Risultato finale

14 Marzo 2021 15:00

Torino
25' (2t) Sanabria
1 - 2
Inter
40' (2t) Martínez
17' (2t) Lukaku (R)
arbitro Paolo Valeri / guardalinee Ranghetti, Lo Cicero / 4° uomo Di Martino / assistenti Fabbri, Mondin
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Si chiude la prima frazione di gioco all'Olimpico Grande Torino. 0-0 il parziale tra Torino e Inter
45' Segnalato un minuto di recupero
44' Rimessa veloce di Lautaro per Perisic, cross dalla sinistra per Lukaku, che controlla al centro dell'area ma sfiora anche con il braccio. Per Valeri c'è calcio di punizione in favore del Torino
40' Traversone di Barella, pallone troppo su Sirigu, che blocca in presa alta
39' Contropiede di Murru, che accelera, entra in area e conclude con il sinistro trovando l'opposizione di de Vrij
35' Destro di Hakimi dal limite, Lyanco si oppone e poi spazza
32' Sinistro di Verdi da posizione defilata: facile la presa per Handanovic, che blocca in due tempi
28' Torino pericoloso con il palo colpito da Lyanco sulla punizione battuta da Verdi sul lato corto dell'area
24' Buona iniziativa di Bastoni, che entra in area e prova a servire Lukaku sotto porta, palla leggermente troppo lunga per il numero 9 nerazzurro
22' Traversone fuori misura di Bastoni dalla trequarti. Palla troppo lunga per Lautaro e Lukaku in area
20' Cross dalla destra di Barella, servito da Hakimi. Bremer di testa libera l'area
16' Corner dalla destra di Brozovic, de Vrij svetta al centro dell'area ma di testa non riesce a inquadrare lo specchio della porta difesa da Sirigu
13' Filtrante di Barella per l'inserimento di Gagliardini. Palla leggermente troppo lunga per il numero 5 nerazzurro. Rimessa dal fondo per Sirigu
10' Duro contrasto tra Murru e Barella, con il numero 23 che resta a terra dolorante. Palla in out per permettere l'intervento dello staff medico nerazzurro
7' Palla vagante nell'area granata sul cross pericoloso di Lukaku: Lautaro si avventa sul pallone ma Lyanco chiude spazzando in corner con un intervento decisivo
4' Inter subito vicina al vantaggio: traversone di Perisic, Lautaro anticipa tutti sul primo palo ma non trova la porta di un soffio!
4' Barella recupera il pallone a centrocampo e scappa sulla destra: cross per Lautaro, anticipato di testa da Izzo, che secondo Valeri subisce anche fallo
1' Si parte! Comincia il match a Torino: primo pallone giocato dalla formazione granata. Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Squadre che fanno il loro ingresso in campo, tra pochi istanti il calcio d'inizio del match. Conte conferma l'undici che ha battuto l'Atalanta con l'unica eccezione di Vidal, infortunato, sostituito da Gagliardini
1' Allo Stadio Olimpico Grande Torino, l'Inter è ospite della formazione di Davide Nicola per la 27^ giornata di Serie A. Nerazzurri a caccia dell'ottava vittoria consecutiva in campionato!
Minuti Cronaca
48' Tripliceeee fischioooooooo! L'Inter batte il Torino e centra l'ottava vittoria consecutiva in campionato: Lukaku firma il vantaggio, Sanabria trova il momentaneo pareggio ma poi ci pensa Lautaro con il definitivo 2-1!!!
45' Segnalati tre minuti di recupero
44' Doppio cambio anche nel Torino: dentro Belotti e Gojak per Sanabria e Vojvoda
43' L'ultimo cambio vede il ritorno sul terreno di gioco di Matias Vecino, che prende il posto di Lautaro
43' Doppio cambio per l'Inter: Darmian per Hakimi
40' GOL! GOOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOOOL! Lautaroooooooo! Grandissimo gol del "Toro" che di testa batte Sirigu su cross di Sanchez e riporta in vantaggio l'Inter!!!
37' Lautaro per Lukaku, chiuso in corner al momento del tiro
35' Cambio per l'Inter: Sanchez per Brozovic
32' Chance per Eriksen, che da ottima posizione, servito da Barella, trova il muro granata
30' Palla dentro per Lukaku, che appoggia per Ashley Young sul lato corto dell'area, ma c'è posizione irregolare di "Big Rom"
25' Il Torino trova il pareggio in mischia con Sanabria che mette dentro dopo un paio di rimpalli. Risultato di nuovo in parità
24' Subito cross di Ansaldi a cercare Zaza, Young di testa si rifiugia in corner
22' Doppio cambio nel Torino: Zaza e Ansaldi per Murru e Verdi
20' Miracolo di Sirigu, che si salva con i piedi sulla conclusione ravvicinata di Hakimi
17' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Lukakuuuuuuuu! "Big Rom" dal dischetto non sbaglia, spiazza Sirigu e porta in vantaggio l'Inter!!!
16' Izzo stende Lautaro in area: è calcio di rigore per l'Inter!
16' Cross fuori misura di Hakimi su una buona azione per i nerazzurri
11' Fa il suo ingresso anche Eriksen, che prende il posto di Gagliardini
11' Doppio cambio per l'Inter: dentro Young per Perisic
7' Ammonizione per Gagliardini dopo un intervento in ritardo su Verdi
6' Occasione Inter: Hakimi al centro per Gagliardini che sceglie il tempo perfetto per l'inserimento ma di testa non inquadra la porta
4' Cambio nel Torino: Linetty prende il posto di Baselli
3' Corner dalla destra di Brozovic, Skriniar sale in cielo e gira di testa ma la palla termina a lato
2' L'Inter cerca subito il forcing: cross di Barella, deviato in corner dall'intervento di testa di Bremer
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Comincia il secondo tempo di Torino-Inter. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
5.69
5.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
5.52
5.52
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
5.41
5.41
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
5.07
5.07
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.42
6.42
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vecino
6.09
6.09
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.75
7.75
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
6.66
6.66
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.04
6.04
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
5.64
5.64
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
5.79
5.79
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
7.11
7.11
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
5.09
5.09
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
6.73
6.73
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
4.93
4.93
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Darmian
6.06
6.06
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6 INVIA VOTI
3 tiri porta 3
2 tiri fuori 6
11 falli fatti 12
1 angoli 8
1 fuorigioco 2
31% possesso 69%

Dopo essere rimasto imbattuto per cinque partite di campionato di fila contro i nerazzurri (2V, 3N), il Torino ha perso tutte le ultime tre gare di Serie A contro l’Inter subendo sempre almeno tre gol nel parziale.

Perfetto equilibrio nelle ultime sei partite di Serie A tra Torino e Inter giocate in casa dei granata: due vittorie a testa e due pareggi; in cinque di queste sei sfide almeno una delle due squadre non è andata in gol.

É dal maggio 2017 contro il Genoa che l’Inter non perde una gara di Serie A giocata di domenica alle ore 15: 11 vittorie (tra cui quelle in tutte le ultime quattro in ordine di tempo) e tre pareggi da allora.

Il Torino ha perso nell’ultimo turno contro il Crotone: è dallo scorso dicembre che la formazione granata non registra due sconfitte consecutive in Serie A (tre in quel caso).

Nelle ultime nove giornate di campionato l’Inter ha conquistato 25 punti sui 27 possibili (8V, 1N), almeno sei in più di qualsiasi altra formazione, subendo solo due reti (almeno tre in meno di qualsiasi altra squadra).

Anche contro l’Atalanta, l’Inter è andata a segno su sviluppo di calcio d’angolo: decima rete segnata in questo modo dai nerazzurri nel campionato in corso – nell’intera scorsa stagione di Serie A furono 11 le reti dell’Inter da corner.

Lautaro Martínez dell’Inter ha segnato esattamente un gol in ciascuna delle ultime tre sfide di Serie A contro il Torino: solo contro il Cagliari l’argentino vanta quattro differenti gare con almeno una rete all’attivo nel torneo.

Milan Skriniar con i suoi tre gol ha portato cinque punti all’Inter in questa Serie A: nessun difensore ha fatto meglio finora in questo campionato.

Conte cambia un solo titolare rispetto all’ultima gara in Serie A; nelle ultime sei uscite in campionato ha effettuato massimo due variazioni

Ivan Perisic colleziona la sua 300ª presenza in carriera nei top-5 campionati europei.

Due delle cinque gare in questa Serie A in cui l’Inter ha chiuso il primo tempo senza tirare nello specchio sono state contro il Torino.

Il primo tiro nello specchio dell'Inter in questa gara è arrivato con il gol dal dischetto di Lukaku

Lautaro Martínez ha segnato un gol in ciascuna delle ultime quattro sfide di Serie A contro il Torino, contro nessuna squadra ha segnato in più partite diverse nel torneo.

Lautaro Martínez ha stabilito il suo record di gol di testa in una singola stagione in Serie A: quattro – ne aveva segnati tre in ciascuno dei precedenti due campionati

vittorie(32) pareggi(26) sconfitte(32)

TORINO - L'ora del tè, per tradizione, cade tra le 16:30 e le 17. Proprio a metà, verso le 16:45, sul campo del Torino, si sono seduti tre ragazzi: Lautaro Martinez, Alexis Sanchez, Achraf Hakimi. Il gesto è quello della preparazione di una bevanda, le risate sono quelle che accompagnano un momento di gioia. Una sorsata di energia, più che di ristoro. Partiamo da qui, da quei tre che esultano alla loro maniera dopo uno dei gol più belli, e forse più pesanti, della stagione nerazzurra. Che questo fosse l'anno del bue, anzi meglio, del toro, ve l'avevamo raccontato. Che si giocasse proprio in casa del Toro, poi, si sapeva. Che il nostro, di Toro, fosse scatenato, beh, sapevamo anche questo. Il fatto è che questo incrocio di segni ha portato al quarto gol su quattro incroci appunto tra Lautaro e il Torino: il destino, insomma, disegna scenari particolari.

 

E gioiosi, per i nostri colori. In un pomeriggio di fine inverno soleggiato ma ventoso, e che sapevamo sarebbe stato complicato, al netto di tutto. Invece, nonostante una prova non brillantissima, torniamo dal capoluogo piemontese con altri 3 punti. Vitali, fondamentali, pesantissimi: ottava vittoria consecutiva, maturata nella ripresa con il rigore di Lukaku e lo straordinario colpo di testa di Lautaro. Ancora una volta tutti importantissimi: Eriksen e Sanchez, entrati nella ripresa, hanno dato una marcia in più e nel finale si è rivisto anche Vecino, out dallo scorso 9 luglio. Tutto bello, insomma.

Un solo cambio, per Antonio Conte (squalificato, in panchina Cristian Stellini), rispetto alla sfida vinta contro l'Atalanta lunedì: c'è Gagliardini a centrocampo al posto di Christian Eriksen, inizialmente in panchina. Nel Torino, tra squalifiche e assenze, Nicola sceglie Verdi e Sanabria come coppia d'attacco, con Belotti recuperato ma solo per la panchina. 

La partita è quella che ti aspetti: d'attesa. Il 3-5-2 granata è compatto, con una linea bassa che mira al non concedere spazio in campo aperto a Lukaku e Latuaro. Il gioco, così, nasce dai centrali nerazzurri e si sviluppa soprattutto sulle fasce. Barella e Hakimi giocano in simbiosi, scambiandosi posizioni e andando nei corridoi sulla destra, tra inserimenti e sovrapposizioni. L'avvio nerazzurro è anche molto promettente, con due occasioni davvero importanti per Lautaro nei primi 7 minuti: al 4' con un colpo di testa a lato dopo una bella iniziativa di Perisic, poi quando viene anticipato al momento del tiro a botta sicura nell'area piccola. Segnali di un possibile assedio? No, perché la squadra di Nicola si stabilizza: attende bassa, contrasta a uomo Lukaku con Bremer e poi prova a ripartire palleggiando e innescando Verdi e Sanabria, non attaccanti fisici ma svelti con i piedi e abili fronte alla porta.

Il lungo possesso dell'Inter è una ragnatela che non irretisce i granata, che sfiorano invece il clamoroso vantaggio. Clamoroso, è proprio il caso di dirlo, è l'occasione che si divora Lyanco: su una punizione dalla sinistra si trova tutto solo - complice uno scivolone di Bastoni - a pochi passi dalla porta. Il colpo di testa a botta sicura va sul palo, poi Lukaku pulisce l'area. Uno spavento inatteso, che ha come conseguenza una maggiore fiducia da parte del Toro, più propenso a costruire soprattutto spingendo sul centrosinistra. L'Inter manovra e continua a trovare solo nei cross lo spunto per provare a pungere dalle parti di Sirigu, senza successo.

Trovare la crepa nel muro per farlo cedere. Solo così l'Inter sa di poter avere un'occasione. E accade dopo un'ora di gioco, a stretto giro dagli ingressi di Young e Eriksen. Proprio il danese innesca per la prima volta la scintilla in Lautaro e Lukaku: il belga lotta, sradica un pallone e lo serve a Lautaro, steso da Izzo. Rigore netto e trasformazione impeccabile di Romelu, per l'1-0. Da bissare immediatamente, con la migliore azione dell match dell'Inter: ispirata da Skriniar, rifinita da Lautaro e conclusa da Hakimi, con la parata di piede di Sirigu.

 

Il raddoppio non arriva a incredibilmente al 70' si materializza il pareggio: Sanabria spinge il pallone in porta dopo una mischia sugli sviluppi di un corner. Un gol probabilmente viziato da una spinta su Skriniar sulla quale Valeri però sorvola. Gli ultimi venti minuti si trasformano in un conto alla rovescia per l'Inter, costretta a trovare il gol con la consapevolezza di non concedere spazi alla verve del nuovo entrato Zaza. L'ingresso di Sanchez rivitalizza l'azione offensiva dell'Inter: il cileno catalizza tutti i palloni, dribbla e smista. Dà l'energia necessaria per azzannare il Toro. L'invenzione per il gol esce proprio dal suo destro, un arcobaleno che trova uno straordinario gesto da centravanti di Lautaro: movimento sul secondo pallo, stacco di testa e gol meraviglioso.

 

Inter di nuovo avanti, un 2-1 voluto con forza in un match non perfetto, ma cruciale. I minuti finali vedono una grande compattezza: da Vecino fino al monumentale Skriniar, il Torino viene tenuto a distanza. Ottava vittoria di fila, i punti in classifica sono 65!

IL TABELLINO

TORINO (3-5-2): 39 Sirigu; 5 Izzo, 4 Lyanco, 3 Bremer; 27 Vojvoda (10 Gojak 89'), 8 Baselli (77 Linetty 49'), 38 Mandragora, 7 Lukic, 29 Murru  (15 Ansaldi 67'); 24 Verdi (11 Zaza 67'), 19 Sanabria (9 Belotti 89').
A disposizione: 18 Ujkani, 32 Milinkovic-Savic, 13 Rodriguez, 26 Bonazzoli, 45 Ferigra, 99 Buongiorno.
Allenatore: Davide Nicola.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi (36 Darmian 89'), 23 Barella, 77 Brozovic (7 Sanchez 81'), 5 Gagliardini (24 Eriksen 56'), 14 Perisic (15 Young 56'); 9 Lukaku, 10 Lautaro (8 Vecino 89').
A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 33 D'Ambrosio, 99 Pinamonti.
Allenatore: Cristian Stellini.

Marcatori: 62' Lukaku I) su rig., 70' Sanabria (T), 85' Lautaro (I)
Ammoniti: Gagliardini (I)
Recupero: 1' - 3'.

Arbitro: Valeri.
Assistenti: Ranghetti, Lo Cicero.
Quarto Uomo: Di Martino.
VAR: Fabbri
Assistente VAR: Mondin.

in campo

Sirigu 39 1 Handanovic
Izzo 5 37 Skriniar
Lyanco 4 6 de Vrij
Bremer 3 95 Bastoni
Vojvoda 27 2 Hakimi
Baselli 8 23 Barella
Mandragora 38 77 Brozovic
Lukic 7 5 Gagliardini
Murru 29 14 Perisic
Verdi 24 10 Martínez
Sanabria 19 9 Lukaku

panchina

Ujkani 18 97 Radu
Milinkovic-Savic 32 27 Padelli
Belotti 9 7 Sanchez
Gojak 10 8 Vecino
Zaza 11 11 Kolarov
Rodriguez 13 12 Sensi
Ansaldi 15 13 Ranocchia
Bonazzoli 26 15 Young
Ferigra 45 24 Eriksen
Linetty 77 33 D'Ambrosio
Buongiorno 99 36 Darmian
99 Pinamonti

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.