INTER SOUNDTRACKS | La playlist del 1998 su Spotify

INTER SOUNDTRACKS | LA PLAYLIST DEL 1998 SU SPOTIFY

25 hit musicali di quell'anno per farvi ritornare all'anno della Coppa Uefa, di Ronaldo, e non solo...

Siete degli inguaribili nostalgici, amate fare dei salti all'indietro musicali che vi riportano agli anni passati, associando canzoni a ricordi, più o meno positivi? Ecco: da oggi iniziamo con la prima uscita di... Inter Soundtracks, una serie di playlist sul profilo ufficiale nerazzurro su Spotify. Che tipo di playlist? Semplice: associando le passate uscite delle puntate di Inter Podcast - 10 numeri 10, andiamo a "raccontare" le annate più straordinarie nerazzurre attraverso le canzoni più famose e più passate in radio di quegli anni. Iniziamo dal 1998: nella playlist troverete le puntate su Ronaldo e Djorkaeff e le canzoni che più hanno fatto cantare e ballare in quell'anno.

INTER SOUNDTRACKS 1998: ASCOLTA LA PLAYLIST SU SPOTIFY -> https://spoti.fi/3be1wJk

Tú y yo, ale, ale, ale
Go, go, go, ale, ale, ale
Arriba va, el mundo está de pie
Go, go, go, ale, ale, ale

Ci sembra di sentirlo ancora adesso, quel ritornello incalzante, un po' in inglese,  un po' in spagnolo, un po' in francese. Ricky Martin travolse l'estate 1998 con la carica de "La Copa de la Vida", l'inno ufficiale dei Mondiali di Francia '98. Tutti la cantavano, tutti sognavano: l'Italia finì fuori ai calci di rigori con il suono sinistro della traversa di Di Biagio contro i futuri campioni del mondo.

Che anno, il 1998. L'Inter di Gigi Simoni aveva lottato in quel campionato davvero particolare, per poi trionfare in Coppa Uefa nella notte magica del 6 maggio a Parigi: Zamorano, Zanetti, Ronaldo. L'anno di Ronaldo con il 10, chi se lo scorda? Fenomenale, Ronie, anche se l'epilogo della sua estate fu complicatissimo e triste, a differenza di quello del compagno di squadra Djorkaeff, campione del mondo: Francia-Brasile 3-0. 

Non si cantava solo al ritmo del portoricano Ricky Martin. Era un'estate di fuoco per la musica, soprattutto in Italia, dove si consumò uno dei più grandi e incredibili eventi di sempre, con le 130mila persone ad assistere, a Imola, al concerto di Vasco Rossi. Vasco vincitore del Festivalbar (condotto da Alessia Marcuzzi e Fiorello) di quell'anno, un'edizione che fece ballare le piazze italiane con Life (Des'ree), Torn (Natalie Imbruglia), No Tengo Dinero (Los Umbrellos), Nobody's Wife (Anouk) e Gimme Love (Alexia). Il Festival di Sanremo, invece, aveva incoronato Annalisa Minetti, con "Senza te o con te".

Le note che riempivano le giornate degli studenti - che spesso le replicavano sugli spartiti nelle ore di musica a scuola - erano anche quelle di Celine Dion e del suo "My heart will go on", la canzone simbolo di Titanic, il film uscito nel 1997 e che, agli Oscar '98 eguagliò Ben Hur con 11 statuette. A proposito di Academy, basta leggere i nomi dei quattro vincitori degli Oscar tra attori e attrici per ricordare quella del 1998 come un'edizione storica: attore: Jack Nicholson (miglior attore protagonista, Qualcosa è cambiato), Helen Hunt (miglior attrice protagonista, Qualcosa è cambiato), Robin Williams (miglior attore non protagonista, Will Hunting), Kim Basinger (miglior attrice non protagonista, L.A. Confidential).

Un anno che regalò anche altri film di culto: The Truman Show, Salvate il soldato Ryan e Il grande Lebowski, ad esempio. O Armageddon, con "I don't want to miss a thing" degli Aerosmith che non poteva mancare nella nostra playlist. In Italia spopolava Radiofreccia, di Luciano Ligabue.

Sempre musica: 1998 l'anno dell'addio a due mostri sacri, Frank Sinatra e Lucio Battisti. Anno in cui Madonna cantava Frozen e gli Oasis facevano il tutto esaurito con Be Here Now, uscito l'anno precedente. Ma il vero fenomeno erano le Spice Girls, icona globale.

Informazioni che si captavano dalla tv analogica e che si reperivano in internet a basse velocità: erano i tempi dei modem a 56 K, delle chat IRC, e ovviamente, senza social network. Era l'anno, però, della svolta, quello in cui due ragazzi, Larry Page e Sergey Brin, fondarono Google. Si correva verso un futuro che forse non si poteva immaginare: nel maggio 1998 Apple presenta il primo iMac. E piano piano le notizie non sono solo venivano cercate su internet, grazie ai motori di ricerca.

Il 1998 si era aperto con una tragedia per l'Italia, quella legata al'incidente alla funivia del Cermis del 3 febbraio. Ma le cronache per molti mesi si concentrarono sullo scandalo Clinton-Lewinsky. A gennaio, però, l'evento più rilevante a livello storico: la visita di Papa Giovanni Paolo II a Cuba, con l'incontro con Fidel Castro.

Pezzi di storia, che si intrecciano con le imprese sportive di quell'anno. Se l'Inter regalò il trofeo internazionale all'Italia con la vittoria della Coppa Uefa, non altrettanto fece la Juventus, sconfitta in finale di Champions League ad Amsterdam dal Real Madrid: 1-0, gol di Mijatovic. 1998 anno di Olimpiadi invernali, a Nagano in Giappone. L'Italia tornò con 10 medaglie, 2 delle quali d'oro. Una, quella di Deborah Compagnoni nel gigante, in un'edizione in cui la sciatrice azzurra fu super protagonista, con anche l'argento nello slalom. L'altro oro arrivò nel bob a due, grazie alla coppia Huber-Tartaglia. 

Per gli appassionati di sport, però, il 1998 è soprattutto l'anno dell'impresa di Marco Pantani, capace di vincere Giro d'Italia e Tour de France. Una delle imprese più grandi dello sport recente: la sua bandana, i suoi scatti, il sorriso quasi timido sul podio degli Champs Élysées dopo aver trionfato anche in Italia. Che nostalgia! 

Anno ricco per i colori azzurri, non c'è che dire: Italia campione del mondo nella pallavolo, Italia sconfitta solo in finale in Coppa Davis, contro la Svezia. E Virtus Bologna sul tetto d'Europa nel basket, con la vittoria nell'Eurolega. La velocità, invece, aveva due campioni: Mika Hakkinen nella F1, con la McLaren. E Mick Doohan nel Motomondiale con la Honda.

Sì, che anno, il 1998: queste sono le canzoni che abbiamo selezionato nella nostra playlist per riportavi indietro a quella stagione, quella in cui Ronaldo vestiva la 10, in cui Gigi Simoni era l'allenatore di un gruppo fantastico, in cui trasformammo Parigi in una estensione di Milano.

INTER SOUNDTRACKS 1998 - LA PLAYLIST

  • Ronaldo «10 Numeri 10» - INTER PODCAST
  • Djorkaeff «10 Numeri 10»  - INTER PODCAST
  • Aerosmith – I Don’t Want To Miss A Thing
  • George Michael – Outside
  • Goo Goo Dolls – Iris
  • U2 – Sweetest Thing
  • Maya - Feel it
  • Ricky Martin – La Copa De La Vida
  • Aqua – Doctor Jones
  • Celine Dion - My Heart Will Go On
  • Jennifer Paige – Crush
  • Des’ree – Life
  • Alexia – Gimme Love
  • Lighthouse Family – High
  • Alanis Morissette – Thank U
  • Madonna – Frozen
  • Anouk – Nobody’s Wife
  • Natalie Imbruglia – Torn
  • Oasis – All Around The World
  • Savage Garden – Truly Madly Deeply
  • Jamiroquai – Deeper Underground
  • Spice Girls – Viva Forever
  • Pras Michel – Ghetto Supastar
  • Alex Britti – Solo Una Volta
  • Smash Mouth – Walkin’ On The Sun
  • Los Umbrellos – No Tengo Dinero
  • Prozac + - Acida


English Version  Versión Española 

Tags: podcast
Load More