ICC 2019, INTER-JUVENTUS 4-5 DOPO I CALCI DI RIGORE

A Nanchino 1-1 al termine dei 90' con l'autorete di De Ligt e il pareggio di Cristiano Ronaldo

NANCHINO - Sono i calci di rigore a decretare la vittoria della Juventus sull'Inter nel secondo appuntamento della International Champions Cup 2019. A Nanchino, all'Olympic Sports Centre Stadium, i 90' si chiudono sull'1-1 con l'autorete di De Ligt nel primo tempo e il gol di Cristiano Ronaldo nella ripresa con una punizione deviata. Dal dischetto, poi, vincono i bianconeri, con le parate decisive di Buffon e il rigore vincente di Demiral. 5-4 il risultato finale, nel rematch della sfida di ICC del 2013: anche sei anni fa, a Miami, finì 1-1 con l'Inter che si impose poi ai calci di rigore. 

Una buona prestazione, quella dell'Inter, capace di giocare un primo tempo intenso e ordinato, dimostrando un affiatamento maggiore e buona capacità di palleggio. Nella ripresa la fatica dei tanti e intensi allenamenti si è fatta sentire, ma la squadra ha dimostrato di crescere sempre di più.

Il primo affondo è di Cristiano Ronaldo, ma il suo sinistro è innocuo. L'avvio dell'Inter è ottimo per intensità e giro palla: al 6' il primo corner, dal quale scaturisce un destro di Brozovic da fuori, largo. Tra il 9' e il 10' la pressione si traduce nel vantaggio nerazzurro. È sempre Sensi a far nascere le due occasioni. Prima su una punizione defilata costringe Szczesny alla deviazione in corner, poi dalla battuta del calcio d'angolo trova la spizzata di Gagliardini: De Ligt, nel tentativo di anticipare D'Ambrosio, infila la palla nella propria porta per l'1-0 nerazzurro. Un gol che galvanizza proprio Sensi, che un minuto più tardi prova l'incursione solitaria, con conclusione alta. Brozovic, al 27' trova la testa di D'Ambrosio sul secondo palo, un colpo che finisce alto. La partita scivola su binari più lenti anche a causa del caldo e dell'umidità: al 30' il cooling-break, che precede la cavalcata di Perisic conclusa con un sinistro sull'esterno della rete. Solo nel finale la Juventus riesce a combinare nella metà campo nerazzurra e a trovare spazio per le conclusioni, che arrivano entrambe con il sinistro di Bernardeschi, che trova attento Handanovic.

Nella ripresa il ritmo dell'Inter cala e la Juventus, fin dai primi minuti, prende campo, andando a pungere. Perisic trova lo spazio per concludere a rete, con una conclusione che non impensierisce Buffon. I bianconeri spingono con Ronaldo, che calcia col destro, ma Padelli è attento. Il portiere, subentrato ad Handanovic, dice no anche a Rabiot, prima di essere salvato dalla scivolata di Candreva. Al 68' il pareggio della Juventus: la punizione di Cristiano Ronaldo colpisce la testa di Skriniar, in barriera, spiazzando Padelli. L'occasione per tornare in vantaggio per i nerazzurri arriva su una bella transizione offensiva con Esposito che calcia rasoterra in area, un destro sul quale la difesa Juve si salva. Padelli poi è bravo, una volta saltato, a fermare in scivolata Cristiano Ronaldo. Il match corre fino al 94' senza altri sussulti, complice anche il clima e la fase di preparazione atletica delle due squadre. Sono dunque i rigori a decidere il match di ICC, proprio come nel 2013. Buffon è protagonista e ne para tre, per la Juve sbagliano Rabiot e Bernardeschi ma è poi Demiral a consegnare ai bianconeri la vittoria.

Il prossimo appuntamento per l'Inter in Asia è sabato, a Macao, contro il Psg, nella International Supercup.

INTER-JUVENTUS 4-5 (1-1 dopo i 90')
INTER: 1 Handanovic (27 Padelli 46'); 33 D'Ambrosio, 6 De Vrij (13 Ranocchia 76'), 37 Skriniar (95 Bastoni 76'); 87 Candreva (73 Agoumé 88'), 5 Gagliardini (24' Barella 76'), 77 Brozovic (20 Borja Valero 76'), 12 Sensi (15 Joao Mario 76'), 29 Dalbert; 44 Perisic (97 Puscas 76'), 70 Esposito (21 Longo 76').
A disposizione: 46 Berni, 72 Colidio, 96 Ntube, 98 Pirola, 99 Vergani
Allenatore: Antonio Conte

JUVENTUS: 1 Szczesny (77 Buffon 46'); 20 Cancelo, 4 De Ligt (28 Demiral 46'), 19 Bonucci (24 Rugani 68'), 2 De Sciglio; 25 Rabiot, 5 Pjanic (23 Emre Can 65'), 14 Matuidi (41 Muratore 81'); 33 Bernardeschi, 21 Higuain (17 Mandzukic 46'), 7 C. Ronaldo
A disposizione: 31 Pinsoglio, 34 Loria, 35 Di Pardo, 36 Coccolo, 37 Beruatto, 39 Kastanos, 40 Toure, 43 Frederiksen, 44 Mavididi, 45 Matheus Pereira
Allenatore: Maurizio Sarri

Marcatori: 10' aut. De Ligt (J), 68' Cristiano Ronaldo (J)

I rigori: Ranocchia (parato), Cancelo (gol); Puscas (gol), Cristiano Ronaldo (gol); Longo (parato), Emre Can (gol); Joao Mario (gol), Rabiot (fuori); Barella (gol), Bernardeschi (traversa); Borja Valero (parato), Demiral (gol)

Ammoniti: D'Ambrosio (I), Bonucci (J)

Arbitro: Zhang Lei
Assistenti: Shi Xiang, Sun Kai
IV Uomo: Huang Yi

Recuperi: 3', 4'


English Version  中文版  Versi Bahasa Indonesia  日本語版  Versión Española 

Load More