Risultato finale

23 Maggio 2021 15:00

Inter
27' (2t) Lukaku
19' (2t) Perisic
44' Eriksen
10' Martínez (R)
8' Young
5 - 1
Udinese
34' (2t) Pereyra (R)
arbitro Manuel Volpi / guardalinee Luigi Rossi, Giuseppe Perrotti / 4° uomo Daniel Amabile / assistenti Luca Banti, Mauro Vivenzi
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
47' Si chiude la prima frazione di gioco al "Meazza": Inter in vantaggio 2-0 grazie ai gol di Young ed Eriksen
45' Segnalati due minuti di recupero
44' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOOL! Erikseeeeeeeen! Punizione vincente del numero 24 nerazzurro, che batte Musso sfruttando un varco nella barriera friulana e trova il raddoppio: 2-0!!!
43' Gagliardini steso al limite: calcio di punizione per l'Inter da posizione interessante per il destro di Eriksen!
41' Pereyra al centro per Stryger Larsen che di testa anticipa Hakimi ma non riesce a dare forza alla sua incornata. Nessuna preoccupazione per il capitano nerazzurro, palla sul fondo
39' Problema fisico per Sensi, costretto a lasciare il campo. Al suo posto Christian Eriksen
36' Bella giocata sulla trequarti di Lautaro, che manda al tiro Vecino. Destro potente ma altissimo sopra la traversa
30' Lautaro sfugge a Becao ma il direttore di gara vede un fallo inesistente con il "Toro" lanciato verso l'area
25' Ammonito Lautaro Martinez dopo un intervento in scivolata su Becao. Il "Toro" era diffidato e salterà la prima giornata del prossimo campionato
24' Durissimo intervento di Becao che spinge Lautaro fuori dal campo
18' Hakimi sfugge sulla destra, serve Sensi che sbaglia la misura del filtrante per Young, che sarebbe stato solo davanti a Musso
14' Samir chiude su Pinamonti ma non riesce a evitare il calcio d'angolo
12' Continua a spingere l'Inter, che guadagna un corner corto per un fallo di Pereyra sull'iniziativa di Lautaro
10' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Lautaroooooo! Il "Toro" non sbaglia dal dischetto e firma il 3-0!!!
8' GOL! GOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Youuuuuuung! Inter subito in vantaggio con il numero 15 nerazzurro che approfitta di un rimpallo dopo il tiro di Lautaro e anticipa l'uscita di Musso con un tocco morbido: 1-0!
5' L'Inter prende subito in mano le redini del match al "Meazza". Pressing alto dei nerazzurri e Udinese tutta chiusa nella sua trequarti
1' Si parte! Comincia il match: forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Quasi tutto pronto per il calcio d'inizio del match: gli ultimi 90' della stagione prima della festa, prima di alzare verso il cielo di San Siro il diciannovesimo Scudetto della storia nerazzurra!
1' È il giorno della festa, è il giorno dei Campioni d'Italia: l'Inter scende in campo al "Meazza" per l'ultima giornata della Serie A 2020-2021 davanti a 1000 tifosi. A sfidare i nerazzurri l'Udinese di Luca Gotti
Minuti Cronaca
45' Tripliceeee fischiooooo al "Meazza"! Si chiude con un netto 5-1 la stagione dei nerazzurri, che si preparano ora per sollevare nel cielo di San Siro il diciannovesimo tricolore della storia interista!
43' Nell'Udinese dentro Gasparini per Musso e Palumbo per Walace
38' Si abbassano i ritmi in questi ultimi minuti del match, ma l'Inter non smette di macinare gioco
34' Pereyra dal dischetto non sbaglia, spiazza Padelli e firma l'1-5
33' On field review per Volpi dopo un intervento involontario con il braccio di Eriksen. È calcio di rigore per l'Udinese
29' Ci prova l'Udinese con Makengo, ma il tiro del numero 6 bianconero trova solo l'esterno della rete
28' Subito un'altra occasione per Lukaku! Cross perfetto di Young e colpo di testa di "Big Rom" che svetta al centro dell'area ma non inquadra la porta
27' GOL! GOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOL! Lukakuuuuuuu! Dopo il palo colpito da Sanchez, il pallone sbatte su "Big Rom" che è al posto giusto per il 5-0!!!
27' Destro a giro di Sanchez che supera Musso ma colpisce il palo!
24' Cambio nell'Udinese: Makengo prende il posto di De Paul
20' Ultimo cambio per l'Inter: Sanchez prende il posto di Pinamonti
19' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Perisiiiiiiic! Destro capolavoro del numero 14 nerazzurro che disegna una spettacolare traiettoria a giro che si infila nel sette battendo Musso per il poker: 4-0!!!
18' Cross teso di Perisic, ma Musso in uscita bassa anticipa Pinamonti, che era pronto a spingere il pallone in rete
14' Doppio cambio anche per l'Udinese: Llorente per Okaka e Forestieri per Zeegelaar
12' Dentro anche Perisic per Hakimi
12' Doppio cambio per l'Inter: Conte inserisce Lukaku per Lautaro
9' Hakimi steso in area da Zeegelaar. È calcio di rigore per l'Inter!
8' Insiste l'Inter: destro potente di Eriksen dal limite, Musso alza ancora il pallone sopra la traversa
8' Ancora Lautaro sugli sviluppi del calcio d'angolo: mancino alto sopra la traversa
7' Grande sinistro di Lautaro dall'interno dell'area, fermato dall'intervento decisivo di Musso. Corner per l'Inter
4' Occasione per l'Udinese, con De Paul che anticipa l'uscita di Padelli con un tocco ma è provvidenziale Bastoni a salvare prima della linea di porta. Si resta sul 2-0!
1' Si riparte! Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Un cambio nell'Inter per il secondo tempo: prima presenza stagionale per Daniele Padelli, che prende il posto di Samir Handanovic tra i pali

Ranocchia
7.71
7.71
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Handanovic
7.27
7.27
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
7.22
7.22
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
7.95
7.95
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Pinamonti
6.66
6.66
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
6.56
6.56
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vecino
7.25
7.25
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.84
7.84
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sensi
6.49
6.49
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
7.67
7.67
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
7.72
7.72
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
7.23
7.23
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
7.8
7.8
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
8.2
8.2
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
7.74
7.74
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 7.42 INVIA VOTI
7 tiri porta 2
4 tiri fuori 5
13 falli fatti 16
3 angoli 2
0 fuorigioco 1
48% possesso 52%

Questo sarà il terzo confronto in Serie A tra Antonio Conte e Luca Gotti dopo il successo nerazzurro nella gara di ritorno della scorsa stagione e il pareggio all’andata.

Per il tecnico nerazzurro otto successi su dieci sfide contro i friulani, con due pareggi a completare il bilancio.

Con 88 punti conquistati i nerazzurri Campioni d’Italia arrivano all’ultima sfida di campionato dopo 27 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte in 37 giornate, 84 gol segnati e 34 subiti, miglior difesa del torneo.

L’Inter sarà la prima squadra nella storia della Serie A a girone unico a tagliare il traguardo delle 3000 partite nella competizione: i nerazzurri hanno ottenuto finora 1495 successi, 834 pareggi e 670 sconfitte.

Con una presenza, Samir Handanovic può superare Walter Zenga (328) e diventare in solitaria il portiere dell’Inter con più presenze in Serie A. Dal suo esordio nel massimo campionato italiano, con l’Udinese, nel 2004/05, Handanovic ha tenuto la porta inviolata in 180 incontri interi nella competizione: più di ogni altro portiere (comprese 14 clean sheet nel torneo in corso, altro record).

Ashley Young è il primo giocatore inglese a trovare il gol per due stagioni differenti di Serie A da Paul Ince, nel 1995/96 e 1996/97 sempre con l'Inter.

Andrea Ranocchia ha giocato otto partite da titolare in questa Serie A, non ne registrava così tante dal primo minuto nella competizione dal 2015/16 (14 tra Sampdoria e Inter).

L'Inter ha trovato il gol su punizione diretta in Serie A dopo 118 partite - l'ultimo risaliva infatti all'aprile 2018: João Cancelo con il Cagliari.

Christian Eriksen è il primo giocatore dell'Inter a segnare da subentrato in un primo tempo di Serie A da Pablo Daniel Osvaldo contro l'Atalanta nel settembre 2014.

Romelu Lukaku ha ora segnato 24 gol in questo campionato, suo record nella competizione - nei Top-5 campionati europei ha fatto meglio solo nel 2016/17 con l'Everton.

vittorie(28) pareggi(11) sconfitte(10)

Un popolo in festa. Perché insieme è più bello. Perché la gioia, se condivisa, è aumentata. Perché lo meritavano tutti, i tifosi per primi. Perché siamo Campioni d'Italia. Inter-Udinese non è stata solo una partita, ma una diffusa manifestazione di interismo. Genuina, spontanea, sentita. Mancava, la vicinanza. Mancava, il rumore. Mancavano i cori, le bandiere, gli applausi. Mancavano i tifosi a rendere omaggio a questo Scudetto meraviglioso. E allora l'attesa ordinata fuori da San Siro, il pullman della squadra portato letteralmente in trionfo nell'ingresso allo stadio. E poi i mille tifosi all'interno del Meazza, un ritorno mai così tempestivo, per immortalare, insieme, il momento della storia, quello dello Scudetto numero 19. Inter-Udinese un lungo conto alla rovescia verso l'alzata della coppa. Inter-Udinese con la colonna sonora dei cori dei tifosi capaci di cantare sempre più forte, con una sinfonia che si irradia dal piazzale di San Siro fino a dentro allo stadio, esaltando le giocate dei nerazzurri.

Perché anche se lo Scudetto è arrivato 20 giorni fa va onorato fino in fondo, a maggior ragione in questa giornata di festa. E la festa è anche in campo, prima del trofeo, prima delle celebrazioni. L'Inter non ha mollato niente, fino all'ultima accelerazione sul prato di San Siro. Campioni fino in fondo. E con l'Udinese arriva un 5-1 senza appello. Young, Eriksen, Lautaro, Perisic e Lukaku mettono gli ultimi sigilli alla stagione, con l'Inter che chiude il campionato a quota 91. Di più: superata quota 100 gol in stagione (sono 101, 89 dei quali in Serie A) e soprattutto messa la bandiera nerazzurra sopra ad ogni avversaria. Battendo l'Udinese, infatti, l'Inter di Conte ha sconfitto almeno una volta tutte le avversarie affrontate in campionato. 

Prima del match una dedica speciale da parte della società nerazzurra: un messaggio per tutto il personale sanitario che si è speso e si spende in prima linea per il contenimento della pandemia di Covid-19. "Medici e infermieri: i Campioni dell'Italia siete voi. Grazie di tutto". Poi, come sempre, solo Inter. In un match dai ritmi ovviamente non forsennati, con la Curva a scandire da fuori il ritmo, come nelle occasioni di gala, quelle con il pubblico del Meazza tambureggiante. 

Una galoppata verso la festa finale condita da giocate, colpi di classe, qualche numero di pura accademia e anche qualche scontro proibito. Ma sono soprattutto gli applausi ad accompagnare la vittoria nerazzurra, la numero 28 su 38 partite. Ad aprire il match il tocco sotto vincente di Young, al suo primo gol nel 2020/2021: 17esimo differente marcatore stagionale. La sua rete di fatto abbatte da subito l'argine della resistenza dell'Udinese, che subisce impotente le folate nerazzurre guidate da Gagliardini e Vecino, i più voraci in mezzo al campo: corse, sprint e inserimenti.

Quando si ferma Sensi per un risentimento all'adduttore è Eriksen a sostituirlo: pochi minuti e palla in buca, su calcio di punizione dal limite. Posizione "derby" e risultato analogo, complice la barriera. 

Il 2-0 del primo tempo non accontenta l'Inter, che ha in Lautaro una scheggia incontrollabile, tra tunnel, dribbling e tiri. Il suo gol, il 3-0, arriva su rigore procurato da Hakimi, dopo una discesa sulla destra. Gol del Toro ed esultanza con Achraf, prima di lasciare, entrambi e abbracciati, il terreno di gioco. La ripresa scorre così, con il sole a scaldare il finale di gara nel quale Perisic illumina il pomeriggio con un gran destro a giro.

E poi Romelu, immancabile: invenzione di Sanchez che finisce sul palo e gol di petto, quasi fortuito, di Lukaku. Il 5-0 viene leggermente sporcato dal rigore di Pereyra nel finale, per un fallo di mano di Eriksen: Padelli (prima presenza stagionale) spiazzato. Non c'è tempo per recriminare, solo per la festa. Quella dell'Inter Campione d'Italia. Assieme ai suoi tifosi.
 

IL TABELLINO

INTER (3-5-2): 1 Handanovic (27 Padelli 46'); 33 D'Ambrosio, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 2 Hakimi (14 Perisic 57'), 8 Vecino, 5 Gagliardini, 12 Sensi (24 Eriksen 39'), 15 Young; 99 Pinamonti (7 Sanchez 66'), 10 Lautaro (9 Lukaku 57').
A disposizione: 97 Radu, 6 de Vrij, 22 Vidal, 23 Barella, 37 Skriniar.
Allenatore: Antonio Conte.

UDINESE (3-5-2): 1 Musso (31 Gasparini 88'); 50 Becao, 14 Bonifazi, 3 Samir; 16 Molina, 19 Larsen, 90 Zeegelar (45 Forestieri 59'), 11 Walace (64 Palumbo 88'), 10 De Paul (6 Makengo 69'), 16 Molina; 37 Pereyra, 7 Okaka (32 Llorente 59').
A disposizione: , 96 Scuffet, 5 Ouwejan, 24 Battistella, 65 Rigo, 68 Basha.
Allenatore: Luca Gotti.

Marcatori: 7' Young (I), 44' Eriksen (I), 55' Lautaro (I) su rig., 64' Perisic (I), 72' Lukaku (I), 79' Pereyra (U) su rig
Ammoniti: Lautaro (I)
Recupero: 2' - 0'

Arbitro: Volpi.
Assistenti: L. Rossi, Perrotti.
Quarto Uomo: Amabile.
VAR: Banti.
Assistente VAR: Vivenzi.

in campo

Handanovic 1 1 Musso
D'Ambrosio 33 50 Becao
Ranocchia 13 14 Bonifazi
Bastoni 95 3 Samir
Hakimi 2 16 Molina
Vecino 8 10 De Paul
Gagliardini 5 11 Walace
Sensi 12 90 Zeegelaar
Young 15 19 Larsen
Martínez 10 37 Pereyra
Pinamonti 99 7 Okaka

panchina

Radu 97 31 Gasparini
Padelli 27 96 Scuffet
de Vrij 6 5 Ouwejan
Sanchez 7 6 Makengo
Lukaku 9 24 Battistella
Perisic 14 32 Llorente
Vidal 22 45 Forestieri
Barella 23 64 Palumbo
Eriksen 24 65 Rigo
Skriniar 37 68 Basha

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.