Settore Giovanile

28 mag 2022

Cagliari avanti di 3 gol al 45', poi la doppietta di Abiuso e il gol di Sangalli. Il pareggio al 120' qualifica i nerazzurri che affronteranno la Roma martedì al Mapei Stadium


SASSUOLO - Non finisce mai l'Inter. Non finisce mai perché il cuore e la determinazione valgono più degli errori e delle disattenzione. La voglia di vincere e l'ostinazione nel non perdere valgono più delle leggerezze. L'Inter sopra a tutto, e allora avanti Inter: in finale ci vanno i nerazzurri di Cristian Chivu. Non è una semifinale, è un viaggio all'inferno e ritorno. Partenza choc, un risultato che non dà scampo, poi una reazione rabbiosa, la rimonta. E infine la gestione, fino al 120'. Dallo 0-3 al 45' al 3-3 con tre gol dal 77' in poi, due tra 90' e 93'. Il pareggio, al termine dei supplementari, manda avanti l'Inter, in virtù della miglior posizione in classifica in campionato (Inter seconda, Cagliari terza). Martedì al Mapei Stadium i nerazzurri si giocano lo Scudetto Primavera: sarà Inter contro Roma, appuntamento alle 20:30.

L'avvio è in salita perché il Cagliari corre bene in campo aperto e scompiglia la difesa nerazzurra. Rovida stende Delpupo, lanciato verso la porta, fuori area. Punizione dal limite e gol fulminante di Desogus, che buca Rovida sul suo palo. 0-1 e partita tutta da costruire per la squadra di Chivu, contratta e poco lucida in avanti. Tentativi estemporanei, con Valentin Carboni da fuori, e poco altro. Il finale di tempo è ancora peggio dell'inizio del match. Tra il 43' e il 46', prima dell'intervallo, i nerazzurri crollano. Al 43' Carboni commette fallo e regala un calcio di rigore, segnato da Zito Luvumbo. Al 46' il tris, ancora con Desogus.

Notte fonda. Chivu pesca dalla difesa, manda in campo Jurgens, Owusu e poi Iliev e soprattutto Abiuso. L'Inter non è sufficientemente brillante per riaprire il match, al Cagliari il ritmo basso sta bene e in ripartenza prova sempre a pungere. Zito Luvumbo manca la chance del 4-0, l'Inter resta in vita ma con una montagna altissima da scalare. Non sembra averne le forze, ma insiste nella ricerca di un episodio che riaccenda le speranze.

Finalmente, al 77', arriva. Sangalli trova una bella conclusione da fuori, un rasoterra solo respinto dal portiere sardo: Abiuso, abilissimo, non sbaglia il tap-in e segna l'1-3. L'Inter si butta in avanti, getta palloni in area, va all'arrembaggio.  D'Aniello nega il gol a Owusu, Sangalli non trova la ribattuta vincente. Sembra così spegnersi la speranza? No, l'Inter non molla. Al 90' Abiuso, con un perentorio stacco di testa, infila in rete il pallone del 2-3. Mancano cinque minuti di recupero, la fisicità dell'Inter ha il sopravvento su un Cagliari che nel finale aveva rinunciato a tutti i suoi uomini migliori. Sembra ineluttabile, il 3-3 e infatti arriva, in una scarica di gioia incredibile: altro pallone alto, sponda di Hoti per il gol di testa da pochi passi di Sangalli.

Il 3-3 manda il match ai supplementari. L'Inter può gestire perché al 120' i nerazzurri, anche con il pareggio, possono qualificarsi alla finale. Iliev scheggia la traversa su punizione, il Cagliari ci prova ma non ha più la spinta giusta. Quando al 113' Palomba è solo davanti a Rovida e spara il pallone fuori, l'Inter vede la finale. Di contrasto in contrasto, i nerazzurri resistono, gestiscono. E chiudono, al 121', sul 3-3, volando in finale, dopo una partita infinita e bellissima.

L'appuntamento è per martedì, alle 20:30 al Mapei Stadium: Inter-Roma, in palio lo Scudetto Primavera.

IL TABELLINO

INTER: 1 Rovida; 19 Silvestro (25 Grygar 87'), 5 Hoti, 23 Moretti, 6 Carboni F.; 14 Fabbian (30 Owusu 58'; 18 Nunziatini 110'), 4 Sangalli (C), 8 Casadei; 7 Peschetola (10 Iliev 46'); 38 Carboni V. (22 Abiuso 58'), 35 Zuberek (9 Jurgens 46').A disposizione: 12 Basti, 21 Botis, 15 Fontanarosa, 27 Dervishi, 29 Pelamatti, 37 Peretti.Allenatore: Cristian Chivu.

CAGLIARI: 1 D'Aniello, 3 Obert, 4 Palomba, 5 Conti, 7 Delpupo (27 Tramoni 73'), 8 Kourfalidis (18 Schirru 68'), 10 Desogus (19 Vitale 83'), 26 Cavuoti (14 Corsini 83') , 28 Sulis, 30 Secci (21 Pulina 105'), 37 Zito Luvumbo (22 Vinciguerra 83').A disposizione: 24 Fusco, 11 Masala, 15 Idrissi, 17 Caddeo, 23 Astrand, 33 Yanken.Allenatore: Roberto Concas.

Marcatori: 14' e 46' Desogus (C), 43' Zito Luvumbo (c) su rigore, 77' e 90' Abiuso (I), 93' Sangalli (I)Ammoniti: Rovida (I), Hoti (I), Zito Luvumbo (C), Secci (C), Moretti (I), Schirru (C), Casadei (I), Sulis (I)Recupero: 1' - 5' - 1' - 1'.

Arbitro: Daniele Virgilio (sez. Trapani)Assistenti: Centrone - Ceolin.Quarto Uomo: Turrini.


Versione Inglese
Settore Giovanile

Notizie correlate

Tutte le notizie
MILAN, ITALY - OCTOBER 29: Team of FC Internazionale celebrate after scoring the first goal of Silas Andersen during the Primavera 1 match between FC Internazionale U19 and Frosinone U19 at Konami Youth Development Center on October 29, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Mattia Pistoia - Inter/Inter via Getty Images)

Settore Giovanile

Ieri

Settore giovanile, i risultati del weekend


Altre notizie

Tutte le notizie

Squadra


Tutti i partner

  • Notizie
  • Squadre
  • Inter TV
  • Inter Online Store
  • Inter Official App
  • Inter Club

    • Diventa socio
    • Experience
    • Benefit

Seleziona la lingua

Termini e condizioniPrivacyCookies

Copyright © 1995 — 2022 F.C. Internazionale Milano P.IVA 04231750151