Vecino: “L’esordio e il gol contro la Lazio sono emozioni che non dimenticherò mai”

VECINO: “L’ESORDIO E IL GOL CONTRO LA LAZIO SONO EMOZIONI CHE NON DIMENTICHERÒ MAI”

Il centrocampista nerazzurro ha risposto alle domande dei tifosi

MILANO – Il protagonista della video-chat di oggi è Matias Vecino, che dalla sua abitazione ha risposto alle tante domande inviate dai tifosi sui profili social Inter, raccontandosi a 360 gradi, dalle emozioni in nerazzurro alla quotidianità stravolta da questo periodo difficile: “Dobbiamo aspettare che questa situazione così delicata migliori e comportarci bene perché tutto torni alla normalità. In questi giorni passo tanto tempo con la mia famiglia, mi alleno, giochiamo a carte, a ping-pong, guardiamo serie TV, ora sto seguendo Vikings, è un po’ particolare ma a me piace”.

Le domande dei tifosi tornano indietro nel tempo, per fermarsi su momenti decisivi sia per Vecino che per tutti gli interisti, come il gol contro la Lazio: “È stato un momento importante per me perché arrivavo da un periodo in cui ero stato un po’ fuori per un problema, quindi quel gol che ci ha fatto chiudere la stagione con una vittoria che ha permesso all’Inter di tornare in Champions è un ricordo che avrò per sempre, quella partita è stata come una finale, l’adrenalina non mi ha fatto dormire molto quella notte. Con il Tottenham è stato diverso, ma fare un gol così di fronte ai nostri tifosi è stato bellissimo”.

Sulle sensazioni legate all'esordio in nerazzurro: “Scendere in campo con la maglia dell’Inter ti dà delle emozioni fortissime, la prima volta per me è stata proprio contro la Fiorentina, quindi contro coloro che fino a pochi giorni prima erano stati miei compagni ed è stato speciale”.

Poi la famiglia, le tradizioni, le radici: “Per me la mia famiglia è tutto, è la mia forza, lo stimolo per cercare di migliorarmi ogni giorno e quando faccio gol la mia dedica è sempre rivolta a loro. Il popolo dell'Uruguay ha una forte cultura del lavoro e del sacrificio, il nostro è un paese piccolo con circa 3 milioni di abitanti, ma ci sono tanti calciatori partiti dall’Uruguay che giocano in squadre importanti, ci adattiamo molto e questo dà tanta forza. Per noi il mate è sacro, è una specie di tè amaro, ha un sapore forte ma siamo abituati, fa parte della nostra tradizione, si fa anche in Argentina ma con erbe diverse e in Paraguay con l’acqua fredda”. La garra charrua? “charrua” erano gli indiani che abitavano nei territori del Rio de la Plata, che si sono ribellati e hanno lottato per non essere colonizzati e questo è stato translato al calcio come una forza, un percorso spirituale che ti permette di lottare sempre, di non mollare mai, come è successo alla Nazionale che ha vinto due Mondiali, 15 Coppa America, questa è la “mitologia” che appartiene a questa definizione”.

Diverse le curiosità legate al campo e ai compagni di squadra: “C’è tanto dietro a quello che si fa in campo, dagli allenamenti alla cura dell’alimentazione, come tutti durante l’anno anche io ho alti e bassi ma essendo un giocatore di corsa se sto bene fisicamente anche le mie prestazioni sono migliori. Ho un compagno che mi porto dietro da quando sono in Italia, Borja Valero è il giocatore con cui ho condiviso più tempo nel mondo del calcio, 3 anni alla Fiorentina, 3 qui, è anche in camera con me e abitiamo vicini” Se facessi una gara con Brozovic? “Marcelo per me è fortissimo, è vero che lui corre tanto però vincerei io. Lui è particolare, simpatico e fa molto ridere”.

Infine i riferimenti nel calcio e gli obiettivi in nerazzurro: “Spero di poter lasciare un segno qui ed essere ricordato in quel gruppo di giocatori che hanno fatto la storia dell’Inter, per farlo ovviamente devi vincere qualche trofeo, noi stiamo lavorando per quello e spero di riuscirci”. Il mio giocatore preferito? “Ho sempre detto Veron che ho seguito fin da piccolo, è stato uno dei miei riferimenti”. Per i tifosi cinesi Vecino è rinominato come porta fortuna: “Non lo sapevo, mi fa piacere, da quando sono qui sono andato in Cina 3 volte, con la Nazionale e con l’Inter e sono rimasto sorpreso perché c’è una grande passione per il calcio e per l’Inter, ricordo l’aeroporto pieno di tifosi nerazzurri”.


Versi Bahasa Indonesia  English Version  中文版  Versión Española  日本語版 

Tags: vecino
Load More