Risultato finale

27 Agosto 2021 20:45

Hellas Verona
15' Ilic
1 - 3
Inter
48' (2t) Correa
38' (2t) Correa
2' (2t) Martínez
arbitro Gianluca Manganiello / guardalinee Alassio, Mondin / 4° uomo Giua / assistenti Irrati, Rapuano
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Si chiude la prima frazione di gioco al "Bentegodi". Dopo un avvio difficile, padroni di casa in vantaggio grazie al gol di Ilic
45' Segnalato un minuto di recupero nella prima frazione di gioco
45' Brozovic al limite per il controllo con il petto e la conclusione al volo di Lautaro. Palla distante dalla porta gialloblu
44' Cross tagliato di Perisic e colpo di testa di Lautaro, che anticipa tutti ma trova il piede di Gunter a salvare Montipò
42' Occasione in contropiede del Verona su un altro pallone sbagliato in impostazione: Barak manda al tiro Cancellieri che spedisce alto da buona posizione
39' L'Inter trova il pareggio sul cross di Dzeko e dopo la sponda aerea di Perisic ma c'è un fallo di Lautaro su Montipò, che manca la presa. Annullato l'1-1
34' Cross sul secondo palo di Dzeko per Perisic. Faraoni copre il pallone che termina sul fondo
28' Cartellino giallo per Magnani dopo l'ennesimo fallo su Dzeko. È il primo ammonito del match
23' Cross di Calhanoglu per il colpo di testa di Barella, che non termina lontano dalla porta di Montipò
21' Dopo quindici minuti in apnea il Verona recupera un po' di coraggio dopo il gol fortunoso. Ci prova Faraoni dalla distanza ma non trova la porta
15' Clamoroso vantaggio dell'Hellas Verona sull'errore in fase di uscita di Handanovic: Ilic anticipa Brozovic e batte il capitano nerazzurro con un tocco morbido
13' Miracolo di Montipò, che neutralizza il destro di Lautaro Martinez, rapidissimo ad approfittare di un pallone vagante in area e a concludere con il destro sul primo palo. Corner per i nerazzurri!
11' Tentativo dalla distanza di Calhanoglu, respinto dal muro gialloblu
10' Filtrante di de Vrij per Darmian, che scappa verso la porta ma viene anticipato dalla diagonale precisa di Lazovic, che alleggerisce su Montipò
5' Barella colpito al volto sulla trequarti: calcio di punizione per i nerazzurri, con Calhanoglu pronto a incaricarsi della battuta e a mettere il pallone al centro
2' Insistono i nerazzurri, prima con il cross di Perisic poi con il contro-cross di Barella, che permette all'Inter di guadagnare il primo corner del match!
1' Parte subito forte l'Inter: cross dalla sinistra di Perisic, Magnani anticipa tutti di testa e libera l'area
1' Ecco il fischio di Manganiello! Comincia il match: primo pallone giocato dai nerazzurri. Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Inzaghi conferma per 10/11 la formazione che ha firmato il poker contro il Genoa: l'unica novità è il ritorno di Lautaro Martinez al posto di Sensi. Scontata la giornata di squalifica, il Toro è pronto a fare coppia con Dzeko
1' Venerdì di campionato per l'Inter di Simone Inzaghi, di scena al "Bentegodi" per la prima trasferta della Serie A 21/22. Dopo il successo all'esordio contro il Genoa, i nerazzurri sfidano la formazione allenata da Di Francesco
Minuti Cronaca
49' Triplice fischioooooo! Seconda vittoria consecutiva per l'Inter, che non fallisce l'appuntamento con la prima trasferta stagionale e batte il Verona in rimonta grazie al gol di Lautaro e alla doppietta di Correa: 3-1 il finale
48' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOL! Correeeeeaaaaaa! Ancora il "Tucu" che fulmina dal limite Montipò e chiude il match: 3-1!!!
45' Segnalati quattro minuti di recupero: ancora 240 secondi di sforzo per i nerazzurri
43' Percussione centrale di Barella, steso da Tameze. Cartellino giallo per il centrocampista del Verona e punizione per l'Inter!
42' Entra anche Sensi, che prende il posto di Dzeko
42' Doppio cambio nell'Inter: dentro Vecino per Calhanoglu
38' GOL! GOOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Correeeeeaaaaaaaa! Subito il lampo del "Tucu" che svetta di testa sul cross di Darmian e mette palla nel sette: 2-1!!!
35' Corner di Dimarco, Dzeko svetta al centro dell'area ma non inquadra la porta
32' Bellissimo filtrante di Correa per l'inserimento di Barella che però incespica sul pallone al momento del tiro
30' Triplo cambio nel Verona: dentro Tameze, Sutalo e Dawidowicz, fuori Faraoni, Magnani e Hongla
28' Cambio nell'Inter: Correa prende il posto di Lautaro e fa il suo esordio in nerazzurro
26' Dimarco al limite per Calhanoglu: sinistro smorzato e bloccato da Montipò
24' Verticalizzazione di Calhanoglu per Darmian, che controlla e calcia ma viene murato. Buona chance per l'Inter!
22' Cross di Calhanoglu e colpo di testa di Vidal: conclusione centrale, blocca Montipò
22' Percussione e sinistro di Bastoni: grande azione e bel sinistro, ma Montipò si distende e devia in corner
21' Dentro anche Vidal per Brozovic
21' Doppio cambio per Inzaghi: dentro Dimarco per Perisic sulla sinistra
19' Cartellino giallo per Brozovic dopo un intervento in ritardo su Casale
17' Cambio nell'Hellas Verona: dentro Lasagna per Cancellieri
15' Hongla stende Lautaro in area ma per il direttore di gara non c'è nulla, tra le proteste nerazzurre
12' Ammonizione per Lautaro dopo un contrasto in scivolata su Ilic
10' Clamorosa chance per il 2-1: stesso schema dell'1-1, sponda di Dzeko e conclusione di controbalzo di Lautaro, che non trova la porta di un soffio!
8' Primo cambio del match: nell'Hellas Verona esce Ceccherini, dentro al suo posto Casale
6' Sponda aerea di Gunter per il colpo di testa di Faraoni: una deviazione regala un altro corner all'Hellas Verona
2' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Lautarooooooo! Il "Toro" rimette subito la partita in equilibrio: sponda aerea di Dzeko e colpo di testa vincente del numero 10 nerazzurro: 1-1!!!
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
3.9
3.9
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dimarco
6.3
6.3
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
5.25
5.25
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
6.04
6.04
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.62
6.62
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vecino
5.78
5.78
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.14
7.14
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
6.86
6.86
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sensi
6.07
6.07
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.51
6.51
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.87
6.87
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
7.17
7.17
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Darmian
7.53
7.53
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Calhanoglu
5.27
5.27
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dzeko
6.09
6.09
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Correa
9.06
9.06
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6.4 INVIA VOTI
1 tiri porta 7
5 tiri fuori 5
13 falli fatti 12
6 angoli 4
1 fuorigioco 0
43% possesso 57%

Il Verona non ha vinto alcuna delle ultime 20 sfide contro l’Inter in campionato (4N, 16P), già striscia negativa record per gli scaligeri in Serie A – l’ultima squadra contro cui invece l’Inter ha registrato una serie più lunga senza sconfitte è il Cesena (22 gare raggiunte nel 2015).

Tra le squadre contro cui l’Inter è imbattuta nell’era dei tre punti a vittoria in Serie A (dal 1994/95), il Verona è quella che i nerazzurri hanno affrontato più volte (20: 16V, 4N): in generale questa è la sfida vista più volte nel periodo nel massimo campionato italiano senza che una delle due formazioni abbia mai vinto almeno una gara.

Le quattro vittorie del Verona contro l’Inter in Serie A sono tutte arrivate in casa dei veneti, l’ultima risale però al febbraio 1992, da allora sette successi esterni e tre pareggi.

Il Verona non ha trovato nessun successo negli ultimi nove incontri casalinghi in Serie A (4N, 5P), è la sua peggior serie interna nella competizione da gennaio 2016; in generale i gialloblù hanno perso cinque sfide domestiche nel 2021 in campionato, tante quante in tutto il 2020.

Il Verona è stato sconfitto nel suo esordio stagionale in Serie A: mai negli anni 2000 ha perso le prime due gare in un singolo massimo campionato (l’ultima volta è successo nel 1996/97 con Luigi Cagni in panchina).

Due dei tre gol segnati da Ivan Ilic in Serie A sono stati realizzati contro l'Inter

E' da 24 partite in Serie A che l'Inter non trova la vittoria dopo essere stato sotto di un gol, l'ultima volta il 3 gennaio contro il Crotone

Lautaro Martinez ha affrontato tre volte in Serie A l'attuale portiere del Verona Lorenzo Montipò, segnando almeno un gol in ognuna di queste sfide (tre in totale - due vs Benevento, uno vs Verona).

L’Inter ha vinto ben 19 delle 25 gare disponibili in Serie A nel 2021 (4N, 2P), considerando i cinque maggiori campionati europei solo il Manchester City è riuscito a fare meglio (21 su 26).

L’Inter ha segnato due delle sue quattro reti nel corso della prima giornata di campionato nei primi 15 minuti di gioco: la scorsa stagione aveva impiegato nove incontri per realizzare le prime due marcature in quell’intervallo temporale.

Sia Edin Dzeko che Hakan Calhanoglu sono andati a segno nel loro esordio in Serie A con l’Inter; nell’era dei tre punti a vittoria solo quattro giocatori hanno realizzato una rete in ciascuno dei primi due match con i nerazzurri in campionato: Roberto Carlos (nel 1995), Giampaolo Pazzini (nel 2011), Stevan Jovetic (nel 2015) e Romelu Lukaku (nel 2019).

La prossima sarà la 200ª presenza in Serie A per Marcelo Brozovic: potrebbe diventare il primo giocatore croato a tagliare questo traguardo nella competizione nell’era dei tre punti a vittoria.

L'Inter ha subito 1 gol nei primi 15 minuti del primo tempo, solo il Genoa (2) ne conta di più in questa stagione di Serie A.

50ª rete di Lautaro Martínez in tutte le competizioni con l’Inter

Lautaro Martinez ha preso parte a tre gol nelle ultime due presenze in Serie A con la maglia dell'Inter (due reti, un assist), tante partecipazioni quante nelle 13 partite precedenti.

L'Inter ha segnato di testa quattro dei suoi sei gol in campionato

Lautaro Martínez ha segnato oggi il suo 50° gol con la maglia dell'Inter, contando tutte le competizioni: ha raggiunto questo traguardo in 133 presenze, realizzando in media una rete ogni 173 minut

Joaquin Correa ha segnato il primo gol con la maglia dell'Inter al sesto pallone toccato

vittorie(21) pareggi(11) sconfitte(6)

VERONA - I flash sono tanti. Pensi a quel Chino Recoba contro il Brescia, a Vieri contro il Verona (appunto), a Pazzini contro il Palermo. Entrare, debuttare con i nostri colori. E decidere di dominare, di non limitarsi a segnare un gol: farne due, regalare tre punti. La storia del Tucu Correa inizia nella maniera più bella, dolce, esaltante e incredibile possibile. Due gol nel finale: ingresso al minuto 74, primo gol al minuto 83, sentenza al 94. Venti minuti che servono a ribaltare il Verona, scappato nel primo tempo con il gol di Ilic. Nella ripresa la rete di Lautaro a dare il pareggio, prima dello show del Tucu, arrivato in nerazzurro solo giovedì e ora già protagonista, già decisivo. Ma non è la vittoria del singolo: pensiamo a Vidal, al suo lancio per il secondo gol. Alla corsa e al cross di Darmian. Al lavoro profondo di tutta la squadra che dopo due turni - ora ci sarà la sosta per le nazionali - ha sei punti, 7 gol fatti e 1 subito. 

La seconda Inter stagionale è per dieci undicesimi la stessa vista a San Siro nella prima di campionato. Al posto di Stefano Sensi c'è Lautaro Martinez a fare coppia, per la prima volta, con Edin Dzeko. Con Inzaghi in panchina anche il Tucu Correa, arrivato in nerazzurro da poco più di 24 ore. Il Verona, sconfitto al debutto dal Sassuolo, ripresenta il 3-4-2-1 classico con la novità del giovane Cancellieri. L'Inter è piena di buoni propositi: sa bene che il Verona è squadra che ama giocare, pressare e tenere alto il ritmo e quindi i nerazzurri iniziano il match giocando tutti in avanti. 

Il primo quarto d'ora di partita mette in mostra tante delle doti della squadra di Inzaghi: Perisic scattante sulla sinista, buone geometrie davanti, possesso palla offensivo. La chance, dopo le prime discese, arriva al 12' sul piede di Lautaro, con Montipò bravo a dire no. La luce si spegne improvvisamente al 15': errore in disimpegno di Handanovic, Ilic ne approfitta come nella passata stagione e fulmina il portiere nerazzurro con un morbido tocco sotto di sinistro.

Il vantaggio del Verona arriva così, come un fulmine a ciel sereno. Ma non propaga l'energia giusta per lanciare la rimonta nerazzurra. L'Inter non trova più la chiave giusta per aggirare il pressing nella propria metà campo della squadra di Di Francesco. L'unica volta che riesce a distendersi con pericolosità è su una ripartenza in campo aperto, conclusa da un colpo di testa largo di Barella. Il Verona, in tutto il primo tempo, va vicino a colpire solo sul finale, con un'altra palla recuperata e un'incursione centrale di Zaccagni, bravissimo ad aggredire e ripartire in verticale: la finalizzazione di Cancellieri è però imprecisa.

Come nel primo tempo, l'Inter azzanna la partita in avvia di frazione. Sono le sfuriate del Toro a scuotere i nerazzurri e la sua verve contribuisce subito a rimettere la partita su binari più consoni per la squadra di Inzaghi. Il pareggio arriva subito, con uno schema che di fatto metterà in grande difficoltà l'Hellas per tutta la ripresa: rimessa laterale di Perisic molto lunga, Dzeko a saltare di testa, palla che schizza verso Lautaro che da due passi fredda Montipò, sempre di testa. Otto minuti più tardi stessa azione e girata larga del Toro.

Il Verona trema, ma non crolla. L'Inter va a strappi, ma non dà continuità all'azione. Lautaro di fatto si procura un calcio di rigore, per un atterramento piuttosto netto di Hongla: Manganiello non interviene e non viene nemmeno richiamato dal VAR. Così l'unica occasione fino al minuto 83 per l'Inter è il sinsitro da fuori di Bastoni.

I cambi di Inzaghi danno però energie importanti all'Inter. Vidal aumenta i giri a centrocampo e inventa l'azione dal quale nasce il vantaggio nerazzurro: lancio meraviglioso per Darmian, la cui corsa è commovente e fantastica, come il suo cross. Il pallone vola verso il centro dell'area dove si erge... il Tucu Correa! Entrato da nove minuti l'argentino bagna il suo debutto in nerazzurro con un gol bellissimo, in elevazione, che dà all'Inter il vantaggio. Un gol eccezionale, perché il primo segnato in Italia di testa: bisogna tornare all'esperienza col Siviglia per trovare un gol con questo fondamentale del Tucu.

Il 2-1 nerazzurro di fatto stronca le velleità del Verona, piuttosto statico nella seconda frazione. E allora, tra garra e palloni lottati, ecco ancora il Tucu. Che al 94' addomestica un pallone e di sinistro, da fuori, lo spedisce meravigliosamente nell'angolino basso. Montipò battuto, 3-1, partita finita, il Tucu in trionfo, sommerso dall'abbraccio di tutta la squadra, mister Inzaghi compreso.

IL TABELLINO

HELLAS VERONA (3-4-2-1): 96 Montipò; 23 Magnani (27 Dawidowicz 75'), 21 Gunter, 17 Ceccherini (16 Casale 53'); 5 Faraoni (31 Sutalo 75'), 78 Hongla (61 Tameze 75'), 14 Ilic, 8 Lazovic; 7 Barak, 10 Zaccagni; 18 Cancellieri (11 Lasagna 62').
A disposizione: 1 Pandur, 22 Berardi, 9 Kalinic, 24 Bessa, 30 Frabotta, 32 Ragusa, 99 Simeone.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic (22 Vidal 66'), 20 Calhanoglu (8 Vecino 87'), 14 Perisic (32 Dimarco 66'); 9 Dzeko (12 Sensi 87'), 10 Lautaro (19 Correa 74').
A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 2 Dumfries, 11 Kolarov, 13 Ranocchia,  33 D'Ambrosio, 48 Satriano.
Allenatore: Simone Inzaghi.

Marcatori: 15' Ilic (HV), 47' Lautaro (I), 83' Correa (I), 94' Correa (I)
Ammoniti: Magnani (HV), Lautaro (I), Brozovic (I), Tameze (HV)
Recupero: 1' - 4'.

Arbitro: Manganiello.
Assistenti: Alassio, Mondin.
Quarto Uomo: Giua.
VAR: Irrati.
Assistente VAR: Rapuano.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro.
A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 2 Dumfries, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 19 Correa, 22 Vidal, 32 Dimarco, 33 D'Ambrosio, 48 Satriano.
Allenatore: Simone Inzaghi.

in campo

Montipò 96 1 Handanovic
Magnani 23 37 Skriniar
Gunter 21 6 de Vrij
Ceccherini 17 95 Bastoni
Faraoni 5 36 Darmian
Hongla 78 23 Barella
Ilic 14 77 Brozovic
Lazovic 8 20 Calhanoglu
Barak 7 14 Perisic
Zaccagni 10 9 Dzeko
Cancellieri 18 10 Martínez

panchina

Pandur 1 21 Cordaz
Berardi 22 97 Radu
Kalinic 9 2 Dumfries
Lasagna 11 8 Vecino
Casale 16 11 Kolarov
Bessa 24 12 Sensi
Dawidowicz 27 13 Ranocchia
Frabotta 30 19 Correa
Sutalo 31 22 Vidal
Ragusa 32 32 Dimarco
Tameze 61 33 D'Ambrosio
Simeone 99 48 Satriano

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.