Eriksen, gol diretto da calcio d'angolo: prima di lui Stankovic,Recoba

GOL "OLIMPICO": ERIKSEN DALLA BANDIERINA, COME STANKOVIC E RECOBA

Il danese ha segnato direttamente su calcio d'angolo: prima di lui altri due nerazzurri

MILANO - Disegnare traiettorie particolari e imprevedibili: è il destino degli uomini estrosi, quelli con una capacità balistica fuori dal comune. Che Christian Eriksen appartenesse a questa categoria, era risaputo. Al pubblico italiano si era presentato con una punizione da oltre trenta metri nel Derby di Milano, cogliendo una incredibile traversa. Un lampo illuminante sulle sue potenzialità nelle conclusioni, da fermo e non.

Contro il Napoli il numero 24 nerazzurro ha mostrato tutto il suo campionario: prima il gol direttamente su calcio, poi una punizione dalla distanza che ha impegnato Ospina. In mezzo tanto gioco e conclusioni. Eriksen nelle quattro gare da titolare disputate con la maglia dell'Inter ha preso parte a tre gol (due reti, un assist); il danese ha realizzato due degli ultimi tre gol in trasferta dell'Inter in tutte le competizioni.

Il gol direttamente su calcio d'angolo è una specialità non da tutti. In gergo si chiama "gol olimpico". Una denominazione che corre indietro fino al 1924: la FIFA aveva dato l'ok alla convalida del gol diretto da corner solo da pochi mesi quando Cesareo Onzari, argentino, riuscì a segnare calciando direttamente dalla bandierina in un'amichevole tra Argentina e Uruguay. E dal momento che l'Uruguay era la nazione campione olimpica in carica, quel gol fu ribattezzato "olimpico".

IL GOL SU CALCIO D'ANGOLO DI RECOBA CONTRO L'EMPOLI
La traiettoria di Eriksen ha beffato Ospina: un destro tagliato, "bucato" di testa da tutti i difensori del Napoli. Un gol che i tifosi nerazzurri non vedevano da 13 anni: l'ultimo calciatore in maglia Inter ad aver segnato direttamente da calcio d'angolo era stato Alvaro Recoba. Il "Chino" ha salutato i tifosi nerazzurri il 29 aprile 2007 segnando la sua ultima rete in nerazzurro ( 72 in 261 presenze) in Inter-Empoli 3-1: un corner letale, con il suo mancino geniale, a beffare Bassi, per una festa interista nel giorno della celebrazione del quindicesimo scudetto.

STANKOVIC E IL SUO CORNER VELENOSO CONTRO IL MILAN
Dall'ultimo gol di Recoba al primo di Dejan Stankovic: il serbo ha timbrato la sua prima rete in maglia nerazzurra proprio battendo un calcio d'angolo: era il 21 febbraio 2004, Milan-Inter. Calcio d'angolo a rientrare, traiettoria velenosa e anche in questo caso "bucata" dai difensori, con Dida sorpreso. Un vantaggio nerazzurro poi rimontato dai rossoneri, ma un gol da ricordare. 

 


中文版  English Version  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

Load More