Inter-Juventus story: quella danza di Maicon...

INTER-JUVENTUS STORY: QUELLA DANZA DI MAICON...

Nel 2010 un successo fondamentale per 2-0 a San Siro grazie alle reti del brasiliano e di Samuel Eto'o

MILANO - Tutte le vittorie sono importanti, ma quelle contro la Juventus non si dimenticano facilmente, restano indelebili nella mente di ogni tifoso.

Stagione 2009/2010, un'Inter protagonista su tutti i fronti ma che arriva al match contro la Juventus un po' stanca, e soprattutto da seconda in classifica dopo aver perso lo scontro diretto contro la Roma. Ha bisogno di vincere per continuare a coltivare il sogno Triplete.

Dopo un primo tempo a reti inviolate e con la Juventus in 10, José Mourinho, alla presenza numero 100 con il club nerazzurro, manda in campo Dejan Stankovic e Mario Balotelli con il compito di portare più pericolosità nell’area avversaria. Mosse che portano l'Inter ad aumentare la propria pressione.

Un assedio che si sublima in uno dei gol più belli della storia nerazzurra. Un autentico prodigio, di classe, coordinazione e balistica. È Douglas Maicon, che si inventa un autentico balletto: palleggio a scavalcare Amauri, controllo e poi, sempre al volo, il destro a battere Buffon. Una meraviglia, di dirompente bellezza e trascinante per il secondo gol, quello di Eto'o. Una palla strozzata da Muntari e trasformata in oro dal camerunese, per un 2-0 di vitale importanza nella corsa in campionato. Una vittoria decisiva nel percorso verso il completamento della storica tripletta del 2010.


Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  中文版  English Version  日本語版 

Load More