Risultato finale

24 Ottobre 2010 20:45

Inter
35' (2t) Eto'o
1 - 1
Sampdoria
17' (2t) Guberti
arbitro Daniele Orsato / guardalinee Calcagno, Nicoletti / 4° uomo Gava
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
46' Dopo un minuto di recupero, termina 0-0 la prima frazione di gioco tra Inter e Sampdoria
46'
45' Ammonizione per Volta
45' Brutto fallo di Pazzini su Lucio
45' Orsato concede un minuto di recupero
45'
45'
44'
43' Koman dalla destra serve Cassano, Zanetti recupera in scivolata
43'
42' Sneijder per Coutinho, ma la palla termina fuori
39' Salvataggio di Maicon nell'area piccola su tiro di Cassano
39'
35' Sneijder al tiro di destro dalla distanza, ancora Curci
35'
34' Immarcabile Coutinho sulla sinistra, Curci in qualche modo allontana il pallone, sulla ribattuta Eto'o va al tiro, ma c'è ancora Curci
32' Guberti la mette in mezzo in area di testa, acrobazia di Pazzini al tiro, ma Julio Cesar non si fa cogliere impreparato
32'
30' Traversone da destra a sinistra di Coutinho per Chivu, che va al tiro, ma Curci risponde senza problemi
30'
26' Traversone di Maicon, tagliato verso Eto'o, anticipa di testa Gastaldello
26'
24' Tiro-cross di Coutinho, direttamente tra le braccia di Curci
24'
18' Parte Lucio sulla destra, con una percussione palla al piede, va al tiro ma Zauri riesce a deviare in calcio d'angolo
18'
15' Coraggiosa conclusione di destro dalla distanza per Coutinho, palla alta sopra la traversa
15'
11' Tiro velenoso di Tissone, ma la palla termina fuori
11'
10' Grande palla per Lucio, che va di sinistro dopo una palla perfettamente scodellata di Coutinho: Curci, però, non si fa trovare impreparato
10'
7' Tissone per Guberti, che va al tiro, al limite dell'area: palla alta sopra la traversa
7'
5' Risponde la Sampdoria con Cassano: una conclusione da fuori di destro, nessun problema per Julio Cesar
5'
3' La prima occasione è nerazzurra: servito da Eto'o, calcia in porta di sinistro Sneijder, Curci para a terra in due tempi
3'
1' Benvenuti allo stadio "Giuseppe Meazza": è tutto pronto per Inter-Sampdoria, posticipo dell'8^ giornata di Serie A Tim 2010-2011
1'
1'
1'
1'
1' Rispetto all'ultima gara, quella di Champions League contro il Tottenham, l'unico cambio consiste nella presenza di Cambiasso a centrocampo al posto dell'infortunato Stankovic
1' Calcio d'inizio battuto dai nerazzurri
1'
Minuti Cronaca
50' Ammonizione per Zauri
50'
50' Dopo cinque minuti di recupero, termina 1-1 Inter-Sampdoria
50'
49' Tiro fuori, di poco a lato sulla sinistra, di Pazzini
49'
48' Pandev per Obi, che serve Cambiasso: di destro l'argentino tira alto sopra la traversa
48'
48'
47' Ammonizione per Poli
47'
45' Orsato concede cinque minuti di recupero
45'
43' Cambio per l'Inter: esce Coutinho, entra Obi
43' Corner di Sneijder, Maicon di testa, palla alta sopra la traversa
43'
43'
41' Brutto fallo di Marilungo su Coutinho
41'
39' Sneijder per Lucio, dai 20 metri il brasiliano scarinca un destro a fil di palo, tocca Da Costa
39'
38' Ammonizione per Pazzini
38'
37' Ammonizione per Da Costa
37'
35'
35' GOL INTER: ETO'O realizza. Innesca l'azione Cambiasso, cross di Coutinho sul primo palo, di destro in spaccata va a segno Eto'o. Il camerunese agguanta il pareggio
34'
33' Cambio per l'Inter: esce Chivu, entra Santon
33' Cambio per la Samp: esce Curci, entra Da Costa
33'
32' Traversone dlla destra di Maicon, Curci smanaccia - facendosi male - ed Eto'o non ci arriva
32'
26' Cambio per la Samp: esce Guberti, entra Marilungo
26'
25' Coutinho scatenato a destra, assist per Sneijder: palla alta
25'
24' Dribbla quattro avversari Coutinho, scambia con Sneijder e poi calcia di sinistro, ma Curci respinge col piede
24'
22' Cambio per la Samp: esce Tissone, entra Poli
22'
19' Coutinho crossa dalla trequarti destra per Cambiasso, che va al tiro ma non trova la deviazione vincente
19'
18' Cambio per l'Inter: esce Biabiany, entra Pandev
18'
17' GOL SAMP: GUBERTI realizza. Cassano - che si libera di Chivu con un intervento falloso - serve dalla destra Guberti, che calcia al volo di destro, Julio Cesar respinge ma non riesce a trattenere, palla in rete. Sampdoria in vantaggio
17'
13' Cambiasso apre per Coutinho, che crossa sulla destra per Maicon; il brasiliano va al tiro di destro: Zauri respinge sulla linea a Curci battuto
13'
10' Samuel recupera su Pazzini solo in area di rigore
8' Coutinho riceve palla centralmente da Chivu, va al tiro di destro, potente ma centrale, Curci para palla a terra
8'
7' Contropiede Samp con Koman: palla in profondità per Cassano che però desiste sull'opposizione di Chivu
2' Cassano cambia gioco per Koman: controllo e cross basso da destra, spazza Zanetti
2'
1' Il secondo tempo si apre senza cambi
1'
Zanetti
6.64
6.64
Cambiasso
5.8
5.8
Julio Cesar
5.57
5.57
Samuel
6.53
6.53
Maicon
5.11
5.11
Biabiany
4.67
4.67
Chivu
4.37
4.37
Santon
5.81
5.81
Obi
5.49
5.49
Lucio
7.39
7.39
Eto'o
7.57
7.57
Sneijder
4.87
4.87
Pandev
4.65
4.65
Coutinho
7.54
7.54
Media squadra 5.86
7 tiri porta 3
8 tiri fuori 3
12 falli fatti 11
9 angoli 1
1 fuorigioco 2
69% possesso 31%
Le sfide Benitez-Di Carlo

Primo confronto tecnico ufficiale tra Rafa Benitez e Domenico Di Carlo.

Le sfide Di Carlo-Inter

Sesta sfida ufficiale tra Di Carlo e l’Inter e finora l’attuale tecnico dei liguri non ha mai vinto: il bilancio a favore dei nerazzurri è di 4 vittorie ed 1 pareggio. In queste 5 gare l’Inter è sempre andata in gol, per un totale di 14 reti realizzate.

Tutte le imbattitiblità casalinghe dell’Inter

L’Inter non perde una gara ufficiale in casa dal 26 novembre 2008 quando, in Champions League, venne sconfitta per 0-1 dal Panathinaikos. Nelle seguenti 51 gare interne, i nerazzurri hanno un bilancio di 39 vittorie e 12 pareggi. L’Inter non perde una gara interna ufficiale in competizioni nazionali dal 22 marzo 2008 quando, in campionato, venne superata per 1-2 dalla Juventus: da allora, considerando le 53 partite disputate in casa tra serie A, coppa Italia e supercoppa di Lega, i nerazzurri vantano uno score di 40 successi e 13 pareggi. L’Inter è imbattuta in gare interne di campionato da 44 giornate, ovvero dal 22 marzo 2008, quando venne superata per 1-2 dalla Juventus. Nelle seguenti partite il bilancio interista è stato di 33 vittorie e 11 pareggi.

Maicon ed i gol a Curci

L’interista Maicon ha in Curci il portiere contro cui ha finora realizzato il maggior numero di gol ufficiali da quando gioca in Italia: sono 2 sui 16 totali.

Cassano cerca il gol n.100 con club italiani

Antonio Cassano ha realizzato in totale finora, con maglie di club professionistici italiani, 99 reti ufficiali, di cui 80 in serie A, 6 in coppa Italia e 13 nelle coppe europee. L’attaccante della Sampdoria – che ha vestito le maglie di Bari, Roma e Sampdoria – è dunque ad un solo passo dal segnare la rete n. 100 della propria carriera italiana. Il primo centro ufficiale di Cassano risale al 18 dicembre 1999, in Bari-Inter 2-1 di serie A.

Sampdoria senza gol a casa-Inter da 492’

L’ultimo gol ufficiale segnato dalla Sampdoria in casa dell’Inter risale al 16 settembre 2006 quando, in serie A, fu pareggio per 1-1. Il gol ligure venne realizzato da Flachi su rigore al 48’: da allora sono trascorsi i restanti 42’ di quel match, più le 5 intere gare successive (0-0 nella coppa Italia 2006/07, vittorie interiste per 3-0 ed 1-0 rispettivamente nella serie A 2007/08 e 2008/09, successo nerazzurro per 1-0 nella coppa Italia 2008/09 e 0-0 nella serie A 2009/10), per un totale di 492’ di digiuno blucerchiato.

Solo a Cagliari Samp senza gol ed a porta chiusa nelle ultime 11 gare esterne

Nelle ultime 11 trasferte ufficiali la Sampdoria ha sempre segnato, ma anche subito gol eccezion fatta in occasione dello 0-0 a Cagliari in campionato lo scorso 22 settembre. Nelle altre 10 gare esterne i gol blucerchiati sono stati 14, altrettanti quelli incassati.

Sampdoria k.o. solo in una delle ultime 15 giornate di campionato

La Sampdoria ha perduto solo una delle ultime 15 gare disputate in assoluto in serie A: è accaduto lo scorso 19 settembre quando il Napoli si impose per 2-1 a Marassi. Nelle altre 14 partite prese in esame lo score in campionato è di 8 vittorie e 6 pareggi.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(36) pareggi(16) sconfitte(8)

MILANO - Come un anno fa termina ancora in parità, questa volta è 1-1, il match tra Inter e Sampdoria valido per il posticipo dell'8^ giornata della serie A 2010-2011.
Sono i nerazzurri a fare la partita nei primi 45' di gioco, chiusi a reti inviolate grazie alla sempre attenta prestazione di Curci e nonostante le occasioni create da uno straordinario Coutinho. Nella ripresa, dopo un salvataggio sulla linea di Zauri sul tiro di Maicon, è però la Sampdoria ad andare in gol per prima e lo fa con Guberti, nonostante l'azione all'origine del vantaggio sia viziata da un fallo di Cassano su Chivu non fischiato (l'assistente di Orsato lascia proseguire il gioco, nonostante anche lo stesso fantasista blucerchiato si volti a guardarlo).
Risponde l'Inter con il suo bomber di razza, Samuel Eto'o, al suo settimo centro stagionale in campionato.

PRIMO TEMPO - Torna Esteban Cambiasso nell'undici di partenza schierato da Rafa Benitez per affrontare la Sampdoria nel posticipo domenicale dove, almeno, in partenza a fare da protagonista al 'Meazza' è soprattutto la pioggia. L'argentino, accanto a Zanetti, mette quindi in secondo piano l'assenza di Dejan Stankovic, infortunatosi contro il Tottenham nella gara di Champions League dello scorso mercoledì. Di Carlo conferma il 4-4-2, con Guberti e Koman a dare spinta sulle fasce alla coppia centrale Pazzini-Cassano. E mentre l'attaccante barese cerca la 100^ rete della sua carriera italiana, sarebbe la prima al 'Meazza', è l'Inter a creare la prima occasione al 3': Eto'o prolunga per Sneijder che prova il diagonale al limite, costringendo Curci alla parata in due tempi. Dall'altra parte, risponde prima Cassano, ma Julio Cesar blocca a terra (6'), poi Guberti alzando di poco sulla traversa (7'). Al 10' è perfetto il tocco morbido di Coutinho per Lucio appostato sotto porta, il brasiliano prolunga con il destro ma Curci non si fa sorprendere e devia in corner. Sulla ripartenza doriana, destro di prima intenzione di Tissone che accarezza il palo alla destra di Julio Cesar. I nerazzurri corrono, pressano, costringono la Samp nella propria metà campo e, dal 17', sfiorano per due volte il gol del vantaggio: prima Coutinho semina panico con la complicità del gioco tra le linee di Sneijder ed Eto'o, poi Lucio taglia il campo in percussione personale costringendo Zauri a salvarsi in corner (18'). Maicon pennella verso il centro e solo l'intervento tempestivo di Gastaldello, a contenere il colpo di testa di Eto'o, evita ulteriori pericoli (24'). Ma è ancora più provvidenziale, di più, vale un gol, la parata di Julio Cesar sul tocco in acrobazia di Pazzini, al 32', dopo il cross di Cassano e la sponda aerea di Guberti. Non conosce ostacoli l'accelerazione di Coutinho quando, al 34', salta netto Zauri per arrendersi solo all'uscita tempestiva di Curci, la palla arriva poi a Eto'o che, si sinistro, colpisce l'esterno della rete. Sneijder e Maicon lanciano il giovane talento brasiliano vicino al gol anche al 42', ma la palla toccata da Coutinho si alza sopra la traversa. Serve invece tutta l'esperienza di capitan Zanetti per salvare la porta nerazzurra quando, in scivolata su Cassano, il capitano chiude l'attaccante blucerchiato innescato dalla bella apertura di Palombo. Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo sul risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO - Stessi ventidue in campo nella ripresa che dopo 8' minuti ripropone il confronto Coutinho-Curci, con il brasiliano al tiro, potente ma centrale, contenuto dalla presa sicura del portiere doriano. Il fallo di Tissone su Zanetti regala un calcio di punizione ai nerazzurri (11'): Sneijder tocca palla per Cambiasso che scarica su Chivu, la conclusione del rumeno termina alta sulla traversa. La più grande occasione del match per l'Inter arriva al minuto 13: dal traversone di Coutinho dalla destra, Maicon - appostato sul palo opposto - calcia con sicurezza verso la porta, solo il salvataggio sulla linea di Zauri evita il gol a Curci battuto. Ma nel miglior momento dei nerazzurra, è incredibilmente la Sampdoria a passare in vantaggio, nonostante il cross dal quale ha origine l'azione del gol sia viziato da un fallo non giudicato tale dall'assistente Calcagno: dopo un tocco a braccio teso sulla spalla di Chivu, infatti, Cassano mette al centro per Guberti che calcia al volo in semi-rovesciata, Julio Cesar intercetta, ma non trattiene, la palla carambola in rete per lo 0-1. Coutinho sfiora il pareggio al 24': il brasiliano, devastante palla al piede, dribbla la difesa avversaria e conclude di sinistro dopo lo scambio con Pandev (in campo dal 18' al posto di Biabiany), Curci respinge con i piedi, palla a Sneijder che calcia alto. Al 32' è ancora Inter: traversone di Maicon dalla sinistra, Maicon tocca e prolunga in corner. Il portiere doriano non sembra in grado di continuare, entrerà Da Costa in campo al suo posto per l'esordio in serie A, mentre Benitez aveva sostituto pochi istanti prima, Chivu con Santon. E' un capolavoro targato Cambiasso-Coutinho-Eto'o la triangolazione che porta l'Inter al gol del pareggio: passaggio del Cuchu per il brasiliano e cross rasoterra per innescare il bomber nerazzurro che di prima intenzione batte Da Costa per l'1-1. Dal 43', in campo al posto di Coutinho c'è Obi.
Dopo 5 minuti di recupero, Inter-Sampdoria si chiude sull'1-1. Nerazzurri secondi in classifica dopo la Lazio, a quota 15 punti.

 

INTER-SAMPDORIA 1-1
Marcatori:18' st Guberti, 35' st Eto'o.

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel 26 Chivu (33' st 39 Santon); 4 Zanetti, 19 Cambiasso; 88 Biabiany (18' 27 Pandev), 10 Sneijder, 29 Coutinho (43' st 20 Obi); 9 Eto'o.
A disposizione: 12 Castellazzi, 11 Muntari, 20 Obi, 23 Materazzi, 40 Nwankwo.
Allenatore: Rafael Benitez.

Sampdoria: 85 Curci (33' st 1 Da Costa); 78 Zauri, 26 Volta, 28 Gastaldello, 3 Ziegler; 8 Guberti (26' st 89 Marilungo), 17 Palombo, 12 Tissone (22' st 16 Poli), 11 Koman; 99 Cassano, 10 Pazzini.
A disposizione: 4 Dessena, 5 Accardi, 7 Mannini, 9 Pozzi.
Allenatore: Domenico Di Carlo

Arbitro: Daniele Orsato di Schio
Note. Ammoniti: 45' Volta, 37' st Da Costa, 38' st Pazzini, 47' st Poli, 51' st Zauri. Recupero: 1'-5'. Spettatori: 56.415

in campo

Julio Cesar 1 Curci
Maicon 13 Zauri
Lucio 6 Volta
Samuel 25 Gastaldello
Chivu 26 Ziegler
Zanetti 4 Guberti
Cambiasso 19 Palombo
Biabiany 88 Tissone
Sneijder 10 Koman
Coutinho 29 Cassano
Eto'o 9 Pazzini

panchina

Castellazzi 12 Da Costa
Materazzi 23 Dessena
Santon 39 Accardi
Muntari 11 Mannini
Nwankwo 40 Pozzi
Obi 20 Poli
Pandev 27 Marilungo