Risultato finale

17 Gennaio 2021 20:45

Inter
7' (2t) Barella
13' Vidal
2 - 0
Juventus
arbitro Daniele Doveri / guardalinee Carbone, Peretti / 4° uomo Maresca / assistenti Calvarese, Alassio
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
47' Si chiude la prima frazione di gioco al "Meazza": Inter avanti 1-0 all'intervallo grazie al gol messo a segno da Vidal al 13'
45' Segnalati due minuti di recupero
43' Hakimi al limite per il destro di Vidal che trova la potenza ma non la precisione. Palla altissima sopra la traversa
40' Destro di Barella dopo l'uscita alta di Szczesny su Lukaku: la conclusione del numero 23 nerazzurro, a porta sguarnita, viene smorzata quanto basta per permettere il rientro dell'estremo difensore bianconero
38' Altra chance importante, questa volta sui piedi di Lukaku: all'altezza del dischetto, "Big Rom" tutto solo non colpisce bene il pallone e permette la parata di Szczesny
37' Destro da distanza siderale di Cristiano Ronaldo. Facile la presa per Handanovic
36' Fallo da dietro di Bonucci su Lautaro: primo cartellino giallo del match
33' Sinistro dalla distanza di Cristiano Ronaldo. Palla distante dalla porta di Handanovic
32' Altra chance per i nerazzurri: gran lavoro di Lukaku sulla trequarti e destro di Lautaro dal limite. La palla esce non di molto alla destra di Szczesny
30' Perfetta chiusura di Bastoni sull'inserimento di Rabiot. Il difensore nerazzurro non si fa saltare e poi copre l'uscita del pallone sul fondo
27' Scontro aereo tra Frabotta e Barella: il centrocampista nerazzurro resta a terra dolorante
23' Occasione clamorosa per il 2-0 sulla ripartenza nerazzurra: Lukaku calcia dal limite, Szczesny respinga ma poi Lautaro fallisce il tap-in da ottima posizione!
22' Cross di Cristiano Ronaldo, Skriniar allunga la traiettoria sul secondo palo evitando il possibile intervento di Morata
19' Destro di Brozovic dal vertice dell'area sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Conclusione centrale, para Szczesny
17' Brozovic liberato al tiro dal limite ma Chiellini riesce a murare la conclusione del centrocampista nerazzurro
15' Altra chance per Vidal sulla palla mezza in mezzo da Hakimi: Lautaro non trova la giusta coordinazione, ma ci arriva ancora il centrocampista cileno che stavolta però non inquadra la porta!
13' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOL! Vidaaaaaaal! Cross al bacio di Barella e inserimento del numero 22 nerazzurro che con un terzo tempo perfetto insacca di testa il gol del vantaggio: 1-0!!!
11' La Juventus trova il vantaggio con la deviazione di Cristiano Ronaldo su cross di Chiesa ma c'è posizione nettamente irregolare dell'esterno bianconero. Si riparte con un calcio di punizione per i nerazzurri
7' Si incarica Brozovic della battuta dai 25 metri ma il numero 77 nerazzurro non inquadra la porta
6' Hakimi steso sulla trequarti. Punizione da posizione interessante per i nerazzurri
5' Cross dalla destra per Cristiano Ronaldo ma Skriniar è attento e libera l'area intercettando il traversone di Morata
4' Cross di Vidal per Lukaku, anticipato dall'intervento aereo di Chiellini
3' Gioco subito fermo per un problema a Bonucci. Lo staff medico bianconero entra sul terreno di gioco per soccorrere il difensore
1' Tutto pronto per il calcio d'inizio del match. Si parte! Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Tutto pronto a San Siro per il 175esimo Derby d'Italia tra Inter e Juventus. Le squadre stanno per fare il loro ingresso sul terreno di gioco del "Meazza"
Minuti Cronaca
50' Triplice fischio al "Meazza"! L'Inter domina il Derby d'Italia e si aggiudica i tre punti battendo 2-0 la Juventus con i gol di Vidal e Barella!!!
47' Cross di Chiesa, facile la presa per Handanovic
46' Chance per Hakimi, servito da Sanchez. Destro potente ma alto, l'Inter a un passo dal 3-0!
45' Saranno cinque i minuti di recupero
42' Grande intervento di Handanovic che devia in tuffo la conclusione di Chiesa
41' Terzo cambio per Conte: Sanchez rileva Lautaro
36' Ripartenza di Hakimi, che scambia poi con Lukaku e cerca al centro Lautaro. Danilo legge la traiettoria e spazza
32' Cambio nell'Inter: Gagliardini prende il posto di Vidal
30' Destro di Bentancur murato da de Vrij
27' Primo cambio per Conte: Darmian prende il posto di Ashley Young
26' Ripartenza di Lautaro, che ubriaca Chiellini ma poi non trova la porta con il destro
23' Traversone dalla destra di Hakimi, Bonucci libera l'area di testa
22' Ammonito Barella dopo un intervento in ritardo su Chiellini
19' Destro di Brozovic servito da Lukaku. Palla fuori alla sinistra di Szczesny
17' Fallo di Morata su Bastoni. Cartellino giallo per l'attaccante bianconero
16' Colpo di testa di Mckennie su corner battuto dalla destra da Bernardeschi. Para Handanovic
14' Ammonito Ashley Young per aver allontanato il pallone a gioco fermo
12' Triplo cambio per la Juventus: fuori Frabotta, Rabiot e Ramsey, dentro Bernardesci, Mckennie e Kulusevski
10' Cross di Hakimi per de Vrij, anticipato dall'uscita alta di Szczesny
9' Destro da fuori di Vidal, deviazione di Bonucci che spiazza Szczesny ma il pallone termina sul fondo. Corner per l'Inter!
7' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOL! Barellaaaaaa! Splendido lancio di Bastoni per il numero 23 nerazzurro che si inserisce alla perfezione e batte Szczesny per il 2-0!!!
3' Insistono i nerazzurri: Barella per l'inserimento in area di Hakimi, il cui cross viene deviato in corner
1' Subito Inter in avanti ma il cross di Lukaku per cercare Young sul secondo palo è troppo lento. Facile la presa per Szczesny
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
7.34
7.34
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
7.8
7.8
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
5.83
5.83
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
7.34
7.34
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
5.79
5.79
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
7.36
7.36
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
9.25
9.25
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
8.51
8.51
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
6.9
6.9
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
6.35
6.35
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
6.53
6.53
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
7.72
7.72
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
7.4
7.4
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Darmian
6.75
6.75
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 7.2 INVIA VOTI
6 tiri porta 4
9 tiri fuori 2
8 falli fatti 14
3 angoli 4
0 fuorigioco 3
49% possesso 51%

Questo sarà il 175° Derby d’Italia in Serie A. Gli 84 successi della Juventus sull’Inter sono un record di vittorie per una squadra contro una singola avversaria nella competizione; completano 44 pareggi e 46 ko bianconeri. 

La Juventus è l’unica squadra contro cui l’Inter non ha ottenuto successi in Serie A da inizio del 2017 – nel periodo due pareggi e cinque sconfitte.

La Juventus è rimasta imbattuta in nove delle ultime 10 trasferte contro l’Inter in Serie A (5V, 4N); l’unico successo dei nerazzurri nel

La Juventus ha vinto le ultime tre gare fuori casa di Serie A, l’ultima volta che ha fatto meglio è stata nel marzo 2019 (quattro).

In particolare, giocherà due partite esterne di fila al Meazza per la prima volta da aprile 1995 e potrebbe vincere due trasferte in un singolo girone d’andata sia contro Milan che contro Inter per la prima volta dal 1930/31.

L’Inter è la squadra che ha segnato più gol di testa nella Serie A in corso (nove), dall’altra parte la Juventus è l’unica a non averne ancora subiti con questo fondamentale in stagione nei cinque maggiori campionati europei.

La Juventus è l’unica squadra contro cui Antonio Conte ha sempre perso da allenatore in Serie A: tre sconfitte su tre.

Questa sarà la sfida tra i due migliori marcatori di questa Serie A: per l’Inter Romelu Lukaku (a quota 12) e per la Juventus Cristiano Ronaldo (15). I due hanno realizzato insieme 27 reti nel torneo in corso, ben 12 squadre hanno segnato meno gol.

La prossima sarà la 150ª presenza in Serie A per Federico Chiesa della Juventus, potrebbe tagliare questo traguardo a 23 anni e 84 giorni, diventando il terzo giocatore di movimento italiano più giovane a riuscirci tra chi ha esordito nell’era dei tre punti a vittoria, dopo Antonio Cassano (22 anni, 230 giorni) e Alberto Gilardino (22 anni, 314 giorni).

L’Inter ha ottenuto cinque successi casalinghi consecutivi in Serie A e non arriva a sei da dicembre 2018 (sette in quel caso).

Marcelo Brozovic ha servito almeno un assist in tutte le ultime quattro presenze di Serie A: nessun giocatore dell’Inter ha fatto meglio nella competizione da quanto Opta raccoglie questo dato (dal 2004/05).

Prima di Vidal, l'ultimo ex bianconero a segnare contro la Juventus con la maglia dell'Inter in Serie A era stato Vieri nel 2004.

Questo é solo il secondo gol di Vidal di testa in Serie A. Prima di oggi l'altro era stato proprio l'ultimo nel massimo campionato contro la Samp nel 2015.

Barella ha giá migliorato sia a livello di gol (due vs uno) che di assist (5 vs 4) lo score totalizzato con l'Inter nella scorsa Serie A.

Vidal é l'ottavo giocatore a segnare almeno un gol nel derby d'Italia di campionato con entrambe le maglie, il primo dai tempi di Aldo Serena.

Barella é l'unico centrocampista centrale nato dopo l'1/1/1997 a vantare giá almeno 10 gol in Serie A.

Era da aprile 2010 che l’Inter non batteva la Juventus in Serie A senza subire alcun gol (2-0 con i gol di Maicon ed Eto’o).

Era dal settembre 2016 che l’Inter non batteva la Juventus in un match di Serie A (2-1 in quel caso).

vittorie(44) pareggi(32) sconfitte(25)

MILANO - Condividere la gioia con i tifosi, quella più sentita e più bella. Se dobbiamo trovare un difetto a questa notte nerazzurra gelida e bellissima, è quella di averlo fatto senza il popolo nerazzurro sugli spalti. Ma lo sappiamo che quando il cuore batte così forte, non ci sono distanze, non ci sono assenze. Ci siamo stati tutti, in quei due palloni che sono finiti alle spalle di Szczesny, li abbiamo spinti assieme, e abbiamo fatto volare sul prato di San Siro i nostri ragazzi, in una partita dominata, da squadra grande, da grande squadra. 2-0 alla Juve, 40 punti in campionato, vittoria sui bianconeri che mancava da 4 anni, una serie di gol sfiorati, la porta inviolata. Vidal e Barella, sono loro che firmano questa vittoria. Ma ci sono tutti i nomi di questa squadra su questo successo: concentrazione, passione, sicurezza, valori tecnici. Abbiamo vinto, lo abbiamo fatto alla grande!

Per queste partite servono gli occhi giusti. Vispi, attenti, reattivi. Cattivi. Gli sguardi, fin dal fischio d'inizio, dei nerazzurri, sono quelli giusti. E Inter-Juventus inizia con la luce giusta, per i nerazzurri. Carica e razionalità, idee chiare e grinta. Vero è che all'11' suona il campanello d'allarme, con Ronaldo che deposita in rete nel gelo di San Siro: tutto inutile, per un fuorigioco di Chiesa che si era avventato sulla respinta di Handanovic dopo il tiro di Rabiot.

Piccolo spavento, trasformato immediatamente in un trampolino per scatenare tutta l'energia di un'Inter davvero dinamica e rampante. Tempo di andare dall'altra parte e Barella inizia a disegnare la propria partita capolavoro, sprintando nella zona del centrodestra, una porzione di campo che a fine partità avrà i segni indelebili del passaggio del 23 nerazzurro, travolgente. Nel suo primo assalto Barella scende e deposita sulla testa di Vidal un cross al bacio. Arturo si inserisce alla sua maniera, stacca in anticipo su Danilo e fa 1-0. Un gol voluto e cercato, il gol dell'ex che apre il match e scatena l'Inter, tutta votata ad andare in verticale, dritta verso l'obiettivo del raddoppio.

Le occasioni si succedono, una dopo l'altra. E hanno due conseguenze: la prima è quella di lasciare la Juve in balia dei nerazzurri, con i bianconeri senza contromisure nell'assorbire le corse forsennate della squadra di Conte. E, dall'altro lato, la frustrazione per il mancato raddoppio, che a lungo è lì, vicino, e non si concretizza. Vidal e Brozovic pungono in avanti, poi è Lautaro che due volte ha la grande chance per raddoppiare. Al 23' calcia alto di sinistro dopo la respinta di Szczesny sul tiro di Lukaku, poi calcia dal limite a lato. Le occasioni sono tante: Lukaku non trova il destro vincente, con Szczesny che si esalta prima sul belga appunto e poi su Barella, conservando un 1-0 strettissimo per l'Inter a fine primo tempo.

Punteggio stretto, ma prestazione grande. E l'attitudine non cambia: la Juve non effettua sostituzioni e l'Inter insiste nella ricerca di corridoi e spazi ormai noti. Il tracciante che riscalda San Siro esce al 52' dal piede di Bastoni: un lancio che è una cometa, che si deposita sopra al piede di Barella, lanciato verso la porta avversaria alla velocità della luce. Succede tutto in un attimo che sembra lunghissimo e invece è un lampo: controllo, tocco e destro sotto alla traversa, per il meraviglioso 2-0.

Meritato e giusto, da esaltare con una ciliegina che non arriverà ma che sarebbe stata giusto premio. La Juve cambia faccia: tre sostituzioni che alzano i bianconeri. L'organizzazione dei ragazzi e le prove individuali pressoché di tutti non concedono alla Juve la benché minima occasione. I ritmi nerazzurri non sono più quelli indiavolati, ma sono modulati e gestiti. La Juve ha sì alzato ritmi e pressione, ma le occasioni grosse le ha sempre l'Inter. Lukaku giganteggia e attira la difesa su di sé aprendo spazi per i compagni. Lautaro prova a piazzare il colpo del K.O. con fuga solitaria e destro a giro, ma il tiro sfiora il palo. 

La notte nerazzurra non può essere sporcata: c'è allora anche la firma di Samir Handanovic, meraviglioso all'87' con una prodigiosa parata su Chiesa nel tentativo di assedio finale della Juve. Che butta palloni in mezzo in serie, ma che trova porte sbarrate, chiusure blindate, ragazzi che non vogliono concedere nulla. I cinque minuti di recupero nel gelo di San Siro sono dolci, per niente freddi, anzi piacevoli. Le maniche corte di Hakimi si palesano ancora dalle parti di Szczesny ma il tris non arriva. 

Importa poco: importa il 2-0, la vittoria, i tre punti, la prestazione, la dimostrazione di forza e volontà, di unità di intenti di questa squadra.

LA CLASSIFICA
 

IL TABELLINO

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 22 Vidal (5 Gagliardini 77'), 15 Young (36 Darmian 72'); 9 Lukaku, 10 Lautaro (7 Sanchez 86').
A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 14 Perisic, 24 Eriksen, 99 Pinamonti.
Allenatore: Antonio Conte.

JUVENTUS (3-5-2): 1 Szczesny; 13 Danilo, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 22 Chiesa, 25 Rabiot (14 McKennie 58'), 30 Bentancur, 8 Ramsey (44 Kulusevski 58'), 38 Frabotta (33 Bernardeschi 58'); 9 Morata, 7 Ronaldo.
A disposizione: 31 Pinsoglio, 42 Garofani, 77 Buffon, 5 Arthur, 8 Demiral, 36 Di Pardo, 37 Dragusin, 41 Fagioli, 56 F. Ranocchia.
Allenatore: Andrea Pirlo.

Marcatori: 12' Vidal (I), 52' Barella (I)
Ammoniti: Bonucci (J), Young (I), Morata (J), Barella (I)
Recupero: 2' -

Arbitro: Doveri.
Assistenti: Carbone, Peretti.
Quarto Uomo: Maresca.
VAR: Calvarese.
Assistente VAR: Alassio.

in campo

Handanovic 1 1 Szczesny
Skriniar 37 13 Danilo
de Vrij 6 19 Bonucci
Bastoni 95 3 Chiellini
Hakimi 2 22 Chiesa
Barella 23 25 Rabiot
Brozovic 77 30 Bentancur
Vidal 22 8 Ramsey
Young 15 38 Frabotta
Martínez 10 9 Morata
Lukaku 9 7 Cristiano Ronaldo

panchina

Padelli 27 31 Pinsoglio
Radu 97 42 Garofani
Gagliardini 5 77 Buffon
Sanchez 7 5 Arthur
Kolarov 11 14 Mckennie
Sensi 12 28 Demiral
Ranocchia 13 33 Bernardeschi
Perisic 14 36 Di Pardo
Eriksen 24 37 Dragusin
Darmian 36 41 Fagioli
Pinamonti 99 44 Kulusevski
56 Ranocchia F.

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.