Risultato finale

2 Aprile 2011 20:45

Milan
45' (2t) Cassano (R)
17' (2t) Pato
1' Pato
3 - 0
Inter
arbitro Nicola Rizzoli / guardalinee Calcagno, Rossomando / 4° uomo Tagliavento
Guarda gli highlights
MinutiCronaca
45'L'arbitro Rizzoli non concede recupero
43'Pandev dalla destra per Eto'o, che di destro manda il pallone clamorosamente a lato
41'Ammonizione per Maicon
39'Sinistro di Sneijder dalla distanza, palla alta
38'Grande occasione per l'Inter: calcio d'angolo battuto da Sneijder, di testa Motta, Abbiati in parata, anche se la palla sembra quasi entrare
37'Robinho taglia per Pato, che prova a servire Robinho, a chiudere Chivu
37'Destro di Van Bommel dalla distanza, deviazione di Chivu, traversa
33'Eto'o per Sneijder: dribbling su Nesta, giù l'olandese, l'arbitro lascia correre
30'Chivu a chiudere su Pato
27'Gattuso per Pato, a chiudere Zanetti
26'Ammonito Robinho per simulazione
25'Ranocchia a chiudere su Pato
24'Pato con il destro, deviazione, calcio d'angolo: sugli sviluppi prova il destro Zambrotta
23'Pandev di sinistro che però tocca male, a lato
19'Pandev serve per Pazzini, che cerca la porta di sinistro, grande riflesso di Abbiati
16'Calcio di punizione per l'Inter, batte Sneijder, alto sopra la traversa
14'Calcio di punizione per il Milan, batte Pato, barriera, Van Bommel di testa, fondo del campo
9'Abate dalla destra per Seedorf, Maicon sulla traiettoria
8'Pato dalla sinistra per Robinho, che davanti alla porta non ci arriva
6'Pandev cerca la rete di sinistro, nessun problema per Abbiati
5'Zambrotta lancia sulla sinistra Robinho, ancora fuorigioco
3'Van Bommel verticalizza per Robinho ma è fuorigioco
1'Benvenuti allo stadio "Meazza": è tutto pronto per Milan-Inter, gara valida per la 31^ giornata di Serie A Tim 2010-2011
1'Contro il Milan, Leonardo schiera Ranocchia-Chivu coppia di centrali difensivi davanti a Julio Cesar, con Maicon e Zanetti laterali; diga di centrocampo con Motta e Cambiasso, con il trio Pandev-Sneijder-Eto'o a ridosso di Pazzini
1'Calcio d'inizio battuto dal Milan
1'GOL MILAN: PATO realizza. Quarantasette secondi e i rossoneri passano in vantaggio: a innescare l'azione Seedorf per Pato, palla a Gattuso, che serve Robinho, esce Julio Cesar e ad approfittarne è Pato di destro
MinutiCronaca
48'Dopo tre minuti di recupero, Milan-Inter termina 3-0. Rossoneri a 65, nerazzurri a 60
47'Ammonizione per Cassano
47'Con questa seconda ammonizione, Cassano viene espulso
45'GOL MILAN: CASSANO realizza. A battere il rigore Cassano: battuto Julio Cesar. Milan-Inter 3-0
45'Ammonizione per Cassano
45'L'arbitro Rizzoli concede tre minuti di recupero
43'Zanetti interviene su Cassano, a terra in area: rigore per il Milan
43'Ammonizione per Zanetti
39'Cambio per il Milan: esce Pato, entra Emanuelson
36'Eto'o in area a destra, fa filtrare per Maicon: tiro cross ravvicinato ma non c'è nessuno a raccogliere
35'Cambio per il Milan: esce Robinho, entra Cassano
32'Robinho per Flamini, tiro in porta, segnalato il fuorigioco
32'Julio Cesar in parata su Robinho servito da Seedorf
27'Salvataggio di Cordoba sul tiro di Robinho in porta
26'Cambio per l'Inter: esce Cambiasso, entra Stankovic
21'Julio Cesar in parata su Robinho, servito da Flamini
20'Ammonizione per Zambrotta
17'GOL MILAN: PATO realizza. Seedorf per Abate, che crossa per Pato: rete, di testa
17'Cambio per l'Inter: esce Pazzini, entra Milito
11'Thiago Silva su punizione, c'è Julio Cesar
10'Cambio per l'Inter: esce Pandev, entra Cordoba
9'Boateng per Pato, che cade in area lanciato a rete: interviene Chivu, espulso. Inter in dieci
8'Ammonizione per Van Bommel
6'Cambio per il Milan: esce Gattuso, entra Flamini
4'Pato prova a sfondare sulla destra, lo ferma Zanetti
2'Sinistro di Boateng dai venti metri, c'è Julio Cesar
1'Ha inizio il secondo tempo di Milan-Inter, senza cambi
Zanetti
4.99
4.99
Cordoba
4.09
4.09
Stankovic
4.26
4.26
Cambiasso
3.8
3.8
Julio Cesar
7.27
7.27
Maicon
3.6
3.6
Chivu
3.71
3.71
Milito
4.73
4.73
Motta
4.15
4.15
Eto'o
3.8
3.8
Sneijder
4.32
4.32
Pandev
3.61
3.61
Ranocchia
5.12
5.12
Pazzini
3.82
3.82
Media squadra4.38
8tiri porta4
6tiri fuori5
16falli fatti12
6angoli4
5fuorigioco2
54%possesso46%
La sfida Allegri-Leonardo: Allegri sempre k.o., sia allenatore che da calciatore

Allegri sempre k.o. nei 2 precedenti tecnici ufficiali finora disputati contro Leonardo, entrambi riferiti alla serie A 2009/10. I due si sono trovati in campo da calciatori – come avversari - una volta, il 4 gennaio 1998 in Napoli-Milan 1-2: Allegri, che indossava la casacca dei partenopei, fu sostituito al 67’ da Longo, mentre Leonardo fu sostituito al 61’ da Maini dopo essere andato in gol al 52’ per il provvisorio 1-0 rossonero.

La sifa Allegri Inter: perfetta parità

Sesto confronto ufficiale tra Allegri, da tecnico, e l’Inter: finora lo score è in perfetta parità con 2 successi per l’attuale mister rossonero, 1 pareggio e 2 successi nerazzurri.

Leo contro Milan: prima sfida da ex

Primo confronto ufficiale per Leondardo, da tecnico, contro il Milan, club che ha guidato da allenatore in prima nella stagione 2009/10. Ancor prima il tecnico brasiliano aveva indossato la casacca rossonera come calciatore, dal settembre 1997 al luglio 2001 e dall’ottobre 2002 al giugno 2003, per poi passare nei quadri societari, totalizzando in gare ufficiali 124 presenze, dove ha segnato 30 reti.

L’unico derby giocato il 2 aprile è stato un 4-0 nerazzurro

Dall’istitituzione del girone unico - dal 1929/30 in avanti - solo una volta il derby è stato giocato in data 2 aprile: nel 1967, in serie A, l’Inter si impose in casa per 4-0 grazie alle reti di Cappellini (18’), Facchetti (71’), Suarez (74’) e Domenghini (84’). Si tratta ancora oggi della vittoria più netta ottenuta in assoluto da una delle due squadre in una stracittadina ufficiale disputata nel mese di aprile.

Inter in vantaggio nei 20 derby assoluti di aprile

Dall’istituzione della serie A su girone unico (1929/30) sono stati 20 i derby ufficiali disputati nel mese di aprile, di cui 18 in campionato e 2 in Champions League: il bilancio vede in leggero vantaggio l’Inter per 9 vittorie ad 8, con anche 3 pareggi. Era dal 2006 che non andava in scena un derby nel mese di aprile: il 14 aprile 2006 fu 1-0 interno per il Milan con rete decisiva di Kaladze al 70’. Il Milan è reduce da 4 affermazioni consecutive nei derby di aprile: 1-0 in casa Inter il 12 aprile 2003 (serie A), 2-0 interno e 3-0 esterno a tavolino in Champions League (rispettivamente il 6 e 12 aprile 2005) ed 1-0 casalingo in campionato (il 14 aprile 2006). Si tratta della serie record eguagliata di vittorie consecutive nei derby disputati in aprile per entrambe le squadre: la precedente striscia di 4 affermazioni consecutive nel mese d’aprile era stata ottenuta dall’Inter nei primi 4 derby, tutti di serie A: 2-0 casalingo il 13 aprile 1930, 3-1 esterno il 9 aprile 1933, 2-0 interno il 14 aprile 1935 e 3-0 fuori casa il 18 aprile 1943. L’ultimo pareggio risale al 10 aprile 1993 quando in serie A fu 1-1 in casa dell’Inter, mentre l’ultima vittoria nerazzurra in aprile è datata 13 aprile 1997, 3-1 in casa in campionato.

Da 5 derby si vedono solo gol stranieri

Dal 2008 il derby della Madonnina parla straniero. Negli ultimi 5 confronti tra Inter e Milan, disputati tutti in serie A, sono state realizzate complessivamente 11 reti (8 dai nerazzurri, 3 dai rossoneri), ma i giocatori italiani non hanno mai iscritto il loro nome nel tabellino, considerando anche che Thiago Motta, in rete nella vittoria esterna interista per 4-0 del 29 agosto 2009, non era ancora cittadino italiano. Per ritrovare l’ultimo gol tricolore nella stracittadina di Milano bisogna risalire al 4 maggio 2008: Milan-Inter 2-1, con Filippo Inzaghi che al 51’ realizzò il gol del momentaneo 1-0 rossonero, poi seguito dalle reti di Kakà per il raddoppio milanista e da Cruz per il gol della bandiera interista. L’ultimo marcatore italiano in un derby che vestiva la maglia nerazzurra è stato Marco Materazzi, il 28 ottobre 2006, quando l’Inter si impose 4-3 a casa del Milan: il campione del Mondo di Berlino 2006 segnò il gol del provvisorio 4-1 interista al minuto 69. Ricapitolando, dall’ultimo gol italiano in un derby sono passati quindi 489’, ovvero i restanti 39’ del derby del 4 maggio 2008 più i 5 seguenti. In casa nerazzurra i minuti di digiuno da reti tricolori sono addirittura 741’, ovvero i rimanenti 21’ del derby del 28 ottobre 2006 e gli 8 successivi.

Allegri rallenta in aprile

Massimiliano Allegri ha in aprile il mese dell’anno solare in cui le sue squadre hanno, in sole gare di campionati professionistici, il peggior rendimento in termini di media-punti per gara: 1.10, frutto di 5 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte, in 19 panchine.

Un solo rigore a sfavore del Milan 2010/11

Il Milan è una delle 3 squadre della serie A 2010/11 contro cui è stato finora assegnato il minor numero di rigori: appena 1, stessa cifra di Genoa e Sampdoria. L’unico è datato 12 dicembre 2010, fallito da Di Vaio al minuto 80 di Bologna-Milan 0-3.

La panchina gol di Allegri e Leonardo

Il Milan è la squadra della serie A 2010/11 ad aver finora segnato il maggior numero di gol con calciatori subentrati a gara in corso: sono 10 e portano la firma di Robinho (4), Pato (2), Boateng, Cassano, Inzaghi e Strasser (1 ciascuno). L’Inter è al secondo posto in questa speciale graduatoria con 8 reti di subentranti che portano la firma di Pazzini (2), Milito, Muntari, Nagatomo, Pandev, Sneijder e Thiago Motta (1 a testa).

Inter scatenata nei secondi tempi

L’Inter è la squadra della serie A 2010/11 che guadagna più punti nei secondi tempi rispetto ai propri risultati al 45’: +19 il saldo attivo nerazzurro. L’Inter è anche la squadra della serie A 2010/11 che segna il maggior numero di gol nella mezz’ora finale di gara: 29 su 56 totali, pari al 51.8% del dato globale, di cui 18 dal 61’ al 75’ (primato assoluto nella A 2010/11) e 11 nei 15’ finali di gioco.

Stankovic scatenato quando vede rossonero

Dejan Stankovic ha nel Milan uno dei suoi bersagli preferiti da quando gioca in Italia. Il centrocampista serbo ha realizzato 6 dei suoi 74 gol ufficiali contro il club rossonero, stessa cifra realizzata al Parma.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(35)pareggi(26)sconfitte(33)

MILANO - E' con una doppietta di Pato e con un gol, su rigore, di Cassano che il Milan si aggiudica il derby numero 276, lasciando l'Inter a 5 punti di distacco in classifica.

E' il 35° derby consecutivo per capitan Zanetti e il primo in nerazzurro per Leonardo, Pazzini e Ranocchia. Milan-Inter è il big match della 32^ giornata della serie A Tim 2010-2011, ma forse anche qualcosa di più. E' l'incrocio di storie, tante, e di emozioni, almeno ottantamila, tante quante sono le presenze registrate questa sera allo stadio "Meazza". E le emozioni, non proprio belle per i nerazzurri, arrivano dopo soli 43 secondi: il gol di Pato è un lampo che mette subito in salita il cammino dell'Inter che continuerà, senza sosta, a cercare il pareggio che Thiago Motta ed Eto'o sfioreranno soltanto. Ne resteranno solo dieci di nerazzurri in campo dal 54' per l'espulsione di Chivu, fallo su Pato ultimo uomo, ma le beffe non sono finte: arriva al 62' il raddoppio rossonero ancora con Pato, mentre è Cassano a chiudere il match sul 3-0, trasformando il calcio di rigore dopo il fallo commesso da Zanetti.

PRIMO TEMPO - Con Lucio squalificato, Leonardo sceglie Ranocchia e Chivu come coppia al centro della difesa con capitan Zanetti e Maicon terzini. Unica punta Pazzini davanti al tridente Pandev, Sneijder, Eto'o. L'assente, dall'altra parte è Ibrahimovic, in attacco il Milan punta sulla coppia Robinho-Pato.
Il match ha inizio, ma non si mette bene per l'Inter. Il Milan sblocca il risultato dopo 43 secondi con Pato: proprio il brasiliano dà avvio all'azione che con la complicità di Gattuso manda Robinho al tiro, esce Julio Cesar, ma Pato è lì e sul rimpallo ribadisce in rete di destro per l'1-0. E' Pandev dall'altra parte, a cercare per primo la porta rossonera con un sinistro dalla distanza che Abbiati blocca a terra (6'), ma è ancora il Milan ad essere pericoloso con il cross di Pato che Robinho non intercetta di un soffio a pochi passi dalla porta (8'). I rossoneri reclamano il calcio di rigore al 9' quando il tiro di Seedorf è murato dal corpo di Maicon, accusato di aver allargato troppo il braccio destro. Sono soprattutto i laser a disturbare Sneijder sul calcio di punizione da circa 30 metri, dopo il fallo di Zambrotta su Pandev, che termina alto (16'), ma arriva al 19' la prima grande risposta dell'Inter con l'assist del macedone per Pazzini, che vede chiudersi la porta grazie a un perfetto tempismo di Abbiati. Zambrotta che, dalla distanza, non trova di poco la porta (25') e gli interventi in chiusura, provvidenziali, di Ranocchia prima (25') e Zanetti poi (27'), entrambi su Pato, frenano l'offensiva rossonera. Trema la porta nerazzurra al 37' quando dalla distanza il destro fulminante di Van Bommel, complice la deviazione di Chivu, colpisce in pieno la traversa. Non è un gol, ma lo sembra, quello che Thiago Motta sfiora con il colpo di testa sul corner di Sneijder e che Abbiati con entrambe le braccia spinge lontano dalla linea di porta (38'). Era quasi gol quello di Motta, poteva esserlo ancor di più quello di Eto'o che al 43', raccogliendo il cross di Pandev, non trova la rete a pochi passi da Abbiati, mandando palla sul fondo. Senza recupero, squadre a riposo sull'1-0.

SECONDO TEMPO - Ripresa al via con gli stessi ventidue in campo, ma dopo 6' Gattuso è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare, al suo posto c'è Flamini. Cambia ancora il match al 9' e cambia in peggio ancora per l'Inter, causa il fallo di Chivu su Pato, ultimo uomo, che costa l'espulsione al difensore rumeno. Dal calcio di punizione dal limite, è un super Julio Cesar quello che si oppone con i pugni alla conclusione potente di Thiago Silva (11'), ma nulla può il portiere nerazzurro sul raddoppio targato ancora Pato: Seedorf serve Abate che con un diagonale apre per Pato che va incontro alla palla di testa e mette in rete per il 2-0. Arriva il primo cambio di Leonardo: fuori Pazzini dentro Milito, ma è ancora di Julio Cesar la scena principale, vedi la chiusura in calcio d'angolo sul tiro di Robinho. Dal 26' il derby è anche di Stankovic, ma è Cordoba a evitare il gol del 3-0 deviando in corner la conclusione di Robinho a tu per tu con Julio Cesar. Il confronto si ripete al 32', questa volta il portiere nerazzurro respinge con un piede il destro del rossonero. Al 44', una mano di Zanetti sulla spalla di Cassano non lascia dubbi a Rizzoli: calcio di rigore al Milan che il fantasista barese trasforma nel 3-0. Via la maglia per esultare, peccato che il fallo commesso poco dopo gli valga anche l'espulsione dopo 11' dal suo ingresso in campo. Dopo 3' di recupero, arriva il fischio di Rizzoli. Il derby è rossonero.

MILAN-INTER 3-0
Marcatori: 1' Pato. 17' st Pato, 44' st rig.Cassano

Milan: 1 Abbiati; 20 Abate, 13 Nesta, 33 Thiago Silva, 19 Zambrotta; 8 Gattuso (6' st 16 Flamini), 4 Van Bommel, 10 Seedorf; 27 Boateng; 70 Robinho (35' st 99 Cassano), 7 Pato (39' st 18 Emanuelson).
A disposizione: 12 Amelia, 15 Papastathopoulos, 76 Yepes, 77 Antonini.
Allenatore: Massimiliano Allegri

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 15 Ranocchia, 26 Chivu, 4 Zanetti; 8 Thiago Motta, 19 Cambiasso (26' st 5 Stankovic); 27 Pandev (9' st 2 Cordoba), 10 Sneijder, 9 Eto'o; 10 Pazzini (17' st 22 Milito)
A disposizione: 12 Castellazzi, 14 Kharja, 23 Materazzi, 55 Nagatomo.
Allenatore: Leonardo

Arbitro: Nicola Rizzoli di Bologna.
Note. Ammoniti: 26' Robinho, 41' Maicon, 8' st Van Bommel, 20' st Zambrotta, 43' st Zanetti, 45' st Cassano. Espulsi: 9' st Chivu, 47' st Cassano. Tempi di recupero: 0-3'

 

in campo

Abbiati1 Julio Cesar
Abate13 Maicon
Nesta15 Ranocchia
Thiago Silva26 Chivu
Zambrotta4 Zanetti
Gattuso8 Motta
Van Bommel19 Cambiasso
Seedorf27 Pandev
Boateng10 Sneijder
Robinho9 Eto'o
Pato7 Pazzini

panchina

Amelia12 Castellazzi
Papastathopoulos2 Cordoba
Flamini23 Materazzi
Emanuelson55 Nagatomo
Yepes5 Stankovic
Antonini14 Kharja
Cassano22 Milito