Risultato finale

17 Ottobre 2020 18:00

Inter
29' Lukaku
1 - 2
Milan
16' Ibrahimovic
13' Ibrahimovic
arbitro Maurizio Mariani / guardalinee Costanzo, Bindoni / 4° uomo Maresca / assistenti Irrati, Carbone
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
47' Si chiude la prima frazione di gioco al "Meazza": ospiti in vantaggio 2-1 grazie alla doppietta di Ibrahimovic. L'Inter accorcia con Lukaku
47' Lukaku a un passo dal pareggio: corner di Brozovic e colpo di testa perfetto del numero 9 nerazzurro. La palla sfiora il palo e termina sul fondo
46' Kessié ferma con un fallo la ripartenza di Barella. Secondo cartellino giallo per il Milan
45' Segnalati due minuti di recupero
44' Lukaku per Lautaro che conclude con il destro dal limite. Para Donnarumma
42' Barella resta a terra dopo uno scontro di gioco con Calabria. Sembra però solo una contusione per il numero 23 nerazzurro, dolorante al ginocchio
37' Strepitosa progressione di Lukaku, che viene messo giù da Theo Hernandez poco prima dell'ingresso in area. Per Mariani è tutto regolare tra le proteste nerazzurre
33' Inter ancora pericolosissima: Lukaku cerca Perisic sul secondo palo ma la palla è leggermente troppo lunga
32' Lukaku appoggia per Barella, destro dall'interno dell'area ma para Donnarumma. Forcing nerazzurro!
32' Cross di Hakimi e colpo di testa di Lautaro, che supera Donnarumma ma trova la respinta di Kjaer sulla linea. Inter a un passo dal 2-2!
29' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOL! Lukakuuuuuu! Perisic al centro per "Big Rom" che deve solo spingerla in rete. L'Inter accorcia le distanze!
24' Sinistro dalla distanza di Theo Hernandez. Deviazione di Vidal e palla in corner
22' Duro intervento di Kjaer in ritardo su Lautaro. Prima ammonizione del match
18' Destro a giro di Lukaku, che parte da sinistra, si accentra e calcia. Donnarumma para a terra
16' Il Milan trova il raddoppio ancora con Ibrahimovic su assist di Leao dalla sinistra
13' Handanovic respinge il rigore ma Ibrahimovic riesce a ribadire in rete
11' Contatto tra Kolarov e Ibrahimovic nell'area nerazzurra. Mariani concede calcio di rigore al Milan
10' Traversone di Perisic per Lukaku, rimpallo nell'area rossonera con la difesa del Milan che si salva in qualche modo
4' Kolarov lancia ancora Hakimi, che ha tanto spazio per correre verso la porta ma Mariani vede un fallo di Lukaku su Theo Hernandez dopo un contatto fortuito sulla corsa
2' Subito affondo di Hakimi, che salta Theo Hernandez con un tunnel e mette un pallone insidioso al centro. Donnarumma devia in uscita bassa poi Lautaro viene rimpallato
1' Comincia in questo momento Inter-Milan. Primo pallone giocato dalla formazione allenata da Stefano Pioli. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Sta per cominciare al "Meazza" il 173esimo #DerbyMilano di Serie A. Dopo la premiazione per Stefan de Vrij, miglior difensore del campionato nella scorsa stagione, le squadre fanno il loro ingresso sul terreno di gioco
Minuti Cronaca
50' Finisce la sfida del "Meazza": non basta all'Inter il gol di Lukaku. Nonostante le tante occasioni, la formazione di Pioli ottiene i tre punti con la doppietta di Ibrahimovic
48' Chance clamorosa per Lukaku sul filtrante di Lautaro: il numero 9 nerazzurro anticipa Theo Hernandez ma non trova la porta con il sinistro
45' Saranno cinque i minuti di recupero
44' Colpo di testa di Perisic su cross di Sanchez. Palla alta
41' Tonali prende il posto di Kessié nel Milan
39' Ammonito Conte per proteste
38' Cambio nell'Inter: dentro Sanchez per Vidal
38' Ammonizione per Hakimi per proteste
33' Traversone di Hakimi, palla troppo su Donnarumma che blocca il pallone
30' Mariani concede rigore per fallo di Donnarumma su Lukaku ma poi torna sulla sua decisione per un fuorigioco del numero 9 nerazzurro, che era stato servito però da Kjaer
27' Krunic in contropiede non trova lo specchio con il sinistro da posizione defilata
26' Traversone di Perisic, Lautaro sale in cielo e prende il tempo a Kjaer ma non inquadra la porta
24' Cartellino giallo per Vidal
22' Primo cambio per Conte: Eriksen prende il posto di Brozovic
19' Fallo tattico di Brozovic su Theo Hernandez. Primo cartellino giallo per i nerazzurri
17' Doppio cambio nella formazione ospite: dentro Krunic e Castillejo per Leao e Saelemaekers
16' Tiro a giro di Barella, Kjaer devia di testa salvando Donnarumma. Corner per l'Inter!
15' Gomitata di Ibrahimovic su de Vrij. Giallo per l'attaccante del Milan
15' Grande palla di Vidal per l'inserimento di Hakimi che di testa conclude a botta sicura ma non trova l'angolo per un soffio
13' Lukaku cerca Lautaro in profondità, ma la palla è troppo lunga
12' Conclusione da fuori di Leao, palla fuori alla destra di Handanovic
8' Copione scontato in questa ripresa: l'Inter attacca alla ricerca del pareggio, Milan tutto chiuso e pronto a ripartire in contropiede
3' Grande giocata di Hakimi, che supera Theo Hernandez e mette palla al centro: prima Lukaku poi Lautaro però non riescono a concludere verso la porta
2' Destro da fuori area di Lautaro, che non inquadra la porta
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Primo pallone del secondo tempo giocato da Lukaku. Forza ragazzi, FORZA INTER!

Handanovic
5.38
5.38
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
3.53
3.53
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
3.48
3.48
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
3.7
3.7
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
5.31
5.31
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
5.33
5.33
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.49
6.49
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
5.83
5.83
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
4.36
4.36
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
3.83
3.83
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
6.15
6.15
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Kolarov
2.62
2.62
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
4.69
4.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 4.67 INVIA VOTI
6 tiri porta 4
7 tiri fuori 6
18 falli fatti 11
3 angoli 5
2 fuorigioco 2
55% possesso 45%

Dopo l’Atalanta, che ha conquistato 56 punti, Milan (54) e Inter (47) sono le due squadre che hanno fatto meglio in Serie A nell’anno solare 2020 - nel periodo i rossoneri hanno la miglior difesa tra le squadre presenti anche nella scorsa stagione (22 gol subiti).

Il Milan ha segnato in tutte le ultime 23 partite di campionato e non ha subito reti nelle ultime quattro: in quanto a gol realizzati non fa meglio dal 1973, per la porta inviolata dal 2006.

Il Milan ha ottenuto tre successi nelle prime tre partite di questa Serie A e non vince tutte le prime quattro gare stagionali nella competizione dal 1995/96, nella gestione Fabio Capello.

La prossima sarà la vittoria numero 1400 per il Milan nella Serie A a girone unico (incl. tavolini) - i rossoneri potrebbero diventare la terza squadra a raggiungere questo traguardo dopo Juventus e Inter.

Zlatan Ibrahimovic ha eguagliato Silvio Piola come giocatore che ha segnato il maggior numero di marcature multiple in Serie A superati i 38 anni di età: quattro.

Solo tre giocatori hanno segnato più gol in Serie A nei Derby di Milano di Ibrahimovic (otto): Meazza 12, Nordahl e Nyers 11.

Antonio Conte potrebbe diventare il primo allenatore nella storia dell'Inter a trovare il successo in tutti i primi tre Derby sulla panchina nerazzurra (considerando tutte le competizioni).

La prossima sarà la 350ª presenza per Aleksandar Kolarov tra Serie A e Premier League (e la numero 300 da titolare) - in questo parziale tuttavia, solo contro il Tottenham (10 gare) il difensore dell'Inter ha giocato più partite di campionato senza prendere parte ad alcuna rete rispetto al Milan (nove).

L’Inter ha ottenuto sette punti nelle prime tre partite di questo campionato (2V, 1N): in cinque delle ultime sette stagioni di Serie A, i nerazzurri sono rimasti imbattuti nelle prime quattro gare.

L’Inter ha vinto tutte le ultime quattro partite di Serie A contro il Milan: i nerazzurri hanno avuto una striscia di successi più lunga nel Derby di Milano solamente tra il 1979 e il 1983 (cinque sfide).

L’Inter è imbattuta da nove partite interne di Serie A contro il Milan (6V, 3N): il record di gare consecutive senza sconfitta in casa contro i rossoneri per i nerazzurri è di 10, cioè le prime 10 della competizione (negli anni ‘30).

Dal 2005/06 (da quando Opta raccoglie questo dato) Handanovic ha parato 25 rigori in Serie A, almeno sette in più di ogni altro portiere.

Il Milan non vinceva un Derby di Milano in Serie A dal 3-0 nel gennaio 2016, con Sinisa Mihajlovic in panchina.

vittorie(37) pareggi(31) sconfitte(30)

MILANO - Questa volta la rimonta è incompiuta, questa volta non riesce il ribaltone. Torniamo a perdere un derby, non succedeva in Serie A dal gennaio 2016. Una sconfitta che brucia perché, al di là della stracittadina, l'Inter lascia sul campo una prova di un impegno encomiabile, un grappolo di occasioni da gol clamorose, una fierezza e una determinazione mostrate a ogni singolo contrasto. C'è il rimpianto, per quell'avvio nel quale si è concesso al Milan di andare sul doppio vantaggio. Lukaku ha provato a trascinare i nerazzurri verso la rimonta: non solo il gol, ma una montagna di gioco e occasioni, fino al tacco del 96' che è finito tra le braccia di Donnarumma. 1-2, doppietta di Ibrahimovic: è solo la quarta di campionato, il percorso è ancora lungo. 

Primo derby di fatto a porte chiuse, primo derby dal 1974 con tre gol nella prima mezzora. Match rampante, fin dall'inizio: squadre aggressive e coraggiose, duelli a tutto campo, sgommate sulle fasce e ripartenze centrali. Il primo tempo del derby prende un po' la piega di quello della passata stagione, con il Milan che scappa grazie a Ibrahimovic e con l'Inter che deve organizzare una rimonta. La differenza con il derby di febbraio è quella che i nerazzurri trovano la rete per riaprire la gara già alla mezzora. Sì, perché al 16' il tabellino di San Siro recita Inter 0 Milan 2, con una doppietta di Ibrahimovic.

L'avvio, come detto, è ad alta intensità. Hakimi inaugura la sfida personale con Theo Hernandez lasciandolo sul posto e sottolineando uno dei temi del match. Il Milan ha un piano preciso: ricerca della palla addosso a Ibrahimovic e grandi ripartenze nello spazio alle spalle dei centrocampisti nerazzurri. Al 13' da una di queste situazioni lo svedese porta palla fino nell'area di rigore e Kolarov lo stende in scivolata: rigore, che calcia lo svedese. Handanovic è bravissimo e respinge, ma la palla torna proprio a Ibrahimovic che insacca. Passano tre minuti e il Milan raddoppia: volata di Leao sulla sinistra, palla al centro e sigillo di destro dello svedese, per un uno-due da potenziale ko. 

Il match però è lungo e l'Inter ha tempo, spazio ed energie per riorganizzarsi e per studiare i punti deboli del Milan. Le fasce nerazzurre offrono spunti  continui e proprio dalla sinistra nasce il gol di Lukaku: discesa di Kolarov, palla rasoterra di Perisic e gol di sinistro del belga. Il gol dà letteralmente la scossa ai nerazzurri che per due volte, al 32', sfiorano il pareggio, prima con Lautaro poi con Barella. Proprio il Toro è uno dei più attivi nel primo tempo, e il suo lavoro di cucitura del gioco sfianca i centrali del Milan. Sul finire del primo tempo Lukaku per due volte va vicino al pareggio.

La ripresa ha ritmi e velocità inferiori rispetto al primo tempo. Le fatiche degli impegni con le nazionali si fanno sentire, inoltre il Milan ha meno interesse a spingere, anche se soprattutto Leao ha gamba per andare nelle ripartenze. Hakimi è un moto perpetuo sulla destra, Barella è onnipresente. Sono le micce che accendono ogni azione della ripresa nerazzurra, quando la squadra di Conte inizia a iscrivere sul tabellino una grande quantità di occasioni da gol. Che, purtroppo, non si concretizzeranno in gol.

Hakimi è quello che ci va più vicino, con un tuffo di testa che manda la palla vicino al palo. Pressione continua quella dei nerazzurri, che scema un po' nella fase centrale della ripresa e si riaccende nell'ultimo quarto d'ora. L'illusione arriva al 75': Lukaku steso in area da Donnarumma, rigore poi cancellato dal VAR per una posizione di offside del belga. Il cuore e l'impegno non mancano nemmeno nel lungo recupero, quando Lukaku ha due volte la forza per andare a cercare il pareggio: prima al 93', in spaccata di sinistro. Poi oltre il 95' quando, braccato in area, inventa un colpo di tacco che finisce tra le braccia di Donnarumma.

Finisce così 1-2, un match lasciato sfuggire in avvio e che non è tornato nelle nostre corde nonostante una fiera reazione e una organizzazione di gioco che ha permesso di chiudere con 19 conclusioni, quasi il doppio di quelle rossonere.

Non ci diamo per vinti: mercoledì inizia il nostro cammino in Champions League, si va avanti! Forza Inter, sempre!

INTER-MILAN 1-2 | IL TABELLINO

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 6 de Vrij, 11 Kolarov; 2 Hakimi, 22 Vidal (7 Sanchez 84'), 77 Brozovic (24 Eriksen 68'), 14 Perisic; 23 Barella; 9 Lukaku, 10 Lautaro.
A disposizione: 27 Padelli, 35 Stankovic, 13 Ranocchia, 36 Darmian, 42 Moretti, 46 Vezzoni, 47 Squizzato, 49 Satriano, 99 Pinamonti.
Allenatore: Antonio Conte.

MILAN (4-2-3-1): 99 G. Donnarumma; 2 Calabria, 24 Kjaer, 13 Romagnoli, 19 Hernandez; 4 Bennacer, 79 Kessie (8 Tonali 87'); 56 Saelemaekers (7 Castillejo 62'), 10 Calhanoglu, 17 Leao (33 Krunic 62'); 11 Ibrahimovic.  
A disposizione: 1 Tatarusanu, 90 A. Donnarumma, 5 Dalot, 14 Conti, 15 Hauge, 20 Kalulu, 21 Brahim Diaz, 27 Maldini, 29 Colombo.
Allenatore: Stefano Pioli.

Marcatori: 13' e 16' Ibrahimovic (M), 29' Lukaku (I)
Ammoniti: Kjaer (M), Kessie (M), Ibrahimovic (M), Brozovic (I), Vidal (I), Hakimi (I)
Note: ammoniti Pioli (M) e Conte (I)
Recupero: 2' - 5'.

Arbitro: Mariani.
Assistenti: Costanzo, Bindoni.
Quarto Uomo: Maresca.
VAR e Assistente VAR: Irrati, Carbone.

in campo

Handanovic 1 99 Donnarumma G.
D'Ambrosio 33 2 Calabria
de Vrij 6 24 Kjaer
Kolarov 11 13 Romagnoli
Hakimi 2 19 Hernandez
Brozovic 77 79 Kessié
Vidal 22 4 Bennacer
Perisic 14 56 Saelemaekers
Barella 23 10 Calhanoglu
Martínez 10 17 Leao
Lukaku 9 11 Ibrahimovic

panchina

Padelli 27 1 Tatarusanu
Stankovic 35 90 Donnarumma A.
Sanchez 7 5 Dalot
Ranocchia 13 7 Castillejo
Eriksen 24 8 Tonali
Darmian 36 14 Conti
Moretti 42 15 Hauge
Vezzoni 46 20 Kalulu
Squizzato 47 21 Brahim Diaz
Satriano 49 27 Maldini
Pinamonti 99 29 Colombo
33 Krunic

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.