progetto Inter Campus Messico

INTER CAMPUS MESSICO, LE TAPPE DELLA MISSIONE

Prosegue il racconto della visita in Messico, la collaborazione con l’Università UNEVE, le attività di Queretaro e quelle con Pirelli a Silao

La missione in Messico è da sempre un susseguirsi di molte tappe. Dopo le attività svolte a Città del Messico nel quartiere di Tepito, valichiamo un confine immaginario lasciando alle nostre spalle la capitale ed entriamo nello Stato del Messico, Ecatepec de Morelos, il municipio più grande dell'area latino americana dove, al fianco dell'Università Statale UNEVE, nostro alleato dal 2012 rende possibile la realizzazione del progetto garantendo l'accesso al campo da calcio all'interno della struttura dove si svolgono gli allenamenti, una piccola oasi dove bambini, famiglie e staff trascorrono delle ore serene lontano dai pericoli.

Con l'Università cooperiamo dal 2012 e da circa un anno è in atto uno studio su circa 60 bambini del progetto e delle loro famiglie. Una ricerca mirata alla valutazione dell'impatto del progetto sui partecipanti. Interessante in questa visita ascoltare la gratitudine delle famiglie dei bambini, sentire raccontare come il progetto abbia contribuito positivamente a modificare comportamenti che erano a rischio. La verifica dei dati raccolti un anno fa conferma i risultati e le parole delle famiglie.

In auto proseguiamo verso nord-ovest, a circa 200 km dista la città coloniale di Santiago de Queretaro. Dal 2003 Inter Campus è attivo in due nuclei, la scuola elementare del Girasol e sul campetto del quartiere periferico di Bolanos. I bambini del progetto seguono con Inter Campus un percorso educativo che funge da supporto al lavoro delle famiglie e delle nostre instancabili suore Marcelline le quali si occupano di loro e della loro educazione.

Da Queretaro ci dirigiamo in auto verso Silao dove insieme a Pirelli siamo attivi con 130 bambini/e e 4 allenatori locali. Ci avviciniamo al famigerato Stato di Michoacan e la tensione si fa sentire, gli assalti alle auto di passaggio sono all'ordine del giorno, passando per Salamanca dove si susseguono i racconti dei nomi delle famiglie e dei boss dei cartelli della droga che dominano le aree.

Raggiunto il nucleo di Silao, nello Stato di Guanajuato, anch'esso divenuto negli ultimi anni famoso per costanti fatti di cronaca la missione si conclude con tre giorni di attività sul campo con l'obiettivo di prevenire le devianze minorili che propone la strada educando al rispetto ed all'equità di genere.

progetto Inter Campus Messico progetto Inter Campus Messico


Versión Española  English Version 

Load More