Risultato finale

24 Settembre 2014 20:45

Inter
41' (2t) Hernanes
40' Osvaldo
2 - 0
Atalanta
arbitro Andrea Gervasoni / guardalinee Preti, Passeri / 4° uomo Cariolato / assistenti Tagliavento, Versini
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
48' Si chiude sull'1-0 il primo tempo di Inter-Atalanta. Decide Osvaldo.
47' San Siro applaude la manovra e la grinta dell'Inter: nessun ostacolo per Osvaldo, Guarin e Kovacic che vincono tutti i contrasti.
45' Sinistro di Dodò alto sopra la traversa.
45' Gervasoni concede 3 minuti di recupero.
40' GOOOL INTER!!! Dal calcio di punizione di Guarin, bellissima rete in sforbiciata di Osvaldo: palla alle spalle di Sportiello
38' L'Inter reclama per un fallo di mano di Benalouane, ma Gervasoni sanziona la spinta di Ranocchia al tunisino.
37' L'assist di Guarin è per Jonathan che viene però murato in area al momento del tiro. Corner.
36' Bellissima percussione di Guarin che, dalla distanza, libera il destro di pochissimo fuori alla sinistra di Sportiello.
34' Fallo di D'Alessandro su Jonathan: calcio di punzione per l'Inter. Il brasiliano sul primo palo, Bianchi libera l'area.
30' Sportiello dice di no a Palacio e para il calcio di rigore.
29' Calcio di punizione affidato a Dodò, ma Benalouane affonda Ranocchia e Gervasoni concede il calcio di rigore all'Inter.
28' Carmona è ammonito per il fallo su Osvaldo.
25' Primo cambio obbligato per Walter Mazzarri: Icardi lascia il posto in campo a Osvaldo.
24' Altra chanche per l'Inter. Guarin allarga per Kovacic che punta la porta con un destro a giro che termina alla sinistra di Sportiello.
22' Icardi ha subito una botta e sembra avere qualche problema.
20' Cross di Zappacosta deviato in corner da Juan Jesus. Cigarini a battere, Cherubin all'indietro ma prende in piena faccia Vidic.
17' Ancora Inter all'attacco. Questa volta è Palacio a chiamare in causa Sportiello che respinge il rasoterra del El Trenza.
16' PALO DI VIDIC!!! Dal corner di Jonathan, colpo di testa del difensore serbo che colpisce il legno.
15' Cross di Dodò in mezzo all'area, Jonathan non ci arriva di poco. Sfiora Cherubin ed è calcio d'angolo per la squadra di Mazzarri.
13' Ranocchia resta a terra dopo il brutto scontro con il portiere dell'Atalanta.
12' Fallo di Cigarini su Guarin: calcio di punizione per l'Inter. Il colombiano crossa verso Ranocchia, che si scontra con Sportiello.
9' Inter vicina al vantaggio: sugli sviluppi del corner, siluro di Medel che non trova la porta di pochissimo.
8' Calcio di punizione per l'Inter: Guarin sul pallone. Deviazione di Carmona e primo calcio d'angolo anche per l'Inter.
7' Cigarini dalla bandierina, c'è Guarin a liberare l'area. Poi ancora il numero 21 dell'Atalanta cerca la porta con il destro, ma è alto.
6' Dramè conquista il primo corner del match.
2' Lancio lungo di Ranocchia per Icardi, ancora Cherubin a sbarrare la strada all'attaccante argentino.
1' Nel primo turno infrasettimanale della stagione 2014/2015 l'Inter ospita l'Atalanta allo stadio "Giuseppe Meazza" per la 4a giornata
1' Walter Mazzarri ritrova Palacio e lo schiera accanto a Icardi. A centrocampo, confermato Guarin con Dodò e Jonathan esterni.
1' Difesa a tre confermata con Capitan Ranocchia accanto a Vidic e Juan Jesus.
1' Nell'Atalanta, c'è Cigarini mentre parte dalla panchina Biava. In avanti Moralez-Bianchi
1' Ad arbitrare il match, Andrea Gervasoni della sezione di Mantova.
1' Con il tocco di Rolando Bianchi ha inizio Inter-Atalanta.
1' Il primo pallone è servito da Kovacic a Palacio, Cherubin chiude in scivolta.
Minuti Cronaca
48' Con le bellissime reti di Osvaldo ed Hernanes, si chiude sul 2-0 il match con l'Atalanta che porta l'Inter a 8 punti in classifica.
45' Si giocherà fino al 93'
44' Fallo su Dodò: ammonizione per Boakye.
41' GOOOL DI HERNANES! Il Profeta mette il sigillo sul match con un calcio di punizione straordinario che dà il via alla capriola.
40' Fallo al limite dell'area di Carmona su Osvaldo. Calcio di punizione per l'Inter da ottima posizione.
39' Anche Medel cerca la porta, tocca Sportiello ed è calcio d'angolo per l'Inter. A liberare l'area c'è poi Denis.
37' Sinistro di Boakye, palla larga.
36' Combinazione con Kovacic e destro di Hernanes, ma il pallone va oltre la traversa.
32' Kovacic cerca Jonathan, che però arriva lungo sul pallone e prova in spaccata a mettere a centro area.
29' Cartellino giallo per Kovacic dopo il fallo su Zappacosta.
29' Un ritorno importante, tanta qualità in campo, per stasera, due pali colpiti: Palacio abbandona il campo. Al suo posto c'è M'Vila.
28' Cambia l'attacco dell'Atalanta: Bianchi lascia il posto in campo a Denis.
27' Destro potente di Gomez che termina sul fondo.
25' Occasione per l'Atalanta: cross di Gomez sul secondo palo e brivido per il colpo di testa di Estigarribia che manda di poco a lato.
22' Subito Il Profeta al tiro, dopo una deviazione, para Sportiello.
20' Secondo cambio nell'Inter: fuori Guarin, dentro Hernanes.
16' Potente tiro di destro di Gomez, Handanovic respinge da terra.
11' Corner di Gomez, Handanovic anticipa Benalouane e colpisce con il pugno.
9' ALTRO PALO DI PALACIO. L'argentino conclude incrociando il tiro sul secondo palo, ma la palla non passa la linea di porta.
6' Kovacic colpisce di controbalzo, palla di poco a leto.
6' Primo cambio nell'Atalanta: fuori D'Alessandro dentro Gomez.
6' Colantuono sostituisce anche Moralez con Boakye.
4' Gervasoni fischia il fallo di Cigarini su Kovacic: Jonathan tocca per Guarin che mette palla sulla testa di Palacio. Para Sportiello.
3' Handanovic respinge sull'insidisoso cross a giro di Dramè.
1' Stessi ventidue in campo: al via la ripresa del match.
Ranocchia
6.74
6.74
Jonathan
5.38
5.38
Jesus
6.47
6.47
Guarin
6.6
6.6
Palacio
5.84
5.84
Handanovic
6.22
6.22
Kovacic
7.38
7.38
Icardi
6.06
6.06
Hernanes
7.06
7.06
Vidic
7.15
7.15
Dodò
6.59
6.59
M'Vila
6.82
6.82
Osvaldo
8.17
8.17
Medel
8.1
8.1
Media squadra 6.76
6 tiri porta 2
15 tiri fuori 12
13 falli fatti 14
6 angoli 11
0 fuorigioco 2
45% possesso 55%
Inter: in casa porta chiusa da 268'

L'Inter, tra il finale della scorsa stagione e l'inizio della presente, non subisce gol in casa da 268': accanto alle intere gare 2014/15 contro Stjarnan (6-0 in Europa League) e Sassuolo (7-0 in A), si contano i restanti 88' di Inter-Lazio 4-1 di campionato, 10 maggio scorso, con ultima rete subita da Biava al 2'.

100 in A per Andreolli

Marco Andreolli taglia stasera il traguardo delle 100 gare in Serie A, se scenderà in campo. Esordio datato 29 maggio 2005, Inter-Reggina 0-0. Le sue casacche sono state finora quelle di Inter, Roma e Chievo Verona.

Un solo digiuno esterno bergamasco nelle ultime 8 trasferte ufficiali

Nelle ultime 8 gare esterne, fra vecchia e nuova stagione, Atalanta in bianco solo a Torino contro la Juventus: 0-1 il 5 maggio scorso. Nelle altre 7 trasferte i gol orobici sono stati 10.

Porta nerazzurra chiusa in casa da 358'

L'Inter, tra il finale della scorsa stagione e l'inizio della presente, non subisce gol in casa da 358': accanto alle intere gare 2014/15 contro Stjarnan (6-0 in Europa League), Sassuolo (7-0 in A) ed Atalanta (2-0 in A).

Inter: un solo k.o. nelle ultime 19 gare ufficiali in casa

L'Inter, tra il finale della scorsa stagione e l'inizio della presente, nelle ultime 19 gare ufficiali a San Siro ha subito una sola sconfitta: Inter-Atalanta 1-2 del 23 marzo scorso, in campionato. Il bilancio restante è di 10 vittorie ed 8 pareggi.

Inter in casa contro i sardi: in A imbattuta dal 1995, in gare ufficiali segna da 21 gare

L'ultima vittoria del Cagliari a Milano in serie A risale al 21 maggio 1995, quando i rossoblu si imposero per 2-1 grazie alla rete di Dely Valdes al 43' ed all' autorete di Paganin al 56', dopo provvisorio vantaggio nerazzurro con Ruben Sosa al 17': nelle successive 14 partite di campionato disputate a San Siro lo score è stato di 10 successi nerazzurri e 4 pareggi. Nerazzurri in gol da 21 gare interne consecutive contro i sardi: in totale 47 marcature, con ultimo digiuno datato 8 marzo 1992, 0-0 in campionato.

Mazzarri imbattuto contro i sardi dal 2008

Nei 25 precedenti ufficiali Walter Mazzarri in vantaggio sul Cagliari, squadra in cui ha militato - da calciatore - dal luglio all'ottobre 1982, debuttando in serie A il 26 settembre 1982 in Cagliari-Inter 0-2 (9 presenze con 1 rete il suo score in rossoblu). Dodici le vittorie del tecnico nerazzurro contro le 4 dei sardi; a completare il bilancio 9 pareggi. Mazzarri non perde dagli isolani dal 30 novembre 2008, quando la sua Sampdoria andò k.o. 0-1 al Sant'Elia, in campionato; da allora si contano 11 incroci con 5 successi per Mazzarri e 6 pareggi.

Zeman vittorioso 4 sole volte su 25 incroci; Inter in gol da 14 partite di fila

Quattro vittorie per Zeman, 10 pareggi ed 11 successi nerazzurri è il bilancio dei 25 precedenti ufficiali tra il boemo e la formazione milanese. L'ultimo digiuno interista contro una formazione allenata da Zeman risale al 22 ottobre 1995, Inter-Lazio 0-0 in A a Milano; poi 14 incontri disputati con un totale di 28 marcature nerazzurre.

200 in Italia per Avramov

Vlada Avramov, se verrà schierato, festeggerà la presenza numero 200 in Italia; nel nostro paese ha vestito le maglie di Vicenza, Pescara, Treviso, Fiorentina, Cagliari, Torino ed ora Atalanta, collezionando 36 presenze in Serie A, 150 in Serie B, 12 in Coppa Italia ed 1 in coppe europee.

Mazzarri e la panchina-gol

Panchinari sugli scudi per l'Inter di Mazzarri: il 30% dei gol di questo avvio di campionato, 10 in totale (miglior attacco con i cugini del Milan), è arrivato da calciatori scesi in campo a partita in corso: Guarin contro il Sassuolo, Osvaldo ed Hernanes contro l'Atalanta. Ai 3 gol in campionato potremmo aggiungere anche i 3 gol di panchinari in Europa League: D'Ambrosio in Islanda, doppietta di Icardi nel ritorno a Milano contro lo Stjarnan.

Zeman: il debutto in A a San Siro contro l'Inter

Sempre dolci ricordi per Zdenek Zeman quando ritrova l'Inter: il boemo, infatti, ha esordito in serie A da allenatore proprio a San Siro contro i nerazzurri. L'1 settembre 1991 fu 1-1 tra Inter e Foggia, con le reti di Baiano per i rossoneri (52') e Ciocci per i milanesi (61').

vittorie(40) pareggi(8) sconfitte(9)

MILANO - Partiamo dalla semi-rovesciata di Osvaldo. Anzi, da un istante prima. Dal momento in cui l'attaccante nerazzurro si stacca dalla marcatura. Sta per colpire il pallone e San Siro trattiene il fiato. Quando poi finisce alle spalle del portiere dell'Atalanta Sportiello, è tutto chiaro: quello di Osvaldo è un capolavoro. Eccolo, il gol che illumina San Siro. Eccola una squadra che interpreta le fasi della gara con grinta, maturità e precisione. E poi, due pali, un rigore sbagliato. E la gran punizione di Hernanes a chiudere il match. Insomma, la quarta giornata di campionato per l'Inter è questo. Ma soprattutto, è la vittoria contro l'Atalanta. A San Siro. Una cosa che non capitava da troppo tempo.  

La squadra di Colantuono non sta a guardare, almeno a inizio partita. Al 6' Cigarini prova la sassata da fuori area, ma Handanovic osserva il pallone andare alto sopra di sé. L'Inter cresce, minuto dopo minuto. Medel accorcia, non fa respirare, recupera palloni. Al 16' Vidic fa trattenere il respiro a tutto lo stadio quando colpisce il palo su calcio d'angolo. Il difensore nerazzurro prova la torsione, la palla tocca il legno con Sportiello battuto. Centimetri, grinta. Al 17' Kovacic sale in cattedra. Pallone in verticale con il contagiri per Palacio che calcia di prima. Questa volta Sportiello è reattivo e devia. L'Inter aumenta i giri, ancora con Guarin. Che serve con la sua corsa spacca di un due l'Atalanta e serve Kovacic sulla corsa. Il tiro del croato esce alto di poco. Un minuto più tardi arriva il primo cambio per l'Inter: esce Icardi per una botta, entra Osvaldo. Al 28' l'arbitro Gervasoni vede una trattenuta netta di Carmona su Ranocchia. Nessun dubbio, rigore. Ma il tiro di Palacio viene intuito da Sportiello che vola alla sua sinistra. L'Inter, però, non si abbatte, anzi. Tutto l'opposto. E allora, riparte. Fino al gol capolavoro di Osvaldo. Minuto 40', calcio d'angolo: il numero 7 si stacca dalla marcatura e in sforbiciata fa urlare lo stadio. Gol e classica mitraglia. Applausi e 1-0. Nei minuti di recupero, quando Medel calamita l'ennesimo pallone, si sente tutto l'affetto per il pitbull. 

Nella ripresa l'Atalanta prova a partire forte per tentare il pareggio. Ma è Palacio ad andare vicino al raddoppio. Osvaldo dal lato corto dell'area gli serve un pallone al bacio, ma l'attaccante argentino viene fermato dal palo. Secondo legno per i nerazzurri in 53 minuti. La reazione della squadra di Colantuono arriva: Gomez impegna Handanovic con un tiro dalla distanza. Al 69' tocca ad Estigarribia spaventare i nerazzurri. Il suo colpo di testa su assist di Gomez esce di poco. L'Inter rifiata e cerca di addormentare la partita. Ma sa colpire e farsi pericolosa. Con Kovacic, ad esempio. Sempre presente in più occasioni, come all'80'. Oppure con Medel a giro. Ma a mettere il punto esclamativo alla partita è Hernanes, entrato al posto di un applauditissimo Guarin. Il profeta realizza su punizione. Precisa, potente, che bacia il palo. È il 2-0 che chiude la partita. Un gol a tempo, dunque e pratica Atalanta archiviata. Domenica, altro turno casalingo: a San Siro arriva il Cagliari. 

INTER - ATALANTA 2-0
Marcatori: 40' Osvaldo, 41' st Hernanes

Inter: 1 Handanovic; 23 Ranocchia, 15 Vidic, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan, 13 Guarin (20' st 88 Hernanes), 18 Medel, 10 Kovacic, 22 Dodò; 8 Palacio (29' st 90 M'Vila), 9 Icardi (25' 7 Osvaldo)
A disposizione: 30 Carrizo, 6 Andreolli, 14 Campagnaro, 17 Kuzmanovic, 20 Obi, 25 Mbaye, 33 D'Ambrosio, 44 Krhin, 55 Nagatomo
Allenatore: Walter Mazzarri

Atalanta: 57 Sportiello; 22 Zappacosta, 29 Benalouane, 33 Cherubin, 93 Dramé; 7 D'Alessandro (6' st 10 Gomez), 21 Cigarini, 17 Carmona, 18 Estigarribia; 9 Bianchi (28' st 19 Denis), 11 Moralez (6' st 99 Boakye)
A disposizione: 1 Avramov, 3 Del Grosso, 5 Scaloni, 6 Bellini, 7 Raimondi, 8 Migliaccio, 10 Gomez, 16 Baselli, 20 Biava, 31 Molina.

Allenatore: Stefano Colantuono

Arbitro: Andrea Gervasoni (sez. arb. di Mantova)

Note: Ammoniti: 28' Carmona, 29' st Kovacic, 44' st Boakye
Tempi di recupero: 3' - 3'

in campo

Handanovic 1 57 Sportiello
Ranocchia 23 22 Zappacosta
Vidic 15 29 Benalouane
Jesus 5 33 Cherubin
Jonathan 2 93 Dramé
Guarin 13 7 D'Alessandro
Medel 18 21 Cigarini
Kovacic 10 17 Carmona
Dodò 22 18 Estigarribia
Palacio 8 9 Bianchi
Icardi 9 11 Moralez

panchina

Carrizo 30 1 Avramov
Andreolli 6 3 Del Grosso
Osvaldo 7 5 Scaloni
Campagnaro 14 6 Bellini
Kuzmanovic 17 7 Raimondi
Obi 20 8 Migliaccio
Mbaye 25 10 Gomez
D'Ambrosio 33 16 Baselli
Krhin 44 19 Denis
Nagatomo 55 20 Biava
Hernanes 88 31 Molina
M'Vila 90 99 Boakye