2° MEMORIAL CASIRAGHI, TRIONFA L'ANDERLECHT. L'INTER U17 AL 2° POSTO

La squadra belga batte i nerazzurri 3-1 in finale. Red Bull Football Academy al terzo posto, Zilina quarto

1/34

MILANO - Nella finale del 2° Memorial Pierluigi Casiraghi l'Anderlecht batte l'Inter 3-1. Le reti per i belgi, tutte siglate nella prima frazione, portano le firme di Guindo - doppietta - e Dewilde; per i nerazzurri a segno Casadei su calcio di rigore.

Prima frazione molto complicata per i nerazzurri che vengono colpiti a freddo dalla rete di Guindo al 4'. Il numero 9 replica pochi minuti più tardi, approfittando dell'errato disimpegno dell'estremo difensore dell'Inter e siglando la sua doppietta personale. Al 28' è 0-3: bella trama corale dei belgi che finalizzano con il diagonale di Dewilde. Nel finale di tempo occasione per Politi che però conclude a lato. 

Nel secondo tempo i nerazzurri premono molto sull'acceleratore, ma la coriacea difesa dell'Anderlecht concede pochissimo. Su uno dei pochissimi errori della squadra allenata da Ouhabi, l'Inter ne approfitta e con Casadei su calcio di rigore accorcia le distanze. All'ultimo minuto doppio palo clamoroso colpito dei nerazzurri che, nonostante una buona seconda frazione, escono sconfitti 3-1. 

Al termine dell'incontro, oltre al riconoscimento per la famiglia Casiraghi, Giuseppe Giavardi (responsabile scouting Italia del settore giovanile), Paolo Manighetti (responsabile scouting estero del settore giovanile), Daniele Bernazzani (responsabile tecnico del settore giovanile) e Luciano Castellini hanno consegnato i primi a miglior portiere - Dominik Zurek dello Zilina - e miglior giocatore - Mohammed Guindo dell'Anderlecht. Presenti alla premiazione anche Giacomo Pozzer (portiere U19) e Lucien Agoumè (centrocampista della prima squadra). 

Nella finale per il 3° posto, dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari, è la Red Bull Football Academy a vincere ai calci di rigore contro lo Zilina. 

Si chiude così una due giorni all'insegna dello sport e del ricordo di Pierluigi Casiraghi. Lo storico osservatore che dedicò la sua vita alla ricerca del talento, a quella scintilla che lo portava ad innamorarsi calcisticamente di un giocatore. L'organizzazione del torneo e le tantissime persone presenti testimoniano perfettamente l'importanza del lavoro svolto da Casiraghi e del ricordo che rimarrà sempre vivo tra le mura nerazzurre.


Load More