Barella piega la Fiorentina: l'Inter va in semifinale di Coppa Italia

BARELLA PIEGA LA FIORENTINA: L'INTER VA IN SEMIFINALE DI COPPA ITALIA

Al Meazza finisce 2-1, in gol anche Candreva e Caceres: ora la doppia sfida contro il Napoli

MILANO - Ci sono palloni che piovono dal cielo dritti, apparentemente senza un perché. Sono quelli più difficili da addomesticare: bisogna valutarne la traiettoria, studiarne il viaggio, contare i passi con i quali approcciarli. Nicolò Barella ha studiato con lo sguardo, ha analizzato il da farsi. Il tutto in una frazione di secondo. E ha disegnato un destro bellissimo, vincente, imprendibile. Un tiro di controbalzo, quasi al volo, che ha steso la Fiorentina, ha fatto impazzire San Siro e ci ha regalato la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia.

Sfideremo il Napoli. Lo faremo grazie al 2-1 nei quarti con cui abbiamo battuto la Viola: la rete di Candreva nel primo tempo, poi quella di Barella nella ripresa poco dopo il gol inaspettato di Caceres. Una notte dolce, quella di Milano, che ha visto debuttare Eriksen, ma anche Moses. E che ha scaldato il cuore di oltre 51mila nerazzurri.

La prima uscita di Christian Eriksen a San Siro, ma soprattutto un quarto di finale, una partita da dentro o fuori. Inter-Fiorentina serve a regalare l'accesso alle semifinali di Coppa Italia e Antonio Conte sceglie di schierare i tre attaccanti nerazzurri dal primo minuto: Alexis Sanchez nella posizione di trequartista in appoggio a Lukaku e Lautaro. La Fiorentina, invece, si presenta con il classico 3-5-2, basato su ripartenze e lanci in profondità per la coppia di scattisti Chiesa-Vlahovic. Ed è proprio questo il copione di Iachini: provare a mettere in difficoltà l'Inter in campo aperto, andando a creare delle sfide tra i suoi attaccanti lanciati in velocità e la difesa nerazzurra (priva di de Vrij e Skriniar). Un tentativo ben contenuto dai centrali interisti. Al 5' la Fiorentina spaventa Handanovic con un bel diagonale di Lirola che sfiora il palo. Avvisaglie di un match complicato, nel quale l'Inter fatica a trovare il bandolo della matassa. Perché la linea della Fiorentina è fitta, Sanchez non riesce a determinare sulla trequarti e per lunghi tratti l'unica soluzione nerazzurra è quella di provare con le conclusioni da fuori, in particolare con Barella e Lautaro.

La produzione offensiva non riesce ad innescare le punte, nonostante i chilometri macinati sulle fasce da Young e Candreva, molto coinvolti nel match. Ed è proprio Candreva a indirizzare la sfida, con una grande intuizione sul finire di primo tempo: percussione centrale favorita dal tacco di Vecino, in una combinazione nello stretto al limite dell'area. Un'azione quasi rugbistica, con Lautaro bravo a difendersi dal ritorno di Ceccherini e a servire Candreva, implacabile nel battere di sinistro Terracciano per il suo quarto gol stagionale, ma soprattutto per il preziossissimo 1-0 con cui si chiude il primo tempo.

Il ritmo della ripresa è completamente differente. E' tambureggiante, come il sostegno del caldissimo tifo nerazzurro, fatto di oltre 51mila spettatori. Un'Inter diversa, più alta, decisa e cattiva. Le combinazioni tra le punte magicamente tornano a essere efficaci. La benzina al motore la mette Barella, con una intensità che fa prendere il volo a tutta la produzione offensiva. Lautaro inizia ad essere imprendibile, con i suoi movimenti che mandano in tilt la difesa viola. Il suo sinistro al 48' scuote l'esterno della rete. E' il segnale dell'arrembaggio nerazzurro che nel primo quarto d'ora della ripresa mette alle corde la Fiorentina. Dalbert salva su Lautaro, poi il Toro gira con violenza sopra la traversa. Anche Terracciano ha il suo da fare quando al 58' compie un grandissimo intervento, mandando in corner un gran colpo di testa di Vecino, assistito alla perfezione da Young.

Nel momento di massimo sforzo dell'Inter, la Fiorentina - passata al tridente - trova a sorpresa il pareggio: sul corner di Pulgar è Caceres a sovrastare Lautaro e a fissare il punteggio sull'1-1. Un gol inaspettato, che per qualche minuto gasa gli ospiti, vicinissimi al clamoroso raddoppio al 64': Handanovic è formidabile nel salvataggio a tu per tu con Vlahovic. Passata la paura, l'Inter si rimette in carreggiata: Eriksen debutta con la maglia nerazzurra e il suo ingresso coincide con lo straordinario gol che regalerà, poi la qualificazione. L'azione è verticale e c'è ancora lo zampino di Vecino, l'uomo più coinvolto negli inserimenti per tutto il match. Al 67' l'uruguaiano viene innescato da Lautaro, il suo cross viene allontanato e sul pallone si avventa Barella: il destro del centrocampista nerazzurro, al volo, è stupendo. Un capolavoro di tecnica e coordinazione, con Terracciano battuto.

Il nuovo vantaggio nerazzurro cancella le forze agli ospiti, mai più capaci, nonostante le sostituzioni, di andare a pungere dalle parte di Handanovic. Conte fa debuttare anche Victor Moses, in un finale gestito con grande personalità dai nerazzurri. Senza brividi, arriva il 2-1 che proietta l'Inter in semifinale di Coppa Italia contro il Napoli.

INTER-FIORENTINA 2-1

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 87 Candreva (11 Moses 74'), 8 Vecino, 23 Barella, 15 Young; 7 Sanchez (24 Eriksen 66'); 10 Lautaro, 9 Lukaku (30 Esposito 88').
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 20 Borja Valero, 21 Dimarco, 31 Pirola, 32 Agoume, 33 D'Ambrosio, 34 Biraghi, 37 Skriniar.
Allenatore: Antonio Conte.

FIORENTINA (3-5-2): 1 Terracciano; 4 Milenkovic, 17 Ceccherini, 22 Caceres; 21 Lirola (18 Ghezzal 85'), 24 Benassi, 78 Pulgar, 5 Badelj (63 Cutrone 56'), 29 Dalbert; 25 Chiesa (11 Sottil 80'), 38 Vlahovic. 
A disposizione: 69 Dragowski, 33 Brancolini, 6 Ranieri, 15 Olivera, 16 Eysseric, 19 Montiel, 23 Venuti, 27 Zurkowski, 93 Terzic.
Allenatore: Giuseppe Iachini.

Marcatori: 44' Candreva (I), 60' Caceres (F), 67' Barella (I).
Ammoniti: Caceres (F), Dalbert (F), Sottil (F).
Note: ammonito Giuseppe Iachini (F)
Recupero: 1' - 3'.

Arbitro: Doveri.
Assistenti: Del Giovane, Prenna.
Quarto Uomo: La Penna.
VAR e Assistente VAR: Mazzoleni, Lo Cicero.


Versi Bahasa Indonesia  English Version  Versión Española  日本語版  中文版 

Tags: coppa italia
Load More