12 ANNI FA: LA DOPPIETTA DI IBRAHIMOVIC E LO SCUDETTO NUMERO 16

Il 18 maggio 2008 Parma-Inter 0-2 sotto la pioggia al Tardini

1/18
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16
12 anni fa: la doppietta di Ibrahimovic e lo scudetto numero 16

MILANO - Pioveva, pioveva tanto a Parma quel giorno. E splendeva il sole, a Catania. Non c'era nessuna voglia di finire la giornata con un "clamoroso al Cibali". No, quello sarebbe stato un incubo. 38esima giornata della Serie A 2007/2008, la stagione che celebrava, tra le altre cose, il Centenario della storia nerazzurra.

Prima del fischio d'inizio: Inter 82, Roma 81. I nerazzurri avevano sprecato il possibile match-point con il 2-2 casalingo con il Siena. E allora, Parma come ultima tappa, con un orecchio al Massimino, per Catania-Roma. Un doppio incrocio: sia Parma che Catania si giocavano la salvezza. Ultimi 90' da brividi, per tutti.

Inter con qualche defezione e Ibrahimovic in panchina dopo una lunga assenza per un problema al ginocchio. 8 minuti e la prima notizia da Catania: gol di Vucinic, Roma in vantaggio e virtualmente campione d'Italia. Passerà più di un'ora così, con la tensione a divorare i tifosi nerazzurri, con le occasioni per Balotelli e Cruz, con un Parma combattivo.

0-0 all'intervallo, poi il riscaldamento di Ibrahimovic e al 6' della ripresa il cambio: dentro lo svedese, fuori Cesar. Una, due occasioni. Subito prove generali, a dimostrazione di una voglia matta di incidere. Al 62' il gol: strappo di Dejan Stankovic, verticale, l'appoggio per Ibrahimovic, la finta sul tentativo di anticipo di Couto e poi via, il destro a filo d'erba bagnata, prima della scivolata di Castellini. Gol. Al 79' la seconda sentenza: grande azione di Maicon, cross e sinistro al volo, sempre di Ibrahimovic, a fulminare Pavarini.

Di quel giorno restano tante immagini: Cruz e soprattutto Stankovic in ginocchio sotto al settore ospiti; tutta la panchina nerazzurra che entra in campo ad abbracciare Ibrahimovic; la scivolata, in ginocchio, dello svedese, dopo il secondo gol; le esultanze di Roberto Mancini e di Massimo Moratti in tribuna.

In quei minuti finali si ribaltò tutto: Inter Campione d'Italia per la 16esima volta, Parma in Serie B, Catania in gol contro la Roma per una salvezza insperata, giallorossi delusi e secondi.

PARMA-INTER 0-2, IL TABELLINO

Marcatori: 62' e 79' Ibrahimovic.

PARMA (4-4-2): Pavarini; Coly, Paci, Couto, Castellini; Morrone, Cigarini (19'st Lucarelli), Parravicini (43'st Moretti); Reginaldo (31'st Antonelli), Gasbarroni; Budan.
A disposizione: Bucci, Zenoni, Martinez, Corradi.
Allenatore: Manzo.

INTER (4-4-2): JUlio Cesar; Maicon, Rivas, Materazzi, Maxwell; Zanetti, Vieira, Stankovic, Cesar (6'st Ibrahimovic); Balotelli (32'st Pelè), Cruz.
A disposizione: Toldo, Burdisso, Jimenez, Crespo, Suazo.
Allenatore: Mancini.

ARBITRO: Rocchi di Firenze.

Ammoniti: Parravicini, Cesar, Vieira, Cigarini, Castellini, Lucarelli.
Recupero: 2'; 4'.


中文版  English Version  Versi Bahasa Indonesia  日本語版  Versión Española 

Notizie correlate

Load More