Risultato finale

11 Gennaio 2020 20:45

Inter
4' Martínez
1 - 1
Atalanta
30' (2t) Gosens
arbitro Gianluca Rocchi / guardalinee Carbone, Giallatini / 4° uomo Doveri / assistenti Irrati, Vivenzi
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Si chiude la prima frazione di gioco a San Siro: Inter in vantaggio sull'Atalanta grazie al gol di Lautaro Martinez al 4'!
45' Segnalato un minuto di recupero
44' Sensi scambia con Lukaku al limite poi conclude con il destro ma non colpisce bene il pallone
42' Ammonito anche Conte per proteste
42' Palomino durissimo da dietro su Sensi. Ammonizione per il difensore dell'Atalanta
41' Grande intervento di Handanovic sul colpo di testa di Toloi. Corner per l'Atalanta
36' Zapata manda al tiro Gomez, che chiude troppo il destro e non impensierisce Handanovic. Palla fuori
34' Appoggio di Lukaku per il sinistro di Godin: palla fuori di un metro. Applausi per l'Inter!
31' Lautaro viene steso al limite, la palla finisce a Sensi che conclude ma senza trovare la porta
30' Ritmi altissimi, soprattutto in casa Inter, in questa prima mezz'ora di match
24' Sinistro a giro di Lukaku dai 20 metri, Gollini para in due tempi
24' De Roon in ritardo su Gagliardini: giallo inevitabile per il centrocampista olandese
22' Inter vicinissima al 2-0: Lautaro si avventa su un pallone in area, elude con lo scavetto l'uscita bassa di Gollini ma Palomino respinge sulla linea ed evita di testa il raddoppio!
19' Palla rasoterra di Gomez dal lato corto dell'area, Handanovic si distende a terra e blocca il pallone
16' Colpo di testa di Duvan Zapata dopo la sponda aerea di Pasalic. Conclusione debole, facile la parata per Handanovic
14' Lautaro e Lukaku duettano ancora benissimo sulla trequarti, poi Big Rom cerca di allargare sulla destra ma non si capisce con Candreva. Recupera palla l'Atalanta
9' Rocchi non fischia un fallo su Lautaro, poi Ilicic serve Pasalic che calcia con il sinistro dal limite ma non inquadra la porta
8' Ammonito Hateboer dopo un intervento durissimo su Biraghi
7' Destro da fuori area di Candreva, potente ma centrale. Para Gollini
6' Ancora Inter pericolosa con Lukaku che protegga palla su Djimsiti, poi entra in area ma è sfavorito da un rimpallo che agevola l'intervento di Gollini
4' GOL! GOOOOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL! Il Torooooooo! Subito nerazzurri in vantaggio: Lautaro e Lukaku scambiano al limite, il Toro vince il duello con Toloi poi batte Gollini: 1-0!!!
1' Subito Inter in avanti con Lukaku che controlla palla tra tre avversari e calcia con il mancino colpendo il palo. Rocchi però ferma tutto per posizione irregolare rilevata dal guardalinee!
1' Inizia in questo momento il match! Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Primo impegno del 2020 al "Meazza" per l'Inter di Antonio Conte, che dopo il bel successo di Napoli ospita l'Atalanta nell'anticipo della 19^ giornata di Serie A
Minuti Cronaca
49' Triplice fischio a San Siro: termina 1-1 a San Siro il match tra Inter e Atalanta. Gosens risponde nel secondo tempo al vantaggio di Lautaro
46' Sinistro di Borja Valero che mette i brividi a Gollini ma termina sul fondo
45' Nell'Atalanta entra Castagne per Gosens
45' Segnalati 4 minuti di recupero!
44' Ammonizione per Malinovskyi dopo un fallo tattico su Brozovic
44' HANDANOVIIIIIIIIC! Samir ipnotizza Muriel e neutralizza il rigore! Si resta sull'1-1!!!
43' Rocchi fischia un rigore tra le proteste nerazzurre per un contatto tra Bastoni e Malinovskyi
41' Grandissima giocata e conclusione di Brozovic dal limite: Gollini blocca in due tempi evitando il tap-in di Borja Valero
38' Ammonito Godin dopo un contrasto con Gomez. Punizione per l'Atalanta
35' Cambio per l'Inter: Politano prende il posto di Lautaro Martinez
34' Colpo di testa di Muriel, facile la parata di Handanovic
30' L'Atalanta trova il pareggio con Gosens, che - favorito da un rimpallo - approfitta di un'indecisione di Candreva e batte Handanovic per l'1-1
29' Bordata dalla lunga distanza di Malinovskyi: Handanovic controlla il pallone che termina alto di un paio di metri sopra la traversa
26' Primo cambio per Mister Conte: Borja Valero prende il posto di un applauditissimo Sensi
25' Secondo cambio nell'Atalanta: fuori Pasalic, al suo posto Muriel
22' Volée altissima di Gosens dopo l'appoggio aereo di Gomez
20' Fallo di Sensi su Gomez: cartellino giallo per il numero 12 interista
15' Ritmi ragionevolmente più bassi in questa fase del match. È l'Atalanta adesso che prova a uscire dalla sua trequarti e a impensierire la retroguardia interista
10' Sinistro di Malinovskyi dal limite, la palla colpisce il palo esterno e termina sul fondo
8' Cambio nell'Atalanta: fuori Zapata, dentro Malinovskyi
3' Lukaku vince il duello con Toloi poi cerca Candreva sul secondo palo ma il pallone è leggermente troppo lungo
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!

Biraghi
5.15
5.15
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Handanovic
8.51
8.51
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
6.56
6.56
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Candreva
4.66
4.66
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
5.1
5.1
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Valero
5.43
5.43
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Politano
4.27
4.27
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.35
7.35
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
7.08
7.08
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Godin
6.14
6.14
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sensi
6.08
6.08
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.43
6.43
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
6.7
6.7
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6.11 INVIA VOTI
5 tiri porta 6
4 tiri fuori 7
22 falli fatti 13
0 angoli 4
2 fuorigioco 3
36% possesso 64%

L'Inter non vince da tre partite di Serie A contro l'Atalanta (due pareggi per 0-0 e una sconfitta per 4-1), dopo aver trovato cinque successi nelle precedenti sette sfide (1N, 1P).

Soltanto la Juventus (214) ha rifilato all’Atalanta più gol rispetto all’Inter (207) nel massimo campionato italiano. Il punteggio più frequente tra Inter e Atalanta in Serie A è l'1-1, finale di 20 incontri: l'ultimo nel gennaio 2016.

L’Inter ha vinto tutte le ultime sei sfide di Serie A giocate contro l’Atalanta al Meazza nel girone d’andata, tenendo la porta inviolata in quattro di queste (comprese le tre più recenti).

L'Atalanta ha realizzato 48 reti nelle prime 18 gare di questo campionato: l’ultima squadra ad aver segnato 48 o più gol, dopo altrettante gare di una singola stagione di Serie A, è stata la Fiorentina nel 1958/59. Con una rete, i bergamaschi stabilirebbero il primato di marcature nelle prime 19 partite di Serie A negli ultimi 60 anni.

Atalanta ha guadagnato 34 punti dopo 18 partite, stabilendo il proprio record in Serie A; inoltre, contando sempre i tre punti a vittoria, i bergamaschi non hanno mai collezionato più di 35 punti in un girone di andata nel massimo campionato (2016/17).

144 tiri nello specchio per l’Atalanta, seconda in graduatoria nei maggiori cinque campionati europei, dietro soltanto al Manchester City (145); segue il Real Madrid con 128, 16 in meno.

L’Atalanta è, assieme al Cagliari, una delle due squadre a non aver incassato gol con conclusioni da fuori area in questo campionato e quella che ne ha messi a segno di più (nove) dalla distanza.

Roberto Gagliardini e Alessandro Bastoni hanno esordito entrambi in Serie A con la maglia dell’Atalanta, collezionando rispettivamente 14 e sette presenze con i bergamaschi nella competizione.

Il primo gol di Josip Ilicic in Serie A è arrivato proprio contro l’Inter, a settembre 2010, con la maglia del Palermo. In generale, contro i nerazzurri, Ilicic ha preso parte attiva a otto reti (quattro gol, quattro assist): solo contro il Bologna ha fatto meglio (nove).

Alejandro Gomez è il giocatore che ha segnato più gol nei primi 15 minuti di gioco (tre sui sei totali), mentre Lautaro Martínez quello che ne ha realizzati di più (sei sui nove complessivi) nella prima mezzora di gara in questo campionato.

Quello di oggi è il primo rigore sbagliato dall'attaccante dell'Atalanta Luis Muriel in Serie A, sugli 11 calciati.

La striscia positiva dell'Inter in casa contro l'Atalanta dura da cinque partite: 4 successi e un pareggio (lo 0-0 della passata stagione), subendo un solo gol.

L’Inter è la squadra che è rimasta in vantaggio per più minuti in questo campionato: 846, almeno 263 più di ogni altra squadra.

L’Inter è la squadra che ha segnato più gol di testa (cinque) nelle gare interne della Serie A in corso e, assieme al Verona, una delle due a non averne ancora incassati con questo fondamentale nei match casalinghi.

L’Inter ha subito soltanto un gol su sviluppi di calcio da fermo (rigore vs Verona): record in questo campionato ed è la squadra che conta il maggior numero di giocatori andati in gol in Serie A: 13, seguita proprio dall'Atalanta con 12.

Romelu Lukaku ha segnato 14 gol nelle prime 18 partite di campionato; si tratta della sua migliore annata a livello di reti a questo punto della stagione. L’ultimo giocatore a realizzare almeno 15 reti nelle sue prime 19 gare in assoluto di Serie A fu Andriy Shevchenko nel 1999/2000.

Soltanto il tandem del Bayern Monaco, Robert Lewandowski e Serge Gnabry (39 gol in due), ha segnato più reti della coppia dell’Inter, Lukaku-Lautaro (30 centri in totale), nei Top-5 europei tra campionato, Champions League ed Europa League.

Marcelo Brozovic ha fornito quattro assist nelle ultime cinque presenze di Serie A: uno in più rispetto a quanti ne ha serviti nelle precedenti 46.

Quello di Lautaro Martínez è il suo primo gol in campionato segnato su assist di Romelu Lukaku.

Lautaro Martínez è il giocatore che ha segnato più gol nei primi 30 minuti di gioco in questo campionato (7/10).

vittorie(41) pareggi(10) sconfitte(9)

MILANO - Il corpo disteso, la mano allungata. Guardatela, l'istantanea del minuto 88'. Sembra quella di un supereroe proteso a difesa del proprio fortino. Samir Handanovic al minuto 88 in Inter-Atalanta ha vestito i panni di Superman ed è letteralmente volato a neutralizzare il rigore di Muriel. Ha difeso così la porta dalla possibile vittoria dei bergamaschi, arrembanti nella ripresa di un match iniziato con il gol di Lautaro Martinez e concluso con il sinistro di Borja Valero a sibiliare vicino al palo di Gollini. 1-1, con l'Inter che sale a quota 46, senza rimpianti e recriminazioni: terzo pareggio casalingo, al termine di un match duro e tosto. Ci siamo, sempre.

Intensa, come non poteva essere altrimenti. A ritmi alti, con duelli dal primo minuto. Inter-Atalanta inizia proprio come tutti si aspettavano, a una velocità elevata. Talmente alta che dopo 20 secondi San Siro sospira per un gran palo di Lukaku, in un'azione fermata però da un fuorigioco. Un segnale, però, del livello di aggressività dell'Inter, che azzanna la partita come spesso accaduto in stagione, trovando subito il gol del vantaggio. Neanche a dirlo, grazie a Lautaro Martinez, autentico apriscatole stagionale. Combinazione veloce con Lukaku, uno-due che manda in tilt la difesa di Gasparini, Toloi buca, il Toro trafigge Gollini: 15esimo gol stagionale, il decimo in campionato, il settimo nei primi 30 minuti del match.

L'avvio della squadra di Conte è davvero tosto e dispendioso. L'Atalanta, in più di un'occasione, non riesce a proporre il suo calcio aggressivo, quasi sorpresa dall'arrembante avvio nerazzurro. La squadra di Gasperini propone solo sprazzi, soprattutto sulla destra con Hateboer, mentre affida a Pasalic le incursioni centrali. Gomez e Ilicic restano imbrigliati, mentre l'Inter dà continuità alla sua azione andando diretta sulle punte. I movimenti di Lautaro e Lukaku mettono in grande difficoltà la retroguardia bergamasca. Al 22' Lautaro, dopo l'ennesimo spazio apertogli da Lukaku, inventa un pallonetto sull'uscita di Gollini, con il salvataggio provvidenziale di Palomino. Agli attacchi nerazzurri partecipano tutti gli uomini di Conte: Godin va addirittura al tiro concludendo un bello scambio. Nel finale di tempo la pressione dell'Inter cala dando spazio all'Atalanta che ha, al 39', una colossale occasione per pareggiare: Handanovic è immenso nel respingere il colpo di testa di Toloi, poi una mega-mischia nell'area piccola si traduce in un calcio d'angolo.

Le avvisaglie del calo nerazzurro si materializzano nella ripresa, con l'Atalanta più reattiva e spregiudicata, anche grazie all'ingresso di Malinovskyi, autentica spina per tutta la ripresa. Al 55' l'ucraino scuote il palo alla destra di Handanovic con un grande sinistro, poi è Gosens a spaventare il nostro portiere dopo una grande azione degli ospiti. L'Inter fatica nelle uscite, trova più di rado l'appoggio sulle punte, pur chiudendo con attenzione gli spazi, anche grazie all'ottima prova dei tre centrali. Al 75', però, quasi all'improvviso, l'Atalanta trova il pari con Gosens, bravo a beffare Candreva e Handanovic in area.

Un 1-1 che gela San Siro e dà maggior forza agli ospiti per provare il colpaccio. La partita si apre del tutto, con le squadre più lunghe. Gomez stampa sulla traversa un gran destro, poi cancellato dalla bandierina alzata del guardalinee. Brozovic, inventa un sinistro volante e centrale. Può succedere di tutto, e infatti all'88' l'Atalanta ha la chance per vincere: fallo di Bastoni su Malinovskyi e rigore. Muriel contro Handanovic, destro incrociato e miracolosa parata del capitano nerazzurro. Un intervento fantastico, che ridà fiato ai nerazzurri che nel recupero, con Borja Valero, vanno vicini al gol del 2-1.

L'1-1 finale è forse il risultato giusto, blindato dalla magia di Handanovic. Un punto che porta l'Inter a quota 46, con un pizzico di rammarico per un secondo tempo meno aggressivo del primo ma con la consapevolezza che con l'Atalanta niente era scontato. Con l'aiuto di tutti, da Lautaro ad Handanovic, ancora una volta i ragazzi hanno scaldato i cuori dei 70mila di San Siro.

INTER-ATALANTA
 

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 87 Candreva, 5 Gagliardini, 77 Brozovic, 12 Sensi (20 Borja Valero 71'), 34 Biraghi; 9 Lukaku, 10 Lautaro (16 Politano 80').
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 7 Sanchez, 8 Vecino, 13 Ranocchia, 19 Lazaro, 21 Dimarco, 30 Esposito, 31 Pirola, 32 Agoumé. 
Allenatore: Antonio Conte.

ATALANTA (3-4-1-2): 95 Gollini; 2 Toloi, 6 Palomino, 19 Djimsiti; 33 Hateboer, 15 De Roon, 88 Pasalic (9 Muriel 70'), 8 Gosens (21 Castagne 90'); 10 Gomez; 72 Ilicic, 91 Zapata (18 Malinovskyi 53').
A disposizione: 31 Rossi, 57 Sportiello, 5 Masiello, 11 Freuler, 17 Piccoli, 20 Da Riva, 55 Okoli, 79 Traore, 87 Heidenreich.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Marcatori: 4' Lautaro (I), 75' Gosens (A)
Ammoniti: Hateboer (A), De Roon (A), Palomino (A), Sensi (I), Godin (I)
Note: ammonito Antonio Conte. Samir Handanovic para un rigore a Muriel all'88'​​​​​​​
Recupero: 1', 4'.

Arbitro: Rocchi.
Assistenti: Carbone, Giallatini.
Quarto uomo: Doveri.
VAR e Assistente VAR: Irrati, Vivenzi.

in campo

Handanovic 1 95 Gollini
Godin 2 2 Toloi
de Vrij 6 6 Palomino
Bastoni 95 19 Djimsiti
Candreva 87 33 Hateboer
Gagliardini 5 15 De Roon
Brozovic 77 88 Pasalic
Sensi 12 8 Gosens
Biraghi 34 10 Gomez
Lukaku 9 72 Ilicic
Martínez 10 91 Zapata

panchina

Padelli 27 31 Rossi
Berni 46 57 Sportiello
Sanchez 7 5 Masiello
Vecino 8 9 Muriel
Ranocchia 13 11 Freuler
Politano 16 17 Piccoli
Lazaro 19 18 Malinovskyi
Valero 20 20 Da Riva
Dimarco 21 21 Castagne
Esposito 30 55 Okoli
Pirola 31 79 Traore
Agoume 32 87 Heidenreich

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.