Risultato finale

12 Marzo 2016 20:45

Inter
31' (2t) D'Ambrosio
27' (2t) Perisic
2 - 1
Bologna
45' (2t) Brienza
arbitro Gianpaolo Calvarese / guardalinee Posado, Schenone / 4° uomo Di Fiore / assistenti Irrati, Pairetto
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
49' Si chiude senza reti la prima frazione di gioco
47' Corner lungo di Ljajic, Miranda sul secondo palo viene anticipato dall'uscita di Mirante
45' Saranno quattro i minuti di recupero
45' Miranda sfiora un gran gol con il tacco su tiro di Brozovic. Palla sull'esterno della rete
44' Destro dalla distanza di Kondogbia, respinto dalla schiena di Diawara
40' Fase equilibrata del match. Cinque minuti all'intervallo
35' Destro di Ljajic dal vertice dell'area: palo esterno e palla fuori
33' Ljajic in mezzo per Medel: Gary gira con il destro colpendo però il corpo di Perisic, che era sulla traiettoria
31' Cross teso di Perisic, Gastaldello con un grande intervento salva il Bologna anticipando Brozovic
28' Conclusione di D'Ambrosio dal limite. Deviazione di Masina e palla in angolo
23' Conclusione di Medel dalla distanza. Palla alta sopra la traversa
21' Cross di Ljajic per Eder, che anticipa tutti di testa ma non riesce ad angolare la conclusione. Mirante blocca a terra
19' Contropiede del Bologna, che si rende pericoloso con Donsah: la conclusione del numero 30 rossoblu termina a lato
16' Cambio anche per il Bologna: Destro, acciaccato, lascia il posto a Floccari
15' Altro problema fisico, questa volta tocca a Destro, costretto a richiedere le cure mediche dello staff rossoblu
12' Destro di Perisic, deviato in angolo da Mbaye
10' Il capitano non ce la fa ed è costretto a lasciare il campo. Al suo posto Kondogbia
6' Problemi fisici per Mauro Icardi, dolorante al ginocchio
5' Inter vicina al vantaggio: diagonale di Eder che attraversa tutta la linea di porta senza che nessun compagno riesce a intervenire
3' Traversone di Icardi, che cerca Eder a centro area. Mirante è attento, esce e fa suo il pallone
1' Partiti! Comincia il match
1' Quasi tutto pronto per il calcio d'inizio di Inter-Bologna. Sarà la squadra ospite a giocare il primo pallone del match
1' San Siro vestito di nerazzurro per celebrare i 108 anni dell'Inter. Tra poco in campo le due formazioni per l'anticipo della 29^giornata
Minuti Cronaca
48' Finisce qui! L'Inter conquista i tre punti battendo 2-1 il Bologna grazie alle reti di Perisic e D'Ambrosio
48' Ammonizione per Palacio, che ostacola la ripresa del gioco
45' Saranno tre i minuti di recupero
45' Il Bologna accorcia le distanze con il tiro di Brienza deviato da Murillo: 2-1 al "Meazza"
43' Ultimo cambio per i nerazzurri: Murillo prende il posto di Eder
40' Doppio salvataggio della retroguardia nerazzurra sul tentativo di Rizzo
36' Traversone di Palacio per Brozovic, disturbato al momento del colpo di testa
32' Cambio nella formazione ospite: Brienza dentro, fuori Donsah
31' GOOOOOOOOOL!!! GOOOOOOOOL!!! L'Inter punisce ancora su corner: Miranda di testa serve D'Ambrosio, che raddoppia con il destro
30' Perisic al centro per Eder, anticipato in extremis da Gastaldello
27' GOOOOOOOOOOOL!!! GOOOOOOOOOL!!! Sugli sviluppi di un corner, Perisic la mette dentro di testa su appoggio di D'Ambrosio. 1-0 al "Meazza"
26' Cambio per l'Inter: Mancini inserisce Palacio per Ljajic
23' Contropiede del Bologna, con Giaccherini che viene chiuso dal recupero di Nagatomo e Medel
23' Miranda suona la carica, recupera palla e serve D'Ambrosio, che guadagna calcio d'angolo
19' Brozovic innesca Perisic, che parte da destra, si accentra e calcia a giro sul secondo palo. Palla fuori di un paio di metri
16' Filtrante impreciso di Perisic per Brozovic. Mirante fa suo il pallone
14' Cambio nel Bologna: Zuniga rileva Mbaye
13' Rovesciata di D'Ambrosio. Palla che termina a lato
10' Ammonizione per Gary Medel dopo un fallo su Giaccherini
7' Possibile ripartenza per l'Inter, ma Gastaldello chiude tutto in scivolata
2' Cross dalla destra di Donsah, deviazione di testa di Juan Jesus. Corner per il Bologna
1' Si riparte con gli stessi ventidue che hanno chiuso la prima frazione di gioco
Nagatomo
6.66
6.66
Jesus
6.1
6.1
Palacio
6.79
6.79
Handanovic
6.1
6.1
Icardi
6.11
6.11
D'Ambrosio
7.04
7.04
Medel
6.58
6.58
Brozovic
5.84
5.84
Kondogbia
5.65
5.65
Miranda
7.44
7.44
Murillo
6.02
6.02
Perisic
7.71
7.71
Ljajic
5.75
5.75
Eder
6.1
6.1
Media squadra 6.42
4 tiri porta 1
10 tiri fuori 1
14 falli fatti 12
13 angoli 3
1 fuorigioco 3
55% possesso 45%
Scontri Diretti

138ª sfida nella massima serie tra queste due squadre: 65 vittorie dei nerazzurri, 39 successi per il Bologna, 33 pareggi.

Perfetto equilibrio negli ultimi sei incroci di Serie A tra queste due squadre: due successi per parte e altrettanti pareggi.  

I punteggi che si sono ripetuti più spesso nei precedenti di Serie A tra queste due squadre sono la vittoria dell'Inter per 2-1 e per 1-0, finale anche dell'utlima sfida, entrambi finali di 16 partite.

Precedenti a Milano

Sono 68 i precedenti a Milano: 38 le vittorie dell'Inter, 20 i pareggi, 10 i successi del Bologna.

I rossoblu hanno mancato l'appuntamento con il gol solo in una delle ultime otto visite al "Meazza" contro l'Inter in campionato.

Arbitro e disciplina

ALLENATORI

Roberto Mancini è cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Bologna e con i rossoblu ha disputato il suo primo campionato di Serie A (nel 1981/82, nove gol segnati). Da allenatore, Mancini ha affrontato nove volte il Bologna nel massimo campionato: quattro vittorie, tre pareggi e due sconfitte. È ancora imbattuto da tecnico dell'Inter (2V, 1N).

Roberto Donadoni ha affrontato 12 volte l'Inter da allenatore (4V, 2N, 6P): a San Siro però il tecnico del Bologna ha rimediato cinque sconfitte e due pareggi soltanto. Donadoni non ha mai battuto Mancini da allenatore: tre le sfide, un pareggio e due sconfitte.

ARBITRO E DISCIPLINA

Designazione numero 71 in Serie A per Gianpaolo Calvarese, la 14ª in stagione.

Calvarese ha estratto nove cartellini rossi finora (sette per doppia ammonizione e due diretti), più di ogni altro arbitro in questa Serie A. Calvarese ha già diretto questa sfida in Serie A, nel marzo del 2013 quando il Bologna vinse 1-0 in casa dell'Inter.

Quella è stata l'unica vittoria in campionato del Bologna su cinque partite dirette dal fischietto della sezione di Teramo - per il resto tre sconfitte e un pari.

L'Inter ha incrociato sei volte questo arbitro nel massimo campionato: due sconfitte nelle prime due occasioni a cui sono seguite tre vittorie ed un pareggio.

SQUALIFICATI:
Inter: -
Bologna: -

DIFFIDATI:
Inter: Kondogbia, Palacio, Telles.
Bologna: Destro, Diawara, Taïder.

Stato di forma

Nelle ultime otto partite di campionato l'Inter non ha ripetuto lo stesso risultato per due gare di fila: vittoria per 3-1 contro il Palermo nel match più recente.

Molto più sicuro il cammino tra le mura amiche di San Siro: quattro risultati utili consecutivi, con tre vittorie nelle ultime tre partite (contro Chievo, Samp e Palermo).

Tuttavia i nerazzurri hanno tenuto la porta inviolata una sola volta nelle ultime sei gare interne in campionato, nelle precedenti otto a San Siro avevano fatto registrare ben sette clean sheet.

Il Bologna viene da tre pareggi consecutivi a reti bianche in campionato, e ci sono stati appena quattro gol nelle ultime sei partite che hanno coinvolto gli emiliani.

In trasferta però gli uomini di Donadoni hanno vinto quattro volte nelle ultime sei partite (1N, 1P), e incassato una sola rete in questo parziale.

Stats generali

Il Bologna è la squadra che conclude meno in porta, 292 i tiri totali per i felsinei in questo campionato.

Con il Torino, i rossoblu sono la formazione che realizza meno gol di testa in questo campionato, solo due in 28 partite.

Bologna (una) ed Inter (due) sono le formazioni che subiscono meno reti da fuori area.

Gli ospiti però sono una delle squadre che fino a questo momento hanno subito più reti su calcio di rigore, cinque.   

Per la squadra di Donadoni problemi nel segnare nelle seconde frazioni di gioco: 14 le reti, che mettono i rossoblu al terzultimo posto di questa classifica.

10 i gol su palla inattiva per entrambe le formazioni (11 è la media in Serie A), cinque per l'Inter da calcio d'angolo: i nerazzurri hanno segnato meno solo dei cugini del Milan, sette.

L'Inter è anche la seconda squadra per corner calciati, 172 - solo la Lazio con 186 ha fatto di più.

Il Bologna di contro è l'unica squadra a non aver subito reti da corner, e l'unica imbattuta su palla inattiva senza considerare i calci di rigore.

Tre le reti di testa per gli avversari del Bologna: solo Milan e Juventus, con due, han fatto meglio.

I felsinei sono gli unici imbattuti nei primi 15 minuti, e quelli con meno gol subiti nel primo tempo (sette, come la Juventus): nell'ultimo quarto d'ora però solo Atalanta e Frosinone (13) hanno subito più delle 11 reti del Bologna.

L'Inter, una volta passata in svantaggio, non è mai riuscita a recuperare il punteggio e vincere: in 10 partite, Icardi e compagni hanno trovato al massimo tre pareggi.

Focus sui protagonisti

Éder ha segnato due gol e servito due assist vincenti nelle quattro sfide contro il Bologna in Serie A giocate con la maglia della Sampdoria.

Mauro Icardi è l'autore delle ultime tre reti segnate dall'Inter al Bologna in Serie A: una doppietta al "Meazza" nell'aprile 2014 e un gol lo scorso ottobre al "Dall'Ara". Icardi ha segnato quattro gol nelle ultime sei gare, di cui una in ognuna delle ultime tre giocate a San Siro.

Dall'altra parte, l'Inter è una delle cinque squadre già affrontate da Mattia Destro nel massimo campionato contro cui l'ex attaccante del Milan non ha ancora segnato. Delle otto reti di Mattia Destro in questo campionato, solo una è arrivata in trasferta (a Udine): la punta ha anche eguagliato il suo record di assist in una singola stagione (tre). In caso di gol, Destro festeggerebbe le 50 reti in Serie A.

In coppia Destro ed Emanuele Giaccherini hanno contribuito attivamente a 17 dei 29 gol del Bologna in questo campionato (il 59%).

Giaccherini ha infatti già segnato sei gol in questa stagione ed è a una sola lunghezza dal suo record in Serie A (sette nel 2010/11 col Cesena).

Ex di questa sfida Saphir Taïder: 25 presenze ed un gol in nerazzurro nella stagione 2013/14.

Mattia Destro, Lorenzo Crisetig e Ibrahima Mbaye sono cresciuti nel vivaio dell'Inter ma solo quest'ultimo ha debuttato in prima squadra in Serie A (quattro partite nella passata stagione prima di passare al Bologna). Per Crisetig una presenza in Champions League in maglia nerazzurra, nel settembre 2011.

Jonathan Biabiany ha segnato due gol e confezionato tre assist contro il Bologna, ai tempi in cui giocava nel Parma: solo al Palermo ha realizzato più reti nella massima serie (tre).

Adem Ljiajc si è sbloccato contro il Palermo, con la rete che ha aperto il match: non segnava da ben 11 gare.  

Protagonista della sfida con il Palermo anche Ivan Perisic: il croato ha messo a segno una rete e servito un assist, è la seconda volta in cinque giornate che l'esterno scrive il suo nome su entrambi i tabellini.

Danilo D'Ambrosio ha nel Bologna la sua vittima preferita: due le reti ai felsinei, entrambe in maglia Torino, entrambe di testa.

Il primo gol di Daniele Gastaldello in Serie A risale al maggio 2006, Inter-Siena 1-1.

Robert Acquafresca in carriera ha messo a segno tre reti all'Inter, due con il Cagliari e una col Bologna: solo all'Udinese (quattro) ha segnato di più in Serie A.

vittorie(43) pareggi(23) sconfitte(11)

MILANO - Roberto Mancini sceglie Juan Jesus al fianco di Miranda e schiera D'Ambrosio e Nagatomo sulle fasce. A reggere il centrocampo Brozovic e Medel, mentre il trio Perisic, Ljajic ed Eder agisce alle spalle di Mauro Icardi.

Primo squillo nerazzurro dopo soli due minuti: Perisic recupera palla a centrocampo, allarga sulla destra per Icardi che cerca a centrare Eder, anticipato da Mirante. Al quinto ancora Inter: sugli sviluppi di una punizione Jesus rimette in mezzo di testa, Eder calcia con il destro e Icardi arriva con un attimo di ritardo sul secondo palo, mancando il tap in. Nell'occasione il capitano è costretto ad abbandonare il campo dolorante. Al suo posto dentro Kondogbia, con il centrocampo che passa a 3 ed Eder ad agire da punta centrale. Non si spegne la spinta dei nerazzurri, che ci provano ancora con un destro di Perisic deviato in corner. Poco dopo anche Destro è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, per gli ospiti in campo Floccari. Al 20' si fanno vedere gli ospiti: Donsah fogge sulla destra e calcia all'ingresso dell'area di rigore, ma il tiro è alto. Sul ribaltamento l'Inter guadagna il secondo corner del match, sul quale Eder è il più lesto ad arrivare di testa, ma Mirante blocca a terra.

Ancora Inter alla mezz'ora: Miranda imposta, Eder allarga di prima su Perisic che di prima cerca Brozovic nel cuore dell'area, anticipato in angolo dall'intervento in spaccata di Gastaldello. Quattro minuti dopo ci prova Ljajic: Eder approfitta di un buco della difesa felsinea e cambia gioco su Perisic, che appoggia per l'accorrente Ljajic, ma il destro del serbo sbatte sul palo esterno. Al 37' azione sulla sinistra orchestrata da Ljajic e Nagatomo, sul cross del giapponese il primo a sventare la minaccia per gli ospiti è Maietta. Il ritmo cala un po' negli ultimi minuti, ma c'è ancora tempo per un tentativo con il tacco da parte di Miranda su conclusione dalla distanza di Brozovic, a lato di centimetri.

Squadre in campo nella ripresa senza ulteriori cambi. Primi minuti favorevoli agli ospiti, che pur mantenendo il possesso di palla non impensieriscono Handanovic. Inter di nuovo in attacco al 57': ci prova D'Ambrosio in acrobazia, senza trovare lo specchio della porta. Pochi spunti nella ripresa, al 63' Brozovic verticalizza per Perisic, che rientra sul mancino ma non chiude abbastanza l'angolo di tiro. Miranda prova a suonare la carica per i nerazzurri andando a strappare il pallone dai piedi di Donsah, ma l'occasione migliore capita a Giaccherini: il numero 17 dei rossoblu si invola palla al piede partendo dalla propria metà campo con il solo Handanovic a difesa della porta, ma Medel è straordinario a recuperare e, con l'aiuto di Nagatomo, fermare il contropiede. Il secondo cambio scelto da mister mancini è Rodrigo Palacio. Al 72' il vantaggio dei nerazzurri: calcio d'angolo battuto da Brozovic, sponda di D'Ambrosio e Perisic, appostato sul palo lontano, ha gioco facile nell'appoggiare di testa il pallone dell'1-0. L'Inter riprende verve: Palacio trova spazio tra le linee e serve Perisic sulla corsa, cross del croato ma Gastaldello anticipa Eder. Sul calcio d'angolo ecco il raddoppio, azione quasi fotocopia del gol del vantaggio: ancora Brozovic alla battuta, 'torre' di Miranda per la conclusione volante di D'Ambrosio che con il destro batte Mirante.

Al minuto 85' doppia occasione nel giro di pochi secondi per gli ospiti: ci prova con il destro Rizzo dall'altezza del dischetto del rigore, ma la difesa per due volte mura la conclusione del numero 22 ospite. L'ultimo cambio deciso da Roberto Mancini è Murillo, che rileva Eder. Al 90' Rizzo intercetta un pallone sulla trequarti, entra in area dal lato corto e trova sul secondo palo Brienza: il mancino dell'attaccante ospite, deviato da Murillo, batte Handanovic. Nei tre minuti di recupero l'Inter gestisce il pallone senza correre altri pericoli e conquista tre punti che la proiettano a quota 54 punti in classifica.


INTER-BOLOGNA 2-1
Marcatori: Perisic (72'), D'Ambrosio (76'), Brienza (90')


INTER: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 25 Miranda, 5 Jesus, 55 Nagatomo; 77 Brozovic, 17 Medel; 23 Eder (88' Murillo 24), 22 Ljajic (71' Palacio 8), 44 Perisic; 9 Icardi (10' Kondogbia 7).
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 11 Biabiany, 12 Telles, 21 Santon, 27 Gnoukouri, 83 Melo, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

BOLOGNA: 83 Mirante; 15 Mbaye (58' Zuniga 11), 28 Gastaldello, 20 Maietta, 25 Masina; 30 Donsah (77' Brienza 23), 21 Diawara, 8 Taider; 22 Rizzo, 10 Destro (16' Floccari 99), 17 Giaccherini.
A disposizione: 1 Da Costa, 32 Stojanovic, 2 Oikonomou, 3 Morleo, 5 Pulgar, 13 Rossettini, 19 Constant, 33 Brighi.
Allenatore: Roberto Donadoni

Ammoniti: Medel (56'), Palacio (92')

Recupero: 4' - 3'

Arbitro: Calvarese
Assistenti: Posado, Schenone
IV uomo: Di Fiore
Assistenti addizionali: Irrati, Pairetto

in campo

Handanovic 1 83 Mirante
D'Ambrosio 33 15 Mbaye
Miranda 25 28 Gastaldello
Jesus 5 20 Maietta
Nagatomo 55 25 Masina
Medel 17 30 Donsah
Brozovic 77 21 Diawara
Perisic 44 8 Taider
Eder 23 22 Rizzo
Ljajic 22 10 Destro
Icardi 9 17 Giaccherini

panchina

Carrizo 30 1 Da Costa
Berni 46 32 Stojanovic
Kondogbia 7 2 Oikonomou
Palacio 8 3 Morleo
Biabiany 11 5 Pulgar
Telles 12 11 Zuniga
Santon 21 13 Rossettini
Murillo 24 19 Constant
Gnoukouri 27 23 Brienza
Melo 83 33 Brighi
Manaj 97 99 Floccari