Verso Hellas-Inter: tutto sulla sfida del Bentegodi

VERSO HELLAS-INTER: TUTTO SULLA SFIDA DEL BENTEGODI

Dopo il successo all’esordio contro il Genoa, i nerazzurri sono attesi a Verona per la seconda giornata di campionato

MILANO – Seconda sfida di campionato per i nerazzurri che dopo il netto 4-0 contro il Genoa, si preparano ad affrontare l’Hellas Verona guidato da Eusebio Di Francesco nel match di venerdì 27 agosto alle 20:45. Tutte le curiosità sulla sfida del Bentegodi.

I PRECEDENTI TRA HELLAS VERONA E INTER

Sono 60 i precedenti tra le due squadre: quella nerazzurra è la formazione che ha vinto più partite di Serie A contro il Verona grazie a 35 successi totali. Completano il bilancio 21 pareggi e quattro vittorie gialloblù. L’ultimo successo del Verona contro l’Inter in Serie A risale a febbraio 1992 (oltre 29 anni fa), 1-0 casalingo firmato da Ezio Rossi. Tra le squadre contro cui l’Inter è imbattuta nell’era dei tre punti a vittoria in Serie A (dal 1994/95), il Verona è quella che i nerazzurri hanno affrontato più volte (20: 16V, 4N). L’unica sfida giocata nel mese di agosto tra le due squadre risale al 1999, successo dei nerazzurri per 3-0 contro il Verona di Cesare Prandelli.

PRECEDENTI IN CASA DEL VERONA

Le quattro vittorie del Verona contro l’Inter in Serie A sono tutte arrivate in casa dei veneti, l’ultima risale al febbraio 1992, da allora sette successi esterni e tre pareggi. Al Bentegodi tuttavia l’Inter non ha trovato il successo in quattro delle ultime sette trasferte di Serie A tra Chievo e Verona (3N, 1P). La squadra di Inzaghi sarà chiamata a difendere lo Scudetto che è presente al centro delle maglie nerazzurre, contro una squadra che ha sempre fatto bene contro i Campioni d’Italia in carica: il Verona è rimasto imbattuto in 15 delle ultime 18 gare di Serie A in cui ha ospitato la squadra detentrice del titolo: sette successi e otto pareggi.

STATO DI FORMA

L’Inter ha vinto 19 delle 25 gare disponibili in Serie A nel 2021 (4N, 2P), considerando i cinque maggiori campionati europei solo il Manchester City è riuscito a fare meglio (21 su 26). I nerazzurri hanno segnato almeno due gol in tutte le ultime sue sei gare di campionato e non fanno meglio da dicembre 2019 (sette).

L’Inter ha vinto quattro dei suoi ultimi cinque esordi stagionali in Serie A segnando almeno tre reti (fa eccezione il 2018/19) e in tre delle ultime quattro occasioni ha trovato il successo anche nella seconda gara, realizzando due o più gol. Quella nerazzurra è la squadra che ha portato a buon fine più passaggi nel corso della prima giornata di campionato (539), mentre solo la Salernitana ne conta meno del Verona (257).

Il Verona ha aperto la Serie A 2021/22 con una sconfitta per 3-0 contro il Sassuolo: mai negli anni 2000 ha perso le prime due gare in un singolo massimo campionato (l’ultima volta è successo nel 1996/97). Gli scaligeri non hanno trovato nessun successo negli ultimi nove incontri casalinghi in Serie A (4N, 5P), la peggior serie interna dei gialloblu nella competizione da gennaio 2016. Il Verona inoltre ha subito gol in ciascuna delle ultime 17 gare interne di Serie A e non fa peggio da settembre 2017, quando arrivò a 27.

GIOCATORI E CURIOSITÀ

L’Inter ha segnato due delle sue quattro reti nel corso della prima giornata di campionato nei primi 15 minuti di gioco: la scorsa stagione aveva impiegato nove incontri per realizzare le prime due marcature in quell’intervallo temporale.

Calhanoglu è andato a segno in due delle sue quattro gare contro l’Hellas in Serie A, il centrocampista turco ha siglato proprio al Bentengodi la sua prima marcatura nel campionato italiano, nell’ottobre 2017 contro il Chievo. Il Verona è uno dei bersagli preferiti di Ivan Perisic: il croato ha preso parte a sei gol contro gli scaligeri in Serie A (tre reti, tre assist), solo contro il Chievo (sette) è stato coinvolto in più reti nei cinque maggiori campionati europei.

Nicolò Barella ha segnato il suo primo gol in Serie A in nerazzurro contro il Verona, con un tiro da fuori area nel novembre 2019 a San Siro.

Edin Dzeko è, insieme a Paulo Dybala, uno dei due giocatori che hanno sia segnato che servito in un assist in ciascuna delle ultime sette stagioni di Serie A. Considerando solo gli attaccanti stranieri, possono essere eguagliati in questa statistica solo da Duván Zapata e Dries Mertens.

La prossima sarà la 200ª presenza in Serie A per Marcelo Brozovic: potrebbe diventare il primo giocatore croato a tagliare questo traguardo nella competizione nell’era dei tre punti a vittoria.

La prossima sarà la 50ª rete di Lautaro Martínez in tutte le competizioni con l’Inter: 37 di quelle realizzate sono arrivate in Serie A e una proprio al Bentegodi contro il Verona, nel dicembre 2020.

Tra gli ex della sfida Federico Dimarco ha complessivamente preso parte a 11 reti (5 gol, 6 assist) in 48 presenze in Serie A con la maglia gialloblu, 38 presenze e tre gol in Serie A per Eddie Salcedo.

ALLENATORI

Simone Inzaghi ha vinto quattro dei sei precedenti incontri da allenatore nel massimo campionato contro il Verona (1N, 1P). Il tecnico nerazzurro ha vinto tutte le ultime quattro gare da allenatore contro Di Francesco in Serie A senza subire gol.

Eusebio Di Francesco non ha trovato il successo in nessuno degli ultimi cinque incroci di Serie A contro l’Inter (2N, 3P), dopo che aveva vinto quattro dei precedenti cinque (1P).

DIFFIDATI E SQUALIFICATI

SQUALIFICATI

Verona: Veloso (1)

Inter: -


English Version  中文版  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

Load More