I M SCUDETTO | Nerazzurri Campioni d’Italia: la squadra della stagione 2020/21

I M SCUDETTO | NERAZZURRI CAMPIONI D’ITALIA: LA SQUADRA DELLA STAGIONE 2020/21

La rosa che ha conquistato il diciannovesimo Scudetto della storia dell’Inter

Lo Scudetto torna in casa nerazzurra dopo 11 anni con 4 giornate di anticipo, in coda ad una stagione difficile e stupenda: fatica, determinazione, fame, dedizione, vittorie, esultanze hanno accompagnato un traguardo che rimarrà impresso nella storia.

Ecco la squadra che ha conquistato il diciannovesimo Scudetto della storia nerazzurra:

1 - Samir Handanovic

Il capitano, all’Inter dall’estate del 2012, ha indossato la nostra maglia in 386 occasioni, diventando il secondo portiere più presente di sempre nella storia nerazzurra. In campionato ha collezionato 14 clean sheet in 34 partite e in questa stagione ha superato il traguardo delle 500 gare in Serie A, diventando il portiere straniero con più partite nella storia del campionato italiano. Tra i pali il suo contributo nelle sfide chiave è stato essenziale, come nel successo nel #DerbyMilano del sorpasso con tre parate incredibili in poco meno di un minuto.

2 - Achraf Hakimi

Conquista lo Scudetto alla sua prima stagione in nerazzurro. Imprendibile con le sue accelerazioni sulla fascia destra, veloce in campo e nel tagliare traguardi importanti: l’esterno marocchino ha collezionato 7 gol e 6 assist in campionato, imponendosi come uno dei migliori acquisti della Serie A. Veloce anche nel farsi conoscere, ha esordito in campionato con due assist e un gol nelle prime 2 partite ufficiali contro Benevento e Fiorentina. La sua prima doppietta è arrivata contro il Bologna, gli ultimi assist entrambi per Darmian in due vittorie fondamentali del rush finale contro Cagliari e Hellas Verona. Le sue incursioni e la sua pericolosità offensiva sono state fondamentali nella corsa dell’Inter, come dimostra anche l’ultimo sigillo contro il Crotone.

5 - Roberto Gagliardini

All’Inter dal gennaio 2017, in questa sua quinta stagione in nerazzurro ha collezionato 31 presenze, 26 in campionato segnando 2 gol: il primo nel successo contro il Benevento accompagnato da un assist; il secondo in uno degli snodi fondamentali della corsa Scudetto dell’Inter, la gara di andata contro il Sassuolo. Una rete che ha impreziosito una delle migliori prestazioni stagionali del centrocampista classe 1994, che quando ha segnato si è trasformato in un amuleto per la squadra: l’Inter, infatti, ha vinto tutte le 11 gare di Serie A in cui Roberto Gagliardini è andato a segno.

6 - Stefan de Vrij

All’Inter dall’estate 2018, ha ricevuto il premio individuale come miglior difensore della Serie A 2019/2020 ed è stato inserito nella Top-11 relativa allo scorso campionato. La sua crescita è stata costante e in questa stagione si è confermato un riferimento fondamentale della difesa nerazzurra: leader silenzioso e prezioso come confermano le sue 123 presenze collezionate con la maglia nerazzurra. Le statistiche lo premiano soprattutto per i palloni intercettati e nella fase di impostazione (1 gol e 31 presenze nella Serie A 20/21).

7 - Alexis Sanchez

All’Inter dall’agosto 2019, ha portato alla causa nerazzurra la sua tecnica e la sua esperienza, la sua imprevedibilità e tutta la sua grinta. “Anima e corpo”: così si è gettato nella straordinaria corsa della squadra verso il 19° Scudetto nerazzurro ritagliandosi spazio con determinazione e umiltà. Ha collezionato 35 presenze stagionali, 27 in campionato dove ha servito 6 preziosi assist e segnato 5 gol, 3 consecutivi tra la marcatura contro il Genoa e la doppietta contro il Parma, successi fondamentali nelle due gare giocate dopo il sorpasso in classifica sul Milan.

8 - Matias Vecino

Classe 1991, è approdato all'Inter nell'estate del 2017 e nelle sue quattro stagioni in nerazzurro ha segnato gol decisivi per la squadra e per tutti i tifosi. In questa stagione l’uruguaiano dopo l'operazione al ginocchio della scorsa estate è tornato in campo nel 2021 tagliando un prestigioso traguardo con la maglia nerazzurra: la vittoria contro il Cagliari è stata infatti la sua presenza numero 100 con l'Inter in tutte le competizioni.

9 - Romelu Lukaku

Gigantesco, imprendibile, potente. Alla sua seconda stagione in nerazzurro ha conquistato uno Scudetto inseguito e disegnato a suon di giocate, gol e assist. 27 reti stagionali, 21 in campionato accompagnate da 10 assist, nella stagione in cui l’attaccante belga ha infranto record e tagliato il traguardo dei 300 gol da professionista: 61 sono arrivati nelle 92 presenze con la maglia nerazzurra (44 in Serie A, 4 in Coppa Italia, 6 in Champions League, 7 in Europa League). Premiato come miglior giocatore della Serie A nel mese di febbraio, Lukaku in uno degli snodi principali del campionato nerazzurro ha trascinato la squadra siglando nel giro di due settimane una doppietta nel 3-1 sulla Lazio, poi gol e assist contro il Milan (3-0) con un’esultanza indimenticabile e gol e assist contro il Genoa.

10 - Lautaro Martinez

Con Lukaku forma la coppia più prolifica della Serie A (36 le reti “in coppia” in campionato). “Il Toro” Lautaro Martinez all’Inter da luglio 2018 ha servito 5 assist e segnato 15 gol in questa Serie A, superando in 34 gare il bottino di reti dello scorso campionato (aveva chiuso con 14 reti in 35 presenze). Sempre presente, l’attaccante argentino è l’unico calciatore di movimento nerazzurro ad aver giocato tutte le gare di campionato (34) e quelle stagionali (44 presenze totali). Il suo campionato è iniziato con 3 gol e un assist nelle prime 3 gare, per due volte è stato protagonista con reti multiple: tripletta contro il Crotone al Meazza e doppietta nel #DerbyMilano.

11 - Aleksandar Kolarov

Prima stagione in nerazzurro per il difensore serbo arrivato all’Inter l’8 settembre 2020. Esperienza e qualità sono caratteristiche fondamentali del suo bagaglio calcistico. Undici le sue presenze stagionali, sette quelle in campionato dove ha servito uno degli assist più belli di questa stagione: la parabola perfetta su punizione per il gol di Perisic nella gara contro il Parma.

12 - Stefano Sensi

All’Inter dall’estate del 2019, dopo una stagione battezzata con gol al debutto in campionato contro il Lecce e nella quale ha messo in mostra tutte le sue qualità, il centrocampista classe 1995 quest’anno ha totalizzato 17 presenze, 14 di queste in campionato dove è sceso in campo da titolare nei successi contro Benevento, Cagliari e Crotone.

13 - Andrea Ranocchia

All’Inter dalla stagione 2010/11 è l’unico giocatore della rosa ad alzare il suo secondo trofeo in nerazzurro dopo la Coppa Italia vinta a maggio 2011 nella finale contro il Palermo. La sua passione per il calcio e per l’Inter, il lavoro, il suo impegno e la sua dedizione hanno attraversato questi 10 anni che lo hanno reso una risorsa preziosa e un esempio per compagni e tifosi.

14 - Ivan Perisic

Stagione affrontata in crescendo quella di Ivan Perisic che partita dopo partita si è ritagliato un ruolo fondamentale nella conquista dello Scudetto nerazzurro. Il croato dopo la stagione in prestito al Bayern Monaco si è messo a disposizione della squadra e da esterno d'attacco a tutta fascia ha mostrato tutte le sue qualità, prezioso nei recuperi, come sul fronte offensivo: 29 le presenze in campionato dove ha brillato in partite chiave come i match di ritorno contro Lazio e Milan (in cui ha servito 2 assist dei suoi 4 assist nella Serie A 2020/21). 3 i gol segnati in campionato, l’ultimo contro lo Spezia, quando ha tagliato il traguardo delle 200 presenze con la maglia dell'Inter, considerando tutte le competizioni. 

15 - Ashley Young

Arrivato in nerazzurro a gennaio 2020, ha subito mostrato le sue qualità, mettendo a segno 4 gol e 4 assist nel girone di ritorno dello scorso campionato. Generosità e visione di gioco sono i tratti che hanno caratterizzato anche questa annata, in cui l’esterno inglese è stato impiegato in 31 occasioni, con 23 presenze in campionato e 3 assist.

22 - Arturo Vidal

Prima stagione in nerazzurro per Vidal. Arrivato all’Inter a settembre 2020 ha all’attivo 23 presenze in campionato (30 totali), 1 assist e 2 gol, entrambi segnati nel mese di gennaio quando dopo aver spinto la squadra ai quarti di finale di Coppa Italia con la sua rete contro la Fiorentina ha segnato in una delle partite più rappresentative di questa stagione: la sua rete di testa nel match casalingo contro la Juventus è una delle fotografie della cavalcata interista.

23 - Nicolò Barella

È il giocatore di movimento che ha totalizzato più minuti in campo. Alla sua seconda stagione interista si è confermato una pedina fondamentale nel centrocampo nerazzurro grazie ad un mix di tecnica, visione di gioco, qualità e intensità. Dinamico, aggressivo, dotato di testa e piede, i suoi gol sono stati tanto belli quanto pesanti: dalla rete al volo a innescare la rimonta sul Cagliari alla marcatura che ha suggellato il successo contro la Juventus fino al destro a giro di Firenze. 3 reti e 6 assist in campionato per il classe 1997 nerazzurro.

24 - Christian Eriksen

Quarto danese della storia dell’Inter, veste la maglia nerazzurra da gennaio 2020. Nella sua stagione c’è una partita chiave, il #DerbyMilano di Coppa Italia, gara in cui la sua traiettoria perfetta su punizione ha deciso il passaggio in semifinale. Il suo contributo è stato fondamentale nello scacchiere tattico nerazzurro e nel cambio di passo del girone di ritorno, che ha permesso all’Inter di staccare le rivali in classifica. Allo stadio ‘Diego Armando Maradona’ ha trovato il suo secondo gol in Serie A, un bellissimo tiro (di sinistro) da fuori area, contro il Crotone la sua settima rete con la maglia dell'Inter.

27 - Daniele Padelli

All’Inter dal 3 luglio 2017, dal suo esordio il 12 dicembre dello stesso anno, ha collezionato 8 presenze in nerazzurro, 6 nella scorsa stagione quando ha sostituito Handanovic proteggendo la porta nerazzurra anche nel successo del #DerbyMilano. Festeggia il 19esimo Scudetto del Club che ha sempre tifato: l’Inter!

33 - Danilo D’Ambrosio

È uno dei giocatori che da più tempo veste la maglia nerazzurra, dal suo arrivo nel gennaio 2014. Spesso fondamentale, soprattutto nei momenti più delicati: la sua corsa, il sacrificio continuo, i suoi salvataggi, gli assist e i gol segnati sono stati preziosi e spesso provvidenziali. In questa stagione ha segnato tre gol in campionato, l’ultimo nel match di andata contro il Cagliari, un’altra rete nel finale, simile a quella che ha dato i tre punti anche contro la Fiorentina: il suo gol numero 20 in maglia nerazzurra in 230 presenze totali.

36 - Matteo Darmian

Alla sua prima stagione in nerazzurro ha dato un apporto fondamentale nella volata Scudetto dell’Inter. È stato ribattezzato l’uomo del destino grazie ai 2 pesantissimi gol segnati contro Cagliari e Hellas Verona. Costante, diligente, tenace: 4 le reti stagionali, 3 in campionato, record personale per il numero 36 nerazzurro.

37 - Milan Skriniar

Quarta stagione in nerazzurro per il difensore slovacco che in campionato ha disputato 29 partite da titolare su 30 giocate, dopo lo stop forzato di inizio stagione causa Covid. Punto fermo della difesa nerazzurra che ha tagliato il traguardo Scudetto come la migliore della Serie A (con soli 29 gol subiti in 34 partite), ha messo a disposizione del gruppo la sua forza fisica, le sue letture e la sua superiorità nell'uno contro uno dando il suo contributo anche in fase realizzativa. Partita chiave del suo campionato è stata lo scontro con l’Atalanta, sfida decisa da un suo gol (3 le reti totali in Serie A) e chiusa con un clean sheet contro il miglior attacco del campionato.

77 - Marcelo Brozovic

Secondo giocatore della rosa per numero di presenze con la maglia nerazzurra (239), il centrocampista croato ha messo a disposizione della squadra geometrie, corsa e idee. Con una media di quasi 12 km a partita, nessuno in Serie A ha corso più di lui: perno essenziale del centrocampo nerazzurro, Brozovic ha anche servito 6 assist in campionato e messo a segno un gol contro il Parma.

95 - Alessandro Bastoni

Seconda stagione in nerazzurro per il difensore classe 1999, punto di riferimento della difesa interista grazie ad un mix di fisicità, tecnica, visione di gioco e precisione. Tra i giocatori nerazzurri che hanno trascorso più minuti in campo in questo campionato c’è il suo nome. Una delle istantanee della stagione è il suo lancio perfetto di oltre 60 metri per il gol di Barella nel 2-0 contro la Juventus (3 gli assist in Serie A). La stagione della conquista dello Scudetto è anche quella del suo esordio in Nazionale.

99 - Andrea Pinamonti

Cresciuto nel Settore Giovanile nerazzurro, in questa stagione Andrea Pinamonti è tornato a vestire la maglia dell’Inter. Il suo esordio risale al dicembre 2016, poi cinque presenze nella sua “prima vita” all’Inter e il suo secondo esordio con la nostra maglia, contro il Genoa, il 24 ottobre 2020, la prima delle sue 7 presenze di questa stagione (5 in campionato, 1 in Champions League e 1 in Coppa Italia).

35 - Filip Stankovic

L’Inter nel destino, il classe 2002 alla sua prima stagione in Prima Squadra diventa Campione d’Italia con la maglia che ha sempre indossato e che lo ha visto crescere e maturare in tutto il suo percorso nel Settore Giovanile nerazzurro.

97 - Andrei Radu

Ha iniziato la sua avventura nelle giovanili nerazzurre a 16 anni: portiere di grande personalità, ha debuttato in Prima Squadra con l’Inter il 14 maggio 2016 contro il Sassuolo. Dopo le esperienze in prestito con Avellino, Genoa e Parma, è tornato a vestire la maglia nerazzurra nell’agosto 2020.


English Version  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

Load More