MAROTTA: "NON GUARDIAMO LA CLASSIFICA, CONTINUIAMO NEL PERCORSO DI CRESCITA"

Il CEO Sport nerazzurro: "Obiettivo comune è alzare l'asticella"

MILANO - La vittoria per 2-1 ha proiettato l'Inter in testa alla classifica di Serie A. Il giorno dopo il successo in campionato, il CEO Sport nerazzurro Giuseppe Marotta ha incontrato i giornalisti al termine dell'assemblea di Lega: "Siamo contenti perché stiamo proseguendo nel percorso iniziato in questa stagione. Il nostro percorso è caratterizzato dalle linee guida indicate da Suning: la proprietà ha grande merito, perché garantisce una grande stabilità economica e finanziaria".

"Noi avevamo un obiettivo, che è quello di alzare l'asticella e lo stiamo facendo. Stiamo raccogliendo i primi frutti, ma non ci culliamo su questi risultati. Lavoriamo affinché il percorso di crescita ci porti delle soddisfazioni". Un percorso nerazzurro condotto da Antonio Conte. Il CEO Sport nerazzurro ha spiegato: "Essendo un vincente, cerca sempre di ottenere il massimo. Il suo linguaggio è quello che anche società e management adottano per essere più competitivi. I calciatori stanno dando grandi risposte: noi non guardiamo la classifica, ma le prestazioni. IL nostro punto focale resta la grande cultura del lavoro".

Marotta ha risposto anche alle domande sul mercato di gennaio: "Faremo delle valutazioni votate a puntellare un organico che per colpa di circostanze sfortunate si è ritrovato ad essere carente in alcuni reparti. Vedremo, di solito quella invernale è una sessione arida di contenuti, siamo ottimisti ma anche realisti. E poi quello che conta sono il lavoro dell'allenatore e dei ragazzi. Questo è un gruppo di grande valore, sia umano che professionale e ha dimostrato di meritare certi riconoscimenti anche grazie alla guida saggia del tecnico".

Romelu Lukaku e Lautaro Martinez stanno trascinando l'Inter a suon di gol, Marotta spiega: "Sono due giocatori di grande valore e tra loro c'è la giusta alchimia. Anche qui la mano dell'allenatore è importante, è in grado di valorizzare le risorse. Romelu e Lautaro hanno sintonia in campo e anche fuori sono molto amici. Lautaro è un bravissimo ragazzo, è riconoscente all'Inter e la società e Suning hanno l'obiettivo di crescere senza rinunciare ai propri asset o ai calciatori. Lui sa della nostra fiducia".

Infine una chiosa sul documento contro il razzismo siglato dai club di Serie A: "L'Inter ha già fatto un'ottima campagna, ora la Lega sta delineando questo percorso di rafforzamento per un fenomeno che va debellato".


Versi Bahasa Indonesia  日本語版  Versión Española  English Version  中文版 

Load More