INTER STATS - 11 FIRME DIVERSE PER GLI ULTIMI 11 GOL NERAZZURRI

Nelle ultime tre partite hanno trovato il gol 11 calciatori differenti

1/11
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri
Inter stats - 11 firme diverse per gli ultimi 11 gol nerazzurri

MILANO - Una squadra intera. È vero, manca il portiere, ma il dato è oggettivo e impressionante. Nelle ultime tre partite l'Inter ha realizzato 11 gol - una cifra già di per sé significativa - ma soprattutto lo ha fatto con 11 marcatori differenti!

Che la squadra di Conte avesse una propensione naturale alla partecipazione di massa alla manovra offensiva era risaputo. Prima della sosta per il lockdown avevamo tracciato le fila di una prima parte di stagione nella quale l'Inter era andata in gol con 18 marcatori differenti (in tutte le competizioni) e 17 differenti in Serie A. Un dato che resta valido ancora oggi, ma che si arricchisce della incredibile striscia di differenti marcature delle ultime tre partite.

Contro il Sassuolo sono andati in gol: Lukaku, Biraghi e Borja Valero. Contro il Parma: de Vrij e Bastoni. Contro il Brescia: Young, Sanchez, D'Ambrosio, Gagliardini, Eriksen, Candreva.

11 gol, 11 firme. Con il caso straordinario della sfida col Brescia: 6 reti, 6 marcatori differenti, come non capitava da Inter-Reggina del 2003 (6-0: Cannavaro, Martins, Van der Meyde, Farinos, Cruz, Vieri). Analizziamo le statistiche degli ultimi 11 marcatori nerazzurri, un dato che ribadisce l'unità d'intenti di una squadra che ha nel gruppo uno dei suoi punti di forza: l'Inter ha segnato quattro gol in cinque partite di questo campionato, solo l'Atalanta ha fatto meglio (sette match).

Lukaku (gol vs Sassuolo) - Il belga ha all'attivo 19 gol in Serie A: è la seconda miglior stagione in termini realizzativi per lui nei maggiori cinque campionati europei (dopo le 25 reti con l'Everton nel 2016/17).

Biraghi (gol vs Sassuolo) - Contro il Sassuolo ha trovato il suo secondo gol in nerazzurro, dopo quello segnato al Ludogorets nei Sedicesimi di Europa League. Primo gol in Serie A con la maglia nerazzurra per l'esterno mancino, che non segnava in A dal settembre 2018 con la Fiorentina.

Borja Valero (gol vs Sassuolo) - Quarto gol in Serie A per Borja Valero con la maglia dell'Inter, il primo realizzato a San Siro.

de Vrij (gol vs Parma) - Difensore con licenza di colpire. Stefan de Vrij è uno dei più completi difensori del campionato: segna, non fa segnare gli avversari, fa segnare i compagni. L'olandese ha partecipato attivamente a sei reti in questo campionato: 3 gol (Torino, Milan, Parma) e 3 assist.

Bastoni (gol vs Parma) - Secondo gol con la maglia dell'Inter e con la stessa dinamica del primo: da subentrato e di testa, come a Lecce. Questo, però, è valso una vittoria. Fino al match di Parma Bastoni era l'unico giocatore nerazzurro che in stagione aveva trovato il gol subentrando dalla panchina. Al conto si sono aggiunti Eriksen e Candreva.

Young (gol vs Brescia) - Il suo primo gol, per certi versi simile, era arrivato all'Olimpico contro la Lazio. Contro il Brescia gol e assist per l'esterno inglese.

Sanchez (gol vs Brescia) - In stagione aveva timbrato solo contro la Sampdoria, a settembre. Poi un lungo infortunio. Ora Alexis è tornato a ruggire: due assist contro la squadra lombarda e il gol, su rigore. A proposito di rigori: l'Inter in questa Serie A ne ha calciati 9, segnandoli tutti. La particolarità: lo ha fatto con quattro tiratori differenti (Lukaku, Lautaro, Esposito, Sanchez).

D'Ambrosio (gol vs Brescia) - Abituato a segnare, contro il Brescia ha replicato il gol segnato contro la Lazio: inserimento e colpo di testa in corsa. D'Ambrosio è, con Bonucci, l'unico difensore ad aver segnato almeno due gol in tutti gli ultimi cinque campionati di Serie A.

Gagliardini (gol vs Brescia) - Si è messo alle spalle l'errore con il Sassuolo timbrando contro il Brescia con un grande colpo di testa. Il suo dato in fase realizzativa è importante: a partire dalla scorsa stagione, nessun centrocampista dell'Inter ha segnato più di lui in Serie A, otto gol.

Eriksen (gol vs Brescia) - Entrato a partita in corso e subito in gol, con un gol di rapina. Il danese ha trovato la sua terza rete con la maglia dell'Inter, la prima in Serie A dopo quelle in Europa League e Coppa Italia.

Candreva (gol vs Brescia) - Anche lui subentrato, anche lui col piede caldo: prima una traversa di destro, poi il gol di sinistro. 


English Version  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  中文版 

Load More