2 maggio 1971: 50 anni fa l'undicesimo Scudetto nerazzurro

2 MAGGIO 1971: 50 ANNI FA L'UNDICESIMO SCUDETTO NERAZZURRO

Un anniversario speciale, da ricordare anche attraverso il nuovo libro "Inter. Icona senza tempo"

Ci sono traguardi che rimangono in testa per la gioia finale e traguardi che diventano ancora più significativi per il percorso intrapreso per arrivare alla conquista finale.

Esattamente 50 anni fa l’Inter alzava al cielo il suo undicesimo scudetto al termine di una rimonta maturata passo dopo passo, un percorso non senza difficoltà, passato da un cambio in panchina e dalla compattezza di una squadra decisa a non lasciare indietro nulla per arrivare dritta al suo obiettivo.

Il campionato inizia con Heriberto Herrera in panchina, due pareggi e tre sconfitte nelle prime 5 giornate, fatale quella nel derby che porta al suo esonero e alla promozione di Giovanni Invernizzi, alla guida della prima squadra dalla Primavera. Alla sua prima gara ufficiale, la squadra, un mix di giovani giocatori e grandi rappresentanti dell'Inter campione di tutto, da Burgnich a Facchetti, da Jair a Mazzola e Corso vince contro il Torino grazie alla doppietta di Boninsegna, che alla sua seconda stagione all’Inter diventa uno degli uomini chiave del tricolore nerazzurro grazie ai suoi gol che saranno 24 in 28 partite e lo consacreranno capocannoniere del torneo. In quell’occasione una rete su rigore e una di testa su assist perfetto di Corso.

Dopo l’esordio con vittoria arriva la sconfitta a Napoli il 22 novembre 1970: sarà l’ultima di quella stagione. Da qui comincia una striscia di risultati positivi che terminerà solo 23 giornate dopo, a fine campionato. In mezzo sfide fondamentali per la consapevolezza della squadra e per l’adattamento dell’assetto tattico, con pedine importanti come Bedin a centrocampo o Bellugi terzino in coppia con Facchetti, il giocatore più utilizzato con 30 presenze in campionato. Tra queste la vittoria per 2-0 contro la Juventus con gol di Corso e Boninsegna nel girone di andata, il successo nel #DerbyMilano di ritorno firmato da Corso e Mazzola e quello sul Napoli, ancora con una doppietta di Boninsegna ma anche il match del sorpasso a Catania in cui scese in campo Gabriele Oriali dopo l’esordio con la Roma.

Un cammino senza macchie che proprio il 2 maggio 1971 con una partita perfetta taglia il traguardo inseguito da tutta la stagione, il tricolore. Cinque gol, un’apoteosi e una sfilata di giocate contro il Foggia, compresa la rete che apre la partita, semplicemente fantastica: palla di corso per Facchetti, cross in mezzo e mezza rovesciata di Boninsegna che termina in porta. Poi Jair, protagonista con una doppietta e i gol di Facchetti e Mazzola.

INTER, ICONA SENZA TEMPO - IL LIBRO SULL'INTER

Alla ricerca di aneddoti e foto sulla storia nerazzurra, come il meraviglioso Scudetto del 1971? Su "Inter. Icona senza tempo", il  nuovo libro edito da Marsilio e in uscita il 6 maggio, trovate foto straordinarie, racconti e curiosità su tutta la storia dell'Inter. Passando anche per quella stagione di gloria si procede in un viaggio che dal 1908 arriva ai giorni nostri, con tutte le sfaccettature del nostro club raccontate in maniera fresca e moderna.

Inter. Icona senza tempo
Marsilio 
Testi di Carlo Canavesi, Andrea Paventi
Con un intervento di Gianfelice Facchetti

In uscita il 6 maggio

Prenotalo ora online o nelle librerie!


Versión Española  日本語版  English Version  Versi Bahasa Indonesia 

Load More