Risultato finale

16 Gennaio 2022 20:45

Atalanta
0 - 0
Inter
arbitro Davide Massa / guardalinee Lo Cicero, Valeriani / 4° uomo Sacchi / assistenti Di Paolo, Giallatini
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
45' Si chiude senza recupero la prima frazione di gioco a Bergamo: 0-0 il parziale tra Atalanta e Inter, ritmi elevatissimi ma poche occasioni da una parte e dall'altra
44' Cross dalla trequarti di Bastoni, che cerca sul secondo palo Darmian. Musso sceglie bene il tempo dell'uscita e fa suo il pallone in presa alta
42' Cartellino giallo per Brozovic dopo un intervento scorretto in scivolata su Koopmeiners
39' Colpo di testa di Pessina sul cross di Pezzella: conclusione centrale, Handanovic è ben piazzato e blocca a terra
38' Brozovic in area per Dzeko, che sale in cielo e cerca la sponda aerea per D'Ambrosio. Palla leggermente troppo lunga, che termina sul fondo
37' Cartellino giallo per De Roon dopo un intervento in ritardo su Bastoni
32' Dzeko prova la percussione centrale, ma dopo un rimpallo deve accontentarsi del calcio d'angolo
27' Incredibile intervento di Musso, che con un miracolo toglie il destro di Sanchez dall'incrocio. Solo corner per l'Inter
25' Grande pallone filtrante di Calhanoglu per Sanchez, recuperato poi da Demiral. Ma il direttore di gara segnala fuorigioco in partenza del Nino Maravilla
20' Non cambia il copione del match quando ci avviciniamo allo scadere del primo quarto di gara: pressing altissimo dell'Atalanta, ma l'Inter non rinuncia a giocare il pallone già dalla propria area
16' Prima grande occasione per l'Inter: cross di Brozovic e colpo di testa a botta sicura di Dzeko, che ruba il tempo a Demiral ma non inquadra la porta di un metro
15' Grande diagonale difensiva di D'Ambrosio, che toglie il pallone dalla disponibilità di Muriel all'altezza del dischetto
13' Tentativo di Freuler dal limite, Perisic si oppone con il corpo
11' La risposta dell'Inter con Dzeko, che controlla in area su Demiral poi cerca l'appoggio per l'accorrente Sanchez. Ma il pallone è troppo corto, si salva la difesa dell'Atalanta
10' Palla in profondità per Muriel dopo un errore nerazzurro nel cerchio di centrocampo. Traiettoria però troppo lunga di Pessina, facile la presa per Handanovic
7' D'Ambrosio sfugge alle spalle della retroguardia atalantina, palla al centro per Sanchez con Palomino che grazie a un grande recupero anticipa sia il Nino Maravilla sia Musso
5' Primi cinque minuti di possesso palla interista, con i ragazzi di Simone Inzaghi che provano subito a prendere in mano le redini del gioco, nonostante il pressing alto dell'Atalanta
1' È cominciata Atalanta-Inter! Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Dopo il trionfo in Supercoppa italiana contro la Juventus, l'Inter torna in campo per la 22^ giornata di Serie A: nerazzurri impegnati a Bergamo contro l'Atalanta di Gian Piero Gasperini
Minuti Cronaca
48' Con l'Inter in attacco si chiude il match della 22^ giornata tra l'Atalanta e i ragazzi di Simone Inzaghi: finisce 0-0 a Bergamo nonostante le tante occasioni per centrare il nono successo consecutivo in campionato
45' Segnalati tre minuti di recupero
45' Cambio nell'Atalanta: Zappacosta prende il posto di Pasalic
44' Clamorosa chance per D'Ambrosio, servito con il tacco da Barella: da solo davanti a Musso, il numero 33 nerazzurro trova solo l'esterno della rete
42' Doppia parata di Handanovic sul tentativo di Pasalic
41' Nell'Atalanta dentro Piccoli per Muriel
40' Colpo di testa di de Vrij sul traversone di Barella. Palla di poco larga alla sinistra di Musso
39' Trattenuta di Palomino su Correa, cartellino giallo inevitabile per il difensore dell'Atalanta
37' Dentro anche de Vrij, che prende il posto di Bastoni
37' Doppio cambio nell'Inter: Lautaro prende il posto di Dzeko
36' Grande parata di Handanovic sul contropiede di Muriel
34' Colpo di testa pericoloso di Pasalic, deviato in corner da Dumfries. Sul successivo tiro dalla bandierina, Demiral anticipa tutti ma conclude alto di testa
33' Nell'Atalanta dentro Miranchuk per Pessina
31' Doppia chance per l'Inter, prima con il destro di Vidal, respinto da Musso poi con la conclusione di D'Ambrosio che termina sopra la traversa
26' Altra occasione clamorosa per Dzeko sulla sponda aerea di Dumfries: ancora una volta però il pallone non trova lo specchio
22' Fa il suo ingresso in campo anche Correa, che rileva Sanchez
21' Dentro anche Dumfries per Darmian
21' Triplo cambio per l'Inter: Vidal prende il posto di Calhanoglu
20' Intervento miracoloso di Pezzella, che anticipa Darmian sul pallonetto di Dzeko a Musso
17' Fallo di Calhanoglu su Koopmeiners: cartellino giallo per il centrocampista interista
14' Destro di Dzeko da posizione laterale, Musso in qualche modo devia in corner
12' Barella e Dzeko scambiano al limite, poi il numero 23 nerazzurro prova a servire Sanchez, fermato dal recupero di Palomino
6' Grande occasione ancora sulla testa di Dzeko: cross perfetto di Perisic, ma il colpo di testa del numero 9 interista è ancora fuori misura
4' Grande intervento di Handanovic, che in uscita bassa nega il gol a Pessina: destro deviato in corner
2' Destro da fuori di Freuler: conclusione centrale, Handanovic blocca in due tempi
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
8.53
8.53
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
6.14
6.14
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
6.1
6.1
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
6.86
6.86
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.69
6.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
5.45
5.45
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
5.8
5.8
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.63
6.63
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.07
6.07
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
4.93
4.93
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
4.68
4.68
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Darmian
6.08
6.08
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Calhanoglu
5.28
5.28
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dzeko
4.71
4.71
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dumfries
6.19
6.19
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Correa
4.94
4.94
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 5.94 INVIA VOTI
6 tiri porta 3
6 tiri fuori 8
12 falli fatti 10
6 angoli 4
0 fuorigioco 3
365 possesso 64%

Duván Zapata e Mario Pasalic hanno guidato le prestazioni dell'Atalanta in questa stagione.

Zapata è il capocannoniere della squadra con 9 gol. Pasalic è stato quasi allo stesso livello avendo realizzato 8 gol, inclusi 3 sullo 0-0. Di fronte ai propri fan in questa stagione, l'Atalanta ha guadagnato 12 punti (3V 3N 3P) su 27 disponibili in 9 partite di Serie A.

L'Inter sta avendo dei buoni risultati in trasferta in questo campionato, con 7 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta. L'Inter cercherà di estendere una striscia di 5 gare esterne senza sconfitte (V4 N1 P0).

Non perde in trasferta dall'ottobre 2021 contro la Lazio. Nelle ultime sei gare, l'Atalanta ha vinto 4 volte, pareggiato 1 partitan e perso in 1 occasione. L'Inter, dall'altra parte, non ha perso in 12 partite di fila in questa stagione.

L'ultimo incontro di Serie A tra le due squadre è terminato con un pareggio 2-2, a settembre. Lautaro Martínez, Edin Dzeko sono andati a segno per l'Inter. Ruslan Malinovskyi, Rafael Tolói sono andati a segno per l'Atalanta.

L'Inter ha fatto bene nell'ultima gara contro L'Atalanta, rimanendo senza sconfitte nelle ultime 6 sfide (V2 N4 P0). L'Atalanta è alla ricerca della prima vittoria da novembre 2018 in questa sfida. L'Inter ha battuto in aggregato l'Atalanta 7-4 durante la serie di imbattibilità.

L’Inter è rimasta imbattuta nelle ultime sei gare di Serie A contro l’Atalanta, anche se in quattro di questi incontri la partita è terminata in parità (2V) – nel periodo la formazione milanese ha tenuto la porta inviolata tre volte.

Martínez è il giocatore più prolifico dell'Inter, avendo segnato 11 reti, incluse 3 marcature sullo 0-0. È 4° in solitaria tra i migliori realizzatori nel 2021/2022.

Questa potrebbe diventare la terza occasione in cui una squadra va a segno in 40 partite consecutive in Serie A: l’Inter infatti è a quota 39, meglio ha fatto solo la Juventus, nel dicembre 2017 (44) e marzo 2014 (43). In aggiunta, i nerazzurri sono, insieme al Bayern Monaco, le uniche due squadre che sono andate a segno in tutte le gare disputate in stagione nei cinque grandi campionati europei.

Simone Inzaghi è l’unico tra gli attuali allenatori di Serie A che ha registrato per due volte una striscia di otto o più successi consecutivi nella competizione nel corso delle ultime tre stagioni – prima delle otto con l’Inter aveva ottenuto 11 vittorie di fila con la Lazio tra ottobre 2019 e gennaio 2020.

L'Inter schiera un 11 iniziale con un'età media di 30 anni, 218 giorni: il più anziano per i nerazzurri in Serie A da luglio 2020, nella gara contro il Verona (30 anni, 354 giorni).

Danilo D'Ambrosio gioca la sua 200a gara in Serie A con l'Inter, mentre per Alessandro Bastoni questa è la 100a con i nerazzurri considerando tutte le competizioni.

L'Inter non ha subito gol nel primo tempo in 13 delle sue 21 partite, solo il Torino (14) e il Napoli (15) hanno fatto meglio in questa stagione di Serie A.

L'Inter ha mantenuto la porta inviolata in 10 delle proprie 21 partite, solo il Napoli (11) ha fatto meglio in questa stagione di Serie A.

S. Handanovič ha effettuato 5 parate, per la prima volta ne conta almeno 5 in una partita di Serie A dalla gara contro l'Udinese del 31 ottobre 2021 (5 in quel caso).

vittorie(23) pareggi(23) sconfitte(16)

BERGAMO - Il calcio è strano, dicono. Doveva arrivare il match tra i due migliori attacchi del campionato per partorire uno 0-0 e soprattutto per interrompere la striscia di partite in gol dell'Inter. Da Udinese-Inter 0-0 del 23 gennaio 2021 i tifosi nerazzurri avevano una piacevole abitudine: esultare per almeno un gol dell'Inter, in ogni partita. 39 match di Serie A consecutivi sempre in gol, non arriva il 40esimo perché la partita con l'Atalanta è stata intensissima, seppur non spettacolare. Sono Handanovic e Musso i protagonisti principali, con il numero 1 nerazzurro fantastico in un paio di occasioni. Ma la squadra di Inzaghi, reduce dalla vittoria nella Supercoppa Italiana, non ha lesinato energie. Concentratissima e focalizzata sul risultato, attenta a disinnescare il pressing dei padroni di casa, brava nella ripresa a creare chance per la vittoria: Dzeko, Vidal e nel finale D'Ambrosio hanno fatto sobbalzare i tifosi. Non è arrivato il gol, ma la solita solida prestazione.

 

Non è solo strano, il calcio. Ha anche la memoria corta. Deve averla anche quando, dopo una meravigliosa vittoria, ti presenta, sul calendario, un altro appuntamento importantissimo. Non c'è sosta, non c'è spazio per le feste. Inter con in bacheca la Supercoppa, ma subito in campo a Bergamo per sfidare un'Atalanta con velleità di primo posto. Un big match, con tutti i crismi del caso, seppur con la conta delle assenze nelle file dei bergamaschi. E proprio le indisponibilità fanno disegnare a Gasperini una formazione davvero inusuale: niente classica difesa a tre, ma una linea a quattro con Djimsiti terzino destro. L'Inter si presenta con Skriniar al centro della difesa, D'Ambrosio sul centrodestra e Sanchez-Dzeko davanti. Nei primi minuti anche Inzaghi propone una novità: Barella agisce sul centrosinistra, Calhanoglu sul centrodestra. Si cambieranno di posizione, nel corso di un primo tempo davvero complicato.

Perché complicato? Perché lo schema, per tutti i 45 minuti, è quello di un'Atalanta tutta propensa a pressare. Un pressing alto, costante, uomo su uomo. La prima frazione è una lunga partita d'attesa: l'Inter con il possesso di palla nella propria metà campo, anzi a ridosso della propria area. Continui tocchi orizzontali, per evitare la pressione dei padroni di casa. Il 64% al termine dei primi 45' è frutto di una scelta dell'Atalanta, che lascia la palla e punta a recuperarla in avanti. Handanovic tocca la palla 38 volte nel primo tempo: un numero elevato che racconta bene come sia impostato il match: Il 77% dei passaggi riusciti dell'Inter sono stati effettuati nella propria metà campo (226 su 292).

E le occasioni? L'Inter ne ha una prima al 16', con un cross dalla destra di Brozovic e il colpo di testa largo di Dzeko. Poi, al 26', Massa lascia correre su un recupero di palla alto dell'Inter: palla di Calhanoglu per Sanchez, diagonale potente e miracolo di Musso. Nel finale l'Atalanta alza il ritmo, con incursioni centrali, confidando anche nelle inziative di Muriel ma soprattutto negli inserimenti dei centrocampisti: Pessina di testa e Pasalic contrastato da Perisic mettono i brividi ad Handanovic.

La ripresa è meno tattica: si gioca più a viso aperto, con qualche errore in più e molte più chance, da una parte e dall'altra. L'arma in più dell'Atalanta sono sempre gli inserimenti dei centrocampisti: Pasalic e Pessina, che di fatto formano il tridente con Muriel, provocano un paio di pericolosi sconquassi. Al 49' Handanovic veste il mantello di Superman e sventa un'occasione d'oro per i padroni di casa, con Pessina che batte a botta sicura ma trova la gamba del portiere, in uscita, a deviare in angolo. L'Inter però cresce, si alza, trova finalmente sbocchi sugli esterni e verticalizzazioni che mettono in difficoltà la difesa di Gasperini.

Pezzella, in spaccata volante, nega il tap-in vincente a Darmian, poi Dzeko di testa manda alto di testa da ottima posizione su sponda di Dumfries. Diretta, tagliente. La squadra di Inzaghi si libera dalla morsa dell'Atalanta e gioca in avanti. Vidal trova la grande parata di Musso sul destro da fuori, D'Ambrosio manda alto da buona posizione. Le occasioni si moltiplicano, nonostante il gioco non sia mai davvero fluido. Pasalic in inserimento di testa è ancora pericoloso, ma è Muriel ha far tremare l'Inter, con una delle sue proverbiali progressioni. Bruciati Bastoni e Skriniar, ma Handanovic compie un prodigio deviando in corner in tuffo sul primo palo.

Inter ancora in piedi, e ancora con le energie per cercare la vittoria: è Barella a inventarsi la giocata del match quasi al 90'. Un tacco che libera D'Ambrosio: il difensore nerazzurro calcia con Musso in uscita, palla fuori di poco.

0-0, il calcio è anche questo.

IL TABELLINO

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 37 Skriniar, 95 Bastoni (6 De Vrij 82'); 36 Darmian (2 Dumfries 67'), 20 Calhanoglu (22 Vidal 67'), 77 Brozovic, 23 Barella, 14 Perisic (77 Zappacosta 90'); 9 Dzeko (10 Lautaro 82'), 7 Sanchez (19 Correa 67').
A disposizione: 97 Radu, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 32 Dimarco.
Allenatore: Simone Inzaghi.

ATALANTA (4-3-3): 1 Musso; 19 Djimsiti, 28 Demiral, 6 Palomino, 13 Pezzella; 11 Freuler, 15 De Roon, 7 Koopmeiners; 32 Pessina (59 Miranchuk 78'), 9 Muriel (, 99 Piccoli 87'), 88 Pasalic.
A disposizione: 31 Rossi, 57 Sportiello, 42 Scalvini, 45 Zucconi, 46 Cittadini, 48 Panada.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Ammoniti: De Roon (A), Brozovic (I), Calhanoglu (I), Palomino (A)
Recupero: 0' - 3'.

Arbitro: Massa.
Assistenti: Lo Cicero, Valeriani.
Quarto Uomo: Sacchi.
VAR: Di Paolo.
Assistente VAR: Giallatini.

in campo

Musso 1 1 Handanovic
Djimsiti 19 33 D'Ambrosio
Demiral 28 37 Skriniar
Palomino 6 95 Bastoni
Freuler 11 36 Darmian
De Roon 15 23 Barella
Koopmeiners 7 77 Brozovic
Pezzella 13 20 Calhanoglu
Pessina 32 14 Perisic
Muriel 9 7 Sanchez
Pasalic 88 9 Dzeko

panchina

Rossi 31 97 Radu
Sportiello 57 2 Dumfries
Scalvini 42 5 Gagliardini
Zucconi 45 6 de Vrij
Panada 48 8 Vecino
Miranchuk 59 10 Martínez
Zappacosta 77 11 Kolarov
Piccoli 99 12 Sensi
13 Ranocchia
19 Correa
22 Vidal
32 Dimarco

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.