23 giugno 1958), professione insegnante, internazionale dal 1989, al suo secondo incrocio assoluto con il calcio italiano: lo scorso anno in coppa Uefa ha diretto il vittorioso confronto del Parma a Monaco di Baviera contro il Monaco 1860, 2-0.

vittorie(1)pareggi(0)sconfitte(0)
TRIESTE - La gara d'andata dei sedicesimi di Coppa Uefa, Inter-Wisla Cracovia, giocata a Trieste per l'ultimo turno di squalifica dello stadio di San Siro, si é conclusa sul risultato di 2-0.

La formazione che affronta la squadra polacca presenta alcune novità, con i rientri di Cristiano Zanetti e Okan a centrocampo, e Adriano in campo dal primo minuto. Il primo tempo é stato giocato su buoni ritmi, con un pressing alto da parte di entrambe le formazioni, e numerose conclusioni, soprattutto introno alla mezz'ora. Nel giro di pochi minuti tre chiare azioni da gol per i nerazzuri con Kallon e Adriano, cui hanno risposto i polacchi con due iniziative respinte da Toldo e da Georgatos sulla linea. La prima frazione di gara si chiude a reti bianche, con una buona Inter, incapace di fare sua la gara.

Il secondo tempo, nonostante la sostituzione di Gresko per Georgatos, si apre sulla falsa riga del primo, con i polacchi che chiudono bene tutti gli spazi e l'Inter che nel tentativo di scardinare la difesa avversaria, concede qualche spazio. Fino al minuto 60, quando comincia lo show di Kallon. Adriano effettua un gran tiro da fuori area, la palla sbatte sulla traversa e s'impenna fino al tapin vincente di Kallon. Tre minuti dopo Okan mette in area un pallone su cui si avventa ancora Kallon, che con una magistrale rovesciata insacca il raddoppio. Spazio per Dalmat e per Emre, in campo al posto di Seedorf e Guglielminpietro. La coppia Kallon Adriano funziona a meraviglia, e conferma il proprio affiatamento con ripetuti scambi ravvicinati e numerose conclusioni a rete. Dopo le due reti nerazzurre la gara non é più stata in discussione, con i ragazzi di Cuper molto attenti a non commettere errori in difesa, ma prontissimi a sfruttare gli spazi che i polacchi lasciavano nel tentativo di avanzare la propria manovra. Adriano meriterebbe la marcatura, dopo aver provocato il primo gol di Kallon e dopo aver cercato il gol in ogni modo.

Una buona Inter, soprattutto nel secondo tempo, con grandi prestazioni di Adriano, Kallon e Cristiano Zanetti, ammonito e autore di una prova di carattere. Tra tredici giorni, a Cracovia, si gioca la gara di ritorno.

IL TABELLINO

Marcatori: Kallon 61' e 64'

INTER (4-4-2): Toldo; Vivas, Cordoba, Simic, Georgatos (Gresko al 46'); Okan, Seedorf (Dalmat al 65'), C.Zanetti, Guglielminpietro (Emre al 76'); Kallon, Adriano.
A disposizione: Fontana, Gresko, Dalmat, Emre, J.Zanetti, Farinos, Ventola.
Allenatore: Cuper

WISLA (4-4-2): Sarnat; Kuzera, Moskal, Glowaki, Bogdan Zajac; Pater, Szymkoviak, Moscalewicz, Kaliciak; Zurawski, Frankowski (Nicinski all'81').
A disposizione: Przybylski, Czrewec, Bogdan, Sunday, Pawel Brozek, Baszczynski, Szalgea.
Allenatore: Smuda.

Ammoniti: 88' Czrewec, 91' Kaliciak, 92' C.Zanetti

in campo

Toldo 1SARNAT
Vivas 31BOGDAN ZAYAC
Simic 13GLOWACKI
Cordoba 2MOSKAL
Georgatos 21KUZERA
Okan 77KALICIAK
Seedorf 10MOSCALEWICZ
Zanetti 6SZYMKOWIAK
Guglielminpietro 11PATER
Adriano 28FRANKOWSKI
Kallon 3ZURAWSKI

panchina

Fontana 12PRZYBYLSKI
Gresko 24CZREWEC
Zanetti 4SZALGEA
Dalmat 18MAREC ZAYAC
Emre 33SUNDAY
Ventola 78NICINSKI
PAWEL BROZEK