SEDUTA DI ALLENAMENTO CON IL LUGANO

Nerazzurri impegnati in partitella contro la formazione della massima serie svizzera. Ritorno in campo per Andreolli, Gabriel Barbosa su rigore firma l'1-0 finale

1/28
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano
Seduta di allenamento con il Lugano

APPIANO GENTILE - Squadra al lavoro nel pomeriggio per il quarto allenamento della settimana: sul campo principale del centro sportivo "Angelo Moratti" i nerazzurri hanno sfidato in partitella il Lugano. Un buon test per i ragazzi di Frank de Boer, che ha potuto contare anche sul ritorno di Marco Andreolli, in campo per una buona mezz'ora dopo una lunga assenza a causa dell'infortunio rimediato lo scorso 21 novembre in Real Sociedad-Siviglia.   

Il tecnico nerazzurro ha schierato in avvio un 4-3-3 con Yao, Ranocchia, D'Ambrosio e Santon davanti a Carrizo; Gnoukouri, Melo e Kondogbia a centrocampo e Barbosa-Palacio-Biabiany nel tridente d'attacco. A decidere il confronto la rete messa a segno da Gabriel Barbosa al 19' del primo tempo su rigore procurato da Palacio.

L'Inter mantiene in mano il pallino del gioco per tutta la durata dell'incontro e crea altre occasioni da gol nella ripresa: prima con la conclusione a giro del giovane talento brasiliano, innescato ancora da un ispiratissimo Palacio; poi con Mauro Icardi, entrato nell'ultimo quarto di gara al posto di Biabiany, vicino al gol con una bella iniziativa personale neutralizzata dal grande intervento dell'estremo difensore avversario. 

Nel corso della ripresa, oltre ad Andreolli e Icardi (subentrati a Santon e Biabiany), trovano spazio anche Medel (19' st Melo), Zonta (31' st Gnoukouri), Lombardoni (40' st Ranocchia) e N'Diaye (40' st Barbosa).


Load More