ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta

ISTANTANEE | REAL-INTER, MA NON AL BERNABEU: NON SARÀ LA PRIMA VOLTA

Nel 1998 la sfida di Champions League si giocò a Siviglia

Da quando imperversa la pandemia, il Real Madrid disputa le partite casalinghe non più al Bernabeu, bensì allo stadio Alfredo Di Stefano, nel centro sportivo di Valdebebas, la Ciudad del Real Madrid. Si tratta di un impianto da 9mila posti solitamente utilizzato dal Real Madrid Castilla. 

Sarà quindi questo lo scenario di Real Madrid-Inter, terza giornata del Gruppo B di Champions League, in programma martedì 3 novembre alle 21. Una sfida che torna a disputarsi 22 anni dopo l'ultimo doppio incrocio tra i due club, proprio nei gironi di Champions. E anche in quella circostanza, nel 1998, Real Madrid-Inter non si disputò al Bernabeu, ma allo Stadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia. Era il 16 settembre 1998, finì 2-0 per il Real nel match che raccontiamo con le foto qui sotto. Ma prima di ricordare quella sfida, spieghiamo il perché di quella partita giocata a Siviglia.

REAL-INTER A SIVIGLIA, COLPA DI... UNA PORTA

Intanto: un Real Madrid-Inter lontano dal Bernabeu si era già giocato. Il 27 maggio 1964 l'Inter sconfisse il Real nella finale di Coppa dei Campioni (3-1) al Prater di Vienna. Ma torniamo al 1998. L'1 aprile di quell'anno, nell'ambito della Champions League 1997/1998, il Real Madrid doveva sfidare il Borussia Dortmund al Bernabeu nell'andata della semifinale di coppa. Un match attesissimo per i tifosi blancos, al punto che la grande agitazione sugli spalti durante il pre-partita, portò ad un fatto praticamente unico nella storia del calcio. I tifosi assiepati e aggrappati alle reti del Bernabeu, con il loro peso, fecero letteralmente crollare la porta situata sotto alla curva sud dello stadio, fissata proprio alle reti retrostanti. Così, a due minuti dal fischio d'inizio, Real-Borussia non poteva cominciare: una delle due porte era per terra, abbattuta. Il racconto di quella sera è ben ricostruito in un video su YouTube che disegna tutte le incredibili vicissitudini passate quella sera a Madrid. Gli addetti al campo furono costretti infatti a recuperare una porta da gioco nell'impianto sportivo di allenamento, per poi trasportarla con un camion - rimediato in quegli istanti in maniera fortuita - al Bernabeu. Real Madrid-Borussia si giocò regolarmente, con più di un'ora di ritardo, e vide il successo degli spagnoli per 2-0. Una vittoria che l'Uefa convalidò, ma che costò al club di Madrid una giornata di squalifica del campo nell'edizione successiva. E così la prima giornata della Champions 1997/1998, Real Madrid-Inter, si giocò a Siviglia. Inoltre, dopo quel Real-Borussia, la Uefa dispose che nello stadio fosse sempre presente una porta "di scorta" per ogni match di coppa.

HIERRO-SEEDORF, IN ATTESA DELLA RIVINCITA A SAN SIRO

Spiegato il motivo di quel Real-Inter a Siviglia, ecco il racconto, con le nostre istantanee, di quella sera al Ramón Sánchez-Pizjuán. Una notte difficile per l'Inter di Simoni, con l'espulsione di Fresi per doppia ammonizione nel primo tempo. Real arrembante per tutto il match, con i nerazzurri costretti a difendere, con poche idee nell'innescare Ronaldo, sostituito nella ripresa da Andrea Pirlo. Pagliuca fu il grande protagonista di quella notte di coppa, con grandissimi interventi. Il portiere nerazzurro capitolò solo al 79', sul calcio di rigore di Hierro scaturito da un fallo di Zanetti su Savio. Poi il raddoppio, in contropiede, nel finale, di Seedorf. Un 2-0 netto, che verrà "vendicato" due mesi più tardi da un glorioso 3-1 nerazzurro a San Siro con l'indimenticabile doppietta di Roberto Baggio.

Real Madrid-Inter 2-0 | 16 settembre 1998
Marcatori: 79' su rig. Hierro, 90' Seedorf 

Real Madrid: Illgner; Panucci, Sanchís, Hierro, Roberto Carlos; Raúl, Seedorf, Redondo, Sávio (89' Jarni); Morientes (86' Karembeu), Mijatovic.
Allenatore: Hiddink.

Inter: Pagliuca; Bergomi, Galante, Fresi; Zanetti, Cauet (46' Silvestre), Winter (80' Ventola), Simeone, Milanese; Zamorano, Ronaldo (72' Pirlo).
Allenatore: Simoni.

ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta ISTANTANEE | Real-Inter, ma non al Bernabeu: non sarà la prima volta


日本語版  Versi Bahasa Indonesia  English Version  中文版 

Load More