CORREA, DEBUTTO DA FAVOLA: VERONA RIMONTATO, L'INTER VINCE 3-1

Padroni di casa in vantaggio con Ilic, poi il pari di Lautaro prima della doppietta del Tucu

1/51
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1
Correa, debutto da favola: Verona rimontato, l'Inter vince 3-1

VERONA - I flash sono tanti. Pensi a quel Chino Recoba contro il Brescia, a Vieri contro il Verona (appunto), a Pazzini contro il Palermo. Entrare, debuttare con i nostri colori. E decidere di dominare, di non limitarsi a segnare un gol: farne due, regalare tre punti. La storia del Tucu Correa inizia nella maniera più bella, dolce, esaltante e incredibile possibile. Due gol nel finale: ingresso al minuto 74, primo gol al minuto 83, sentenza al 94. Venti minuti che servono a ribaltare il Verona, scappato nel primo tempo con il gol di Ilic. Nella ripresa la rete di Lautaro a dare il pareggio, prima dello show del Tucu, arrivato in nerazzurro solo giovedì e ora già protagonista, già decisivo. Ma non è la vittoria del singolo: pensiamo a Vidal, al suo lancio per il secondo gol. Alla corsa e al cross di Darmian. Al lavoro profondo di tutta la squadra che dopo due turni - ora ci sarà la sosta per le nazionali - ha sei punti, 7 gol fatti e 1 subito. 

La seconda Inter stagionale è per dieci undicesimi la stessa vista a San Siro nella prima di campionato. Al posto di Stefano Sensi c'è Lautaro Martinez a fare coppia, per la prima volta, con Edin Dzeko. Con Inzaghi in panchina anche il Tucu Correa, arrivato in nerazzurro da poco più di 24 ore. Il Verona, sconfitto al debutto dal Sassuolo, ripresenta il 3-4-2-1 classico con la novità del giovane Cancellieri. L'Inter è piena di buoni propositi: sa bene che il Verona è squadra che ama giocare, pressare e tenere alto il ritmo e quindi i nerazzurri iniziano il match giocando tutti in avanti. 

Il primo quarto d'ora di partita mette in mostra tante delle doti della squadra di Inzaghi: Perisic scattante sulla sinista, buone geometrie davanti, possesso palla offensivo. La chance, dopo le prime discese, arriva al 12' sul piede di Lautaro, con Montipò bravo a dire no. La luce si spegne improvvisamente al 15': errore in disimpegno di Handanovic, Ilic ne approfitta come nella passata stagione e fulmina il portiere nerazzurro con un morbido tocco sotto di sinistro.

Il vantaggio del Verona arriva così, come un fulmine a ciel sereno. Ma non propaga l'energia giusta per lanciare la rimonta nerazzurra. L'Inter non trova più la chiave giusta per aggirare il pressing nella propria metà campo della squadra di Di Francesco. L'unica volta che riesce a distendersi con pericolosità è su una ripartenza in campo aperto, conclusa da un colpo di testa largo di Barella. Il Verona, in tutto il primo tempo, va vicino a colpire solo sul finale, con un'altra palla recuperata e un'incursione centrale di Zaccagni, bravissimo ad aggredire e ripartire in verticale: la finalizzazione di Cancellieri è però imprecisa.

Come nel primo tempo, l'Inter azzanna la partita in avvia di frazione. Sono le sfuriate del Toro a scuotere i nerazzurri e la sua verve contribuisce subito a rimettere la partita su binari più consoni per la squadra di Inzaghi. Il pareggio arriva subito, con uno schema che di fatto metterà in grande difficoltà l'Hellas per tutta la ripresa: rimessa laterale di Perisic molto lunga, Dzeko a saltare di testa, palla che schizza verso Lautaro che da due passi fredda Montipò, sempre di testa. Otto minuti più tardi stessa azione e girata larga del Toro.

Il Verona trema, ma non crolla. L'Inter va a strappi, ma non dà continuità all'azione. Lautaro di fatto si procura un calcio di rigore, per un atterramento piuttosto netto di Hongla: Manganiello non interviene e non viene nemmeno richiamato dal VAR. Così l'unica occasione fino al minuto 83 per l'Inter è il sinsitro da fuori di Bastoni.

I cambi di Inzaghi danno però energie importanti all'Inter. Vidal aumenta i giri a centrocampo e inventa l'azione dal quale nasce il vantaggio nerazzurro: lancio meraviglioso per Darmian, la cui corsa è commovente e fantastica, come il suo cross. Il pallone vola verso il centro dell'area dove si erge... il Tucu Correa! Entrato da nove minuti l'argentino bagna il suo debutto in nerazzurro con un gol bellissimo, in elevazione, che dà all'Inter il vantaggio. Un gol eccezionale, perché il primo segnato in Italia di testa: bisogna tornare all'esperienza col Siviglia per trovare un gol con questo fondamentale del Tucu.

Il 2-1 nerazzurro di fatto stronca le velleità del Verona, piuttosto statico nella seconda frazione. E allora, tra garra e palloni lottati, ecco ancora il Tucu. Che al 94' addomestica un pallone e di sinistro, da fuori, lo spedisce meravigliosamente nell'angolino basso. Montipò battuto, 3-1, partita finita, il Tucu in trionfo, sommerso dall'abbraccio di tutta la squadra, mister Inzaghi compreso.

IL TABELLINO

HELLAS VERONA (3-4-2-1): 96 Montipò; 23 Magnani (27 Dawidowicz 75'), 21 Gunter, 17 Ceccherini (16 Casale 53'); 5 Faraoni (31 Sutalo 75'), 78 Hongla (61 Tameze 75'), 14 Ilic, 8 Lazovic; 7 Barak, 10 Zaccagni; 18 Cancellieri (11 Lasagna 62').
A disposizione: 1 Pandur, 22 Berardi, 9 Kalinic, 24 Bessa, 30 Frabotta, 32 Ragusa, 99 Simeone.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic (22 Vidal 66'), 20 Calhanoglu (8 Vecino 87'), 14 Perisic (32 Dimarco 66'); 9 Dzeko (12 Sensi 87'), 10 Lautaro (19 Correa 74').
A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 2 Dumfries, 11 Kolarov, 13 Ranocchia,  33 D'Ambrosio, 48 Satriano.
Allenatore: Simone Inzaghi.

Marcatori: 15' Ilic (HV), 47' Lautaro (I), 83' Correa (I), 94' Correa (I)
Ammoniti: Magnani (HV), Lautaro (I), Brozovic (I), Tameze (HV)
Recupero: 1' - 4'.

Arbitro: Manganiello.
Assistenti: Alassio, Mondin.
Quarto Uomo: Giua.
VAR: Irrati.
Assistente VAR: Rapuano.

RIVIVI LA VITTORIA NERAZZURRA NERAZZURRA


FINISCE IL MATCH! 3-1 PER L'INTER IN RIMONTA
I gol di Correa danno all'Inter altri tre punti.

94' ANCORA CORREA! 3-1!
Barella attiva Correa che da fuori area si gira e di sinistro infila l'angolino! Doppietta al debutto!

83' GOOOOOOOOOOOOLLLLLLLL DI CORREA! 1-2!
Gol gol gol gol dell'Inter! Strepitosa apertura di Vidal, Darmian vola sulla destra, tiene il pallone in campo e crossa: in area arriva Correa che stacca altissimo e segna un clamoroso gol all'incrocio! Inter avanti!

67' GRANDE SINISTRO DI BASTONI
Montipò si supera sul sinistro in diagonale di Bastoni da fuori.

60' LAUTARO ATTERRATO, L'ARBITRO NON VA AL VAR
Hongla stende Lautaro in area ma per il direttore di gara non c'è nulla, tra le proteste nerazzurre.

55' LAUTARO VICINISSIMO AL RADDOPPIO
Clamorosa chance per l'Inter, con un'azione identica a quella del pareggio: rimessa di Perisic e spizzata di Dzeko, Lautaro si avventa e di controbalzo di sinistro calcia verso la porta, palla a fil di palo!

47' GOOOOOOOOOOOOOLLLL DI LAUTARO: 1-1
Subito il pareggio dell'Inter! Rimessa laterale lunghissima di Perisic, Dzeko va a saltare, palla che schizza sulla testa di Hongla: sul pallone si avventa Lautaro che di testa da pochi passi batte Montipò! 1-1!

INIZIA IL SECONDO TEMPO
Nessun cambio nelle due squadre.

FINE PRIMO TEMPO
Verona avanto 1-0 al 45' grazie al gol di Ilic.

42' ANCORA VERONA PERICOLOSO
Sbaglia ancora l'Inter in costruzione, con Zaccagni che punta la porta. Palla per Barak e poi per Cancellieri che da buona posizione manda alto di sinistro.

39' ANNULLATO GOL A PERISIC
Colpo di testa di Perisic che si impenna, sulla presa Montipò viene disturbato da Lautaro e il pallone finisce in rete. L'arbitro annulla e concede punizione per il fallo dell'argentino.

23' BARELLA VICINO AL PAREGGIO
Ripartenza dell'Inter: lancio lungo per Calhanoglu, cross dalla sinistra del turco e stacco di Barella col pallone che va di poco fuori. 

15' GOL DEL VERONA, SEGNA ILIC
Errore di Handanovic in uscita, il Verona riconquista il pallone con Ilic che si presenta davanti al portiere nerazzurro e lo batte con un morbido tocco sotto. Verona in vantaggio.

12' PRIMA GRANDE CHANCE PER LAUTARO
Inter in costante proiezione offensiva, al 12' arriva la prima occasione: Lautaro riceve un pallone in area dopo un rimpallo, girata di destro sul primo palo e parata di Montipò in calcio d'angolo.

INIZIA IL MATCH
Via Hellas-Inter! 


日本語版  English Version  中文版  Versión Española  Versi Bahasa Indonesia 

Tags: serie-a
Load More