Risultato finale

1 Aprile 2012 15:00

Inter
40' (2t) Milito (R)
29' (2t) Zarate
38' Samuel
27' Milito
13' Milito
5 - 4
Genoa
45' (2t) Gilardino (R)
35' (2t) Gilardino (R)
14' (2t) Palacio (R)
47' Moretti
arbitro Paolo Valeri / guardalinee Musolino, Vuoto / 4° uomo Doveri
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
47' ACCORCIA IL GENOA. Corner di Belluschi, Cambiasso salva sulla linea, poi Sculli in rovesciata, tocca Moretti e Julio Cesar non ci arriva.
47' Il primo tempo di Inter-Genoa si chiude sul 3-1: doppietta di Milito e rete di Samuel per i nerazzurri, Moretti accorcia per i rossoblù.
45' Valeri concede 2 minuti di recupero.
41' Calcio di punizione per il Genoa: batte Veloso, in area Kaladze cerca il contatto e reclama una trattenuta da parte di Samuel.
41' Ammonito Moretti per proteste.
38' TRIS INTER! Zarate guadagna il 1° calcio d'angolo per i nerazzurri: sugli sviluppi, Lucio apre per Samuel, che prolunga in rete in scivolata
34' Tocco morbido di Veloso, appoggio di Gilardino per Biondini, poi la difesa nerazzurra libera l'area.
33' Fallo di Cambiasso su Carvalho: calcio di punizione per il Genoa.
31' Zarate carica il destro al limite dell'area, respinge Kaladze: non c'è il fallo di mano e Valeri fa proseguire.
27' DOPPIETTA DI MILITO. Lancio di Stankovic per il Principe, che scatta sul filo del fuorigioco, stoppa di petto e batte Frey di destro. E' 2-0
24' Zarate guadagna il fondo e crossa a centro area, Frey allontana con una mano, la palla arriva a Forlan che però calcia male.
20' Fallo di Veloso su Zarate. Calcio di punizione per l'Inter: Lucio sulla palla, sponda di Samuel, Cambiasso di testa, Frey salva con una mano
13' VANTAGGIO INTER!! Cambiasso tocca per Zarate, che allarga per Forlan. El Cacha crossa per Milito che insacca di testa per l'1-0.
11' Ancora angolo per il Genoa, batte Veloso, libera Stankovic.
10' Cambiasso salva sulla linea di porta, mandando in corner il colpo di testa di Sculli.
9' Assist di Gilarino per Palacio, di slancio verso la porta, ma l'argentino colpisce Julio Cesar, che resta a terra.
8' Iniziativa personale di Zarate, sinsitro dalla distanza, palla di poco fuori.
5' Forlan guadagna agevolmente la profondità e crossa al centro dell'area, ma non trova nessuno a raccogliere.
3' Palacio servito al limite dell'area, sinistro dell'argentino sotto il pressing di Lucio: palla oltre la traversa.
1' BENVENUTI ALLO STADIO "GIUSEPPE MEAZZA" per INTER-GENOA, 30^ giornata della serie A Tim e prima con Stramaccioni alla guida dell'Inter.
1' Il nuovo tecnico nerazzurro si affida a Zanetti per sostituire l'infortunato Maicon e al tridente d'attacco Zarate-Milito-Forlan.
1' Prima dell'inizio di Inter-Genoa, giro di campo con il trofeo per la Primavera nerazzurra campione della Next Generation Series.
1' Calcio d'avvio affidato ai nerazzurri, Inter-Genoa ha inizio.
Minuti Cronaca
48' Si chiude sul 5-4 il match tra Inter-Genoa: tripletta di Milito e reti di Samuel e Zarate per i nerazzurri, ora a 44 punti in classifica.
45' Ancora Gialrdino dal dischetto: Castellazzi è battuto, risultato sul 5-4.
45' Si giocherà fino al 93'.
44' Ancora un calcio di rigore: intervento scomposto di Lucio su Sculli in area.
44' Ammonito Lucio.
43' Mesto calcia via il pallone, ammonito.
41' Sculli non si arrende: destro dalla distanza, la palla sfiora l'incrocio dei pali.
40' Milito stavolta non sbaglia e fa tripletta: dal dischetto il Principe porta il risultato sul 5-3.
39' Fallo di Belluschi su Guarin in area in chiara occasione da gol.
39' Espluso Belluschi: ora squadre dieci contro dieci.
37' Secondo cambio nel Genoa: fuori Biondini, dentro Jorquera.
35' Gilardino trasforma dal dischetto: è 4-3.
34' Palla di Belluschi per Palacio: l'argentino a tu per tu con Julio Cesar, che commette fallo per impedire il gol. E' calcio di rigore.
34' Cambio obbligato: Esce Zarate, entra Castellazzi.
33' Ammonito Palacio per fallo su Zanetti.
33' Espulso Julio Cesar.
30' Secondo cambio per Stramaccioni: Forlan lascia il posto in campo a Obi.
29' POKER INTER!!!! Gran destro a giro di Zarate direttamente in porta: primo gol in campionato per l'argentino. E' 4-2.
24' Destro di Forlan di fronte la porta, ma ci sono due palloni in campo e Valeri ferma il gioco.
21' Grande azione personale di Zanetti, che va via in mezzo a due e mentre sta per calciare Belluschi interviene in scivolata, pericolosamente.
18' Destro a giro di Cambiasso, palla di poco alla sinistra di Frey.
17' Discussione in campo tra Poli e Jankovic. Ammonito il nerazzurro.
17' Per lo stesso episodio, viene ammonito anche Jankovic.
15' Cambio nell'Inter: fuori Stankovic, dentro Guarin.
14' Valeri vede il fallo di mano di Zanetti sul colpo di testa di Sculli in area. Calcio di rigore per il Genoa.
11' Destro di Zarate dal limite, Frey respinge da terra con una mano.
8' Tentativo di Gilardino sotto porta, palla in controbalzo, Julio Cesar para a terra.
6' Chivu cerca la porta con un sinistro al volo, palla di poco fuori dallo specchio della porta.
4' Stankovic cerca la porta dalla distanza, deviazione di Carvalho e parata di Frey.
1' Cambio nel Genoa: fuori Veloso, dentro Jankovic.
1' Ripresa al via.
Zanetti
7.39
7.39
Stankovic
5.77
5.77
Cambiasso
6.91
6.91
Julio Cesar
5.61
5.61
Samuel
6.88
6.88
Chivu
5.67
5.67
Milito
8.68
8.68
Obi
6.78
6.78
Lucio
4.93
4.93
Castellazzi
5.89
5.89
Poli
7.38
7.38
Forlan
5.29
5.29
Zarate
7.14
7.14
Guarin
7.32
7.32
Media squadra 6.55
10 tiri porta 8
8 tiri fuori 3
9 falli fatti 18
2 angoli 10
4 fuorigioco 3
24:00 possesso 21:42
Stramaccioni v Marino: sfida inedita

Sfida tecnica inedita tra Andrea Stramaccioni e Pasquale Marino.

Stramaccioni: prima sfida ai rossoblu liguri

Andrea Stramaccioni affronta per la prima volta, da tecnico professionista, il Genoa.

Marino v Inter: il tecnico ancora senza vittorie su 10 precedenti ed a Milano porta sempre aperta

Sono 10 i precedenti ufficiali tra Pasquale Marino e l’Inter: finora l’attuale tecnico del Genoa non ha mai vinto: 2 pareggi ed 8 sconfitte, lo score a suo sfavore contro i nerazzurri. In casa dei milanesi, inoltre, le squadre di Marino hanno sempre subito gol, per un totale di 13 reti incassate nei 6 precedenti fin qui disputati.

Stramaccioni al debutto: nell’era-Moratti il subentrante è imbattuto nella prima gara

Nell’era-Moratti, quando l’Inter ha cambiato allenatore, il subentrante non ha mai perduto la prima gara disputata in campionato. Nei 10 precedenti casi il bilancio vede 7 vittorie (Suarez in Inter-Torino 4-0 del 1995/96, Castellini primo e secondo ciclo rispettivamente in Inter-Napoli 3-2 del 1996/97 ed Inter-Fiorentina 2-0 del 1998/99, Hodgson secondo ciclo in Roma-Inter 4-5 del 1998/99, Tardelli in Inter-Napoli 3-1 del 2000/01, Leonardo in Inter-Napoli 3-1 del 2010/11 e Ranieri in Bologna-Inter 1-3 del 2011/12) e 3 pareggi (Hodgson primo ciclo in Inter-Lazio 0-0 del 1995/96, Lucescu in Vicenza-Inter 1-1 del 1998/99 e Zaccheroni in Inter-Roma 0-0 del 2003/04).

I tre nerazzurri anti-Frey

Tre giocatori dell’Inter hanno nel genoano Sebastien Frey il portiere contro cui hanno finora segnato il maggior numero di gol ufficiali da quando giocano in Italia: Cambiasso (3 su 42, come contro Andujar), Samuel (2 su 24, come contro Chimenti e Sorrentino) e Stankovic (3 su 76, come contro Ballotta, Castellazzi, Dida, Ferron, Mirante e Strakosha.

Il fair-play dell’Inter

L’Inter è la squadra della serie A 2011/12 ad aver finora subito il minor numero di ammonizioni: appena 46.

Genoa a porta chiusa solo in una delle ultime 21 gare esterne

Il Genoa non ha subito gol solo in una delle ultime 21 trasferte ufficiali, per altro tutte di campionato: è accaduto il 10 dicembre scorso quando si impose per 2-0 a Siena. Nelle altre 20 partite prese in esame i rossoblu hanno complessivamente incassato 51 reti.

Genoa senza successi da 8 turni: striscia negativa record stagionale rossoblu

Il Genoa non vince in campionato dallo scorso 5 febbraio, quando si impose in casa per 3-2 contro la Lazio: nelle successive 8 giornate lo score rossoblu è stato di 4 pareggi e 4 sconfitte. Si tratta della nuova serie negativa record stagionale in corso per i liguri.

Buon compleanno, Rossi!

Marco Rossi festeggia oggi il suo 34° compleanno, essendo nato a Seravezza (Lu) l’1 aprile 1978

DA IMPLEMENTARE
vittorie(41) pareggi(12) sconfitte(12)

MILANO - In vigilia Andrea Stramaccioni lo aveva detto: solo poco prima delle 17 di oggi avremmo saputo definitivamente se etichettare la settimana appena trascorsa come buona oppure no: ebbene, è stata buona, ma con un finale proibito ai deboli di cuore, davvero al cardiopalma ma anche con leggerezze arbitrali. Inter-Genoa termina infatti 5-4, con entrambe le squadre in dieci e quattro rigori, tre contro l'Inter e uno contro il Genoa. Due dei tre penalty fischiati contro i nerazzurri molto più che discutibili.

Era dal 22 gennaio, con il 2-1 alla Lazio, che l'Inter non vinceva in campionato a San Siro: nonostante tutto e a dispetto di tutto, l'ha fatto oggi, al debutto del nuovo tecnico, che solo 7 giorni fa festeggiava la conquista della Next Generation Series a Londra con la Primavera. Entusiasmo e gioia per i tre punti, che portano i nerazzurri a 44 in classifica, ma anche parecchi brividi hanno scosso l'Inter, Stramaccioni e i tifosi, in una vittoria davvero rocambolesca, con tripletta di Milito e reti di Samuel e Zarate. La quinta della storia nerazzurra con il risultato di 5-4: l'ultima volta in casa accadde addirittura nella stagione '32-'33 (Ambrosiana Inter-Milan 5-4).



PRIMO TEMPO - Contro il Genoa, con Maicon e Sneijder out, nel giorno del debutto Stramaccioni si affida a Lucio-Samuel coppia di centrali difensivi davanti a Julio Cesar, con Zanetti e Chivu laterali; centrocampo a tre con Poli-Stankovic-Cambiasso, davanti spazio al tridente con Zarate, Milito e Forlan.

Prima dell'inizio del match, il passato e il presente del nuovo tecnico nerazzurro si fondono: sul terreno di gioco la Primavera vincitrice della Next Generation Series, per un giro di campo con il trofeo conquistato a Londra. Il pubblico del 'Meazza' applaude alla linea verde Inter, come anche a Stramaccioni.

Ed è con un clima di rinnovata fiducia che ha inizio la partita: grintosi i nerazzurri e così, dopo neanche un quarto d'ora, arriva il vantaggio. Al 13' Cambiasso tocca per Zarate, che allarga per Forlan: il Cacha dalla sinistra crossa per Milito, di testa il Principe la mette dentro, lo stadio esulta a questa rete che accende la speranza, nel segno di un passaggio tra un prima e un dopo. Al 20' è quasi raddoppio, con Frey che però dice no con una gran parata a un altro colpo di testa, questa volta di Cambiasso. Al 27' ecco il raddoppio, ancora Milito, questa volta di sinistro, lanciato da Stankovic. Il 'Meazza' esplode di gioia, il presidente Moratti in tribuna pure, dentro di sé anche il Principe, nonostante - come nell'occasione della prima rete - non esulti per rispetto nei confronti della sua ex squadra. Al 38' è ancora Inter, dilagante, arriva addirittura il 3-0, complici le disattenzioni difensive del Genoa, con proprio i difensori nerazzurri ad approfittarne: Lucio a crossare dalla destra, con Samuel che in scivolata la mette in porta di sinistro. Nel recupero, al 47', il Genoa però accorcia, con Sculli in rovesciata e Moretti che deviando sorprende Julio Cesar. Dopo due minuti di recupero, termina 3-1 la prima frazione di gioco tra Inter e Genoa.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un cambio nelle fila del Genoa, dentro Jankovic, fuori Veloso. Nerazzurri aggressivi anche in questo inizio di secondo tempo, con Stankovic che cerca subito la porta dalla distanza, Frey gli nega però la gioia del gol. All'11 a caricare il destro c'é Zarate ma il portiere del Genoa allontana in qualche modo. Al 14' Valeri concede un discutibile calcio di rigore per braccio involontario di Zanetti in area sul colpo di testa di Sculli: Palacio non sbaglia. Al quarto d'ora esordio per Guarin, che sostituisce Stankovic. Cambiasso prova a reagire con un destro a giro, fuori di un soffio. Al 21' Zanetti va via in dribbing, ma mentre sta per calciare Belluschi interviene su di lui in scivolata: azione pericolosa in area. Al 25' Lucio vicino alla rete, di testa, la palla termina però fuori. Al 29' è 4-2 con Zarate: spettacolare il suo destro a giro dopo aver sfondato sulla sinistra, primo gol in campionato per l'argentino, che sembra rivitalizzato. Al 33' espulso Julio Cesar, che commette fallo in area su Palacio: Inter in dieci, esce Zarate, entra Castellazzi. A tirare dal dischetto c'è Gilardino: rete, è 4-3. Al 39' un'altra espulsione, questa volta a dover uscire è Belluschi per il fallo su Guarin: al 40' Milito va a segno dal dischetto, è 5-3, tripletta per il Principe. Al 44' Valeri fischia rigore per un'entrata di Lucio su Sculli, ma sarebbe stata piuttosto la gamba tesa del genoano sul nerazzurro a dover essere sanzionata: in ogni caso, dal dischetto va a segno Gilardino, al 45', è 5-4. Dopo tre minuti di recupero termina 5-4 Inter-Genoa, nerazzurri a 44 punti.


INTER-GENOA 5-4


Marcatori: 13', 27' e 40' st (r) Milito, 38' Samuel, 47' Moretti, 14' st Palacio (r), 29' st Zarate, 35' st (r) e 45' st (r) Gilardino

Inter: 1 Julio Cesar; 4 Zanetti, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 18 Poli, 5 Stankovic (15' st Guarin), 19 Cambiasso; 28 Zarate (34' st Castellazzi), 22 Milito, 9 Forlan (30' st Obi);
A disposizone: 23 Ranocchia, 55 Nagatomo, 7 Pazzini, 88 Livaja;
Allenatore: Andrea Stramaccioni.

Genoa: 1 Frey; 20 Mesto, 3 Carvalho, 13 Kaladze, 24 Moretti; 88 Biondini (37' st Jorquera), 4 Veloso (1' st Jankovic), 25 Belluschi; 81 Sculli, 82 Gilardino, 8 Palacio;
A disposizione: 22 Lupatelli, 9 Zé Eduardo, 10 Birsa, 18 Alhassan, 21 Bovo;
Allenatore: Pasquale Marino

Arbitro: Paolo Valeri (sez. arbitrale di Roma).

Note. Ammoniti: 41' Moretti, 17' st Jankovic, 17' st Poli, 33' st Palacio, 43' st Mesto, 44' st Lucio. Espulsi: 33' st Julio Cesar, 39' st Belluschi. Recupero: pt 2, st 3. Spettatori: 42.322

in campo

Julio Cesar 1 Frey
Zanetti 4 Mesto
Lucio 6 De Carvalho
Samuel 25 Kaladze
Chivu 26 Moretti
Poli 18 Biondini
Stankovic 5 Veloso
Cambiasso 19 Belluschi
Zarate 28 Sculli
Milito 22 Gilardino
Forlan 9 Palacio

panchina

Castellazzi 12 Lupatelli
Pazzini 7 Zè Eduardo
Guarin 14 Birsa
Obi 20 Jankovic
Ranocchia 23 Alhassan
Nagatomo 55 Jorquera
Livaja 88 Bovo