INTER RAGGIUNTA AL 101': 3-3 A FIRENZE

Partita infinita al "Franchi": i nerazzurri subiscono il definitivo pareggio viola al 101' su calcio di rigore concesso per presunto tocco di mano di D'Ambrosio

FIRENZE - Succede letteralmente di tutto nel posticipo domenicale della 25^ giornata della Serie A TIM: Fiorentina-Inter finisce 3-3, in un saliscendi continuo di emozioni, con il primo gol del match segnato al 1' e l'ultimo realizzato al 101', dopo una decisione arbitrale ratificata dal VAR che lascia più di qualche dubbio. In virtù di questo risultato, l'Inter resta al terzo posto in classifica a quota 47 punti, a +2 sul Milan e a +3 sulla Roma.

L'avvio di partita è a dir poco spumeggiante. Dopo nemmeno un minuto, un lancio dalle retrovie sorprende la difesa interista: Chiesa controlla, entra in area e mette al centro un pallone che Simeone svirgola ma De Vrij deposita involontariamente nella propria porta nel tentativo di fermare il Cholito. La reazione interista non si fa attendere: al 6' Nainggolan ributta la sfera dentro l'area viola, dove Vecino interviene al volo col piatto destro trafiggendo Lafont. Il VAR certifica la posizione regolare dell'uruguaiano: si torna subito in parità. La partita si sviluppa su buoni ritmi, con entrambe le squadre pronte a pungere in avanti. Proprio alla mezz'ora, la Fiorentina sfiora il nuovo vantaggio con Gerson che ha spazio dal limite dell'area: il suo sinistro piazzato termina sul fondo per questione di centimetri. Al 35' Brozovic, su un calcio di punizione da posizione defilata, cerca direttamente la porta: Lafont non si fa sorprendere e alza sopra la traversa. Sul calcio d'angolo seguente, Inter ancora pericolosa: il pallone, calciato da Politano, attraversa tutta l'area piccola senza che nessuno riesca a intervenire. Al 40' i nerazzurri ribaltano il risultato: il merito è tutto di Politano, che si accentra da destra e lascia partire uno splendido sinistro dal limite che non lascia scampo al portiere avversario. Appena prima dell'intervallo, l'Inter va vicino persino al tris: Lautaro fa un gran lavoro sulla trequarti e lancia in profondità Perisic, che entra e calcia di potenza col mancino, mettendo però alto. Si va dunque al riposo con l'Inter avanti per 2 a 1.

Episodio fondamentale del match pochi istanti dopo l'intervallo: il VAR richiama l'attenzione del direttore di gara per un tocco di mano in area viola da parte di Gerson. E' calcio di rigore: al 51' Perisic, glaciale, trasforma il penalty alla perfezione portando il risultato sul 3-1 per l'Inter. Gli uomini di Spalletti continuano a premere: al 55' fantastica giocata sull'out di destra da parte di Lautaro, sul cui cross Perisic non interviene per un soffio dentro l'area piccola. Al 60' Biraghi trova il gol con un potente sinistro dal limite ma la rete del terzino ex nerazzurro viene correttamente annullata, su nuova segnalazione del VAR, per un precedente fallo del neoentrato Muriel su D'Ambrosio. Spalletti manda in campo forze fresche: dentro Asamoah al posto di Dalbert. Il match si riapre improvvisamente al 74' grazie a un gran gol di Muriel, che trova il sette con un calcio di punizione spettacolare da circa 30 metri. Subìta la rete, l'Inter ha subito l'opportunità per ristabilire le distanze con un colpo di testa ravvicinato da parte di Vecino, respinto in qualche modo da Lafont. Al 77' spazio per Candreva, che prende il posto di uno stremato Politano. Forcing dei padroni di casa nel finale: al minuto 85 Chiesa lascia partire un tiro-cross dalla sinistra che non viene raccolto da nessun compagno di squadra, poi Spalletti gioca la carta Borja Valero (out Nainggolan). Il direttore di gara concede ben 7 minuti di recupero e, al 95', succede l'incredibile: l'arbitro assegna un rigore alla Fiorentina per un presunto tocco di mano di D'Ambrosio. Il direttore di gara conferma la propria decisione anche dopo consulto col VAR, nonostante i tanti dubbi. E' il minuto 101 quando Veretout si presenta sul dischetto, spiazzando Handanovic e siglando la rete del definitivo (e clamoroso) 3-3.

L'amarezza per la vittoria svanita permane, ma bisogna subito pensare al prossimo impegno: venerdì 1 marzo, alle ore 20:30, l'Inter è attesa in Sardegna dal Cagliari.

Ora e sempre #ForzaInter!

FIORENTINA-INTER 3-3
Marcatori: 1' De Vrij aut. (F), 6' Vecino (I), 40' Politano (I), 52' rig. Perisic (I), 74' Muriel (F), 101' rig. Veretout (F)

FIORENTINA: 1 Lafont; 2 Laurini (79' 14 Dabo), 5 Ceccherini, 31 Vitor Hugo, 3 Biraghi; 24 Benassi (58' 29 Muriel), 26 E. Fernandes, 17 Veretout; 25 Chiesa, 9 Simeone (58' 10 Pjaca), 8 Gerson
A disposizione: 23 Terracciano, 33 Branocolini, 4 Milenkovic, 6 Norgaard, 16 Hancko, 27 Graiciar
Allenatore: Stefano Pioli

INTER: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 29 Dalbert (62' 18 Asamoah); 8 Vecino, 77 Brozovic; 16 Politano (77' 87 Candreva), 14 Nainggolan (89' 20 Borja Valero), 44 Perisic; 10 Lautaro
A disposizione: 27 Padelli, 5 Gagliardini, 13 Ranocchia, 15 Joao Mario, 21 Cedric, 23 Miranda
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Nainggolan (I), Skriniar (I), Politano (I), Lafont (F), Brozovic (I), Dabo (F)

Recupero: 3' + 13'

Arbitro: Abisso
Assistenti: Passeri, Mondin
IV uomo: Pasqua
Addetti VAR: Fabbri, Alassio


日本語版  Versión Española  Versi Bahasa Indonesia  English Version  中文版 

Load More