Handanovic, decima stagione in nerazzurro: "Abbiamo uno Scudetto da difendere"

HANDANOVIC, DECIMA STAGIONE IN NERAZZURRO: "ABBIAMO UNO SCUDETTO DA DIFENDERE"

Le parole del capitano dell'Inter: "Sarà un campionato equilibratissimo, ma noi siamo forti!"

APPIANO GENTILE - 9 anni fa: 9 luglio 2012, Samir Handanovic diventa un nuovo giocatore dell'Inter. Eccolo qui, 3287 giorni dopo, sempre Samir. Il capitano nerazzurro che riparte, per la decima stagione con la maglia dell'Inter, questa volta con il tricolore sul petto. 389 partite, l'ultima al momento quella contro l'Udinese, al termine della quale, sul prato di San Siro, Samir ha sollevato lo Scudetto numero 19 della storia nerazzurra.

E ora si riparte, non solo a parole - quelle rilasciate in esclusiva a Inter TV - ma anche con la ripresa degli allenamenti agli ordini di Simone Inzaghi.

"Le sensazioni sono bellissime dopo la vittoria del campionato, ma ormai questo è il passato. Adesso abbiamo uno Scudetto da difendere in quello che sarà il campionato più equilibrato degli ultimi dieci anni, con almeno cinque pretendenti, tanti nuovi allenatori importanti. Sarà entusiasmante, ma noi siamo forti e conteremo sulle nostre qualità".

Due stagioni vissute praticamente consecutivamente, le vacanze e ora la ripresa:

"Quando arrivi verso la fine del campionato non vedi l'ora di andare in vacanza, poi in realtà non vedi l'ora di tornare ad Appiano: qui è sempre bello, ti dà gioia incontrare tutte le persone che lavorano qui e i compagni di squadra, c'è una bella atmosfera. Le vacanze sono servite perché non ci siamo fermati per un anno e mezzo, alcuni giocatori sono ancora più stanchi perché sono stati impegnati anche nell'Europeo e nella Copa America. Io mi sono riposato, ora si riparte".

Tre nerazzurri sono impegnati in importantissime finali: Lautaro in quella di Copa America (Argentina-Brasile), Bastoni e Barella nella finale degli Europei (Italia-Inghilterra).

"Ho visto tutte le partite di Croazia e Italia: tiferò sicuramente per gli Azzurri, è bello vedere queste partite, con squadre forti. L'Italia ha le carte in regola per vincere l'Europeo".

Una nuova stagione, un nuovo allenatore e un nuovo staff. Handanovic e Simone Inzaghi, nel 2006, erano stati compagni di squadra alla Lazio:

"Ovviamente avremo modo di conoscere lo staff a fondo stando insieme giorno per giorno: per adesso è come se fosse il primo giorno di scuola, ma è normale nel calcio. Mi ricordo l'esperienza alla Lazio anche se ero giovane: c'erano tanti giocatori che ora sono diventati allenatori o direttori sportivi. Ho imparato tanto: Inzaghi, Peruzzi, Tare, Liverani, Oddo, Di Canio, Ballotta... è stato bello condividere quell'esperienza con loro. Inzaghi aveva un ottimo rapporto con i giovani. Quello che possiamo fare noi giocatori da oggi per aiutare il mister è sicuramente quello di fare del nostro meglio, ogni giorno".


Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  English Version 

Tags: handanovic
Load More