SENSI-GOL, L'INTER BATTE L'UDINESE 1-0

Terza vittoria consecutiva in campionato per i nerazzurri, che salgono a quota 9 punti in classifica

MILANO - Tre partite, tre vittorie. Continua la marcia dell'Inter in campionato: nove punti e vetta solitaria provvisoria, un inizio col piede giusto e con la giusta dose di entusiasmo per affrontare i prossimi impegni, a partire dalla prima sfida di Champions League, martedì al 'Meazza' contro lo Slavia Praga. 1-0 all'Udinese grazie al secondo gol con la maglia nerazzurra di Stefano Sensi. Una partita tosta, come aveva preannunciato Antonio Conte: nonostante l'inferiorità numerica degli ospiti dal 35' del primo tempo per il rosso a De Paul, i nerazzurri non hanno trovato il raddoppio. Poco male: contano i tre punti, meritati e importanti.

7 partite in 23 giorni: con questo programma serrato Antonio Conte sceglie di cambiare quattro giocatori rispetto all'undici titolare scelto contro Lecce e Cagliari. Non cambia la proposta di gioco, fin dai primi minuti. Al 4' il primo lampo nerazzurro con Politano: percussione centrale ad alta velocità, sinistro da fuori e palo a Musso battuto. Uno squillo di tromba per lanciare l'assalto nerazzurro. Che viene rimandato da un'Udinese manovriera e pronta a provare a pungere in ripartenza. Ma è ancora l'Inter a sfiorare il vantaggio, al 15', quando Sensi dal limite dell'aria lascia partire un destro al volo diretto all'incrocio, disinnescato dalla grande parata di Musso in tuffo. L'Udinese si affaccia in avanti al 24' quando sugli sviluppi di una punizione, dopo una sponda di testa, Walace batte di destro verso la porta di Handanovic, bravo a bloccare il pallone. Al 35' l'Udinese resta in dieci: Mariani, dopo l'on-field-review, mostra il cartellino rosso a De Paul, colpevole di un colpo al volto a palla lontana a Candreva. Con l'Udinese in 10 l'Inter sfiora subito il vantaggio: è ancora Politano, con il sinistro rasoterra su punizione, ad impegnare Musso. Al 43' sugli sviluppi di un corner è Sensi, dopo un dribbling, a concludere di sinistro, senza fortuna. E' solo il preludio al vantaggio nerazzurro: al 44' i ruoli si invertono ed è Godin a ispirare. L'uruguaiano, alla sua prima presenza a San Siro, inventa un cross dalla trequarti sul quale si avventa Sensi che, di testa, batte Musso imparabilmente. 1-0 e secondo gol in tre presenze in nerazzurro per il centrocampista, il suo primo di testa in Serie A.

La ripresa inizia con un cambio in casa Inter: fuori Barella e dentro Gagliardini. Udinese sfrontata nonostante l'inferiorità numerica e al 51' Lasagna impegna Handanovic, costretto a deviare in corner un sinistro molto potente. Un'azione che non impedisce all'Inter di spingere alla ricerca del raddoppio. Politano, molto attivo, impegna Musso col sinistro, poi al 60' è Gagliardini, con un gran destro da fuori, a sfiorare il 2-0. Al 64' è il momento di Lautaro Martinez, reduce dalla tripletta con la maglia dell'Argentina. Il Toro dimostra subito grande vivacità con due incursioni pericolose. Ancora Gagliardini, da fuori e di sinistro, sfiora il 2-0 in un match ancora aperto a 20' dal termine. Sensi, ispirato ed ispiratore, mette in difficoltà Musso con una punizione sotto la traversa al 76'. All'80' fa il suo debutto in nerazzurro Alexis Sanchez, un ritorno in Serie A a distanza di 8 anni dalla sua ultima presenza, proprio con la maglia dell'Udinese. Il cileno impiega 4' a sfiorare il gol. Grande cavalcata di Candreva sulla destra, palla al centro e dopo un rimpallo il destro a botta sicura, sul quale Musso si immola. Nel finale, con l'Udinese stanca, i nerazzurri non soffrono e nonostante non arrivi il 2-0 portano a casa una vittoria meritatissima.

Con questo inizio di campionato, tre vittorie consecutive, i nerazzurri si preparano alla sfida di Champions League. Martedì alle 18.55 la sfida con lo Slavia Praga. Ci sarà da riempire, ancora una volta, San Siro, per spingere i ragazzi! #ForzaInter

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 De Vrij, 37 Skriniar; 87 Candreva, 23 Barella (5 Gagliardini 46'), 77 Brozovic, 12 Sensi, 18 Asamoah; 16 Politano (7 Sanchez 80'), 9 Lukaku (10 Lautaro 64').
A disposizione: 27 Padelli, 13 Ranocchia, 21 Dimarco, 33 D'Ambrosio, 34 Biraghi, 95 Bastoni, 8 Vecino, 19 Lazaro, 20 Borja Valero.
Allenatore: Antonio Conte

UDINESE (3-5-2): 1 Musso; 50 Becao, 87 De Maio, 4 Opoku; 19 Stryger Larsen, 8 Jajalo (72 Barak 70'), 11 Walace (38 Mandragora 81'), 6 Fofana, 12 Sema (23 Pussetto 81'); 10 De Paul, 15 Lasagna.
A disposizione: 88 Nicolas, 27 Perisan, 2 Sierralta, 3 Samir, 17 Nuytinck, 30 Nestorovski, 60 Kubala, 91 Teodorczyk.  
Allenatore: Igor Tudor

Marcatori: 44' Sensi
Ammoniti: Barella (I), Becao (U), Candreva (I)
Espulsi: De Paul (U) al 35'
Recupero: 3'- 4'

Arbitro: Mariani
Assistenti: Liberti, Cecconi
IV Uomo: Abisso
Var e Assistente Var: Guida, Fiorito


日本語版  中文版  English Version  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

Load More