Risultato finale

23 Dicembre 2020 18:30

Hellas Verona
18' (2t) Ilic
1 - 2
Inter
24' (2t) Skriniar
7' (2t) Martínez
arbitro Piero Giacomelli / guardalinee Liberti, Geletto / 4° uomo Di Martino / assistenti Calvarese, Mondin
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
48' Si chiude la prima frazione di gioco al "Bentegodi": 0-0 il parziale tra Hellas Verona e Inter all'intervallo
48' Zaccagni entra in ritardo su Barella. Cartellino giallo anche per il numero 20 dell'Hellas Verona
46' Trattenuta di Brozovic su Zaccagni: cartellino giallo per il numero 77 nerazzurro
44' Saranno tre i minuti di recupero
43' Destro di Young dopo il cross di Brozovic, si immola Faraoni che respinge con il corpo
40' Gioco fermo per un problema a Salcedo, che ha rimediato un taglio alla nuca dopo uno scontro di gioco
37' Brozovic dalla bandierina, Bastoni svetta al centro dell'area e colpisce di testa ma non inquadra la porta
36' Miracolo di Silvestri sul destro di Lautaro, servito da Lukaku. L'estremo difensore gialloblu alza sopra la traversa la conclusione del "Toro". Corner per l'Inter
31' Problemi fisici per Dawidowicz dopo il fallo su Lautaro. Juric costretto al cambio, al suo posto entra Lovato
30' Brozovic su Lukaku che in area prova a smorzare il pallone per l'inserimento di Lautaro, ma l'assist con il petto del numero 9 nerazzurro è troppo lungo. Blocca Silvestri
29' Lautaro si libera della marcatura di Dawidowicz, che lo trattiene e rimedia il primo cartellino giallo del match
27' Ripartenza di Lukaku, che accelera su Zaccagni poi cerca Perisic al centro. Dawidowicz è attento e spazza l'area
26' Occasione per la formazione di casa: Dimarco servito da Zaccagni entra in area da sinistra e si presenta a tu per tu con Handanovic, bravissimo a sbarrare la porta all'ex nerazzurro
22' Risultato ancora fermo sullo 0-0 dopo il primo quarto di gara. Match equilibrato al "Bentegodi" e poche emozioni finora
18' Punizione di Dimarco, ma né Magnani né Ceccherini riescono ad arrivare sul pallone all'altezza del secondo palo
14' Traversone di Ashley Young sporcato da Faraoni. Silvestri fa suo il pallone e fa ripartire l'azione della squadra di casa
12' Punizione di Dimarco dalla trequarti, ci prova Dawidowicz dopo un paio di rimpalli ma la sua conclusione è murata. Arriva poi il traversone di Tameze, ma Handanovic blocca in tranquillità
8' Inter aggressiva: cross di Lautaro dalla destra, Ceccherini si oppone con il corpo e concede corner. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, destro dal limite di Young che non trova la porta di poco
5' Filtrante di Brozovic per l'inserimento di Perisic, chiuso al momento dell'ingresso in area da Dawidowicz. Silvestri poi rilancia liberando l'area
1' Giacomelli dà il via al match in questo momento: comincia Hellas Verona-Inter con il primo pallone giocato dai nerazzurri. Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Ultimo match del 2020 per l'Inter di Antonio Conte che, ospite dell'Hellas Verona, insegue il settimo successo consecutivo in campionato
Minuti Cronaca
48' Triplice fischio al "Bentegodi"! L'Inter espugna anche il campo dell'Hellas Verona e chiude il 2020 centrando la settima vittoria consecutiva in campionato: decidono i gol di Lautaro e Skriniar!!!
48' L'Inter trova il terzo gol con Lukaku dopo un'altra accelerazione straordinaria di Hakimi, ma Giacomelli annulla per un fallo di "Big Rom" su Magnani
45' Devastante Hakimi sulla destra, cross per Lukaku che deve solo spingere in rete ma in scivolata riesce solo a sfiorare il pallone
45' Segnalati tre minuti di recupero
44' Altra accelerazione di Lukaku, che strappa su Magnani e punta Ceccherini: serie di doppi passi e conclusione con il sinistro. Impatto però sfortunato al momento del tiro e palla lontana dalla porta
43' Grande azione di Lukaku, che mette a sedere Magnani ma non riesce poi a servire Barella sul secondo palo. Silvestri in tuffo fa suo il pallone
42' Cambio per l'Inter: Gagliardini prende il posto di Lautaro
40' Punizione di Dimarco dai 20 metri: la palla supera la barriera ma non inquadra la porta
38' Fallo tattico di Bastoni su Dimarco. Cartellino giallo per il difensore nerazzurro
37' Grande anticipo di Bastoni che fa ripartire l'azione dell'Inter: Lukaku conclude con un destro deviato in corner da Ceccherini. Continuano ad attaccare i nerazzurri!
34' Grande protezione del pallone di Lukaku sul lancio di Young, Magnani è costretto al fallo e rimedia l'ammonizione
31' Destro dalla distanza di Hakimi, Silvestri si distende e blocca
29' Azione di forza di Lautaro, che protegge palla ed entra in area ma viene murato in corner dal rientro di Tameze
25' Primo cambio per Conte: Vidal prende il posto di Perisic
24' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Skriniaaaaaar! Colpo di testa vincente del numero 37 nerazzurro su corner battuto dalla destra: l'Inter si riporta in vantaggio!!!
19' Accelerazione impressionante di Hakimi, steso da Dimarco prima dell'ingresso in area. Giallo inevitabile per l'esterno ex Inter
18' Incredibile pareggio dell'Hellas Verona: Handanovic si fa sfuggire il pallone sul cross di Faraoni, Ilic ruba il tempo a Skriniar e deposita in rete
17' Inter ancora pericolosa sull'asse Hakimi-Lautaro: accelerazione dell'esterno marocchino, destro del Toro e Silvestri blocca a terra in due tempi
16' Traversone di Brozovic, palla troppo su Silvestri, che blocca senza troppi problemi
14' Ultimo cambio per l'Hellas Verona: problema muscolare per Lovato, al suo posto Gunter
11' Sinistro di Ilic da fuori area. Nessun pericolo per Handanovic, che controlla il pallone terminare sui cartelloni pubblicitari
8' Doppio cambio nell'Hellas Verona: fuori Colley e Zaccagni, dentro Ruegg e Lazovic
7' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Il Toroooooooo! Cross di Hakimi dalla destra e anticipo perfetto di Lautaro, che brucia Lovato e con una straordinaria volée batte Silvestri: 1-0 per i nerazzurri!!!
6' Cross pericoloso di Hakimi dalla destra, Faraoni chiude sul secondo palo e si rifugia in out
2' Destro a giro di Barella, servito da Lautaro. Palla fuori alla sinistra di Silvestri
1' Si riparte: ultimi 45' del 2020! Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Il secondo tempo inizia con una novità nella formazione di casa: Ilic prende il posto di Salcedo

Handanovic
3.77
3.77
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
5.36
5.36
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
3.92
3.92
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
4.88
4.88
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.9
6.9
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.6
7.6
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
6.73
6.73
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.44
6.44
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.6
6.6
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
6.7
6.7
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
5.82
5.82
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
7.61
7.61
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
5.62
5.62
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6 INVIA VOTI
6 tiri porta 18
2 tiri fuori 5
16 falli fatti 20
2 angoli 8
0 fuorigioco 0
40% possesso 60%

L’Inter è la squadra contro cui il Verona ha vinto in percentuale meno gare in Serie A: 7%, quattro successi in 58 partite (min.10 sfide).

Il Verona non ha vinto alcuna delle ultime 18 sfide contro l’Inter in Serie A (4N, 14P), l’ultima vittoria dei veneti contro i nerazzurri nel torneo risale al 1992.

I gialloblù non hanno mai infilato una striscia di 19 match senza successi contro una singola avversaria nel massimo campionato.

L’Inter ha vinto sei delle ultime nove gare in trasferta contro il Verona in Serie A (3N), segnando 20 gol nel parziale (2.2 di media a match).

Il Verona ha raccolto un solo punto nelle ultime tre gare interne di Serie A (1N, 2P): non registra quattro partite di fila senza successi in casa nel massimo campionato dal settembre 2019 (sei in quel caso, 2N, 4P).

L'Inter arriva da sei successi di fila in Serie A: i nerazzurri non collezionano sette vittorie consecutive nel corso di un singolo campionato dal novembre 2018, con Luciano Spalletti in panchina.

Con 32 gol nelle prime 13 partite stagionali di Serie A, questo è il miglior inizio a livello realizzativo dell'Inter dal 2009/10 - con più di una rete in questo match, si tornerebbe al 1960/61, quando i centri erano 34 dopo 14 gare.

Gli ultimi sette gol dell’Inter in Serie A sono arrivati tutti nel secondo tempo, tre dei quali firmati da Lukaku.

Ivan Perisic dell'Inter ha preso parte a sei reti nelle sue ultime tre sfide di Serie A contro il Verona, grazie a tre reti e altrettanti assist.

Eddie Salcedo, che ha un trascorso nella Primavera dell’Inter, é l’unico giocatore nato dopo l’1/1/2001 che vanta più di 20 presenze in Serie A (27 in totale per lui).

L’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku é uno dei tre giocatori dei top-5 campionati europei che dall'inizio della scorsa stagione (2019/20) ha realizzato tutti i rigori calciati tra chi ne ha tirati almeno 9 (Veretout e Oyarzabal gli altri due).

100ª presenza per Stefan de Vrij con l'Inter in tutte le competizioni.

Tutti i sei gol in questo campionato di Lautaro Martínez sono arrivati su assist di giocatori differenti.

 

L'Inter ha il miglior attacco nei secondi tempi di gioco nei cinque maggiori campionati europei, con 23 gol.

L'Inter ha eguagliato il suo record di gol in un singolo anno solare in tutte le competizioni dal 1929/30: 108, stabilito nel 1961 e nel 2007.

L'Inter ha vinto sette partite consecutive in Serie A nel corso di un singolo campionato per la prima volta dal novembre 2018, con Luciano Spalletti in panchina.

Era dal 1960/61 che l’Inter non segnava almeno 34 reti nelle prime 14 gare stagionali di Serie A.

vittorie(21) pareggi(11) sconfitte(6)

MILANO - Chiudere l'anno con il dolce della vittoria, la settima consecutiva in campionato. Missione compiuta per l'Inter, implacabile anche al Bentegodi, in un match scorbutico come da pronostico ma gratificante nel risultato e nella classifica. I graffi sono quelli di Lautaro e Skriniar, tornato a segnare a quasi tre anni dall'ultimo sigillo in nerazzurro. Vince 2-1 l'Inter contro l'Hellas e lo fa con il solito secondo tempo con una marcia in più, in una ripresa nella quale tutte le qualità dei nerazzurri si sono espresse al meglio, dopo che i primi 45' erano stati bloccati in una sfida tutta di tattica.

Senza centravanti veri, Juric propone il suo 3-4-2-1 con Colley e Salcedo che si alternano nel ruolo di falso nueve. Lo schema è classico e definito: quello di andare a pressare alto i nerazzurri e di soffocare il gioco avversario. Conte per la prima volta in stagione schiera Perisic in versione ala offensiva, in un tridente con Lautaro e Lukaku. Il 3-4-3 vede Hakimi e Young sulle fasce, con Brozovic e Barella in mediana.

Match bloccato, come detto, con le occasioni che nel primo tempo scarseggiano. Gli squilli dell'Inter nascono soprattutto dalla sinistra, prima con un tiro di Young e poi con un guizzo di Lukaku, assist al centro per Lautaro e destro di prima con grande risposta di Silvestri. Il Verona è attento ma punge poco. L'occasione più grande, però, la trova proprio la squadra di Juric con Dimarco che costringe Handanovic al grande intervento in un uno contro uno al 26'.

La marcia in più l'Inter la innesta subito dopo l'intervallo. Le sgasate di Hakimi sulla destra iniziano a essere un serio problema per il Verona, che va spegnendosi fisicamente contemporaneamente alla crescita mostruosa dell'esterno marocchino. Il gol del vantaggio nerazzurro è un capolavoro: cross di Hakimi dalla destra e anticipo strepitoso di Lautaro. Un gesto classico del Toro, come quello che ha portato al palo contro il Borussia: questa volta la volée è vincente, accarezza il palo lontano e va in porta.

Il gol del Toro non dà però la sicurezza ai nerazzurri. Il Verona, sornione, trova il pareggio: cross di Faraoni e infortunio di Handanovic, a cui sfugge il pallone. Ilic, entrato da poco, è lesto a fare 1-1. Non è però serata da lasciar punti per strada. La convinzione dell'Inter di trovare la vittoria è feroce e si traduce in un altro gol classico di questa stagione: palla mossa su corner come a Cagliari, cross di Brozovic sul secondo palo e stacco di testa vincente di Skriniar per il 2-1. Lo slovacco non andava a segno in Serie A da 1033 giorni, era il febbraio 2018, contro il Benevento.

Il Verona non ha le forze per aggredire l'Inter, anche se non molla fino alla fine. Dimarco ci prova da calcio piazzato, la squadra di Conte scatena le ripartenze di Hakimi e si appoggia su un monumentale Lukaku, capace di dettare i ritmi, fare letteralmente a sportellate davanti e di sfiorare il tris.

Si chiude così il 2020 come era iniziato: con una vittoria in trasferta. Da Napoli-Inter 1-3 del 6 gennaio all'1-2 del Bentegodi. 51 partite, 109 gol. Ma quello che più conta sono i 33 punti in classifica. Il 3 gennaio si torna in campo, a San Siro, contro il Crotone. La marcia deve continuare.

IL TABELLINO

HELLAS VERONA (3-4-2-1): 1 Silvestri; 27 Dawidowicz (6 Lovato 31'; 21 Gunter 59'), 23 Magnani, 17 Ceccherini; 5 Faraoni, 61 Tameze, 4 Veloso, 3 Dimarco; 20 Zaccagni (8 Lazovic 53'), 90 Colley (19 Ruegg 53'); 9 Salcedo (14 Ilic 46').
A disposizione: 22 Berardi, 25 Pandur, 13 Udogie, 15 Cetin, 45 Yeboah, 72 Danzi, 99 Bertini.
Allenatore: Ivan Juric.

INTER (3-4-3): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 15 Young; 14 Perisic (22 Vidal 70'), 9 Lukaku, 10 Lautaro (5 Gagliardini 87').
A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia,33 D'Ambrosio, 36 Darmian.
Allenatore: Antonio Conte.

Marcatori: 52' Lautaro (I), 63' Ilic (V), 69' Skriniar (I)
Ammoniti: Dawidowicz (V), Brozovic (I), Zaccagni (V), Dimarco (V), Magnani (V), Bastoni (I)
Recupero: 3' - 3'.

Arbitro: Giacomelli.
Assistenti: Liberti, Galetto.
Quarto Uomo: Di Martino.
VAR: Calvarese.
Assistente VAR: Mondin.

in campo

Silvestri 1 1 Handanovic
Dawidowicz 27 37 Skriniar
Magnani 23 6 de Vrij
Ceccherini 17 95 Bastoni
Faraoni 5 2 Hakimi
Tameze 61 23 Barella
Veloso 4 77 Brozovic
Dimarco 3 15 Young
Zaccagni 20 14 Perisic
Colley 90 9 Lukaku
Salcedo 9 10 Martínez

panchina

Berardi 22 27 Padelli
Pandur 25 97 Radu
Lovato 6 5 Gagliardini
Lazovic 8 11 Kolarov
Udogie 13 12 Sensi
Ilic 14 13 Ranocchia
Cetin 15 22 Vidal
Ruegg 19 33 D'Ambrosio
Gunter 21 36 Darmian
Yeboah 45
Danzi 72
Bertini 99

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.