Risultato finale

6 Gennaio 2021 15:00

Sampdoria
38' Keita
23' Candreva (R)
2 - 1
Inter
20' (2t) de Vrij
arbitro Paolo Valeri / guardalinee Passeri, Vivenzi / 4° uomo Massa / assistenti Chiffi, Paganessi
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
48' Con il tentativo di Sanchez su cross di Hakimi si chiude il primo tempo a "Marassi". Samp clamorosamente in vantaggio 2-0 grazie al rigore di Candreva e al gol di Keita. Un rigore fallito e un palo per i nerazzurri sullo 0-0
47' Lautaro vicinissimo al gol: colpo di testa perfetto del "Toro" su cross di Hakimi. Palla fuori di un soffio!
45' Segnalati tre minuti di recupero
45' Grande giocata di Sanchez, che si libera di due avversari con una finta poi calcia con il destro. Audero intercetta e respinge in tuffo
42' Lautaro gira in acrobazia un cross dalla destra di Barella provando a bissare il gol di Verona ma non inquadra la porta
40' Ammonito de Vrij dopo un fallo su Keita
38' Keita firma il raddoppio girando in rete il cross di Damsgaard dalla destra: 2-0 per la Sampdoria
36' Lautaro e Sanchez provano a dialogare al limite dell'area ma il pallone del Nino Maravilla è troppo lungo
35' Dieci minuti al termine del primo tempo, Sampdoria ancora avanti 1-0, con l'Inter che attacca a caccia del pareggio
30' Ci prova Gagliardini dal limite, conclusione deviata e facile la presa per Audero
26' Punizione deviata di Young dal lato corto dell'area, Lautaro di testa anticipa Thorsby ma non trova la porta
23' Candreva dal dischetto non sbaglia, spiazza Handanovic e porta in vantaggio la Sampdoria
22' Barella viene anche ammonito da Valeri
22' Valeri concede calcio di rigore dopo on field review per un fallo di mano di Barella su colpo di testa di Tonelli
20' Destro di Adrien Silva deviato da Gagliardini in corner
19' La barriera mura la punizione di Candreva. Sulla ripartenza Hakimi si rende protagonista di una grande giocata nell'area avversaria con un tunnel su Augello ma poi Valeri vede un fallo su Thorsby
17' Valeri concede rigore alla Samp per un tocco di mano di Lautaro su tiro di Thorsby ma dopo on field review corregge la sua decisione: il fallo è fuori dall'area, quindi calcio di punizione dal limite e giallo per il "Toro"
14' Colpo di testa di Tonelli su punizione di Candreva: la traversa salva Handanovic
11' Audero respinge il rigore di Sanchez poi Ashley Young colpisce il palo
10' Valeri richiamato al VAR per un fallo di mano di Thorsby. È calcio di rigore per l'Inter: il direttore di gara non ha dubbi dopo on field review
9' Inter a un passo dal vantaggio: corner dalla destra, spizzata di Gagliardini e girata di prima intenzione di Skriniar che non trova il secondo palo di un soffio!
8' Sanchez libera al tiro Ashley Young dal limite. Audero si salva e alza il pallone sopra la traversa
6' Cross di Barella, servito da Hakimi, ma né Sanchez né Lautaro riescono ad arrivare sul pallone. Se ne impossessa Adrien Silva che libera l'area
2' Primo tentativo di Lautaro, che viene murato da Colley all'interno dell'area. Corner per l'Inter!
1' Quasi tutto pronto per il calcio d'inizio del match: primo pallone giocato dalla formazione blucerchiata. Si parte: forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Prima trasferta del 2021 per l'Inter di Antonio Conte, ospite della Sampdoria allo stadio "Luigi Ferraris" per la 16^ giornata di Serie A
Minuti Cronaca
50' L'assalto finale non produce effetti. Finisce 2-1 a "Marassi", la Sampdoria interrompe la striscia di vittorie consecutive dell'Inter con i gol di Candreva e Keita. Non basta ai nerazzurri la rete di de Vrij nella ripresa
47' Nella Sampdoria La Gumina prende il posto di Keita
46' Ammonito Hakimi dopo un fallo su Keita e relative proteste
44' Saranno cinque i minuti di recupero
41' Punizione di Eriksen ribattuta, poi ci riprova di testa il numero 24 nerazzurro ma blocca Audero
39' Ammonito Keita per un fallo su de Vrij
39' Trattenuta di Askildsen su Hakimi. Altra ammonizione per la Samp
38' Colpo di testa di Perisic su corner di Eriksen e palla alta sopra la traversa
35' Dentro anche Vidal per Barella
35' Ultimi cambi per Conte: D'Ambrosio rileva Skriniar
34' Incursione dalla destra di Lautaro, destro in allungo e parata di Audero. Ennesimo calcio d'angolo per l'Inter
32' Colpo di testa di Perisic, deviazione e palla fuori di un soffio. Altro corner per l'Inter!
30' Filtrante di Hakimi per Lukaku, chiuso da Colley che poi va a terra guadagnato calcio di punizione
29' Doppio cambio per la Sampdoria: Askildsen e Leris per Adrien Silva e Jankto
27' Salvataggio di Audero che evita il pareggio sul colpo di testa di Lukaku, che gira il cross di Perisic!
25' Terzo cambio per Conte: dentro Eriksen per Sanchez
22' Nella Sampdoria dentro Bereszynski per Tonelli
21' Insiste l'Inter, cross di Lautaro deviato in scivolata da Tonelli che agevola la presa di Audero
20' GOL! GOOOL! GOOOOOOOOOOOOL! De Vrij! Colpo di testa vincente del numero 6 nerazzurro che batte Audero su corner di Brozovic: l'Inter accorcia le distanze!
19' Spizzata di Lautaro sul cross deviato di Perisic, Lukaku va sul pallone ma è facile la presa per Audero
17' Secondo cambio per Conte: Gagliardini fa spazio a Lukaku, con Sanchez che arretra sulla trequarti
11' Thorsby in ritardo su Skriniar: ammonizione per il numero 18 della Sampdoria
10' Perisic per Lautaro, che gira un pallone complicato senza riuscire a inquadrare la porta
9' Contropiede della Sampdoria, Jankto conclude con il sinistro, Handanovic risponde in tuffo ed evita il 3-0
8' Punizione dalla trequarti di Brozovic, Audero esce e blocca in presa alta
6' Sanchez di testa su cross di Hakimi non riesce a dare forza al pallone. Para Audero!
5' Assedio nerazzurro, prima la bella giocata di Hakimi chiuso in corner, poi il cross di Lautaro intercettato da Audero
2' Cross di Gagliardini e colpo di testa di Lautaro, che sfiora ancora il secondo palo
1' Un cambio nell'Inter prima dell'avvio della ripresa: dentro Ivan Perisic al posto di Ashley Young
1' Si riparte, forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
3.82
3.82
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
4.93
4.93
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
4.6
4.6
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
3.41
3.41
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
3.46
3.46
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
5.35
5.35
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
5.38
5.38
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
5.83
5.83
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
4.7
4.7
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
4.74
4.74
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
5.23
5.23
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
2.88
2.88
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
3.63
3.63
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
5
5
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
6.25
6.25
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
3.08
3.08
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 4.52 INVIA VOTI
3 tiri porta 7
1 tiri fuori 7
13 falli fatti 18
4 angoli 10
1 fuorigioco 3
38% possesso 62%

L'Inter ha vinto tutte le ultime sei partite di Serie A contro la Sampdoria; soltanto a cavallo degli anni '40 e '50 i nerazzurri hanno registrato sette successi consecutivi contro i blucerchiati nella competizione.

L'ultimo pareggio tra Inter e Sampdoria in Serie A risale all'ottobre 2015 (1-1 con le reti di Muriel e Perisic); da allora, sette successi nerazzurri e due blucerchiati.

Dopo una serie di sette partite, tra il 2015 e il 2018, in cui aveva raccolto soltanto un punto, l'Inter ha vinto tutte le ultime sei sfide di Serie A disputate al Ferraris contro Sampdoria e Genoa.

La Sampdoria va in gol da 15 partite interne consecutive di Serie A: si tratta della miglior striscia dei blucerchiati in casa nel massimo campionato dal 1994 (16 in quel caso).

L’Inter viene da otto successi consecutivi in campionato e solo una volta nella sua storia in Serie A ha fatto meglio, nella celebre striscia record delle 17 vittorie consecutive, registrata tra ottobre 2006 e febbraio 2007.

L'Inter è andata a bersaglio in ciascuna delle ultime 13 trasferte di Serie A (2.5 reti a incontro di media), parziale in cui non ha mai perso: nove successi e quattro pareggi per i nerazzurri.

Negli ultimi 55 anni, solo due squadre sono state capaci di segnare almeno 40 gol nelle prime 15 gare stagionali di Serie A: la Juventus nel 2017/18 (41) e l’Inter nel 2020/21 (40).

Con un gol di Lautaro Martínez (a quota nove reti in questo campionato), l’Inter potrebbe avere due giocatori in doppia cifra di gol dopo 16 gare stagionali di Serie A per la prima volta dal 1958/59 (Angelillo e Firmani).

In caso di presenza, il centrocampista dell’Inter Arturo Vidal (399) può diventare il primo giocatore cileno a tagliare il traguardo delle 400 presenze nei cinque maggiori campionati europei negli anni 2000.

vittorie(30) pareggi(21) sconfitte(13)

GENOVA - Mani furtive, mani galeotte, mani sfortunate. Strano, per il calcio, che siano proprio le mani a indirizzare una partita. Mani guantate, quelle di Audero, nello specifico. Ci sono proprio le impronte, infangate, su questi tre punti che l'Inter lascia sul terreno martoriato del Ferraris:  il portiere della Samp è il grande protagonista della vittoria blucerchiata per 2-1, un successo che interrompe la striscia di vittorie consecutive dell'Inter, che si ferma a 8. Una sconfitta che fa male nel risultato e per come è maturata, in un mix di episodi sfortunati: il rigore di Sanchez parato da Audero, il tocco di mano di Barella che ha consegnato il penalty del vantaggio, il raddoppio di Keita, sfiorato da Handanovic, la reazione nella ripresa frustrata dalle parate dell'estremo difensore di casa. Andiamo K.O. ma dobbiamo rialzarci subito, con la sfida con la Roma di domenica che bussa già alla porta.

Sono proprio i tocchi di mano a caratterizzare un primo tempo schizofrenico, illeggibile e pesantissimo per l'Inter. La squadra di Conte al Ferraris inizia col piglio giusto, aggressiva, quadrata, pericolosa. Le traiettorie di gioco si sviluppano lineari, nonostante un campo in non perfette condizioni. Al nono minuto la partita esplode: inizia a rimbalzare come una pallina in un flipper e regala una dopo l'altra occasioni, situazioni, colpi di scena. Sugli sviluppi di un corner Skriniar sfiora il gol in girata, ma Valeri, richiamato dal VAR, concede un rigore per un fallo di mano di Thorsby. Dal dischetto va Sanchez, Audero para, Young va sulla respinta e calcia di prima colpendo il palo

Sfuma così il possibile vantaggio e la pallina impazzita si sposta nella metà campo nerazzurra: traversa di Tonelli di testa, poi mano di Lautaro sanzionata con il rigore da Valeri, poi cancellato dal VAR e trasformato in punizione dal limite. Ma è ancora un tocco di mano, questa volta di Barella, a permettere alla Sampdoria di andare in vantaggio: il rigore, concesso dopo il check video, è netto e Candreva spiazza Handanovic per il classico gol dell'ex.

L'Inter lavora con costanza, trova meno spazi e, quasi all'improvviso, subisce il secondo gol: fuga di Damsgaard, palla al centro e anticipo secco di Keita, per il 2-0 e il secondo gol dell'ex nel match. Un doppio svantaggio pesante per la squadra di Conte, che chiude il primo tempo con 11 conclusioni e in generale con un tasso di pericolosità altissimo, innalzato dalla buona lena di Sanchez e dalla iperattività di Lautaro, difficilmente contenuto.

La ripresa è un conto alla rovescia verso l'inizio della attesa rimonta nerazzurra. Questa è l'attitudine con cui comincia l'Inter, questa è la prospettiva che accetta la Samp di Ranieri, rintanata e attenta, pronta a ferire solo in ripartenza. Ferocia bagnata da una pioggia pesante che rende sempre più al limite il terreno di gioco del Ferraris. Lautaro indiavolato non trova il bersaglio, come la Samp non trova il colpo del K.O. in contropiede con Thorsby.

Lo squillo di tromba arriva al 65': corner di Brozovic e stacco di testa di de Vrij, per il 2-1 che, di fatto, illude i nerazzurri. L'ennesimo capovolgimento di risultato, infatti, non si concretizza. I cambi di Conte iniettano nuove energie nel momento di massimo sforzo: Perisic, Lukaku, Eriksen e infine D'Ambrosio e Vidal provano a contribuire al massimo all'assalto finale. Sono i calci piazzati e i colpi di testa sugli sviluppi da corner a far registrare le occasioni migliori per l'Inter, ma la porta di Audero rimane blindata fino al 95' e oltre.

SAMPDORIA-INTER 2-1 | IL TABELLINO

SAMPDORIA (4-4-1-1): 1 Audero; 22 Yoshida, 21 Tonelli (24 Bereszynski 68'), 15 Colley, 3 Augello; 87 Candreva, 5 Silva, 18 Thorsby (16 Askildsen 75'), 38 Damsgaard; 14 Jankto (26 Leris 75'); 10 Keita (20 La Gumina 92').
A disposizione: 30 Ravaglia, 34 Letica, 35 Avogadri, 2 Rocha, 8 Verre, 11 Ramirez, 19 Regini, 27 Quagliarella.
Allenatore: Claudio Ranieri. 

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar (33 D'Ambrosio 81'), 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella (22 Vidal 81'), 77 Brozovic, 5 Gagliardini (9 Lukaku 63'), 15 Young (14 Perisic 46'); 10 Lautaro, 7 Sanchez (24 Eriksen 70').
A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 36 Darmian.
Allenatore: Antonio Conte.

Marcatori: 23' Candreva (S) su rig., 38' Keita (S), 65' de Vrij (I)
Ammoniti: Lautaro (I), Barella (I), de Vrij (I), Thorsby (S), Keita (S), Askildsen (S), Hakimi (I)
Recupero: 3' - 5'.
Note: al 12' Audero (S) para rigore a Sanchez (I)

Arbitro: Valeri.
Assistenti: Passeri, Vivenzi.
Quarto Uomo: Massa.
VAR: Chiffi.
Assistente VAR: Paganessi.

in campo

Audero 1 1 Handanovic
Yoshida 22 37 Skriniar
Colley 15 6 de Vrij
Tonelli 21 95 Bastoni
Augello 3 2 Hakimi
Candreva 87 23 Barella
Thorsby 18 77 Brozovic
Silva 5 5 Gagliardini
Damsgaard 38 15 Young
Jankto 14 10 Martínez
Keita 10 7 Sanchez

panchina

Ravaglia 30 27 Padelli
Letica 34 97 Radu
Avogadri 35 9 Lukaku
Rocha 2 11 Kolarov
Verre 8 12 Sensi
Ramirez 11 13 Ranocchia
Askildsen 16 14 Perisic
Regini 19 22 Vidal
La Gumina 20 24 Eriksen
Bereszynski 24 33 D'Ambrosio
Leris 26 36 Darmian
Quagliarella 27

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.