Barella: "La vittoria sulla Juventus ci ha dato consapevolezza"

Barella: "La vittoria sulla Juventus ci ha dato consapevolezza"



Squadra

28 apr 2021

Le parole del centrocampista nerazzurro ai microfoni di Sky Sport


APPIANO GENTILE - L'Inter si appresta a disputare le ultime cinque partite della stagione e nella settimana che porta alla sfida di Crotone ecco le parole di Nicolò Barella ai microfoni di Sky Sport.

Inizia a farsi sentire un po' di stanchezza? "Un po' sì, è inevitabile:  è stato un anno particolare, abbiamo giocato tanto e non ci siamo praticamente mai fermati. Ma l'obiettivo è più importante di tutto e si va oltre".

C'è anche un po' di stanchezza mentale o di pressione? Nelle ultime prestazioni non siete stati molto brillanti... "Qualche volta ci siamo accorti di non essere brillanti, ma ci servono i risultati. L'obiettivo lo conosciamo tutti, non ci nascondiamo: cerchiamo di portare a casa le vittorie, se lo faremo giocando bene sarà ovviamente meglio".

Vi aspettavate questa classifica a questo punto della stagione? "L'obiettivo era lo stesso anche l'anno scorso. La finale persa ci ha stimolato qualcosa dentro, l'abbiamo usata a nostro favore insieme al mister e alla società. Quest'anno siamo nella posizione nella quale volevamo essere".

Quanta consapevolezza avete acquisito in queste due stagioni? "Ci hanno accusato di essere difensivi: in realtà siamo una squadra quadrata, che ha trovato la propria identità. Prima forse eravamo un po' più spregiudicati e prendevamo qualche gol in più, ora siamo ben organizzati con centrocampisti e attaccanti che possono risolvere le partite, per questo siamo tranquilli".

Cosa vi ripete mister Conte? "Il mister non cambia mai, è sempre lo stesso. Anche se dovesse arrivare l'obiettivo: il giorno dopo sarà uguale al giorno prima, e noi lo seguiamo".

Quanto è maturato Nicolò Barella? "Mi sento molto più sicuro dei miei mezzi: mi gestisco meglio, sfrutto meglio le occasioni. Allenarmi con grandi campioni mi ha aiutato, li ho studiati e sono migliorato anche ispirandomi a loro".

Una qualità di Brozovic ed Eriksen che ammiri... "Di Christian sicuramente la qualità e l'eleganza, è un giocatore che mette il pallone dove vuole, Stefano Sensi è quello che si avvicina di più a lui. Brozovic invece si preoccupa di farci giocare bene, io e gli altri pensiamo agli inserimenti...".

Ti sei trovato spesso vicino a Lukaku e Lautaro, con tanti movimenti e passaggi in zona gol... "Il nostro spirito non cambia, anche quando ci sono in campo Alexis o Pinamonti. Romelu e Lautaro ci aiutano a giocare meglio. Il mister ci ha dato delle soluzioni, io metto il pallone là davanti... e loro sono bravi a fare gol, ci pensano loro".

Il momento più importante della stagione? "Il gol con la Juventus è stato molto emozionante. Quella è la partita che ci ha dato la consapevolezza di essere forti. Battere la squadra che aveva dominato per anni è stato importante...".

Anche questa estate sarà ricca di impegni: ci sono gli Europei... "Se il mister mi convocherà mi farò trovare pronto, siamo una bella squadra e un grande gruppo. Mancini è stato bravo. Arriveremo pronti e proveremo a fare il meglio per noi e per i tifosi".


Versione Inglese
Squadra

Notizie correlate

Tutte le notizie
COMO, ITALY - AUGUST 08:  FC Internazionale coach Simone Inzaghi issues instructions to his players during the FC Internazionale training session at the club's training ground Suning Training Center on August 08, 2022 in Como, Italy. (Photo by Emilio Andreoli - Inter/Inter via Getty Images)

Squadra

16 ore fa

Si apre la settimana di Lecce-Inter: l'allenamento dei nerazzurri


Altre notizie

Tutte le notizie

Squadra


Tutti i partner


Seleziona la lingua

Termini e condizioniPrivacyCookies

Copyright © 1995 — 2022 F.C. Internazionale Milano P.IVA 04231750151